CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster
Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster
di [user #34535] - pubblicato il

L'assemblaggio casalingo di una chitarra elettrica è sempre un processo quasi magico. Ci si modella lo strumento su misura, lo si vede nascere tra le proprie mani e, talvolta, si soddisfa quel desiderio nei confronti di un modello iconico nel più intimo dei modi.
Era da un po' che rimuginavo di cimentarmi in una realizzazione/assemblaggio di quella che a mio modesto parere è la solid body per eccellenza. A suo tempo (35 anni fa) mi folgorò e ancora oggi emana un fascino irresistibile: la Stratocaster.
Non me ne vogliano gli amanti di altri marchi: ho una ES335 meravigliosa, ma la Stratocaster fu un vero diretto allo stomaco.
Visto che mi piace tenermi occupato, ne ho portato avanti parallelamente due, con finiture che mi sono sempre piaciute molto. Questa è in dettaglio la prima terminata.

Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster

- Corpo in ontano verniciato alla nitrocellulosa con colore Sonic Blue
- manico in acero con tastiera in palissandro radius 9,5 e verniciato alla nitrocellulosa con tonalità vintage
- 21 tasti Dunlop 6105
- capotasto d'osso
- battipenna mint green
- configurazione pickup SSS
- al manico e centro I-Spira SSW 62 acquistati per l’occasione
- al ponte Seymour Duncan SSL-5 che avevo disponibile
- elettronica standard, con selettore a cinque posizioni, un volume e due toni, la sola variazione è un treble-bleed al potenziometro del volume
- ponte Tremolo stile vintage a sei viti e sempre stile vintage le meccaniche.

Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster

Ho voluto parlare di realizzazione/assemblaggio perché non si può parlare di pura realizzazione, visto che ho acquistato da un rivenditore (italiano) corpo e manico non verniciati, ma non è nemmeno un assemblaggio, visto che sia il corpo sia il manico non sono mai pronti per essere verniciati, devi rifinirli. Inoltre i tasti devono essere rettificati e rifiniti sui bordi, devi eseguire i fori sul manico per l’attacco al corpo e, in ultimo, devi verniciare possibilmente a regola d’arte.
Poi cominciano l’assemblaggio e la parte elettronica.

Inutile dire che la verniciatura è sempre un'operazione non semplice. Ho optato per applicare meno vernice possibile, questo però comporta una maggiore attenzione nelle varie carteggiature, onde evitare di pelare il colore e scoprire il fondo. Ho steso un paio di mani di fondo bianco, poi il giusto apporto di colore e il trasparente, infine il ciclo di carte abrasive finali e la classica lucidatura con ruota di cotone e pasta.
Ho deciso di fare la schermatura dei vani con la vernice conduttrice, molto pratica, e devo dire che la chitarra è silenziosissima.

Anche nel manico ho usato meno vernice possibile, veramente poche mani, sempre nitrocellulosa trasparente tinta con gli appositi coloranti (giallo e arancio), fino a ottenere un bell'ambrato vintage non troppo scuro. La paletta l’ho lasciata lucida, mentre il retro del manico l’ho satinato fine.
Per l’occasione, visto che non mi piacciono le palette anonime, mi sono disegnato il mio logo, l’ho stampato su apposita pellicola per decal all’acqua e, con un pizzico d’immodestia, l’ho applicato.

Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster

È seguito come di rito tutto il setup dello strumento, che non mi ha dato grossi problemi, anzi tutto è filato liscio. Truss rod leggermente messo in tiro, leggermente perché per la giusta curvatura del manico il suo intervento quasi non serviva, regolazione delle molle del ponte, piccola azione sulle sellette per altezza e intonazione. Non mi piace l’action bassa, ma nemmeno altissima.
Sono anche un po' fissato sulla comodità del manico, e questa si ottiene lavorando di fino sul bordo della tastiera e sul terminale dei tasti, perché il piacere di suonare uno strumento passa molto, secondo me, attraverso questi particolari.

Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster

La chitarra alla prova del suono mostra un bel carattere, anche da spenta.
I due I-Spira producono un ottimo timbro vintage, quello che cercavo, veramente dei gran pickup, mentre l’SSL-5 spinge a dovere le frequenze medie e risulta avere una voce più grossa, validissima in tutti contesti, sia clean sia con abbondante gain. Abbinato al centrale, mantiene perfettamente il tipico timbro clean dei due pickup in parallelo, per me assolutamente imprescindibile. Nulla risulta impastato.

Realizzazione/assemblaggio di una Stratocaster

Posso affermare di avere ottenuto un certa versatilità da questa chitarra, e non mi dispiace.
Rimane la consapevolezza che per il famigerato "mercato" rimane uno strumento quasi privo di valore, è solo una semplice copia di uno strumento iconico (forse la più iconica in assoluto, come ha scritto Alberto Biraghi), ma per me vale tanto, lo sento ogni volta che mi vibra sotto le mani ed emette il suo inconfondibile suono.
chitarre elettriche fai da te gli articoli dei lettori
Link utili
La Stratocaster
La 335
Meccaniche Fender vintage
Tremolo vintage style
Dieci elettriche iconiche
Dunlop 6105
I-Spira SSW
Seymour Duncan SSL-5
Mostra commenti     56
Altro da leggere
Let it (Treble) Bleed
Il lato oscuro della Squier Telecaster Classic Vibe
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Perché i commessi non ci odiano più
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964