DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
ENGL E430 Tube Toner: dagli anni '90 con furore
ENGL E430 Tube Toner: dagli anni '90 con furore
di [user #22709] - pubblicato il

Un'ondata di nostalgia può portare all'acquisto di un classico ENGL che promette di restituire tutto il carattere di casa in un formato stompbox multiplo.
Nell'epoca del 2020, dove tutti cercano il digitale e dove le novità si susseguono in maniera frenetica, c'è sempre uno sguardo nostalgico verso il passato che, inevitabilmente, ci porta ad apprezzare il bel tempo che fu dal punto di vista timbrico. D'altronde, se Line 6, Kemper e chi più ne ha più ne metta scelgono di profilare ENGL e i suoi prodotti, un motivo ci sarà.
Così, senza starci a pensare troppo, sono andato dal mio fornitore di strumenti musicali e mi sono fatto il regalo: un E430 Tube Toner.
Avendo già una ENGL Powerball MKI, mi piaceva l'idea di avere un setup compatto che riprendesse quelle timbriche in un formato più portabile e il risultato, per le orecchie, è stato a dir poco stupefacente.

ENGL E430 Tube Toner: dagli anni '90 con furore

Il canale pulito varia da una pasta cristallina e rotonda (complice il rivalvolamento JJ Tesla operato dal precedente proprietario) a una situazione simil crunch alla AC30, perfetta per il pop-rock o per suoni d'ambiente allucinati.

Il crunch esalta ulteriormente queste caratteristiche, andando chiaramente a virare verso timbriche piuttosto scooped. Non potrai fare gli AC/DC con facilità, ma il carattere del suono c'è assolutamente.

Il canale soft lead è una meraviglia per le orecchie: tagliente, con il classico chug che ogni metal guitar player vorrebbe e una bella botta di basse. Interessante come il controllo di presence schiarisca il suono senza però renderlo eccessivamente stridente.

Con il canale heavy lead andiamo a esplorare terreni infuocati, dove le basse spingono in maniera esorbitante e la rabbia si fa strada senza pietà. Qui la componente di "rasoio" delle alte è più importante, ma comunque non invasiva.

L'uscita di linea con frequenze compensate, per entrare secchi in impianto, mi ha davvero convinto molto pur trattandosi di un pedale che ha tre anni meno del sottoscritto.

Se cercate un sistema per un timbro metal autentico senza spaccarvi la schiena forse questa è la scelta più giusta. Vi invito, ora, a dare un ascolto ai clip che ho preparato per voi.

effetti e processori engl gli articoli dei lettori tube toner
Mostra commenti     2
Altro da leggere
La sottile inesistenza del vintage
Il punch degli AC/DC in un pedale
FluxElectrick: envelope e ring in salsa australiana
Jānis.lv Purvs: fuzz al silicio personale e versatile
Suonare in cuffia senza fili: la mia esperienza
Riparazione selletta piezo ponte LR Baggs X-Bridge
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964