DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La Jackson Kelly si veste di Green Crackle con Brandon Ellis
La Jackson Kelly si veste di Green Crackle con Brandon Ellis
di [user #116] - pubblicato il

La signature Pro Series di Brandon Ellis punta su un pickup Seymour Duncan con poli paralleli per una definizione estrema e avvolge il tutto in un’esclusiva finitura anni ’80.
Chitarra solista dei Black Dahlia Murder, Brandon Ellis rinnova la collaborazione con Jackson svelando il suo primo modello signature per la gamma Pro Series.
La Kelly è basata sul modello Custom Shop con cui Brandon ha inaugurato la sua collaborazione con Jackson per un modello su misura. Il design diventa ora più accessibile conservando tutti i tratti distintivi dell’edizione di fascia alta.
Per l’occasione è stata scelta un’iconica finitura Green Crackle, tra le più apprezzate negli anni ’80 e tornata in catalogo dopo una lunga assenza dalle scene.

La Jackson Kelly si veste di Green Crackle con Brandon Ellis

La Pro Series Kelly di Brandon Ellis sfoggia una costruzione neck thru, con un manico in acero dotato di rinforzi in grafite. Ai lati, le due porzioni che costituiscono il body sono in pioppo.
La tastiera in ebano disegna una scala da 25,5 pollici, ideale per timbriche dall’attacco deciso e definito anche con distorsioni spinte e durante l’uso di accordature ribassate.
Lo shape Kelly e la costruzione neck-thru garantiscono un accesso comodo lungo tutti i 24 tasti jumbo, impreziositi dal raggio variabile da 12 a 16 pollici che accomuna gran parte della moderna produzione Jackson.

A favorire ulteriormente la suonabilità nei registri più acuti, il pin per la tracolla sul fondo del body è spostato leggermente verso l’alto. Questo inclina il manico verso l’alto di alcuni gradi quando lo strumento è indossato e, secondo i gusti dell’artista, favorisce sensibilmente il comfort sugli ultimi fret.

Vera macchina da metal e shred, la Kelly Pro Series signature monta un ponte Floyd Rose 1000 Series alloggiato in uno scasso che ne abbassa la base fino a toccare lo stesso livello del top e permette al contempo ampie escursioni in ambo i sensi. L’immancabile bloccacorde al capotasto assicura tenuta d’accordatura e stabilità.

La Jackson Kelly si veste di Green Crackle con Brandon Ellis

Sul top, il chitarrista ha voluto un unico humbucker Seymour Duncan a ridosso del ponte, controllato da un potenziometro per il volume senza gestione dei toni. Il modello è un Parallel Axis, distinto dalla presenza di due piccoli poli allungati per ogni corda, su entrambe le bobine. Insieme agli avvolgimenti extra e ai magneti in Alnico 5, Seymour Duncan spiega che tale design è responsabile di un timbro particolarmente definito che rende intelligibili tutte le frequenze anche quando si usano distorsioni estreme, dando vita a suoni saturi capaci di ritmiche incisive e di parti soliste presenti e articolate.



Sul sito Jackson, la Kelly signature di Brandon Ellis per la Pro Series può essere vista più da vicino a questo link, con scheda tecnica completa e foto dettagliate.
brandon ellis chitarre elettriche jackson kelly pro series ultime dal mercato
Link utili
Brandon Ellis Kelly Pro Series sul sito Jackson
Nascondi commenti     0
Loggati per commentare

Al momento non è presente nessun commento
Altro da leggere
Cloudburst: il riverbero ambientale più piccolo e creativo di Strymon
Il mito del Jazz Chorus in edizione limitata
PRS Swamp Ash Special: non sei tu, sono io
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Bare Knuckle e paletta Strat per la Jackson 7-corde di Josh Smith
Le Ibanez elettriche diventano ukulele (e fanno impazzire Paul Gilbert)
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964