VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Pulire i contatti elettrici
Pulire i contatti elettrici
di [user #116] - pubblicato il

Per quanta cura si dedichi a una chitarra, un basso o anche un amplificatore, polveri e residui vari finiranno inevitabilmente a depositarsi, col tempo, tra i contatti elettrici di switch e manopole generando fruscii e falsi contatti. Marco Omar Viola di MOV Guitars mostra come fare a portare a nuova vita quel potenziometro che non voleva saperne di smettere di gracchiare.
Per quanta cura si dedichi a una chitarra, un basso o anche un amplificatore, polveri e residui vari finiranno inevitabilmente a depositarsi, col tempo, tra i contatti elettrici di switch e manopole generando fruscii e falsi contatti. Marco Omar Viola di MOV Guitars mostra come fare a portare a nuova vita quel potenziometro che non voleva saperne di smettere di gracchiare.

Che si usi spesso uno strumento esponendolo alle intemperie o che lo si conservi gelosamente rendendolo un potenziale deposito di polvere, sembra che non ci sia modo per preservare i suoi contatti elettrici da quella sporcizia o l'ossido che ne compromette inevitabilmente il funzionamento.
Una chitarra, un basso, un pedale o un amplificatore, presto o tardi finisce per presentare dei fastidiosi rumori, falsi contatti e ronzii quando si va a ad agire su un potenziometro o una levetta.
Ruotare spesso le manopole e smuovere più volte gli switch anche quando non dobbiamo usarli può essere un buon sistema per evitare che la polvere si depositi copiosa tra i contatti elettrici, ma prima o poi questa va a rovinare la trasmissione del segnale, creando disturbi e indesiderati scoppiettii quando, per esempio, si cambia pickup o si agisce sul volume o i toni.

Quando la situazione diventa insostenibile, quando le manopole e gli switch deteriorati rendono difficile gestire il suono, si è soliti sostituire i componenti rovinati. Eppure esiste un'alternativa economica e fai-da-te per portare i contatti a nuova vita: un buon trattamento con spray disossidante.

Con un po' di praticità e i giusti accorgimenti per trarre il meglio dall'operazione, chiunque può rigenerare manopole e switch in pochi minuti, munendosi di una bomboletta da pochi euro e uno straccio per un lavoro pulito.
Marco Omar Viola mostra, passo per passo, come fare a pulire i contatti di un potenziometro con uno spray apposito per contatti elettrici.

Seguici su Twitter
elettronica liuteria flash manutenzione
Nascondi commenti     7
Loggati per commentare

"..presto o tardi ...
di pastrana [user #34418]
commento del 19/05/2013 ore 09:05:11
"..presto o tardi finisce per presentare sei fastidiosi rumori, falsi contatti e ronzii "

SEI fastidiosi rumori? cinque o sette mai? ;-))
Rispondi
Re: "..presto o tardi ...
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 19/05/2013 ore 16:10:57
Eheheh, naturalmente è "dei" :D
Corretto!
Rispondi
Re: "..presto o tardi ...
di pastrana [user #34418]
commento del 19/05/2013 ore 17:24:51
sono un lettore molto attento ;-)
Rispondi
C'è una tacca sullo schermo ...
di marco_k utente non più registrato
commento del 19/05/2013 ore 10:04:56
C'è una tacca sullo schermo metallico di tutti i potenziometri che serve allo scopo, non è necessario infilare il beccuccio vicino ai piedini con il rischio di danneggiare il wiper (la spazzolina che striscia...)
Di liquido ne va inserito pochissimo per volta, semmai ripetendo più volte. Questo per due motivi: primo, non lascerei mai colare una miscela di acidi e solventi sullo strumento, anche se per pochi istanti e subito asciugati. Secondo, di solito l'alberino del potenziometro è lubrificato con un grasso ad alta viscosità per dare al tatto quella sensazione di consistenza che tanto odiamo sul volume e tanto ci piace sul tono (almeno nella maggior parte dei casi...) e quando lo spray lo scioglie ne possono succedere di tutti i colori, tipo potenziometri che si incollano o che girano con le vibrazioni...
Rispondi
Re: C'è una tacca sullo schermo ...
di mregazzi [user #7442]
commento del 19/05/2013 ore 10:30:51
Io ho sempre fatto come dici tu con risultati soddisfacenti.
Bye
Rispondi
Loggati per commentare

la tacca sullo schermo..
di dfatwork utente non più registrato
commento del 19/05/2013 ore 19:19:21
.. é il fine corsa della slitta ;)

Rispondi
Re: la tacca sullo schermo..
di Arioch [user #17266]
commento del 19/05/2013 ore 21:51:3
la tacca è forata proprio per avere accesso ai componenti interni del potenziometro come dice Marco_k :)
Altri invece hanno sul body dei forellini appositi, dipende tutto dal tipo di pot con cui si ha a che fare! La cosa certa comunque è che io non ho mai visto spruzzare un tale quantitativo di liquido in un singolo potenziometro in tutta la mia vita, ne bastano quantitativi molto molto minori per raggiungere lo scopo, a meno che uno non abbia messo la chitarra a mollo in una palude.
Rispondi
Altro da leggere
Il Restauro della Fender Stratocaster del... 1953! [IT-EN]
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
L’overdrive trasparente è un malinteso: la teoria di Brian Wampler
Cosa regalare a un chitarrista smanettone
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964