DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La dura vita del chitarrista mancino
La dura vita del chitarrista mancino
di [user #17844] - pubblicato il

Come accade in molti altri campi, anche nella musica il mancino si trova davanti a dilemmi e ostacoli non da poco. In casa Gibson non sottovalutano il problema, e sul sito ufficiale è stato pubblicato un articolo di consigli e trucchi in collaborazione con il chitarrista mancino Luke Morley.
Come accade in molti altri campi, anche nella musica il mancino si trova davanti a dilemmi e ostacoli non da poco. In casa Gibson non sottovalutano il problema, e sul sito ufficiale è stato pubblicato un articolo di consigli e trucchi in collaborazione con il chitarrista mancino Luke Morley.

I mancini sono una minoranza in forte squilibrio rispetto ai destrimani, è un dato di fatto. Si stima che solo il 10% della popolazione terrestre sia mancina. Ne deriva che raramente si pensa alle necessità di chi sente naturale usare la mano sinistra per le azioni quotidiane. Dalle forbici alle forchette per dolci (sì, quelle con un dente più largo da usare per tagliare le torte e che diventano inutili quando ribaltate nelle mani di un mancino) praticamente qualunque oggetto d'uso comune è pensato in relazione alle abitudini dei destrorsi. Quanto ai mancini, o ci si adattano, o si lanciano alla ricerca di apparecchi realizzati appositamente per loro, difficili da trovare e spesso più costosi.
Per gli strumenti musicali il discorso non cambia.
Essere mancino, per un chitarrista o un bassista, vuol dire spesso scendere a compromessi con i propri gusti e le proprie necessità, acquistando uno strumento che non convince al 100% e rinunciare a quello dei propri sogni solo perché raro o neanche presente in catalogo.
Sarà che molti musicisti mancini hanno tracciato solchi importanti nella storia della musica, sarà che le dimensioni del mercato globale lo permettono, ma bisogna ammettere che negli ultimi tempi il mercato tende a degnare di maggior considerazione i sinistrorsi, producendo (finalmente) sempre più strumenti anche in versione left-handed.

D'altra parte basta guardarsi indietro un attimo per riconoscere i meriti dei mancini in musica.
Albert King, uno dei "re" del blues, suonava chitarre da destri ribaltate, e non cambiava neanche l'ordine delle corde. Stessa storia per Dick Dale, tra i più grandi rappresentati del surf rock.
Con un basso tra le mani, il mancino Paul McCartney ha partecipato alla rivoluzione dei Beatles.
Tony Iommi ha gettato le basi di quello che oggi conosciamo come heavy metal con una Gibson SG mancina.
Quando si parla di grunge il primo nome che viene in mente è quello di Kurt Cobain, manco a dirlo anche lui mancino e forse tra i responsabili del ritorno di fiamma tra i chitarristi moderni e le vecchie Fender Jaguar, Mustang e simili.
Dulcis in fundo, Jimi Hendrix e la sua Stratocaster right-handed rovesciata sono tutt'oggi oggetto di studio presso i più accaniti fanatici del "tone".

Anche tra i più insospettabili si celano alcuni mancini. Artisti come Gary Moore, Mark Knopfler, Billy Corgan e Paul Simon sono tra questi, anche se suonano la chitarra da destrimani.

La dura vita del chitarrista mancino

Appena due giorni fa, il 13 agosto, si è celebrata la giornata dei mancini, e Gibson si è portata avanti col lavoro dedicando loro un articolo intero, con suggerimenti utili e l'opinione di Luke Morley, chitarrista inglese e fiero mancino.

L'intervista con Luke Morley è visibile a questo indirizzo, insieme al testo integrale in inglese con i consigli dispensati da Gibson per i chitarristi mancini. Di seguito, invece, si riporta un estratto dei suggerimenti di Michael Leonard, giornalista britannico e autore dell'articolo sul sito ufficiale Gibson.

Fai un setup adeguato
Se intendi girare una chitarra per destri e invertire le corde - come Jimi Hendrix - bada ad adattare anche il setup. Il ponte, il capotasto e l'action saranno da rivedere dopo il montaggio opposto delle corde.

Studia come un mancino
I libri di accordi e scale per mancini sono ormai molto diffusi. Anche se riesci a seguire i tutorial tradizionali, il tuo cervello potrebbe trovare più semplice avere a che fare con box e schemi per mancini.

Compra mancino
In alcuni Paesi, i negozianti applicano sconti e offerte per gli strumenti mancini in occasione del "giorno internazionale dei mancini". Tieni sempre d'occhio le aste online: ci sono meno offerte per gli strumenti mancini e potresti fare un affare.

La dura vita del chitarrista mancino

Secondo alcune teorie, la parte destra del cervello (che controlla la parte sinistra del corpo) è dedicata alla creatività e all'immaginazione, mentre la parte sinistra del cervello (che controlla la parte destra del corpo) si occupa della logica, del linguaggio e dei calcoli matematici.
Esistono diversi studi che collegano i mancini, in media, a uno sviluppo maggiore delle capacità artistiche e a quozienti intellettivi più alti a parità di istruzione.
Niente di tutto ciò è da vedere come una scienza esatta, certo, ma sognare di far parte di un'élite anziché di una minoranza è sicuramente una prospettiva più allettante per il povero mancino, Wile Coyote della chitarra, stremato dalla ricerca dello strumento adatto a lui.

La dura vita del chitarrista mancino
curiosità
Link utili
Trucchetti per mancini
Nascondi commenti     47
Loggati per commentare

pure in fisica vengono fatte discriminazioni con la regola della mano destra
di redcapacci [user #33920]
commento del 15/08/2013 ore 09:01:03
finalmente qualcuno che non vive con un paraocchi.
indubbiamente negli ultimi tempi sono usciti molti strumenti per mancini.
non si capisce perche non debba essere presa in considerazione questa realtà (nemmeno cosi poco diffusa) visto e considerato che la storia è stata fatta da mancini.
trovo che ci sia una mentalità pesantemente ristretta al riguardo, ho iniziato a suonare da destro, dopo essermi scontrato diverse volte con persone che volevano imporre la regola della mano destra , con il rischio di abbandonare per sempre il mondo della musica,poi ho girato la mia chitarra , una delle cose piu scomode , dato che bisogna avere un sacco di accortezze e fastidi non indifferenti.
animato da una volontà di non arrendersi ho poi costruito il mio strumento;
, da questa grande difficoltà dopo due anni ho condiviso la costruzione insieme a mio padre ricavando cosi lo strumento dei miei sogni su mia misura .
Rispondi
Re: pure in fisica vengono fatte discriminazioni con la regola della mano destra
di herrdoctor [user #18849]
commento del 15/08/2013 ore 09:12:18
In generale parliamo correttamente di un effetto di una economia di massa viste le % in gioco.
Sicuramente fastidiosissimo....

Discriminazione della regola della mano destra in fisica????
E' solo una regola mnemonica e viste le numerosissime formule..... sempre trovato inutile vista
la difficoltà di teoremi successivi.
Non mi sono mai sentito lusingato e non credo che tu debba sentirti DISCRIMINATO.

In fin dei conti si dice siate + veloci e + artistici...
;)






Rispondi
E' solo una questione di abitudine
di coltrane [user #15328]
commento del 15/08/2013 ore 09:34:16
Non c' è alcuna difficoltà a suonare in modo standard per i mancini (e viceversa volendo), è solo una questione di "come la impari".
Rispondi
Re: E' solo una questione di abitudine
di Krippo [user #752]
commento del 15/08/2013 ore 10:17:03
Permettimi di dissentire: ho imbracciato la prima chitarra a 11 anni (ne ho 44) e ricordo che per i primi sei mesi di corso non riuscivo a cavarne nulla, nemmeno il canonico "giro di DO".
Il mio maestro, preoccupato dalla mia assoluta mancanza di progressi, mi disse: prova ad imbracciarla dall' altra parte...beh una volta invertite anche le corde nel giro di due settimane avevo ripreso tutto il terreno perduto.
Ho certamente riscontrato quanto dici in numerosi chitarristi (non viene citato nell' articolo Steve Morse ad esempio, altro mancino) ed in numerosi altri campi (per dirne una, io stesso, mancino, non riesco ad usare il mouse del pc con la sinistra) ma per quanto riguarda la chitarra credo sia un fatto moilto soggettivo e non meramente "pratico".
Rispondi
Re: E' solo una questione di abitudine
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 15/08/2013 ore 10:17:13
Per quanto riguarda il mio caso, mi trovi d'accordo.
Sono mancino e decisi di imparare da destrorso perché avevo già una chitarra in casa e non volevo complicarmi la vita con strumenti appositi. In più feci un semplice ragionamento, da ignorante in materia: "ma se tutte le note si mettono con la sinistra, perché devo girare la chitarra? Mi verrà più facile fare scale e accordi se suono da destro!". In effetti non ho mai trovato grossi ostacoli nell'articolazione della mano sulla tastiera, mentre non ho mai sviluppato più di tanto l'uso della mano arpeggiante. Il risultato è che lego note in ogni dove e plettro solo se necessario, uso spesso fraseggi in string skipping ma facendo dell'hybrid picking con la mano destra anziché saltellare col plettro da una corda all'altra, dove sarei meno preciso... diciamo che mi sono fatto il mio stile, va' :D

In definitiva, però, credo dipenda dai casi: ho visto mancini trovare un approccio quasi naturale con la chitarra rovesciata e trovarsi totalmente impediti con la chitarra dritta. Forse io non sono un mancino "naturale" al 100%, boh?
Rispondi
Re: E' solo una questione di abitudine
di fla72 [user #29005]
commento del 17/08/2013 ore 21:16:20
...sicuro ...hai proprio ragione, infatti tutti i chitarristi mancini , storicamente parlando, e di oggi, sono solo stati degli svogliati!
Rispondi
Re: E' solo una questione di abitudine
di coltrane [user #15328]
commento del 18/08/2013 ore 02:16:56
Non ho detto questo e non lo penso. Ritengo semplicemente che il fatto di dover suonare per forza la chitarra "girata" sia una convenzione culturale, non dico priva di qualsiasi fondamento, ma quantomeno assolutamente opinabile.
Più di un insegnante con cui ho avuto a che fare condivide con me questa opinione.
Poi dire che hendrix e tutti gli altri fossero svogliati non fa parte del ragionamento.
Se avessero suonato destri non avrebbero fatto più fatica, ne avrebbero fatto peggio. Ci metterei la mano sul fuoco
Rispondi
Re: E' solo una questione di abitudine
di triesteshred [user #37215]
commento del 27/01/2014 ore 06:53:3
Be non credo sia proprio così. Assecondare la propria natura ,non vuol dire essere meno a delle regole. Personalmente mi veniva spontaneo imbracciare la chitarra da mancino. Non me ne pento, e............be il fatto che non vi siano troppi modelli, mi ha permesso di non ridurmi sul lastrico. Non ancora.
Rispondi
io sono mancino ,ma non giro la chitarra
di Actarus_the_Ufo [user #37848]
commento del 15/08/2013 ore 10:12:32
e suono tutto da blackmore , a hendrix , a malmsteen , fino a gli IRON MAIDEN !!!

secondo me sono i destri che dovrebbero girare la chittarra

vai al link
Rispondi
vorrei portare la mia esperienza: ...
di popis79 [user #27179]
commento del 15/08/2013 ore 10:15:40
vorrei portare la mia esperienza:
ho iniziato, naturalmente da mancino e come tale sono andato avanti.
quasi sempre su chitarre lefty

quando non avevo la chitarra, pian piano, ho imparato a fare gli accordi al contrario, con evidente cambiamento della pennata (si parla di chitarra da spiaggia, niente di più)

ultimamente mi è capitato di avere chitarre destre e riconvertirle.
devo dire che oltre al cambio corde, inversione del ponticello e all'adeguamento del capotasto non ho fatto molto altro, l'intonazione non risulta perfetta al 100% ma nemmeno così evidentemente fuori fase (parliamo di acustiche di fascia media)

anche i più grandi del resto hanno invertito chitarre destre e sapienti lavori di liuteria non sembra ne abbiano fatti (uno su tutti: mccartney con l'acustica epiphone texan e sempre epiphone casino)...

per cui posso tranquillamente affermare che quando si può si compra lefty, e per fortuna il mercato si sta ampliando, quando proprio non c'è modo si adattano.
e non c'è niente che non si possa girare, per le forchette da dolce me ne farò una ragione!
Rispondi
Io sono un mancino puro
di Keifer [user #15882]
commento del 15/08/2013 ore 11:38:49
....e suono con la destra da quando avevo 17 anni. Ora ne ho 35 e, se dovessi imbracciare una chitarra mancina, dovrei incominciare da zero. Però l'istinto di girarla c'è sempre....chissà se sarei sto più bravo.
Rispondi
Salve a tutti io credo ...
di pumba [user #158]
commento del 15/08/2013 ore 13:48:32
Salve a tutti io credo non debbano esistere discriminazioni in merito . Ognuno fa ' cio' che si sente di fare ... l' unica differenza tra uno che suona destro e un altro mancino sapete qual'e' ? Chi suona meglio dei due o peggio eh eh ! E poi scusate ma chi tiene il manico alla propria destra e' mancino !! In realta' stiamo discriminando una delle due mani ! La chitarra si suona con tutte e due le mani ! O no ? buon ferragosto a tutti ciao
Rispondi
La solita vecchia diatriba.
di chiatarrox [user #36263]
commento del 15/08/2013 ore 14:21:16
Ragazzi la verità é che i mancini dovrebbero imparare da destrorsi. Punto. Io capisco che i mancini abbiano delle difficoltà in un mondo organizzato per i destri e capisco anche che non é bello essere vessati da suore invasate che ti seviziano per obbligarti a scrivere con destra. Però cosa c'entra con gli strumenti musicali? La chitarra si usa con due mani! E non é che la mano sotto faccia cose più difficili della mano sopra anzi semmai é il contrario specie per chi fa tanto strumming col plettro. Mi fa ridere chi sopra afferma che non riusciva ad imparare il giro di do con la destra e che ci é riuscito miracolosamente in pochi giorni girando la chitarra...voglio dire quando si impara il giro di do da destrimani con la destra ti fanno plettrare le corde in quarti il problema é semmai proprio cambiare e tenere le diteggiature con la sinistra...appurato che entrambe le mani fanno cose complesse nel suonare la maggiorparte degli strumenti (ma allora un pianista cosa dovrebbe dire?) vorrei poi ricordare l'esempio di Nadal destrorso che ha imparato (e come ha imparato) a giocare a tennis da mancino per avere il conseguente vantaggio.
Io credo che quei mancini che proprio hanno il rifiuto di suonare da destrorsi abbiano più che altro un problema di tipo psicologico: sono stati talmente traumatizzati dalle ipercorrezioni che hanno incontrato nella loro vita che almeno nel suonare uno strumento come la chitarra vogliono poter fare (a torto in questo caso) come vogliono loro.
Ma poi siamo sinceri, il problema non é avere poca scelta di strumenti mancini che ormai sono abbastanza reperibili e male che vada te li puoi far realizzare da un liutaio (avendo buone possibilità di spendere meno e che suonino meglio) il problema é che quando sei in giro ad una festa ad una Jam, sulla spiaggia sei condannato a girarti i pollici perché le chitarre presenti saranno tutte per destri (e li non é discriminazione é statistica). Per cui padri mancini, se avrete un figlio mancino non instillategli troppi pregiudizi al contrario e fatelo imparare a suonare da destro..gli risolverete un sacco di problemi e gli permetterete di condividere una cosa bella come la musica più facilmente con i suoi coetanei...

Ps magari certi mancini talebani dovrebbero evitare di uscirsene con certe sparate come "la storia é fatta dai mancini"...più che altro per loro stessi perché pensando in quel modo sicuramente non si vivono bene la loro "mancinità"...
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Krippo [user #752]
commento del 15/08/2013 ore 16:58:31
E' evidente che per qualche motivo non provi simpatia per noi mancini....complimenti comunque per la "profondità" e "rigore" delle tue argomentazioni: tutto molto sensato.
Buon proseguimento....
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di chiatarrox [user #36263]
commento del 15/08/2013 ore 17:07:33
Questo é il tipico atteggiamento da mancino con mania di persecuzione. Io non ho nessun problema con i mancini, anzi sono ambidestro e quindi se vogliamo un lontano parente. Solo che puntualmente su accordo ogni tot saltano fuori gli stessi discorsi da mancini integralisti secondo il quali il mondo li odia e non é assolutamente possibile trovare uno strumento mancino che rappresenta l'unica possibilità per loro per dedicarsi alla musica (quando é evidente che non é vero per i motivi di cui sopra). Sembra di sentire quelle associazioni di non udenti che sostengono che usare le nuove conoscenze mediche per ridare l'udito ai bambini non udenti sia commettere un genocidio...non so se mi spiego...il livello di "talebaneria" é lo stesso e con questo non ho niente contro i non udenti...amen

Ps libero di confutare le mie incontrovertibili affermazioni anziché nascondersi dietro la logicissima tesi dell'odio...
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Krippo [user #752]
commento del 15/08/2013 ore 17:23:09
Mi auguro per quanto ti riguarda che il chitarrista sia migliore dello psicologo, altrimenti andiamo maluccio.
Detto questo, non perderò altro tempo con te.
Buon Ferragosto.
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di chiatarrox [user #36263]
commento del 15/08/2013 ore 17:50:24
Continuo a vedere una estrema povertà di argomentazioni...comunque alla fine non sono io che vivo male perché penso che il mondo mi discrimini e grazie a dio non ho nessun problema a suonare gli strumenti dei miei amici! Spero che tu non abbia mai un figlio mancino o che, nel caso, tu faccia tesoro dei miei insegnamenti! Buon ferragosto...
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 20/08/2013 ore 17:11:56
Sei solo un po' fascista!
I fascisti obbligavano tutti i bambini a scrivere con la destra legandogli il braccio..

OBAMA E' MANCINO! e scrive con la sinistra vuoi andare a rompergli le scatole anche a lui?

Signor Obama lei e pigro! perché non scrive con la destra non vede che fatica fa a scrivere con la penna stilografica quando firma i documenti ufficiali?
Perché non ha imparato a scrivere con la destra?

Io sono mancino e faccio tutto con la sinistra e allora?

Io faccio tutte le cose da mancino,scrivo, tengo le posate invertite (anche se prendessi in mano un arco dovrebbe essere mancino) e quindi perché avrei dovuto imparare a suonare da destro?

Io non me la meno e quindi non vedo che problema c'è.

E' come dire a uno gay: perché non ti fai piacere le donne vivresti meglio e nessuno ti discriminerebbe.
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/08/2013 ore 19:41:16
non concordo con te... la mano "principale", "prevalente" o come accidenti vogliamo chiamarla, e' piu' portata a suonare, che a stabilire, premendo sui tasti, che nota dovrebbe uscire fuori..

per cui e' normale che un mancino voglia pizzicare con la sinistra e tastare con la destra ..
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di chiatarrox [user #36263]
commento del 15/08/2013 ore 19:55:19
É tutto da vedersi per cosa sia più portata la mano dominante, l'unica cosa oggettiva é la difficoltà di esecuzione a livello motorio di alcuni gesti e sicuramente é più difficile posizionare le dita sui tasti che fare dello strumming. Tra l'altro sempre in base a quello che dici tu facendo con la mano destra la stessa ritmica o arpeggio quella che fa la differenza sulla nota che viene fuori é proprio la mano che sta sopra, non mi pare un discorso che regge tanto...
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/08/2013 ore 20:11:39
===É tutto da vedersi per cosa sia più portata la mano dominante==
per esempio per fare il servizio che richiede piu' energia e "tempismo".. ovvero pizzicare, strummare, plettrare ecc. ecc.

avvertendoti anche che non mi sembra si tratti di qualche particolare condizionamento culturale o fisima dei mancini "nostrani" dato che si comportano cosi' (ovvero con la dominante che pizzica o plettra) in tutto il mondo con tutti gli strumenti di approccio simile alla chitarra, al violino ecc. ecc.

e comunque mi sembra una discussione di immensa inutilita', nel senso che se fossi mancino e mi venisse, anche per futili motivi, di suonare pizzicando con la sinistra, perche' dovrei reprimermi?
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di herrdoctor [user #18849]
commento del 15/08/2013 ore 21:22:00
Infatti perchè reprimere????????
Perché suonare con l'altra?????
Perché andare contro la naturalezza e l'istinto del movimento così come una qualsiasi altra dote
in noi sviluppata.

Esiste un occhio dominante
quello che il cervello predilige nella sua "interpretazione" dell'immagine ed è quello che gli oculisti
devono tenere sotto osservazione se peggiora....
e quindi esiste ovviamente una mano dominante.











Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di chiatarrox [user #36263]
commento del 16/08/2013 ore 00:05:33
"per esempio per fare il servizio che richiede piu' energia e "tempismo".. ovvero pizzicare, strummare, plettrare ecc. ecc."

Oppure per fare il gesto che richiede più complessità e motricità fine...ergo la mano che sta sopra...
In ogni caso in tutti gli strumenti si é dovuto decidere "un verso" per forza di cose e non penso che quando sono stati inventati gli strumenti a corda ci fossero i metodi e la cultura per andare ad investigare quale delle due cose privilegiare per la mano dominante...ad ogni modo non c'é nessuna evidenza scientifica che indichi che sia meglio imbracciare uno strumento in un modo piuttosto che nell'altro (e difatti un sacco di mancini meno complessati imparano a suonare da destrorsi con eccellenti risultati).
Anche il volante delle auto nella maggior parte dei paesi é a sinistra (avranno voluto venire incontro ai destrorsi che così possono cambiare con la destra?) ma non mi are che in Inghilterra i mancini guidino meglio...
La repressione vera é su altre cose: sullo scrivere per esempio..sullo strumento repressione non c'é perché trattasi di un movimento non naturale ugualmente complesso per tutte e due le mani solo che per il mancino traumatizzato diventa un blocco psicologico: almeno sul mio strumento voglio fare cosa voglio.... Ma anche se fosse una repressione vuoi sapere perché farla (e illustri esempi ci dimostrano che si può avere successo anche reprimendosi)? Perché così quando andrai in spiaggia e ci sarà una chitarra non dovrai passare la sera a dire: "ah suono anche io...ma sono mancino"...mi sembra un ottimo argomento...
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/08/2013 ore 00:18:48
===ad ogni modo non c'é nessuna evidenza scientifica==
evidentemente non sei al corrente degli studi del prof. Werdenaus della Church University di Oklahoma City..
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di chiatarrox [user #36263]
commento del 16/08/2013 ore 00:38:25
Di cui non c'é alcuna traccia sul web...postare un link magari? Ma vogliamo roba seria...so che hai la tendenza a confondere il new Age con la scienza vera...
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/08/2013 ore 01:04:58
se poi vuoi approfondire, non mancare di leggere qualcosa anche di Zan Gun Chao dell'istituto Pechinese di Scienze Naturali.. (ma come se fosse antani, non come normalmente...)
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 16/08/2013 ore 01:28:25
Ragazzi, la stiamo facendo più complicata di quanto non sia in realtà. Il discorso è semplice: dai una chitarra in mano a un destrorso che non ne ha mai vista una, quasi sicuramente la terrà col manico a sinistra. Dalla a un mancino, la terrà col manico a destra.
Non mancano le eccezioni, come il sottoscritto, di mancini che decidono di suonare da destri per questioni pratiche e perché può apparire più sensato piazzare gli accordi con la mano sinistra.
Credo che questo vada oltre gli studi e le ipotesi sul ruolo delle due mani. Tutto qua.

E vediamo di discutere civilmente.
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di rockit [user #11557]
commento del 16/08/2013 ore 12:29:1
Sì, ma lo faranno perché è più comodo o perché sanno già che una è impostazione "da destro" e una "da mancino" e quindi si adeguano? Difficile che uno non abbia mai visto prendere una chitarra in mano da qualcuno...
Questa cosa dell'invertire l'impostazione della mano sullo strumento i mancini la sentono con tre strumenti: chitarra, basso e batteria. Perché con tutti gli altri no?
Col pianoforte nemmeno ci pensi, se poi googli un po' cercando di capire se il problema sia sentito tra i pianisti il primo risultato è quello di uno che si lamenta perché gli tocca fare le parti veloci con la mano destra, che è quella debole...esattamente al contrario di quanto fai sulla chitarra :-)

Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 16/08/2013 ore 12:53:4
Certo, è difficile che qualcuno non abbia mai visto una chitarra, ma è facile che chi non suona non faccia caso al modo in cui viene imbracciata. È strano per chi è abituato a vedere chitarre tutti i giorni, ma ci sono molti profani che non fanno neanche caso alla presenza dei pickup su un'elettrica, per dire :D
Mi è capitato di far imbracciare la mia chitarra a qualche amico mancino non interessato allo studio dello strumento: pur sapendo che sono mancino anch'io e la suono col manico a sinistra, l'istinto loro è stato di metterla col manico a destra.

Sul pianoforte credo bisogni solo farsene una ragione per forza di cose. Io sono mancino e in effetti ho sviluppato velocemente un pizzico di indipendenza con la sinistra, mentre le parti con la destra mi richiedono più attenzione, anche quando si tratta di esercizi semplici con scale simmetriche/speculari. Credo che un pianoforte capovolto mi farebbe comodo!
Per quanto ne so anche violinisti e trombettisti, per esempio, talvolta modificano il proprio strumento per invertire la posizione.
Coi batteristi forse c'è l'esempio più eclatante: c'è chi rovescia per intero il set, e poi c'è chi (ancora una volta cito il mio caso) usa le braccia da mancino, quindi con la sinistra sull'hi-hat, ma le gambe da destrorso, quindi col piede destro sulla cassa. Qui l'unica soluzione è usare una batteria montata per un destro e suonarla con le braccia "non incrociate", come invece farebbe un destrorso.
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di ericplace [user #10761]
commento del 19/08/2013 ore 10:36:24
un bambino di 12 anni (età media in cui di solito ci si avvicina allo strumento) non ha idea nemmeno che esistano chitarre mancine... di solito la prende in mano in modo istintivo, almeno questa è la mia esperienza.
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di ericplace [user #10761]
commento del 19/08/2013 ore 10:33:52
condivido in pieno, come già detto sotto..
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 20/08/2013 ore 17:20:31
E' come la sessualità non ci sono solo eterosessuali e omosessuali ma c'è una serie di sfumature.

la cosa che mi fa incazzare è che se io faccio tutto al contrario perché sono mancino perché la chitarra la dovrei prendere come un destro se non mi viene naturale?

Non capisco...non so hai mai notato OBAMA è mancino e fa una fatica boia a scrivere con la stilografica senza trascinare l'inchiostro e quindi?

E' un pirla perché nno scrive da destro? o è uno sfaticato come ho letto sopra.

Ognuno ha diritto di essere come vuole e non sentire certe cazzate.

Uno gay se gli piacessero le donne non si eviterebbe un sacco di problemi?
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di Deadwing utente non più registrato
commento del 16/08/2013 ore 13:30:03
da destrorso non posso sapere cosa significhi per un mancino imparare a suonare la chitarra per destrorsi, ma il tuo ragionamento fila piuttosto bene:)


Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di fla72 [user #29005]
commento del 17/08/2013 ore 21:23:24
...gira la tua chitarra...poi dicci a noi mancini come vai?? magari scopriamo che le chitarre dovrebbero essere tute mancine....
Non si tratta di talebani...i mancini hanno piu' estro perchè la parte destrozza del cervello è maggiormente stimolata, e ,guarda caso è la parte irrazionale, quella istintiva!
Rispondi
Re: La solita vecchia diatriba.
di aldus68 [user #38677]
commento del 27/01/2015 ore 22:06:17
Vero tutto.
Nella realtà il mondo è pieno di musicisti mancini che suonano da destri, e nel mondo della chitarra la "conversione" delle corde e della posizione arriva con l'avvento negli anni 60 e 70 di musicisti che avevano fatto questa scelta grazie alla non-formazione accademica, il che li rendeva comunque "fighi" e questo inevitabilmente ha influenzato migliaia di ragazzi che imparavano a suonare da autodidatti, sdoganado la chitarra suonata al contrario.
Io rientro fra questi. Imparai, devo dire proficuamente, ma al contrario.
Sapete cosa vi dico? Se un mancino non è "ricco", non capirà mai qual'é la chitarra giusta per lui perché l'unico modo per scoprirlo è provarle una ad una, cosa semplice per un destro ma impossibile per un mancino, a meno che non si compri tutte le chitarre disponibili sul mercato. Non troverai mai un negozio per sole chitarre mancine, a meno che non si vada a New York.
Io ho risolto costruendomele, e a furia di errori ho scoperto che il mio mondo era orientato su una solid body con un manico di un certo tipo, l'action di una certa misura, i pickup single coil, ho scoperto la leva del vibrato (!!!) ho scoperto che l'intonazione è praticamente impossibile da ottenere con una chitarra destra convertita a meno che non si abbia a disposizione un ponte con le sellette regolabili (non il tune-o-matic per via del fatto che viene messo di traverso), ho scoperto la vera posizione dei pickup, ho scoperto i potenziometri per mancini, insomma, un'altro pianeta.
Adesso sono in contatto con molti chitarristi mancini, i quali suonano ne più ne meno come i destri, con l'unica differenza che se hanno trovato la loro chitarra giusta si divertono come gli altri. Diversamente li vedi persi a cercare di accordare uno strumento che non sarà mai intonato, o a litigare con i potenziometri, o a non riuscire ad usare per bene la leva del vibrato. Poi c'è sempre l'eccezzione che conferma la regola...
Rispondi
Qualcuno mi può spiegare perché ...
di rockit [user #11557]
commento del 15/08/2013 ore 18:18:09
Qualcuno mi può spiegare perché l'impostazione con la mano sinistra sulla tastiera sarebbe "da destro", se non per il fatto che storicamente la maggior parte delle persona che la utilizza è destrorsa (cosa statisticamente ovvia)?

Perché sinceramente non ne vedo uno che sia uno, visto che tra l'altro il tipo di movimento delle mani è invertito rispetto all'impostazione "destra" del pianoforte, se non un consolidamento storico...e quindi mi sfugge l'intera faccenda del perché i mancini ce l'abbiano tanto a cuore col fatto di girare la chitarra per un'impostazione che più che "mancina" è "non tradizionale" (e i tastieristi mancini come fanno?).

Ovvio che se uno si trova meglio con la destra sulla tastiera buon per lui, ma mi pare molto slegato dal mancinismo, quelle poche volte che ci ho provato non l'ho trovato particolarmente più traumatico di quando ho iniziato usando l'impostazione "tradizionale", quindi mi sa che sia più questione di preferenze personali.
Rispondi
Vero che la chitarra si ...
di poseidon [user #30697]
commento del 15/08/2013 ore 18:36:1
Vero che la chitarra si suona con entrambe le mani, che lavorano fra loro in coordinazione, e che quindi hanno pari importanza. Però è altrettanto vero che hanno ruoli, posizioni e movimenti molto diversi fra loro. Ecco perchè secondo me l'esempio dei pianisti non si regge, per quanto anche le mani del pianista facciano cose diverse, non hanno movimenti e posizioni così diversi come sulla chitarra.
La mano che pizzica le corde è quella responsabile del tocco, e forse quindi quella col ruolo più delicato, cioè che deve lavorare più di fino, di sensibilità, mentre all'altra è richiesto un lavoro più fisico, più "ginnico", cioè di sostanza. E spesso per i lavori precisi ci troviamo meglio con la mano principale, mentre per i lavori di fatica facciamo meno discriminazione, no?
La mia è solo una teoria, una supposizione eh, però ricordo che quando iniziai a scuola di chitarra classica i primi esercizi che si fanno eseguire sono proprio quelli con le corde pizzicate a vuoto, dove non c'era il coinvolgimento della mano sulla tastiera, che poi subentrava negli esercizi successivi, e di quanto il maestro ci tenesse molto di più al tocco che a tutto il resto.
Anche da un punto di vista psicologico è un po' come se la mano che pizzica sia quella che guida, mentre la mano sul manico quella che segue, sebbene si muovano insieme.
Perciò in fondo non c'è da stupirsi se un mancino preferisca invertire la chitarra o usare chitarre apposite per mancini.
Quindi si, pur essendo destro, sono favorevole a una maggior produzione di chitarre per mancini.
Rispondi
Re: Vero che la chitarra si ...
di chiatarrox [user #36263]
commento del 15/08/2013 ore 19:07:55
In realtà é molto più un problema per i pianisti visto che mano destra e sinistra fanno si la stessa cosa ma la destra é, soprattutto a livelli non eccelsi, quella più sollecitata e con parti più complesse. Di fatti chi come me ha suonato il piano per diversi anni (senza raggiungere altissimi livelli) ha la mano sinistra più pigra e meno abile. Di conseguenza un mancino dovrebbe essere penalizzato visto che la sua mano meno abile é sottoposta a sollecitazioni maggiori ma non mi sembra che ci sia una percentuale di grandi concertisti destrimani maggiore di quelli mancini (tenendo conto della proporzione di destrorsi/mancini nella popolazione).
Per quel che riguarda la chitarra sempre che sia vero che arpeggiare richieda più sensibilità maggiore che cercare le corde con la mano in alto (anche se onestamente per fare certi vibrati espressivi ci vuole eccome una buona sensibilità) il discorso non regge se usi per lo più il plettro e fai parti soprattutto di ritmica e in strumming...non nego che in quel caso ci voglia comunque sensibilità ma sicuramente meno che nel fare staccati e legati, bending, vibrati ecc.
Rispondi
ma... un pianista cosa dovrebbe dire??
di FranzFTM [user #27792]
commento del 15/08/2013 ore 21:31:48
Ma un pianista, un organista (che ha pure i piedi da coordinare) avranno anche loro difficoltà tra destra e sinistra? In realtà no, cioè quando arrivi a certi livelli, (parlo di diploma in conservatorio ad esempio) la destra e sinistra (nel piano) devono essere alla pari...
Nella chitarra secondo me vale lo stesso concetto, per me il problema non sta nelle mani, ma come uno si sente lo strumento, cioè essenzialmente come la imbraccia o "abbraccia"... più una questione di comodità che di abilità effettiva delle mani....
mah... fatto sta che al posto di suonare sto scrivendo questo post... mannaggia a me... buona musica!!!
Rispondi
Hai dimenticato Doyle Bramhall II ...
di jb [user #7467]
commento del 16/08/2013 ore 14:25:28
Hai dimenticato Doyle Bramhall II un'altro mancino figlio di Albert King.
Poi il mondo è vario ed è bello per questo, il massimo sarebbe essere ambidestri in tutti i contesti.
Questa mi è nuova: Studia come un mancino
I libri di accordi e scale per mancini sono ormai molto diffusi. Anche se riesci a seguire i tutorial tradizionali, il tuo cervello potrebbe trovare più semplice avere a che fare con box e schemi per mancini.
Grande Str...............ata.....................
Rispondi
Un' opinione sull'argomento da far leggere a mancini e destri!
di fla72 [user #29005]
commento del 17/08/2013 ore 21:46:10
Questo articolo mi trova direttamente coinvolto!
Anzitutto vorrei mandare un BRAVISSIMI a chi, da mancino, suona destrozzo e fa volare il suo plettro come una farfalla!
Altra opinione che ci tengo ad esprimere è per tutti quei destri che criticano in qualche modo la ricerca di chitarre mancine e persino la necessità di suonarle da mancini...senza farla troppo lunga quando i destri riusciranno a girare le loro corde e suonare decentemente potranno parlare.....ma , chissà perchè ho la sensazione che non lo faranno semplicemente perchè non sono capaci , come un mancino non è capace a suonare a destra(...con la differenza che qualche temerario sinistro ci è pure riuscito...ma di destri che hanno fatto il contrario non ne ho mai sentito parlare!)!
Ultimo punto... la storia è fatta da mancini??!!"... saranno solo stati degli svogliati a non imparare a destra...però è certo che chi è mancino non è nato con un handicap, ma impegna maggiormente la parte destra del cervello , e guarda caso si tratta proprio della parte piu' irrazionale , che entra in gioco quando l'uomo si cimenta con l'arte , gli sport estremi, l'istinto, l'estro, la reattività ecc...


Rispondi
i miei 2 cents
di ericplace [user #10761]
commento del 19/08/2013 ore 10:32:20
io sono mancino, ho iniziato a giocare da bambino con una chitarra che avevo in casa, non sapevo nulla di come si teneva, ma "naturalmente" la tenevo da mancino, quindi quando poi ho imparato a suonare ho imparato da mancino.
Probabilmente avrei imparato anche da destro, ma evidentemente mi venne piu' naturale imbracciarla a rovescio.
Nessuno ha mai cercato di "correggermi" mangio e scrivo con la sinistra, gioco a palla da mancino, mi metto la cinta dei pantaloni a rovescio e l'orologio sul polso destro, ma uso il mouse da destro, suono la batteria (male) da destro e il piano (malissimo) da destro, a naja tenevo il fucile da mancino, con evidente scomodità, ma proprio non riuscivo a tenerlo da destro.
Alla fine, credo che, almeno nel mio caso, le cose che vanno "imbracciate" o comunque gli utensili che vengono presi in mano devo usarli da mancino, (usare le forbici per un mancino è una tortura, ma proprio non riesco con la destra) le cose che invece vanno solo "usate" senza essere prese (piano, batteria, automobile ecc) vengono utilizzate "come le trovo" ma credo che ognuno viva la cosa a modo suo, e non ci sia una regola, conosco fior di musicisti mancini che suonano destri (anche il mitico Luca Colombo è mancino) e vedo anche tanti batteristi mancini suonare mancini, cosa che a me non è mai venuta in mente.
Da venditore di chitarre, quando mi capita un bambino che acquista la sua prima chitarra, se mi dicono che è mancino gli porgo la chitarra in piedi (col manico verso l'alto) poi lo faccio sedere e guardo come gli viene naturale imbracciarla e gli consiglio l'acquisto di una destra o di una mancina a seconda di come sente di imbracciarla.
Ps, da mancino in negozio ho un vero e proprio "leftorium" (e krippo lo sa :P)tipo simpson ma si vendono proprio poche chitarre mancine rispetto alle destre, la mia esperienza conferma le statistiche delle case produttrici.
Rispondi
Come per ogni cosa...
di sundayplayer [user #13160]
commento del 19/08/2013 ore 10:51:03
.. è bello che ognuno segua il proprio istinto, predisposizione e quant'altro...
Il mio bassista (..che è anche mio fratello) è un mancino che suona da destro, e l'ha deciso lui da piccolo. Suona da paura, e la sua destra fa tutto quello che serve: slap, staccati, arpeggi, ecc. Per lui va bene così....
Rispondi
Formazione del sistema nervoso
di lazydaniel [user #28418]
commento del 19/08/2013 ore 13:53:29
Sono mancino e quando ho iniziato a strimpellare il maestro da cui sono andato mi ha fatto seguire l'impostazione da destro. Molti anni dopo ho provato a suonare da sinistro, ma ormai la mano sinistra sulla tastiera era migliore. Credo che ciò sia dato dal fatto che il sistema nervoso organizza i suoi collegamenti nell'età evolutiva e una volta impostato cambare diventa quanto meno molto costoso dal punto di vista del cervello, ma anche nella posizione delle dita della mano.
Nella batteria l'ambidestrismo è considerato una virtù, credo però che a parte Michael Angelo Batio (nella foto in alto dell'articolo) pochissimi possano trarre beneficio dall'inversione della mano "principale" nella chitarra. Io sono per non invertire la predisposizione naturale.
Rispondi
Re: Formazione del sistema nervoso
di Claes [user #29011]
commento del 27/01/2014 ore 12:46:50
Suonavo in un band di principianti a Venezia e vi era un batterista mancino che certe volte mancava quando si provava. Lo rimpiazzavo e ho imparato a suonare la batteria "mancina" sua. Da allora, non riesco a suonare su batteria destrorsa - dunque una questione di formazione del sistema nervoso. Come già scritto in pagina vi sono pochi strumenti adattabili, pianoforte in primis. Non c'è scampo e non penso che si costruirà una tastiera da mancini sebbene sia facile per keyboards e sarebbe poco costoso.

Noi chitarristi siamo fortunati! I mancini adesso hanno la possibilità di suonare in maniera istintiva e non essere "segregati"! Le chitarre per ancini sono arrivate tardi. Paul McCartney e Jimi hanno dovuto adattarsi - Paul col basso Hofner (che gli ha poi costruito un modello del violin bass per mancini) e Jimi con la Strat "al rovescio".

Chi sono stati in primi a costruire di serie chitarre per mancini?
Rispondi
di ElMetallaroBauBau [user #44367]
commento del 18/12/2015 ore 21:43:58
Salve. Anche io sono mancino, però suono la chitarra da destro, senza problemi. Però da un po' di tempo vorrei imparare a suonare la chitarra da mancini. Cosa mi dite?
Rispondi
di BEGNY [user #51884]
commento del 14/05/2020 ore 17:49:00
Salve ragazzi (mancini)
Sono mancino al 100% di mani e piedi. Noi mancini abbiamo semplicemente l'emisfero celebrale destro più sviluppato e questo ci permette di utilizzare la mano sinistra con più facilità. Sarebbe contro natura il contrario. Siamo semplicemente fatti cosi. Anni fa mi raccontano che a scuola ai bambini mancini veniva legata la mano per obbligarli a scrivere con la destra. La storia dice che siamo artisti ed eccelliamo in qualsiasi campo.
A mio parere la mano che decide la bravura dell'artista è quella per noi sinistra perchè impone la ritmica e l'espressione dell'assolo ed a cui serve la sensibilità e la forza giusta ber dare espressività al brano. La mano destra a parte la velocità e precisione di esecuzione non è cosi importante come la sinistra.
Sarebbe controproducente per le nostre capacità suonare diversamente.
L'unica cosa che mi manca a parte la scelta limitata di chitarre è quella di poter imbracciare occasionalmente anche per testarla uno strumento non mio anche in altre occasioni, a casa di amici e parenti, feste ect.
Per il resto viva la diversità.....non è detto che i destri non siano quelli sbagliati.


Rispondi
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro? Eccolo
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964