DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Fender Vibro Champ EC
Fender Vibro Champ EC
di [user #35724] - pubblicato il

I grandi full stack faranno anche la loro figura su un palco, ma alcune tra le migliori pagine della musica blues e rock sono state segnate da combo minuti e dalla voce inconfondibile. Fender, a quattro mani con Eric Clapton, ne dà un assaggio con il piccolo, grande, Vibro Champ.
I grandi full stack faranno anche la loro figura su un palco, ma alcune tra le migliori pagine della musica blues e rock sono state segnate da combo minuti e dalla voce inconfondibile. Fender, a quattro mani con Eric Clapton, ne dà un assaggio con il piccolo, grande, Vibro Champ.

Il Fender Vibro Champ EC fa parte della nuova serie di ampli handmade proposta da Fender in collaborazione con Eric Clapton.
Partiamo col dire che il prezzo di questo ampli è folle. Aggiungiamo però che trattasi di una reissue di un ampli molto famoso in casa Fender e che è stato usato molte volte in studio di registrazione da grandissimi artisti come Gibbons, Clapton e altri. Parliamo del Fender Champ 57.
Come saprete, Fender ha deciso di rimetterlo in commercio con una nuova linea fatta in collaborazione con Clapton aggiungendo un paio di comode funzioni.
Il motivo che mi ha spinto all’acquisto di questo ampli e che mi ha portato anche a scrivere l’articolo è l’annoso problema del chitarrista casalingo in cerca di grandi suoni. Mi sono trasferito a Roma da alcuni mesi e avendo perso di vista il mio vecchio gruppo mi trovo costretto a suonare a casa e basta.
Ho avuto molti ampli e ne ho suonati parecchi famosi e costosissimi, ritengo quindi di avere un orecchio buono in termini di suoni. Sono un bluesman e quindi quello che dirò riguarda principalmente il mio modo di vedere la chitarra. I miei chitarristi di riferimento sono: Hendrix, Clapton, Buddy Guy, Lightnin Hopkins.

Passiamo al sodo: perché spendere mille euro per un ampli composto praticamente solo dalla manopola del volume? Non vorrò convincervi che sia giusto. Porterò solo le mie motivazioni.

Fender Vibro Champ EC

Specifiche
5 Watt, cono 8" Weber® Special Design con magnete Alnico, valvole Groove Tubes® - (2 x 12AX7) e Groove Tubes® - (1 x 6V6), peso 7.5kg.

Caratteristiche
L’ampli si presenta con due input, classici hi gain e low gain. È composto da due manopole, una per il volume e una per attivare e regolare il vibrato. In più esiste un tasto per attenuare il suono senza far perdere qualità sonora. Sembreranno poche funzioni, ma sono tutto quello che vi serve per suonare quest’ampli. La manopola del volume è molto reattiva e piccoli sposamenti generano variazioni al tuo suono.

Design
Classico Tweed Fender, legno in pino e copertura tweed di finitura elevata. Maniglia in pelle, oggetto bellissimo, a volte lo guardo e basta e già mi rende felice.

Facilità d'uso
Come detto sopra, dispone di una manopola quindi c’è poco da perderci tempo. Si accende, si attacca la chitarra, si stabilisce il livello di clean che si desidera e poi basta si suona!

Fender Vibro Champ EC

Sound
Veniamo al succo dell’articolo. Dal mio punto di vista quest’ampli è un miracolo. La pasta sonora che si ottiene da questo piccoletto è mostruosa. Il livello di headroom non è alto, con il volume a 4 si comincia a percepire una lievissima saturazione controllabile tramite tocco, tra 6 e 7 siamo nel paradiso del blues oltre gli 8 fino a 12 si va a tutto rock, seventies e tutto quello che sognate dalle distorsioni e dagli overdrive dei pedali.
Riesco ad agire sul volume del suono e sul crunch solo usando una pennata dolce/morbida o forte/pesante. Se suoni con le dite il suono si addolcisce e smussa, passando al plettro diventa più forte e tagliente ma mai fuori luogo.
L’ampli ti permette di percepire e sentire nel profondo l’anima della tua chitarra, mentre suono mi sembra di sentire vibrare il legno della mia Stratocaster Vintage Reissue del ’62. Il suono è poetico, non riesco a smettere di suonare una volta iniziato, la stanza si riempie di armoniche. A volte sto dieci minuti su due accordi solo perché godo nel sentire vibrare il suono nella stanza e mi sento appagato.

Io suono blues e per noi il tocco e la dinamica sono tutto. Hai a disposizione tre accordi e cinque note, tutto il resto è cuore.
Ho sempre sentito dire che il chitarrista lo fanno le dita, è vero, verissimo, ma io con questo ampli suono meglio. Le note scivolano via dalle mie dita guidate dal suono, si crea come un circolo. Il suono che produco entra nelle mie orecchie mi dà gioia e allo stesso tempo nuova linfa per tirare fuori altre note e così via in un circolo continuo.

I bassi sono ottimi nonostante il cono sia da 8 pollici. Sono sempre stato un sostenitore del cono da 12 pollici, ma questo ampli è perfetto così come è stato creato. Ho anche avuto l’Excelsior, che monta il suono da 15 pollici, bell'ampli ma il Vibro Champ appartiene a un'altra categoria.
Non si sente la necessità di un controllo tono, lo hai sulla chitarra. Non si sente la necessità di un overdrive, basta alzare il volume e gestire tutto dal potenziometro della chitarra. Non si sente la necessita di fare altro che suonare e pensare alla musica.

Fender Vibro Champ EC

Conclusione
Il motivo che mi ha spinto all’acquisto, come detto, era la necessita di un determinato suono da poter utilizzare a casa senza sentirmi sempre che mancasse un pezzetto o che potessi arrivare ad altro. Ho raggiunto il mio obiettivo. Quando accendo il Vibro Champ e comincio a suonare sono felice di quello che ho e non voglio far altro che suonare.
Purtroppo non ho chitarre dotate di humbucker e non so esprimermi sulla resa con uno strumento tipo Les Paul. Ritengo la mia recensione un po’ limitata da questo punto di vista, però questo gioiellino mi sta facendo venir voglia di acquistarne una così da vedere la resa.

Ora, alla mia domanda iniziale sul perché spendere mille euro, lascio la risposta a voi.
Io ritengo sia stata una scelta giusta, sicuramente molti di voi potranno obiettare che è un circuito vecchio come il cucco e che con 400€ e un buon tecnico puoi fartelo fare.
Probabilmente è vero, ma io non sono un tecnico e voglio essere sicuro che quello che ho mantenga anche un valore di mercato, cosa che i prodotti fatti da sé non hanno.
Il prezzo è maggiorato da Fender perché c’è la firma di Clapton e molto marketing sopra?
Probabilmente è vero. Fosse per me, EC lo leverei dall’ampli insieme alla firma: a me interessa il suono.
È da tempo che cerco un ampli per uso casalingo e, nella mia ricerca, a oggi niente di più bello ho mai suonato.
Solo per darvi un idea di quello che mi è passato sotto mano, solo per uso casalingo:
Laney Lionheart lt5, Peavey Classic 20, Blackstar ht1, Fender Excelsior, Fender Ramparte, Boss GT8, Pod HD300, Pod 2.0. Potrei andare avanti, ve lo assicuro.

Nulla di tutto ciò può essere paragonato, a mio modesto parere, a questo ampli. Qui stiamo parlando del suono che fino a ieri sentivo solo nei miei dischi blues preferiti. È difficile farlo comprendere se non lo si suona e soprattutto se non si cerca quel suono per così tanto tempo. Questo è anche il motivo che mi ha portato a non inserire una prova sonora con un video, non avrebbe troppo senso perché io le ho sentite le prove su Youtube, ma non danno l’idea: va suonato.
Dal mio punto di vista, l’unica demo che ha senso ascoltare è questa.


Nel video è recensita la versione precedente, priva di un paio di feature che il Vibro Champ invece ha. In questo video si percepisce cosa ci si può attendere da questo ampli.

Mi auguro troviate utile la mia recensione e soprattutto mi auguro che qualcuno come me, in cerca dell’ampli definitivo per casa, riceva dalle mie parole un supporto nella sua scelta.

Fender Vibro Champ EC
amplificatori eric clapton fender vibrochamp
Link utili
Fender Clapton amp
Nascondi commenti     70
Loggati per commentare

E' la prima volta che ...
di fenderpassion61 [user #13902]
commento del 31/10/2014 ore 11:22:40
E' la prima volta che vdo il tizio del video suonare come si deve...sarà l'ampli.
Rispondi
Guarda, qua entrare nelle logiche ...
di MM [user #34535]
commento del 31/10/2014 ore 12:10:06
Guarda, qua entrare nelle logiche dei prezzi di mercato è sempre come entrare in un terreno minato.
Per quel che mi riguarda, begli ampli, molto belli, ma 1000 euro per un 5 W con solo controllo del volume sono un'esagerazione.
Rispondi
Un single ended con un ...
di smilzo [user #428]
commento del 31/10/2014 ore 12:10:11
Un single ended con un preamp pulito sui suoni puliti o appena appena crunch è pura magia.
Non mi piace il distorto, tende ad essere "scoreggiante".
Rispondi
Bello sui puliti
di sanmamete [user #4284]
commento del 31/10/2014 ore 12:10:34
Rispondi
Bello sui puliti
di sanmamete [user #4284]
commento del 31/10/2014 ore 12:12:15
Rispondi
un amplificatore che non deve dimostrare niente
di trimmer741 [user #41394]
commento del 31/10/2014 ore 13:33:23
Parto col dire che ne ho visto uno incredibilmente simile nel museo del blues di Clarksdale in Mississipi. Se ne stava li, usato e consunto, sotto una teca. Bellissimo.

A parte questo credo che il discorso sia semplice. Fender ha preso un progetto vecchio, vecchissimo, che ha riprodotto con materiali di odierna reperibilità, poi ci ha fatto mettere il becco al buon Clapton. Il fatto che abbia pochi controlli deriva dal progetto stesso ma anche da tutte le scelte fatte per raggiungere QUEL SUONO. Se avessero aggiunto manopole e dato possibilità di regolazioni probabilmente si avrebbe solo dato la possibilità all'utilizzatore di "rovinare" il lavoro.

Il prezzo è giusto?
si, anche poco se è in grado di darti la gioia che descrivi.

Si può far costruire uguale a minor costo?
Certamente, a patto di averne uno da copiare paro paro. Per il valore di mercato "chissenefrega" mica lo rivendi più se ti piace così tanto.

E' giusto spendere così tanto per un monocanale, monomanopoa, monotutto?
Secondo me assolutamente no, ma al cuor non si comanda.

Il prezzo è maggiorato da Fender perché c’è la firma di Clapton e molto marketing sopra?
Certamente si, ma non credo in maniera così spropositata rispetto al resto della produzione. chissà per quanto tempo rimarrà in catalogo.
Rispondi
Bello sui puliti, ma sul....
di distorto [user #28299]
commento del 31/10/2014 ore 14:02:47
distorto lo sento acido e zanzaroso, ma è proprio il suo suono, quindi è solo questione di gusti.
Lo stesso Clapton, a mio personalissimo parere, da quando non usa più i Marshall o il Fender Bassman, ha perso proprio la bussola in fatto di suoni, attualmente ha un suono fino, acido, provate a sentire i suoi live fino al 1992 e confrontateli con quelli più recenti, beh credo non ci sia paragone. Anche R. Ford in una intervista dichiarò "Clapton sta litigando con il suo suono", però visto quello che ha fatto per la storia del rock, gli perdoniamo tutto :-)
Rispondi
Re: Bello sui puliti, ma sul....
di KJ Midway [user #10754]
commento del 31/10/2014 ore 14:42:02
Bassman? forse ti confondi con vecchi Tweed Twin Amp attualmente sostituiti con i 1957 Tweed Reissue.
Rispondi
Re: Bello sui puliti, ma sul....
di distorto [user #28299]
commento del 31/10/2014 ore 15:38:00
Il custom shop della Fender gli fece due repliche fedeli di quello che lui considerava il Santo Gral degli ampli, un Fender Tweed (bassman), gliene fecero due, di cui uno lo regalò a BB King.
Cfr. "CHITARRE" n.152 del 1998, estratto a pag.26, dichiarazione resa da Del Breckenfeld, direttore a quel tempo della Fender per il rapporto con gli artisti.
Precisi per precisi.................................. non ho le idee o informazioni confuse.
Rispondi
Re: Bello sui puliti, ma sul....
di KJ Midway [user #10754]
commento del 31/10/2014 ore 16:05:59
Non volevo dire che hai le idee confuse ci mancherebbe la mia era una domanda (non retorica) mica facciamo i professorini qui ;-)

è che son sempre stato convinto che il modello di riferimento per Clapton fosse il Tweed Twin del 58 che effettivamente fu replicato da John Page usando per il cabinet il pavimento in pino di una vecchia chiesa, ne fece 3 ed uno lo regalò a BB King, qui ho trovato un riferimento.

vai al link

Tra l'altro spiegherebbe perchè usa Tweed Twin con il Bassman non mi sembra di averlo mai visto.
Tutto qui.

Ciao
Ale
Rispondi
Re: Bello sui puliti, ma sul....
di MannishBoy [user #15101]
commento del 31/10/2014 ore 16:03:56
Straquoto te e Robben Ford in tutto e per tutto.
Ma aggiungo benzina sul fuoco, forse Clapton non è neanche riuscito a far suonare una stratocaster tanto quanto sia riuscito a far suonare una Les Paul (o una 335 o una sg...).

Tiè
:)
Rispondi
Re: Bello sui puliti, ma sul....
di esseneto [user #12492]
commento del 06/11/2014 ore 17:12:17
Clapton ormai da anni utilizza una stratocaster con pick up noiseless(humbucker) e mid boost attivo e come ampli una copia del Fender 57 twin,attualmente i suoi ampli sono marchiati Fender ma ha utilizzato anche delle copie fatte dalla Victoria Amplifier.Con tutta la buona volontà ma come si fa a dire che dal 1992 in poi il suono di Eric Clapton è brutto? Clapton come tutti i grandi chitarristi che hanno fatto la storia della musica Rock/Blues ha sempre avuto a mio parere "un suono" stop.Dagli anni 60 ad oggi per me Clapton ha sempre lo stesso suono lo riconosci subito sia che suoni in un disco dei Cream( R.I.P Jack Bruce) che in un live di quest'anno.Possiamo parlare di sfumature appena percettibili ma la pasta sonora dei suoi fraseggi è sempre uguale,sempre ripeto a mio parere.... e il suo timbro con gli anni si è stabilizzato in un suono fluido e grosso, piacevolissimo all'ascolto altro che fino e acido...
Rispondi
Re: Bello sui puliti, ma sul....
di claude77 [user #35724]
commento del 06/11/2014 ore 17:26:53
Sono d'accordo. Ho ascoltato tantissimi live di Clapton vecchi, non vecchi e nuovi.
Il suo linguaggio musicale si è evoluto nel tempo insieme al suono suono.
Per me sentirlo suonare rimane un'esperienza fantastica. Va detto che negli ultimi anni si è molto votato alla causa del blues e non è più il Clapton innovatore dei primi album con i Cream etc ma pur sempre un musicista che non ti stanchi mai di ascoltare.
Il suo suono è bellissimo oggi come lo era un tempo.
Rispondi
"Partiamo col dire che il ...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 31/10/2014 ore 15:29:52
"Partiamo col dire che il prezzo di questo ampli è folle"

Bastava fermarsi qui secondo me....
Rispondi
Re: "Partiamo col dire che il ...
di coldshot [user #15902]
commento del 31/10/2014 ore 16:57:41
ah ah questa è buona, una fredda coltellata al cuore
Rispondi
Re: "Partiamo col dire che il ...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 31/10/2014 ore 20:14:04
;-)
Rispondi
Clean meravigliao
di nicolaw1 [user #5799]
commento del 31/10/2014 ore 15:30:50
....ma oltre non si può ascoltare, mi ricorda in questo il mio piccolo champion 600.
Del resto non si può nemmeno pretendere i miracoli da un canale solo.
Rispondi
Re: Clean meravigliao
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 31/10/2014 ore 19:03:01
Beh, oh Dio, Bassman, Tweed, Plexi, JTM45, JCM800, AC30, AC15...Non sono miracoli ingegneristici, ma sostanzialmente tutti monocanali, anche se ce ne stanno due in alcuni, che però non sono i canonici pulito/distorto. :)
Rispondi
Gibson GA-15
di claude77 [user #35724]
commento del 31/10/2014 ore 16:06:05
Grazie a tutti per aver letto e commentato il mio articolo. A tal proposito volevo aggiungere quanto segue: Siccome l'elevato prezzo sembra essere l'elemento di maggiore discussione mi piace portare un altro esempio. Tra i vari ampli blasonati che ho suonato c'è anche questo in oggetto. Il Gibson GA-15 posseduto da un mio caro amico e che spesso suono. L'ampli è composto da Volume-tono-riverbero. Il prezzo di mercato per l'usato si aggira sui 1.000€ e come potenza massima vi assicuro non è superiore al Vibro Champ anche se c'è questa differenza di WATT.
Secondo me è un ampli bellissimo il cui prezzo è molto alto per quello che sembra offrire, ma il gusto personale, le esigenze e la propria idea di suono secondo me non possono essere solo pesate mediante il prezzo che si paga. Il mio amico è un felice possessore del Gibson nonostante l'abbia pagato una cifra altissima.
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di KJ Midway [user #10754]
commento del 31/10/2014 ore 16:50:30
E ti porto un altro esempio, se guardi un kit Tube Depot ti costa 5-600Euro escluso il montaggio!
Se selezioni un pò di materiale usando trasformatori e componentisca migliore devi aggiungerci minimo altri 100-200Euro a quel punto ti dico che il prezzo Fender non è proprio altissimo.

Ben diverso il discorso per il Twin '57 ed il Twinolux che vengono anche 2.800Euro lì se si arrangia con un migliaio di Euro trovi gente molto brava che te li riproduce con i migliori materiali.
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di claude77 [user #35724]
commento del 31/10/2014 ore 18:04:49
Ho suonato in un negozio di Roma una rimanenza di magazzino di un Fender Deluxe del 57 reissue fatta da Fender nel 2009(mi pare) sarebbe l'attuale Twinloux della serie di Clapton.
Posso dirti che suonare quell'ampli mi ha emozionato tantissimo il suono che ottenevo dall strato era meraviglioso. Il negozio me lo lasciava a 1.600€ ma oltre al prezzo il fatto che avesse 12Watt erano troppe per l'utilizzo casalingo per questo ho virato sul Vibro Champ perchè le qualità sonore che si ottengono sono simili.
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di KJ Midway [user #10754]
commento del 03/11/2014 ore 09:34:53
Il Twinolux corrisponde al Tweed Twin per capirci quello che usa anche il vecchio Keef.
Di Watt ne ha 40, due coni da 12" e prezzo di circa 2500Euro.

Quello da 12W è proprio il Deluxe riedizione del vecchio Tweed Deluxe con circuito 5E3 vai al link per capirci l'ampli che ha sempre usato Neil Young.

Ancora meglio suona la riedizione di Victoria Amp il 20112.

Quell'ampli è meraviglioso con qualsiasi chitarra, se ci attacchi una Les Paul e lo metti a canna hai un suono molto Fuzzy che ripulisci con il pot del volume, anche se "scarso" di Watt usato come va usato hai una notevole presenza, ci suoni tranquillamente senza microfonarlo nella magigor parte delle situazioni.

Ciao
Ale
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 03/11/2014 ore 16:11:4
Ti faccio una domanda.
Io ho un Victoria 5112 con altoparlante Jensen con magnete in Alnico.
Per quella che è la mia esperienza, trovo questo combo delizioso con le Fender ma con la 335 non mi ha mai convinto: il suono mi sembra confuso sui bassi e "spernacchiante".
Pensi che sia un problema di wattaggio (5 watts sono troppo pochi) oppure è una caratteristica degli amplificatori tipo tweed?
Sto pensando di venderlo e di sostituirlo con un Marshall da 18 watts ...

Grazie,

Marco
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di KJ Midway [user #10754]
commento del 03/11/2014 ore 19:23:14
Ti dico la mia, secondo me è una questione legata sia al basso wattaggio che al tipo di amplificatore, prova se puoi un Victoria 20112 anche lì il suono slabbra ed i bassi non sono fermi con gli Humb ma è una caratteristica ricercata, dipende se il tutto ti risulta musicale o meno, a me ad esempio bassi granitici e distorsioni definite non servono a nulla.





Rispondi
Re: Gibson GA-15
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 04/11/2014 ore 00:02:47
Grazie per la risposta.
Sto cercando un combo di qualità che abbia un suono per me soddisfacente anche con gli humbuckers ed un peso ragionevole.
Il Victoria 5112 che ho pesa pochissimo ma - per i motivi che ho scritto - non mi convince del tutto.
Sulla base di quello che mi hai scritto, credo che, più che provare il Victoria 20112, dovrei lasciar perdere gli amplificatori tipo tweed. In effetti i distorti che tendono a diventare "fuzzosi" e "spernacchianti" proprio non mi vanno giù.
In passato ho avuto diversi Orange ma anche quelli diventavano troppo "fuzzosi" per i miei gusti (rispetto al Victoria, però, i bassi mi sembravano più controllati).
Probabilmente dovrò continuare nella strada che ho intrapreso comprando un Hiwatt ... cercando però qualcosa che pesi un po' meno!

Marco
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di KJ Midway [user #10754]
commento del 04/11/2014 ore 09:03:59
Potresti anche orientarti su un Marshall 1974x 18W e cono da dodici 2 canali, oppure se vuoi provare un Hiwatt dal costo contenuto (600Euro) ma dalle indubbie qualità prova il T20 all tube da 20W con cono Fane da 12".
vai al link
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 04/11/2014 ore 10:03:07
Grazie ancora per la risposta.

Sì, probabilmente il Marshall da 18 watts è la soluzione. Solo che adesso ne fanno tre versioni: 1x12, 2x10 e 2x12. La scelta non è facile perché nessun negozio li ha a disposizione tutti e tre per fare un confronto ravvicinato.

Ho sentito parlare bene dell'Hiwatt che mi hai indicato. Ci farò un pensierino, anche se dovrei superare la mia allergia per i prodotti orientali.

Comunque, avendo già un Hiwatt (il Custom 20, testata + cassa 2x12), il Marshall forse potrebbe offrirmi qualcosa di diverso, ampliando maggiormente i suoni a mia disposizione.

Marco
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di ParanoidAndrea utente non più registrato
commento del 05/11/2014 ore 09:51:54
io ho provato un paio di ampli Gibson dei primi anni '60,
uno "piccolo", mi pare che il proprietario dicesse che era un GA-18, ma forse mi sbaglio....
Comunque un ampli veramente bello, cono piccolo, e uno chassis abbondante nelle misure, ma molto sottile e leggero.
Suono molto aperto e risonante, ma assolutamente slabbrato sulle basse in puro stile tweed. Molto simile ad un tweed champ.
L'altro era un GA-40 "Les Paul", che un mio amico "collezionista" ha avuto per un po'.
E' appunto l'ampli che la Gibson ha prodotto all'epoca come complemento della celebre omonima chitarra...
e che devo dire...proprio non mi è piaciuto, e nemmeno al mio amico, che lo ha presto rivenduto.
Era liso e consunto, un look veramente "vintage", roba da servizio fotografico, ma il suono era piatto e senza carattere, neanche l'ombra del fascino del piccolo GA-18.
Gli ampli Gibson degli anni '60erano piuttosto "economici" nella realizzazione, cercando l'azienda di essere più competitiva sul prezzo,
rispetto ai costosi ampli Fender che furoreggiavano all'epoca, e che sono ampli veramente "da guerra", almeno come costruzione.
Però alcuni esemplari fortunati e ben conservati hanno un suono fantastico, solido ed avvolgente allo stesso tempo.
Se l'ampli è uno di questi, 1000 € io li spenderei.
A.
Rispondi
Re: Gibson GA-15
di claude77 [user #35724]
commento del 05/11/2014 ore 10:18:20
Sempre sulla questione wattaggio dimensioni ampli e live posso portare un'altra testimonianza.
Una volta suonammo senza microfonare ed eravamo 2 chitarre basso e batteria + voce.
Io suonavo con il mio Lionheart da 5W e il mio amico con il Gibson GA-15.
Il tutto si sentiva perfetto anche nei pezzi più tirati dove il batterista menava un pò di più.
Abbiamo suonato blues e rock 60/70. Questo per dire che tutto dipende molto dalle nostre percezioni, i nostri compagni di suonata e tanti altri fattori.
C'è chi senza 30W non va da nessuna parte e chi come me riesce a suonare anche con 5W.
Rispondi
Son ragazzi lasciali parlare. ...
di KJ Midway [user #10754]
commento del 31/10/2014 ore 16:13:44
Son ragazzi lasciali parlare.

I miei complimenti!

Ampli meraviglioso qui veramente la chitarra fa la differenza sentito suonare con attaccata un CS '62 ed era spettacolare, a differenza del Twin '57 che mi ha lasciato un pò di amaro in bocca comparato con il Victoria 20112 che gliele ha date di santa ragione.

Discorso prezzo pensavo ed ho visto di peggio.

Buone suonate!

Ale
Rispondi
Dalle soddisfazioni sonore che l'ampli ...
di sidale [user #29948]
commento del 31/10/2014 ore 16:20:44
Dalle soddisfazioni sonore che l'ampli ti da,posso dirti tranquillamente che il prezzo passa in secondo piano,hai trovato il tuo ampli e questo basta,goditelo!!!
Rispondi
Sarà anche affascinante...ma io 1000 ...
di kelino [user #5]
commento del 31/10/2014 ore 16:53:56
Sarà anche affascinante...ma io 1000 euro non ce li spendo per quel cosetto.
Rispondi
Re: Sarà anche affascinante...ma io 1000 ...
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 01/11/2014 ore 14:09:54
Nemmeno io, ma non per i 200 euro a watt. Questo è un parametro che non mi interessa (tanto che ho comprato due "Marshallini" da 1 watt: 600 euro a watt ...). D'altronde è inevitabile che se cerchi un suono di elevata qualità a volumi casalinghi il rapporto prezzo/watt tenda ad essere svantaggioso.

Più che altro non mi convincono il cabinet così piccolo ed il cono da 8 pollici; magari la combinazione sarà perfetta per registrare ma per suonare in casa da soli non la trovo tanto appagante. Si sentono solo le frequenze medie!

I tweed, poi, in distorsione tendono a diventare "spernacchianti" (se mi passi il termine poco tecnico) e con le semiacustiche (ho una 335) si impastano.

Marco
Rispondi
Ok, il prezzo è giusto !
di Pi_Crunch [user #15682]
commento del 31/10/2014 ore 17:49:13
...se il risultato è quello di ottenere il suono che si desidera...in definitiva, si risparmiano i soldi di testata, cassa, pedali vari...dal vivo, anche in piccoli pub, basta microfonarlo...e si possono fare le tournee prendendo l'autobus !
Rispondi
Bell'ampli, perfetto per casa o ...
di dale [user #2255]
commento del 31/10/2014 ore 18:17:25
Bell'ampli, perfetto per casa o studio.
Quando il suono ci soddisfa, molti o pochi soldi non contano, è tutto relativo.
Quando si apprezza la purezza e la dinamica di un bel monocanale è difficile tornare indietro, anzi non si torna proprio.....

Complimenti
Rispondi
A me...Me piace! E pure ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 31/10/2014 ore 19:34:33
A me...Me piace! E pure tanto! Ci spenderei tutti quei soldi? No, ma la cosa vale per me e non giudico male chi invece lo fa. E' bello bello bello, goditelo e divertiti!
Rispondi
bellissimo ampli, e se lo ...
di rorschach8 [user #39987]
commento del 31/10/2014 ore 21:39:53
bellissimo ampli, e se lo si intuisce dall'audio di youtube chissà dal vivo.
1000€? ad averceli li spenderei ad occhi chiusi su questo piuttosto che riempirmi la casa di ingombranti 4x12 e testate con più canali che valvole.
Rispondi
valvetrain 205
di lbaccarini [user #14303]
commento del 31/10/2014 ore 22:03:10
consiglio il Valvetrain 205 se vi piace questo genere, usato costa 500 € scarsi e suona da Dio, tutto fatto a mano, con cono Weber eccetera...
Rispondi
proprio bello ! ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 01/11/2014 ore 00:29:24
proprio
bello
!
Rispondi
Mah ...
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 01/11/2014 ore 00:41:40
... Qualche anno fa ho provato un '57 Champ. Ero intenzionato a comprarlo per suonare in casa ma non mi è piaciuto per nulla e così l'ho lasciato in negozio senza rimpianti.
Alcuni mesi dopo ho comprato un Victoria 5112. Tutt'altra cosa. Molto migliore rispetto al Fender, anche per via del cono da 12 pollici (Jensen con magnete in Alnico) ed il cabinet maggiorato tipo Deluxe. Uno dei pochi acquisti "chitarristici" di cui non mi sono mai pentito.

Negli anni ho comprato altri amplificatori da pochi (4-5-6) watts: Vox AC-4 TV (combo 1x10), Marshall Class 5 (testata + cassa 1x10), Cornford Harlequin MK1 (combo 1x12), Dr. Z Mini Z (testata + cassa 1x12), ...

Oggi quasi tutti questi amplificatori non sono più con me perché li ho venduti.

Il fatto è che 5 watts sono una potenza un po' strana: a casa, in un condominio, sono veramente troppi (se non c'è il master) e fuori sono troppo pochi.

Come è finita la storia?
Oggi ho due combo da 1 watt (i Marshall JTM-1 e JCM-1), che a volumi da appartamento mi danno molte più soddisfazioni del Victoria e del Dr. Z.
Accanto a questi ho un Hiwatt Custom da 20 watts (testata + cassa 2x12), nel caso in cui mi serva un bel pulito o un crunch non "spernacchiante".

Vale la pena spendere 1000 euro per un amplificatore da 5 watts?
Dipende. Se si ha la possibilità di sfruttare a dovere i 5 watts (che non sono così pochi come potrebbe sembrare) la risposta può tranquillamente essere sì.
In effetti alcuni di questi "amplificatorini" suonano molto bene; devo dire che, ad esempio, il Victoria ed il Cornford mi hanno fatto godere parecchio.
Per quella che è la mia esperienza, condizionata dal vivere in un condominio con vicini non troppo amanti del blues, la risposta purtroppo è no.
Ma il problema, ovviamente, non è di prezzo ma di wattaggio.
A bassi volumi nessuno di questi amplificatori da 5 watts suona bene come i Marshallini da 1 watt e a volumi un po' più alti ... beh, l'Hiwatt si prende burla di loro e non poco!

In definitiva, la mia idea è questa. Ben vengano gli acquisti in oggetti di qualità, senza che abbia alcuna rilevanza il "prezzo per watt".
Attenzione però al wattaggio, perché 5 watts in casa non sono pochi e non ha senso fare un investimento importante se non si ha la possibilità di sfruttarlo.
Se poi si ha la possibilità di alzare un po' in volume, siamo sicuri che un amplificatore da 5 watts suoni meglio di uno da 15-20 watts con il master?

Marco

P.S. Il Victoria 5112 non l'ho venduto. Ce l'ho ancora. Potrei usarlo per suonare in locali piccolissimi o a casa di amici con vicini più tolleranti. Forse però finirò col vendere anche lui e sostituirlo con un Marshall 1974X, che almeno non "spernacchia" quando attacco la 335!
Rispondi
quand'è che i chitarristi capiranno ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 01/11/2014 ore 07:46:33
quand'è che i chitarristi capiranno che non importano le dimensioni del martello ma come colpisci il chiodo (ed in questo caso di cosa è fatto il martello, come è bilanciato e quanto dura prima di spaccarsi)? Sull'operato della Fender in questi anni potrei parlarne per ore... ma non lo farò data la mia posizione. Fatto sta che un amplificatore così piccolo e con queste caratteristiche ti da un suono PRECISO. Il suono di un amplificatore piccolo con queste caratteristiche. Punto. Non è bene e non è male. Se ti serve quello ed è fatto bene, per durare ecc. ecc. ci possono stare anche 2000 euro. Un amplificatore a frigorifero da un altro suono che serve per fare altre cose. State parlando come se una chitarra acustica parlor dovesse essere necessariamente peggio di una jumbo perchè è più piccola. Serve per fare altre cose e per ottenere altri risultati. Punto. Poi se è un apparecchio è fatto come DIO comanda... o è piccolo o è grande il suono che ne esce, seppur diverso da uno enorme, è sempre spettacolare, in maniera diversa, ma spettacolare.
Rispondi
Bellissimo
di aPhoenix90 [user #22026]
commento del 01/11/2014 ore 12:50:42
È un ampli spettacolare.

Se l'avessero proposto al prezzo giusto, la gente avrebbe parlato della scarsa qualità dell'attuale produzione Fender, di Cina e di giocattoli. Invece hanno sparato una cifra folle (aggiungendo la firma di EC), e di colpo si parla di Santo Graal.

La verità è che suona davvero bene, e la triste carenza di concorrenza per questo tipo di sonorità a parità di wattaggio lo rende praticamente unico. Poi il tweed... chettelodicoaffare.
Rispondi
Re: Bellissimo
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 01/11/2014 ore 14:02:5
"la triste carenza di concorrenza per questo tipo di sonorità a parità di wattaggio lo rende praticamente unico" ... cosa vuoi dire? Che, oltre al Fender di cui all'articolo, non esistono altri combo da 5 watts con sonorità tweed?
Se intendi dire questo non sono per niente d'accordo. Non esistono ... se pretendi che abbiano il marchio Fender!
Ci sono diverse imprese che producono repliche dei Fender tweed anni '50, anche da 5 watts, e - per quella che è la mia limitatissima esperienza - alcune di queste repliche sono di qualità ben superiore a quella della produzione Fender Custom Shop.

Marco
Rispondi
Re: Bellissimo
di aPhoenix90 [user #22026]
commento del 01/11/2014 ore 14:49:04
Esistono, ma i prezzi restano comunque molto alti.

Per carità, anche io parlo dal basso della mia limitatissima esperienza, ma di 5 watt a prezzi ragionevoli (che per me equivale a meno di 500 euro) per quel tipo di sonorità (purtroppo..) non ne conosco. Sarei davvero contento di scoprire il contrario! :-)
Rinunciare al marchio Fender per me non è un problema.
Rispondi
Re: Bellissimo
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 01/11/2014 ore 15:12:21
In parte mi trovi d'accordo, ma occhio che la complessità progettuale non è legata al wattaggio ma al risultato che si vuole raggiungere. Una BMW M3 costa di più di una Serie5 4000cc, anche con il motore più piccolo, ma è più difficile incrementare le prestazioni di un motore piccolo e mantenerlo affidabile che non partire da una cilindrata maggiore...Questa è la rielaborazione di un progetto di cui sono proprietari da una vita, moncanale puro e crudo, senza loop effetti, bias autoregolante, o altre features cazzute che in tanti oggi ricercano ed il cui valore cresce esponenzialmente per la firma che c'è sopra, ma magari suona molto meglio di un Hot Rod Deville a 4 coni e con la qualità nella microfonazione raggiunta oggi se ti da il suono che cerchi non ti vieta nessuno di suonarci anche nelle feste di piazza. Perció spendi tanto ma se vuoi proprio quel suono lì e non sentirai la necessità di avere altro che ben venga! Tutto a mio modesto avviso!
Rispondi
Re: Bellissimo
di aPhoenix90 [user #22026]
commento del 01/11/2014 ore 15:35:19
Difatti non intendevo denigrare la qualità dell'apparecchio, né ridicolizzare le scelte progettuali che lo rendono così affascinante. Ho solo detto: è un capolavoro, ma costa più di un mio stipendio. Per 5 soli watt - a mio modo di vedere - non vale la candela :-)
Rispondi
Re: Bellissimo
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 01/11/2014 ore 16:19:31
Rileggendomi ho capito di poter essere fraintendibile: anche io come te non comprerei questo ampli per il costo elevato, ma per il fatto che alla fine è un progetto molto vecchio e, immagino, neanche troppo complesso. Detto ciò poi non sta scritto da nessuna parte che un ampli da 5W non possa essere ingegneristicamente più elegante, complesso e costoso da realizzare rispetto ad uno da 30W. Ma allo stesso tempo non mi sento di criticiare chi decide di spendere questa cifra per l'ampli in questione se appaga i propri bisogni in maniera completa, ricordando in tutto ciò che, almeno dalle demo che ho ascoltato in giro, lo ritengo anche molto ben suonante.
Rispondi
Re: Bellissimo
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 01/11/2014 ore 15:14:19
Se intendevi dire questo allora siamo perfettamente d'accordo!

Tu hai parlato di "concorrenza" e così ho pensato che facessi riferimento alla stessa fascia di prezzo. Con 1000 euro in tasca hai solo l'imbarazzo della scelta!

Prodotti con quel tipo di suono a meno di 500 euro purtroppo non ne conosco nemmeno io (anche se non posso escludere che esistano ... in fondo il progetto non è particolarmente complesso).

Marco
Rispondi
Re: Bellissimo
di aPhoenix90 [user #22026]
commento del 01/11/2014 ore 15:39:30
Sì, scusami, effettivamente mi sono espresso male :-)
Per i comuni mortali avere un Tweed a volumi da salotto resta ancora proibitivo. Peccato... ;-)
Rispondi
Re: Bellissimo
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 01/11/2014 ore 17:01:54
Se voglio ottenere con la Nocaster un bel crunch in stile Rolling Stones, con il mio Victoria devo impostare il volume ad ore 3.00.
In sostanza, pur avendo solo 5 watts, iniziano a crunchare prima i muri dell'amplificatore!

A questo punto io ti chiedo: il problema più serio è quello di comprare di comprare l'amplificatore da 1000 euro o quello di avere un salotto tipo reggia di Caserta?

In altri termini, esiste la possibilità di avere un vero suono tweed a volumi realmente da salotto?

Marco

Rispondi
Re: Bellissimo
di aPhoenix90 [user #22026]
commento del 01/11/2014 ore 17:47:07
Ma sì, chiaramente anche solo 5 watt possono fare un casino terribile in appartamento.
Adesso però non voglio infilarmi in un thread per agenti Tecnocasa :-D

Quando si parla di "volumi da salotto" è tutto molto soggettivo.
Del resto sono il primo a portare il mio Vox AC4 a 1 watt se voglio ottenere una distorsione cattiva senza necessariamente litigare con i vicini. Diciamo che se anche il Champ in questione desse la possibilità di scegliere se suonare a wattaggio pieno o dimezzato sarebbe perfetto anche "solo" per il salotto. Il mio salotto. Ma è un tipo di accorgimento che non rientra nella logica all'interno della quale è stato concepito il piccolo Champ. Oltretutto - ribadisco - costa troppo per le mie tasche, per cui mi tengo il mio Vox.

Beato Claude77 che può strapazzarselo per benino ;-)

Ciao!
Rispondi
Re: Bellissimo
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 03/11/2014 ore 17:00:25
Anch'io in passato ho avuto il Vox AC-4 e proprio come te, quando volevo avere un bel crunch, lo utilizzavo a 1 watt.
Adesso però in un condominio, se voglio suonare dopo cena, posso solo accendere i "Marshallini" da 1 watt ed impostarli nella modalità 1/10 di watt. Ottenendo un suono blueseggiante meraviglioso a volumi da televisione; risultato che non sono riuscito ad ottenere con nessun altro amplificatore che abbia avuto in precedenza.

Beato Claude77 ... sì ma non tanto per l'amplificatore quanto per i vicini!

Ma forse i miei vicini sono poco tolleranti per via del fatto che non so suonare ...

Marco
Rispondi
Re: Bellissimo
di claude77 [user #35724]
commento del 03/11/2014 ore 17:13:55
In effetti penso di essere fortunato.
Io neanche sono un granchè nel suonare ma l'altro giorno addirittura il mio vicino di porta mi ha chiesto se fossi io a suonare. Io tutto impaurito gli ho detto sì, ed ero già pronto a chiedere umilmente perdono invece questo primario dell'ospedale mi fa: "metti più forte quando suoni che è un piacere sentire".

Deve proprio essere uno che non ci capisce niente di musica :):):)
Rispondi
Re: Bellissimo
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 03/11/2014 ore 17:54:06
Eh ma così non vale! L'invidia è un sentimento ignobile ma qui la tentazione è forte!
Potresti gentilmente chiedere al tuo vicino se sarebbe così gentile da trasferirsi a Firenze proprio sopra il mio appartamento?
Sopra di me abita un notaio che esce di casa la mattina alle 6.30 e, quindi, dalle 21.00 in poi scatta il coprifuoco ... Ecco spiegato l'acquisto dei due "Marshallini" da 1 watt ed il perché io li utilizzi in modalità 1/10 di watt (la sera, ovviamente; di giorno - quelle rarissime volte che capito a casa - uso l'Hiwatt).

Scherzi a parte, evidentemente sei bravo e ti meriti questi riconoscimenti.

Marco
Rispondi
Volume appartamento
di claude77 [user #35724]
commento del 01/11/2014 ore 18:57:17
In qualità di possessore e autore dell'articolo mi preme rispondere.
La questione del volume appartamento viene gestita in questo modo con il vibro champ.
L'ampli dispone di un attenuatore che riduce il volume in maniera significativa senza far perdere qualità sonoro o solo leggermente. Quando voglio suonare con un suono molto saturo e distorto, ma mi trovo in salotto e devo stare attento metto il volume a 10 e attivo l'attenuatore così il suono che ottengo è bello saturo ma il volume è sopportabile. Ovviamente anche questo vibro champ può essere alto per un'appartamento tutto è relativo ma secondo me se non hai vicini pazzi te lo puoi spupazzare quanto vuoi senza dar fastidio a nessuno. Per tutte queste ragioni ritengo questo ampli un capolavoro, se poi non avessi avuto il problema del dover suonare solo a casa probabilmente avrei comprato il Fender deluxe "57 che è, ad oggi, il più bell'ampli abbia mai suonato.
Io ho suonato anche il Marshall JTM-1, bell'ampli veramente ma a parte che costa 700 euro ma secondo me ,e ribadisco, secondo me non c'è paragone di qualità suonare. Il vibrio champ mi sa dare quello che io cerco in un ampli oggi, in base a ciò che suono e in base alle esigenze che ho adesso. Lo adoro e lo ricomprerei domani se me lo rubassero, compatibilmente con il portafoglio.
Rispondi
Re: Volume appartamente
di aPhoenix90 [user #22026]
commento del 02/11/2014 ore 11:53:14
Mi era sfuggito il fatto che avesse un attenuatore di potenza.
Il che lo rende sicuramente più consono alle saturazioni da appartamento :-)
Rispondi
Ragazzi non so voi, ma ...
di kelino [user #5]
commento del 01/11/2014 ore 19:00:19
Ragazzi non so voi, ma io con 5 watt non vado da nessuna parte.
Che sia blues o pop o rock...non sono mai riuscito a suonare valvolari sotto i 30 watt, dal vivo.
Pet un brevissimo periodo ho avuto una orange tiny terror 7/15 watt con cassa orange 1x12 con vintage 30. Mi ha entusiasmato all'inizio. Ma dopo un paio di prove mi son reso conto che quel setup era davvero limitato.
Meno male che non ho mai dato via il mio amato combo mesa 1x12 da 50 watt...
Rispondi
Re: Ragazzi non so voi, ma ...
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 03/11/2014 ore 16:40:5
La mia esperienza con l'Orange Tiny Terror è stata analoga. E, infatti, ho venduto sia la testata che la cassa.
Forse l'Orange AD-15 suonava meglio. Sta di fatto che ho venduto pure quello perché comunque "si impastava" troppo per i miei gusti: bastava alzare un po' il volume ed il suono perdeva chiarezza in modo imbarazzante.
È possibile, però, che il problema non dipenda solo dal wattaggio ma anche dal particolare sound degli amplificatori Orange: in questo momento, infatti, ho un Hiwatt di potenza simile (20 watts) che però non sembra presentare gli stessi inconvenienti.
Credo che si possa suonare dal vivo anche con valvolari di potenza inferiore ai 30 watts; magari l'Orange Tiny Terror non era l'amplificatore giusto per te (e nemmeno per me).

Certo è che se hai un combo Mesa da 50 watts 1x12 tu comunque sei abbastanza a posto; io un po' meno perché l'Hiwatt (testata + cassa 2x12) pesa una tonnellata e non ho ancora individuato una soluzione più trasportabile che sia di mio gradimento.

Marco
Rispondi
Re: Ragazzi non so voi, ma ...
di ParanoidAndrea utente non più registrato
commento del 05/11/2014 ore 09:24:1
Straquoto!
Io in casa studio e mi esercito solo con la chitarra spenta.
In prova o sul palco, l'ampli deve servire per prima cosa a sentirsi, e meno di 20 watt non possono bastare!
A.
Rispondi
Nelle sale d'incisione anni 60 e 70
di moreblues [user #2743]
commento del 03/11/2014 ore 17:22:13
Il Fender Champ è stato presente per anni in molte sale d'incisione. Oltre alla nota storia dell'incipit di Layla suonata da Clapton, il Champ è passato alla storia per altre "presenze" storiche.
Nel brano linkato sotto si dice che Keith Richards abbai usato o il Champ o il Princeton primi modelli. All'epoca il Princeton era un modello praticamente uguale al Champ con in più la manopola del tono (sempre 5W)
Brano: Can't You Hear Me Knocking (1971)
vai al link
Rispondi
Poi... volendo aggiungere altri dettagli... ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 04/11/2014 ore 07:16:23
Poi... volendo aggiungere altri dettagli... il primo tweed champ circuito 5f1 è un amplificatore antico studiato per avere un suono molto particolare e per soddisfare le richieste di un musicista estratto da un'epoca molto particolare. E' molto rumoroso, non ha pulito, non ha controlli se non uno pseudovolume che a 4/5 è già saturato ed ha un suono mieloso... per dirla in termini comprensibili (almeno per me) è "azzeccoso". Ma è stupendo. Abbinandoci la chitarra giusta (e le mani giuste) viene fuori un blues caldo e sentimentale. Con tutti i suoi difetti (ne ha e anche molti) è un amplificatore che ami o odi. Poco versatile, un solo suono... ma che suono! Con l'armonica poi... non vi dico...
Rispondi
Cosa volete suonare a casa?
di CCDK49 [user #41591]
commento del 04/11/2014 ore 15:38:46
Imitare il sound a tutta birra come in palco? Registrare? A casa userei preampli + cuffie - oppure un impiantino hi-fi. A casa ci si esercita, si apprende e un pre è pratico anche per registrare. Un Champ sarebbe da sala o con un SM57 per il dal vivo. Rimuginate queste cose prima di spendere ben 1000€. E rischiare di essere sfrattati...

EC = il prezzo di vendita deve tenere in considerazione che vi è una royalty da pagare a Slowhand per l'uso del suo nome da superstar.
Rispondi
Re: Cosa volete suonare a casa?
di claude77 [user #35724]
commento del 04/11/2014 ore 15:54:09
Grazie, delle tue info, ma come già detto, Io ho avuto di tutto per suonare a casa e la soddisfazione che ho raggiunto con il vibro champ non è neanche lontanamente paragonabile a tutte le altre cose che ho avuto. Non devo imitare il suono di nessuno. Desidero solo suonare a casa avendo piena soddisfazione, finalmente ci sono riuscito. Come detto io ce la staccherei la firma di Clapton sopra ma ad oggi non ho trovato niente di meglio per ciò che mi serve quindi ben venga di pagare le royalty a Clapton se quando accendo l'ampli sono felice e non riesco a smettere di suonare.
Rispondi
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 28/09/2015 ore 23:18:58
È passato quasi un anno da quando hai postato l'articolo. Quale è adesso il tuo giudizio sull'amplificatore? Sempre positivo o la luna di miele è finita?

Marco
Rispondi
di claude77 [user #35724]
commento del 05/10/2015 ore 14:39:17
Ciao Marco,
e grazie per la tua domanda. Confermo tutto quello che ho detto su questo meraviglioso ampli, ogni volta che lo accendo pur stando dentro casa, posso godere di tutto il calore e l'espressività delle valvole.

Che poi io, come altri chitarristi, stia sempre in cerca di nuove chitarre, ampli e quant'altro è solo perchè non riesco a sopperire alle mie incapacità tecniche e musicali e allora vivo nell'illusione di risolverle solo comprando e comprando sempre altra roba.

Ti auguro buona musica.
C.
Rispondi
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 06/10/2015 ore 00:54:53
Grazie a te per risposta!

Come ti trovi con un cabinet così piccolo ed il cono da otto pollici? Il suono non è un po' inscatolato? Io che sono abituato a suonare attraverso casse 2x12 riuscirei ad adattarmici?
L'attenuatore funziona bene? Riesci ad ottenere dei bei crunch a volumi compatibili con un utilizzo serale in un condominio?

Scusami per tutte queste domande ma sto cercando una soluzione per suonare di più e non ne ho trovata ancora una che mi soddisfi totalmente.

Buona musica anche a te,

Marco
Rispondi
di claude77 [user #35724]
commento del 06/10/2015 ore 13:58:49
Ciao, nessun problema per le domande la community è anche questo.
Allora: in merito al cabinet sono arrivato a questa conclusione è vero che a prima impressione suonare un bassman o un ampli più grande possa dare una sensazione di suono più grande, ampio etc ma siamo poi sicuri che la potenza maggiore del suono sia anche sinonimo di qualità. Credo che, io per primo, rimango colpito da un suono molto potente che in automatico ma da un idea di suono buono. Il suono di quest'ampli è davvero di qualità secondo me. Le armoniche ci sono tutte, ovviamente l'apertura e l'ampiezza che di da un 2*10 o 4*12 non può essere nemmeno confrontata ma è anche una questione di suono totale che viene fuori come quantità e non qualità, non so se mi spiego. L'attenuatore funziona bene, ma io non lo uso quasi mai perchè mi sembra di perdere qualcosa anche se poi se desideri tirare fuori una bella distorsione puoi inserirlo e tirare il collo al bambino. Anche con l'attenuatore però il suono è comunque abbastanza forte e pensare di utilizzarlo di sera in un condominio tenderei a dire che non è semplice.
Io ci accoppio un blues drive della boss con il quale ottengo suoni molto convincenti, almeno per me. Poi dipende anche da cosa ci vuoi fare. Io amo il blues e amo anche suoni abbastanza clean che posso sporcare con un pò di distorsione e gestire mediante pot volume, ma sono le mie preferenze non so tu cosa vorresti farci. Ho anche provato in ultimo questo Yamaha THR10 che tutti gridano al miracolo. Sì è vero è un bel giocattolino ma io lo sento finto. Quando suoni un ampli che ti piace la sensazione è divera più viva. Ho da poco provato un bluesjunior e devo dire che ne sono rimasto impressionato per il clean, davvero meraviglioso ma quello in casa è davvero limitato anche se mi è venuta voglia di comprarlo. In definitiva che posso dirti. Cercalo da quale negoziante e provalo tutto il resto sono solo chiacchiere.
Rispondi
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 06/10/2015 ore 15:05:10
Grazie ancora per la risposta.
Concordo con te sul giudizio sullo Yamaha THR. Io ho avuto la versione C e l'entusiasmo è durato pochi giorni. Più lo suonavo e più mi sembrava finto. E così l'ho venduto.
Sono d'accordo con te anche sul giudizio sul Fender Blues Junior. Anch'io ne sto valutando l'acquisto per avere un qualcosa di leggero per suonare ogni tanto con gli amici.
Per suonare in casa cercavo però qualcosa di qualitativamente superiore (anche perché suono quasi esclusivamente in casa ... e, visto il mio livello, è meglio che sia così!) e questo spiega il mio interesse per il Vibro-Champ.
Purtroppo non è un amplificatore che sia agevole provare, anche perché è da poco uscito di produzione.
Quello che scrivi sul volume però mi preoccupa un po', perché ho già avuto amplificatori da 5 watts che di sera era impossibile far saturare (vedi Victoria 5112 e Dr. Z Mini Z) e ho già avuto a che fare con attenuatori che compromettono il suono (vedi Dr. Z Mini Z ed i Marshall da 1 watt).
Anch'io amo il blues e cerco qualcosa che mi consenta di suonarlo anche di sera, senza disturbare i vicini e senza dover ricorrere a pedali.
Può essere che il Vibro-Champ sia una buona soluzione ma sicuramente devo provarlo.
Grazie ancora per le risposte.

Buona musica,

Marco
Rispondi
di claude77 [user #35724]
commento del 06/10/2015 ore 15:22:04
L'ultima cosa che ti dico è che io di sera, ovvero dopo le 21:00 lo utilizzo, ma quasi in totale clean, perchè la mia compagnia la sento spesso dire che il volume si sente anche se a me sembra di suonare a volume basso quindi in definitiva la sera con quest'ampli non potrai sfogarti come speri secondo me.
Rispondi
di Foolonthehill utente non più registrato
commento del 06/10/2015 ore 22:08:38
Temo che tu abbia ragione.

Grazie ancora per la disponibilità.

Marco
Rispondi
Altro da leggere
Il mito del Jazz Chorus in edizione limitata
Fender ammicca al vintage giapponese con la Gold Foil Collection
Fender Elemental Series: che succede in Giappone?
La storia della Stratocaster: il mio contributo
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Spoiler: a Natale tutto sulla Stratocaster
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Blanco non sente la voce e sfascia tutto: povera stella
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964