DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Guild rimpicciolisce la Jumbo per tutte le tasche
Guild rimpicciolisce la Jumbo per tutte le tasche
di [user #116] - pubblicato il

La Jumbo diventa Junior e si prepara a entrare in qualunque bagagliaio passando per qualunque portafogli. Guild la offre nelle versioni con cassa in mogano e in acero, entrambe con pickup AP1 per un sound elettrificato senza richiedere scassi. Un video ufficiale la mostra all'opera.
Le forme e il sound della Jumbo esercitano una particolare attrazione per molti appassionati di blues, rock e musica western in generale, ma non tutti sono disposti a imbracciarne le ingombranti curve per percorrere i passi dei propri idoli. Per loro Guild ha progettato la Jumbo Junior, acustica elettrificata dal cuore vintage che punta su una cassa ridotta per una portabilità maggiore e una praticità che la rende adatta anche ai fisici più minuti.

Guild rimpicciolisce la Jumbo per tutte le tasche

La Jumbo Junior sfoggia una tavola armonica in abete sitka massello con una catenatura a X scalloped e l'abbina a fasce e fondo a scelta tra due essenze tipiche per la categoria.
La versione base offre il calore e la proiezione incentrata sulle frequenze medie del mogano, mentre la variante con cassa in acero promette una voce maggiormente improntata verso l'attacco e la corposità degli acuti, e aggiunge una finitura che vira verso il giallo per caratterizzare l'insieme in maniera inconfondibile. In entrambi i casi, si tratta di una vernice a base poliuretanica e satinata al tatto.
La cassa della Jumbo Junior è cinta da un binding bianco alternato a sottili linee in madreperla, con lo stesso motivo leggero e discreto ripreso dalla rosetta.

Guild rimpicciolisce la Jumbo per tutte le tasche

Il manico in mogano della chitarra è sagomato in un profilo a C sottile. 19 fret sono seminati attraverso un diapason da 23,75 pollici e posati sul raggio di curvatura di 12 pollici di una tastiera in palissandro. Lo stesso legno è usato anche per il ponte, al centro del quale siede un ponticello compensato, in osso come il capotasto.
Delle meccaniche Guild aperte sul retro, interamente in metallo, assicurano una buona tenuta d'accordatura e donano un aspetto vintage alla piccola formosa della Westerly Collection.

Guild rimpicciolisce la Jumbo per tutte le tasche

La chitarra è elettrificata mediante un pickup piezo Guild AP1 attivo con controlli accessibili dall'interno della buca. L'assenza di scassi sulla fascia permette di preservare l'integrità strutturale dello strumento e sottolinea la volontà di ricreare un feeling classico.

Guild accompagna il lancio della Jumbo Junior con un video ufficiale, in cui fa ascoltare a fondo la versione con cassa in mogano.



La Guild Jumbo Junior sarà presto disponibile anche in Italia con la distribuzione di Casale Bauer. A giudicare dal prezzo annunciato per il mercato statunitense per la Mahogany back a questo link e per la Maple a questo indirizzo, la chitarra si prospetta allettante anche per le tasche di studenti e semplici appassionati, grazie a un posizionamento perfetto nella fascia di prezzo medio-bassa.
chitarre acustiche guild jumbo junior
Link utili
Jumbo Junior sul sito Guild
Jumbo Junior Maple
Sito del distributore Casale Bauer
Nascondi commenti     5
Loggati per commentare

di accademico [user #19611]
commento del 06/07/2016 ore 16:41:33
Bel chitarrino, mi piacerebbe un confronto con la Taylor GS mini (che suona molto bene).
Rispondi
di stefano58 [user #23807]
commento del 06/07/2016 ore 22:00:22
altro attacco ? ;-)
Rispondi
di accademico [user #19611]
commento del 07/07/2016 ore 00:20:35
No, purtroppo le mie voglie sono più costose...
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 07/07/2016 ore 16:23:04
Parlacene...

:-)))))
Rispondi
di Proximo [user #48166]
commento del 19/02/2018 ore 11:32:08
Ne possiedo una e sono un simpatizzante del marchio.
Premetto che non sono un "chitarrista", ma più uno strimpellatore. Scrivendomi i pezzi mi serve però di saper buttare la mani da qualche parte, anche se quando poi devo fare per davvero lascio che lo strumento lo suoni chi lo sa usare (io canto). Quindi la mia opinione non è quella del chitarrista con decenni di diteggiature alle spalle, non ho la competenza per dire che magari "ha un po' di shelve sulle 200Hz" o "dal 7 all'8 tasto del mi cantino cresce di 2 comma" o "il legno ha una porosità che mi ricorda una Martin del 1975 costruita con una tavola di acero massello del Quebec, albero simpatico che tutti chiamavano Jordan".

Detto questo: ho avuto per pochi mesi una Guild m120e, sempre della Westerly Collection, completamente in mogano che poi ho rivenduto perchè il mio modello specifico aveva un difetto che sentivo perfino io: un dead spot sul si basso (sia 7 tasto del mi grave che sul secondo tasto del la), ma che amavo per la dimensione e per il manico comodo e perfetto per il finger (Non uso il plettro, solo le dita e le unghie. Non ne sono proprio capace).
Da poco ho messo le mani su questa piccola Jumbo (la versione in mogano e abete, non quella in acero).
Il suono sulle basse frequenze è meno "gonfio" e presente rispetto alla Taylor GS (per citare una chitarra che ho provato e che rappresenta un po' lo standard per le mini) ma c'è. Lo strumento ha un suono decisamente "mellow" se si considera la dimensione. Non la userei per fare del blues diciamo. E' una chitarra dal suono estremamente "morbido", comodissima da divano e per suonare leggeri alla luce di una lampada fioca. Le acute sono ben presenti, i toni medi escono bene ma non sono nasali (avevo una Epiphone el-00 di impronta decisamente più "bluesy" e mediosa, che per il suo genere era perfetta).
Il piezo fa il suo dovere (sebbene vabbè, il piezo è il piezo con tutti i suoi limiti) e il suono non esce snaturato entrando in mixer con il canale flat. L'impronta sonora che si sente dai video che si trovano su youtube dipende da troppi fattori, ma vi garantisco che con un microfono a diaframma stretto puntato in direzione della buca le basse non vengono a mancare per niente, anzi, si rischia di dover fare una taglietto in EQ.
Dal punto di vista della comodità è una chitarra eccellente, la cui unica scomodità può essere rappresentata da un manico un po' stretto, il che può rappresentare un problemino se uno ha le dita molto grosso (io ho mani giganti e sono alto, ma non ho le dita cicciotte). Le meccaniche vintage tengono perfettamente. Mi ha stupito il suono che francamente non mi aspettavo così "ricco" per una chitarra così piccola. Ha un'ottima proiezione (non come la m120 ma la tavola in mogano fa la sua differenza, perlomeno questo mi hanno spiegato) e viene venduta con una custodia semirigida davvero notevole come protezione.
Manca (e questa è una cosa che io trovo leggermente fastidiosa) il pin per la tracolla sull'attacco del manico, ma vabbè, ce lo fai mettere su (io non ci provo neanche, sono troppo povero per mettermi a fare liuteria assassina).

In definitiva la trovo una alternativa eccellente alla GS mini, considerando il fatto che si trova a 400 euro o poco meno contro i 600 della Taylor. il che significa 1/3 in meno, che sono TANTI.
Ora devo capire come fare a usare il tappo per il feedback, considerando che i controlli sono in buca la vedo una cosa decisamente scomoda ma questo ormai vale per moltissime chitarre.

Niente, questa è la mia piccolissima recensione da NON chitarrista ma da utente medio, che non ha troppe pretese e che di una j45 (tanto per citarne una) non saprebbe che farsene.
Un caro saluto a tutti.


Edit: l'ho usata finora con delle 11 Masterbuilt che sono le corde che uso di solito, ma mi trovo decisamente bene con le D'addario Silk&Steel che ho montato da poco. Essendo corde dal suono poco metallico e improntate più sul fingerstyle hanno un suono meno presente sulle acute ma più rotondo sui bassi, andando a bilanciare il normale carattere dello strumento. Saluti.
Rispondi
Altro da leggere
Il calore della noce per le Taylor American Dream 2023
Come nasce la cassa di una chitarra acustica: Gibson lo racconta
Succedeva 50 anni fa (e magari anche qualcun altro in più)
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
Vintage, modernità e tecnologie: la chitarra acustica oggi
G9500 Jim Dandy: ascolta la parlor entry level di Gretsch
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964