VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Spark Live: il modeling diventa un amplificatore
Spark Live: il modeling diventa un amplificatore
di [user #116] - pubblicato il

L’amplificazione smart incontra le necessità della musica dal vivo con lo Spark Live: 150W in stereo e quattro canali per una soluzione programmabile all-in-one.
Dai software per il mondo mobile agli amplificatori fisici con tutta la potenza del modeling e delle simulazioni al loro interno: la collezione di combo Positive Grid guarda al palco con un volume a sufficienza per fare fronte a un batterista in un piccolo contesto live o durante le prove, in un sistema ottimale per chi si affida a multieffetto digitali o si esibisce unplugged, accompagnandosi al canto con la flessibilità di un amplificatore multicanale con mixer virtuale su smartphone.



Nel 2019, lo Spark è stato la proposta Positive Grid per l’amplificazione da scrivania in un’epoca in cui il modeling digitale all-in-one si affacciava per lo più al mondo dell’home recording e alla pratica casalinga. Lo Spark Mini, cubetto portatile pensato per l’esercizio anche in viaggio, arriva nell’autunno del 2022.
Il Go ne è la più naturale evoluzione, miniaturizzato ai limiti del tascabile e introdotto pochi mesi più tardi, a inizio 2023.
L’inversione di tendenza avviene nell’ottobre dello stesso anno, con il CAB, cassa amplificata per sistemi digitali e ottimizzata come cassa di espansione per gli amplificatori della serie Spark. L’ultimo step arriva nel 2024 con il Live, combo potente, flessibile, programmabile e con tutta la potenza richiesta per suonare anche dal vivo.



Il Positive Grid Spark Live è un amplificatore combo programmabile, con le potenzialità smart di una nutrita collezione di simulazioni sonore programmabili via app, connettività Bluetooth e batteria ricaricabile opzionale, per un’autonomia di otto ore in tre ore di carica.

L’interfaccia del Live punta a ricostruire l’esperienza di un classico amplificatore per chitarra, con un’estetica classica e un approccio a tratti minimale, che a una prima occhiata non tradisce affatto la natura digitale del prodotto. Il pannello frontale si limita ai comandi soliti di un combo, mentre sul retro sono posizionati tutti i controlli e i connettori approfonditi che rivelano la natura altamente versatile dello Spark Live.

Spark Live: il modeling diventa un amplificatore

Amplificatore a quattro canali per altrettante fonti sonore, dispone di un mixer virtuale via app.
Sul davanti si trova l’ingresso per la chitarra, relativo al canale CH1.
Accanto a questo, il selettore rotativo a quattro posizioni permette di selezionare e salvare fino a otto preset.
Seguono manopole di gain, equalizzazione a tre bande, potenziometro per il livello dello strumento e controllo riservato al volume della traccia musicale su cui ci si sta eventualmente esercitando o esibendo.
Il canale dedicato allo strumento permette la programmazione in libertà di 33 amplificatori e 43 effetti.

Il canale CH2 è sul retro, con un ingresso combo Jack + XLR per un microfono. È pensato per i cantanti e vede un volume dedicato con cursore per i preset. Qui tre amplificatori e 50 effetti permettono di modellare al meglio il risultato.

Più lineare è la risposta dedicata al terzo e al quarto canale. La sezione CH3/4 vede due ingressi jack per sorgenti stereo ed è indicata per entrare nell’amplificatore con un processore digitale, contando così su una cassa FRFR ottimizzata allo scopo.

Sempre sul retro è presente anche un’equalizzazione master a tre bande e controllo di volume generale, e tutti i controlli possono essere regolati anche dalla app dedicata su dispositivi mobile.

La programmabilità smart dello Spark Live è ideale per chi si esercita ma si presta anche a chi suona su un palco, con la flessibilità delle prese MIDI di In e Out con cui espandere il tutto.

Allo stesso modo, la connettività garantisce flessibilità in ogni contesto grazie a due uscite jack per prelevare il segnale in stereo da registrare in diretta o da inviare a un PA per affrontare i palchi più impegnativi.

Spark Live: il modeling diventa un amplificatore

Non un classico combo per chitarra né un amplificatore digitale tradizionale, il sistema sfoggia accorgimenti pensati all’esibizione dal vivo come un supporto per inclinarlo all’indietro, un foro per il montaggio su uno stativo e una struttura compatta e solida, che sprigiona 150 watt di potenza RMS attraverso due altoparlanti da 6,5 pollici, due tweeter da 1 pollice e due sfoghi per aumentare la presenza dei bassi.
Sul sito Positive Grid, lo Spark Live è a questo link.
amplificatori per chitarra positive grid spark live ultime dal mercato
Link utili
Lo Spark su Accordo
Spark Mini su Accordo
Spark CAB su Accordo
Spark Go su Accordo
Spark Live sul sito Positive Grid
Mostra commenti     4
Altro da leggere
Walrus Canvas ora è un alimentatore modulare
IR-D: preamp valvolare a due canali con IR loader da Friedman
PRS DGT 15: valvolare "per l'uomo comune" firmato David Grissom
La Epiphone Coronet diventa americana
BOSS Katana alla terza generazione
LPB-3: il booster EHX delle origini all’ennesima potenza
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964