VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Alive: visita al primo museo su Pino Daniele
Alive: visita al primo museo su Pino Daniele
di [user #17844] - pubblicato il

Apre oggi al pubblico il primo museo dedicato a Pino Daniele, alla sua musica e ai suoi strumenti. La mostra permanente Pino Daniele Alive è ospitata dal museo MAMT di Napoli e può essere visitata gratuitamente. Ci siamo stati per voi in anteprima.

Pino Daniele rappresenta una pagina importante della musica napoletana e italiana in senso più ampio. L'ondata della Neapolitan Power ha avviato un fenomeno di jazz e commistioni mediterranee che ha fatto scuola nel mondo, e Pino Daniele ne è stato tra i maggiori esponenti. La sua bravura come chitarrista, il talento nella composizione e le doti innate di showman lo hanno fatto entrare nelle grazie di numerosi artisti internazionali e nel cuore di milioni di appassionati.
Alla sua morte, migliaia di fan si sono riversati nelle strade di Napoli per piangere l'artista che ritenevano parte della propria storia personale, della storia della città, ed è ora proprio nella sua città che continuerà a vivere attraverso il primo museo dedicato alla sua memoria.

Pino Daniele Alive è una mostra permanente ospitata presso il MAMT Museo Della Pace (acronimo di Mediterraneo-Arte-Musica-Tradizione, l'assonanza con "mammeta", in napoletano "tua madre", non è casuale), sede anche della Fondazione Mediterraneo che aveva insignito l'artista del Premio Mediterraneo alla fine del 2014.



Situata in via De Pretis, nei pressi del castello Maschio Angioino, la struttura dedica un intero piano a un percorso tra storia e cimeli, strumenti e oggetti personali appartenuti a Pino.
È possibile ammirare da vicino alcune delle chitarre iconiche che lo hanno accompagnato sul palco e in studio lungo tutta la sua carriera, i suoi premi e svariati dischi di platino. Sono persino allestiti un camerino così come era solito richiederlo in tour e una sala d'incisione con tutti i canoni di quelle reali in cui sono nati i suoi maggiori successi. Proprio quest'ultima, con strumentazione originale di ogni epoca compreso il registratore a nastro dello storico studio di Formia che ha inciso brani del calibro di "Quando", sarà il palcoscenico su cui prenderà vita la piccola magia di un ologramma di Pino Daniele.
Il sistema sarà attivo tra alcune settimane e darà l'illusione ai visitatori di vedere l'artista intento a suonare e cantare, sul suo vero sgabello e in una saletta verosimile, ben protetta dietro una teca, con tutti i suoi strumenti regolati esattamente come voleva lui, ancora funzionanti, cablati come se dovessero davvero entrare in azione da un momento all'altro.

Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 

La mostra può essere visitata gratuitamente previa prenotazione e apre i battenti proprio oggi. Ieri ha avuto luogo la cerimonia d'inaugurazione, a cui ha partecipato anche il figlio di Pino, Alessandro, che ha fatto da cicerone raccontando retroscena e curiosità, alcuni dei quali sono ritratti nelle descrizioni che accompagnano i pezzi esposti.
Michele Capasso, Presidente della fondazione, assicura che il museo non si limiterà solo alla mostra di frammenti della storia di Pino Daniele, ma promuoverà anche delle attività e dei premi per le nuove leve artistiche attraverso la sua musica.
Noi abbiamo fatto un giro al Pino Daniele Alive, e vogliamo condividere con voi quella che si è rivelata un'esperienza imperdibile per qualunque fan.

eventi lifestyle pino daniele
Link utili
Sito ufficiale MAMT
Mostra commenti     2
Altro da leggere
Il sound check di Steve Vai insegna più di una clinic
Patti Smith colta da un malore: salta il concerto di Bologna
SHG 2023 visto da Rocker TV
SHG 2023: online il video ufficiale
SHG Music Show 2023: tutte le foto
SHG: concerti e masterclass nel programma di Saint Louis
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964