HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
mauro71
utente #30837 - registrato il 09/09/2011
I miei social:

Le sue attività

Chitarre di plastca
di mauro71 | 08 luglio 2017 ore 15:42 da (People)
Ho assistito all'ultimo concerto di Vasco Rossi, lasciamo stare il personaggio che mi sembrava un po' un robot con le pile, più di una persona reale, ma ognuno della propria dignità fa quello che vuole. Non voglio parlare di questo, più che al...
Consigli progettuali per il fai-da-te
di mauro71 | 28 settembre 2013 ore 11:00 da (Chitarra)
Liutai non ci si improvvisa, ma ci si può divertire a costruire strumenti anche senza apparecchiature costose e un'esperienza decennale. Alcuni accorgimenti tecnici per restare sufficientemente fedeli ai progetti sono però necessari.
Una stragibson?
di mauro71 | 15 settembre 2013 ore 19:23 da (People)
Periodicamente ci si imbatte, o in prima persona, oppure leggendo forum in rete, nella classica diatriba Gibson/Fender, ma direi più precisamente strato o les paul?, L'argomento anche qui è stato trattato abbastanza e non voglio di sicuro riproporre questa questione tri...
Non ci si promuove maestri da soli
di mauro71 | 18 ottobre 2011 ore 10:30 da (Chitarra)
Ho sentito la necessità di scrivere questo articolo e di trattare tale argomento perché provo un certo disgusto per ciò che succede, a volte, nell'insegnamento della chitarra. La sei/sette corde (ormai), senza dubbio è lo strumento al quale si avvicina la maggior parte delle persone, per vera passione ma anche a causa di vari miti metropolitani: che sia uno strumento facile e di veloce apprendimento ecc. e per vari motivi che hanno a che fare con l'immagine dei musicisti famosi che l'hanno usata, per il fascino che suscita, non con la vera passione musicale, a volte.
Diffidare dalle imitazioni
di mauro71 | 22 settembre 2011 ore 16:00 da (Chitarra)
Ieri pomeriggio mi sono recato a vedere chitarre Fender d'epoca attratto da due modelli, precisamente una Stratocaster del 1971 bolt on quattro viti, ma già con il palettone tipico delle Strat anni '70 (l'attacco del manico sul corpo verrà infatti cambiato solo alla fine del 1971 con quello a tre viti, che rimarrà poi per tutto il decennio) e un'altra stratocaster del 1972 con il bolt on tre viti, ponte in fusione unica di zama comprese le sellette (mentre il ponte fino quasi alla fine del 1971 è assolutamente d'acciaio, con sellette d'acciaio piegate, non stampate e non di zama).
Gli articoli più commentati
Joe Bonamassa: tutti a lezione di British Blues
Arrogantia Pandora Vendetta 24 HH Trem: non omologarsi e vivere felici
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
Line 6 Powercab: l'impatto del cabinet anche in digitale
Aeon: TC reinventa il sustainer
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Ricky Portera: l'assolo di "Ayrton"
I delay TC2290-DT torna in VST con controller dedicato
ProCo Multi Rat fatto in casa
Nasce GUITAR DOC: il network per liuteria e manutenzione
Manico stonato: se regolare le ottave non basta
Tono e Fender messicane con Michael Lee Firkins
Kismet: preset digitali per overdrive analogici
Strymon Sunset doppio godimento
S-Locks: Schaller reinventa lo strap lock
I più letti
Joe Bonamassa: tutti a lezione di British Blues
Arrogantia Pandora Vendetta 24 HH Trem: non omologarsi e vivere felici
Ricky Portera: l'assolo di "Ayrton"
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
S-Locks: Schaller reinventa lo strap lock
I vostri articoli
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
ProCo Multi Rat fatto in casa
Arrogantia Pandora Vendetta 24 HH Trem: non omologarsi e vivere felici
Meris Mercury 7: il Nexus 6 dei riverberi a pedale
I compleanni di oggi
HK45
KingCrimson_97





Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964