VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Tre compressori per otto corde
Tre compressori per otto corde
di [user #28271] - pubblicato il

Parliamo ancora di registrazione e produzione di chitarre elettriche, questa volta in un ambito stilistico ben preciso, quello del metal più moderno. La chitarra in gioco è una otto corde e la distorsione, seppur estrema, deve supportare la precisione chirurgica di un riffing cesellato sugli incastri ritmici della batteria. Compressore e riverbero ci vengono in aiuto.
 

Nella precedente lezione 
abbiamo analizzato la parte musicale di questo riff: seguendo il link se ne troverà la trascrizione e una serie di spiegazioni e indicazioni di supporto ad una corretta esecuzione.
Oggi ci concentriamo sul suono.

Per registrare ho utilizzato il Kemper, servendomi di un profilo Choptones. L'ampli profilato e un ENGL IRONBALL e il suono si chiama Metal Drive.
Il suono era soddisfacente di partenza. Non necessitava di alcun intervento correttivo e mi permetteva, quindi, di lavorare in positivo: preoccupandomi unicamente di ottimizzarne la presenza nel posizionamento sonoro tra basso e – soprattutto – batteria. Un tipo di agevolazione che il digitale offre e che può snellire e facilitare il lavoro, soprattutto in produzioni che hanno un’estetica di suono con esigenze già ben definite.

Tre compressori per otto corde

La parte da leone, nella resa delle chitarre, l’ha fatta l’utilizzo delle compressioni nel mix.
Eccezionalmente, queste compressioni sono state applicate sulle chitarre dopo un leggero EQ sulle alte, effettuato non per una vera e propria esigenza di sound ma per modificare la risposta dei compressori. Su ciascuna chitarra sono stati utilizzati tre compressori in cascata, dandomi la possibilità di non schiacciare troppo le chitarre da subito ma gradualmente. Questo approccio permette di avere sul risultato finale, un suono che - dopo i 3 stadi di compressione seriale - risulta poco snaturato ma con un valido apporto globale di "tightness".
Certamente si potrebbero schiacciare le chitarre solo con uno o due compressori ma l’effetto sarebbe differente: più artificioso e costretto nella dinamica. Comunque differente da come avevo immaginato il riff.
 
Tre compressori per otto corde

Da notare che non ho aggiunto nessun EQ post compressione. Mi sono avvalso, invece e ancora una volta, di un Riverbero-non-Riverbero che sostituisce l’equalizzatore: molto corto nel decay, denso e soprattutto "attaccato" alla sorgente sonora, ovvero con un predelay corto!
Quindi, nel servirmi del riverbero, più che dare ambiente e spazialità alle chitarre, mi interessava che queste risultassero "up front", "secche" ma con le note ingrossate e valorizzate nell' insieme del mix…
 
Tre compressori per otto corde

Perché poi le chitarre così trattate siano coerenti con il mix d’insieme, è stato importante fare in modo che anche gli altri strumenti supportino la stessa estetica. Per cui, nell’ottima batteria suonata da Paolo Caridi, mi sono sincerato di avere cassa e rullo definiti e overheads tagliati, compressi e non troppo presenti nel mix.



Enrico Sesselego: chitarre, mix & master
Luca Nicolasi: basso
Paolo Caridi: batteria
Link utili
Il sito di Enrico Sesselego
Il suono di Enrico in questa lezione
Enrico sul sito di OlloAudio
Mostra commenti     2
Altro da leggere
Follie a otto corde con Tosin Abasi
Tony MacAlpine: otto corde e arpeggi shred a quattro ottave
Dorico: arpeggi, blue note e metallo
Com'è fatta e come funziona una otto corde
Tipo i Daft Punk ma con la otto corde
Heavy metal: un riff con il modo frigio
Chitarra ritmica metal: corda a vuoto, tritono e modo frigio
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Chitarra ritmica metal: un riff come i Nevermore
Heavy Metal: arpeggi, armonizzazioni e tapping
Chitarra ritmica Metal: nello stile dei Meshuggah
Doppiare un riff a otto corde
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964