VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Da Ed Sheeran e Shawn Mendes ai Maneskin: il ritorno della chitarra nel pop da classifica
Da Ed Sheeran e Shawn Mendes ai Maneskin: il ritorno della chitarra nel pop da classifica
di [user #62015] - pubblicato il

Di luoghi comuni è pieno il mondo, ma tra detrattori della musica suonata a proclamare decennio dopo decennio la morte del rock e brucianti appassionati a sostenere ferventemente l’opposto, trovare un compromesso è sempre sembrato impossibile, almeno fino a oggi.

Se si osserva l’attuale panorama musicale, infatti, non sembra necessaria una disamina approfondita per scorgere un’affermazione preponderante di musicisti “tradizionali”, se così è possibile definirli, nella musica pop mainstream.

Ormai, il match non si gioca più soltanto sulle principali classifiche territoriali e internazionali, spostando l’attenzione del pubblico verso mezzi catalizzatori dell’opinione pubblica come i social network. Non a caso, i trend di piattaforme come TikTok e Instagram rappresentano dettagliati indicatori dell’andamento della scena musicale contemporanea, a disposizione di addetti ai lavori e semplici curiosi.

La situazione, tenendo conto dei presupposti, era chiara da tempo e, sebbene gli scettici abbiano ancora difficoltà nell’assimilarla, risulta chiaro che il confine tra i due estremi si sia assottigliato o che, quantomeno, stare nel mezzo tra pop mainstream e musica guitar oriented non sia più tanto male.

La chitarra torna nel pop da classifica: i primi segnali
Affermare che la chitarra sia stata completamente assente dalle classifiche pop nell’ultimo ventennio risulterebbe tanto sbagliato quanto dire che non abbia mai lasciato spazio ad altri mezzi di espressione musicale. Sebbene con molta meno assiduità rispetto ai fasti, la sei corde non ha mai realmente lasciato il panorama musicale di massa.

Ritornare alla concezione della chitarra come simbolo culturale e smettere di percepirla come un memento delle tendenze passate, però, ha richiesto del tempo, oltre alla comprensione della ciclicità delle mode nei contesti sociali. Senza entrare nel merito di tecnicismi superflui per questo approfondimento, è bene puntualizzare che, oltre i pregi di strutture più costruite, la musica pop suonata continui a dividere il pubblico.

Sebbene artisti come Olivia Rodrigo, Machine Gun Kelly e i Maneskin siano stati in grado di portare in vetta alle charts mondiali generi che, oltre i numeri e il lascito storico, venivano considerati di nicchi, va comunque dato il merito ad artisti come i Coldplay di non aver mai lasciato un approccio attivo nei confronti della composizione musicale, dando priorità agli strumenti e alle sezioni a loro dedicati nel corso di uno slancio, in ogni caso, riconosciuto e apprezzato da milioni di ascoltatori. Se dovesse essere necessario identificare una timeline per il ritorno della chitarra nel pop, potremmo stabilire al biennio 2019/2020 la riaffermazione del genere sulle masse.

Cos’è pop nella musica?
Dal cambiamento generazionale ai cambiamenti socioculturali a cui il contesto generale ha assistito nel corso degli ultimi anni. La definizione di pop nella musica ha affrontato diversi stravolgimenti paradigmatici, pur preservandone i canoni principali. Oggi come ieri, è pop tutto ciò che è popolare, diffuso tra il grande pubblico. Vien da sé, dunque, che l’approccio musicale degli artisti sia ricondotto a stilemi compositivi melodici e di comprensione immediata, un frangente nel quale la chitarra si è mossa spesso controtendenza, fatto salvo di alcune eccezioni divenute, oggi, fonte di ispirazione per gli artisti più in vista sulle scene. La movimentazione di cantautori e musicisti nei confronti del pop ha mosso le preferenze del pubblico, ritrovatosi all’interno di community più o meno ampie in cui condividere nozioni, aneddoti e novità sul mondo della sei corde, trasponendo il legame alla chitarra nella creazione di universi come il guitartok.

Da Ed Sheeran e Shawn Mendes ai Maneskin: il ritorno della chitarra nel pop da classifica

Il coinvolgimento diretto degli artisti nello sviluppo delle chitarre
Non si tratta solo di un apporto artistico. Oggi, sono i grandi del pop a definire importanti fasce di mercato nel panorama chitarristico. Ne è un esempio lampante il sodalizio del marchio Lowden con Ed Sheeran o la release recente del modello signature di Shawn Mendes prodotto da Martin, una chitarra a scala corta in stile 000.

Non solo acustiche, però. Le doti chitarristiche di scalatori delle top mondiali come Bruno Mars non sono segrete a nessuno, tant’è che da qualche tempo è disponibile sul mercato una sfarzosa Fender Stratocaster nata in collaborazione con il cantautore statunitense.

Insomma, affermare che la chitarra sia tornata nella musica pop sarebbe un errore, siccome lo strumento non è mai sparito dagli arrangiamenti dei brani più apprezzati dal grande pubblico; ciò nonostante, it’s safe to say che, complici i molteplici fattori citati nel corpo dell’articolo, la chitarra stia tornando a conquistare un posto importante nell’immaginario collettivo e, soprattutto, nel cuore delle persone.
bruno mars ed sheeran shawn mendes
Link utili
Lowden Ed Sheeran
Martin Shawn Mendes
Fender Stratocaster Bruno Mars Accordo

Mostra commenti     2
Altro da leggere
Stratocater Bruno Mars: la (bella) signature che non ti aspettavi
Perché nessuno ha ancora prodotto la Loop Station di Ed Sheeran?
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è realtà
La Musicmaster floreale di Shawn Mendes
Lowden e Sheeran conquistano il Texas
Namm 2019: Lowden presenta Ed Sheeran
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964