VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Negozianti e Behringer ai ferri corti
Negozianti e Behringer ai ferri corti
di [user #116] - pubblicato il

"Behringer rappresenta il peggio del mercato degli strumenti musicali". Lo afferma in un comunicato Esse Music Store per motivare la decisione di non trattare più i prodotti dell'azienda tedesca, sulla scia del colosso americano Guitar Center.
"Behringer rappresenta il peggio del mercato degli strumenti musicali". Lo afferma in un comunicato Esse Music Store per motivare la decisione di non trattare più i prodotti dell'azienda tedesca, sulla scia del colosso americano Guitar Center.

Non è un segreto che Behringer pratichi una politica aggressiva nei confronti di altri costruttori di strumenti musicali con prodotti dall'elevato rapporto qualità prezzo. Ma che questa politica commerciale potesse penalizzare i negozianti fino al punto di portarli a escludere i prodotti dell'azienda dai cataloghi, invece, è un fulmine a ciel sereno.
Ecco quanto compare sulla pagina Facebook di Esse Music Store, il grande negozio trevigiano che fa della vendita e comunicazione online un punto di forza.

Con una comunicazione ufficiale a mezzo stampa, Guitar Center (famosa catena americana di negozi di strumenti musicali), esprime la decisione di non voler più lavorare con la ditta Behringer (Music Group) e di conseguenza non trattare più i marchi Behringer, Midas, Klark Teknik e Turbosound.
Colpa la loro poca serierà e lealtà professionale, cambiamenti dei termini contrattuali, cattiva politica dei prezzi e distribuzione.
In risposta la ditta Behringer dice che la colpa non è loro, ma della situazione economica e calo di rating creditizio che Guitar Center sta avendo in questi ultimi anni.

ESSE MUSIC STORE appoggia la decisione di Guitar Center.
Senza commentare la posizione economica di Guitar Center, con certezza può essere detto che anche nel mercato italiano, Behringer, si è sempre comportata senza scrupoli e senza mai tenere conto degli investimenti dei negozianti e distributori. A dimostrazione di ciò anche una recente analisi di mercato mette in evidenza la totale mancanza di protezione dei prezzi e tutto ciò rende l’attività del negoziante non produttiva.

Behringer rappresenta il peggio del mercato degli strumenti musicali.

In Italia, tutti i negozianti insieme hanno fatto di Behringer la ditta che è diventata adesso, e sempre noi ne possiamo cambiare le sorti .

A far data da oggi ESSE MUSIC STORE decide di non trattare più il marchio Behringer.


Negozianti e Behringer ai ferri corti

Le dichiarazioni di Esse Music, aggiunte alla perdita del colosso Guitar Center, rischiano di dare un duro colpo agli equilibri del marchio tedesco, che resta comunque in piena attività e disponibile in Italia.

Negozianti e Behringer ai ferri corti
behringer
Link utili
Behringer
Esse Music
Esse Music su Facebook
Mostra commenti     56
Altro da leggere
Vintage: il synth VST Behringer è gratuito per una buona causa
B1: PA portatili da Behringer
Behringer omaggia Mu-Tron con l’Octave Divider
Behringer clona l'iconico 2500 in Eurorack
Behringer denuncia tutti: facciamo chiarezza
Mixer Behringer Xenyx X2222 USB
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964