CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Steve Vai, la nemesi del chitarrista da cameretta
Steve Vai, la nemesi del chitarrista da cameretta
di [user #17404] - pubblicato il

INVIOLATE è il decimo album in studio da solista di Steve Vai. È un disco verace, a fuoco perché trasforma in canzoni le doti migliori di questo chitarrista che da quarant’anni è tra gli strumentisti più in vista del pianeta. E che si è elevato da irriverente fenomeno della chitarra, a Classico e icona riconosciuta del rock.
 
In INVIOLATE c’è, debordante come agli esordi della carriera di Vai, un’eccentricità, una stravaganza che insieme stupisce e diverte ma, soprattutto, aiuta a sdrammatizzare quella pericolosa trionfale pomposità che ogni tanto s’intrufola tra songwriting e produzioni del musicista.
Da sempre il ritmo è uno degli aspetti più evoluti della musicalità di Vai: è la componente che ha reso sempre inafferrabile il suo virtuosismo e regalato un’intensità ogni volta imprevedibile alla sua musica.

Steve Vai, la nemesi del chitarrista da cameretta

In INVIOLATE il ritmo è celebrato dalla presenza di un trittico di batteristi superlativo: Jeremy Colson, da 20 anni presenza costante dietro alle pelli e alle spalle di Vai, soddisfa le pulsioni più pesanti e metal, del chitarrista. Terry Bozzio, invece, supporta le bizzarre ma geniali sperimentazioni di bending di “Candle Power” con altrettante stralunata bravura. Ma quando alla batteria siede Vinnie Colaiuta (che si ricongiunge a Vai, per la prima volta dai tempi di Frank Zappa, agli inizi degli anni ’80) si sconfina semplicemente nel sublime. In “Knappsack” Steve Vai diventa la nemesi dei chitarristi da cameretta di tutto il mondo: li sfida sul loro terreno di gioco e registra la performance seduto con computer, mixer, monitor alle spalle. Come il più zelante degli youtuber. Ma esegue la cosa impressionante e bellissima che ha scritto, letteralmente, con una mano sola. Perché nessuno - meglio di chi ha impazzato ed è sopravvissuto al rock sfarzoso e a lustrini dei migliori ’80 di David Lee Roth, Alcatrazz e Whitesnake – sa che una grande performance chitarristica non è solo "note, suono e polpastrelli"; quelle, certo, servono. Ma senza attitude, presenza e fantasia la relegheranno a merce per addetti ai lavori.



Domenica sera alle ore 21:00, 6 marzo, Steve Vai sarà ospite a "Note di Stile" il programma di Radiofreccia che ogni prima domenica del mese racconta la storia di grandi chitarre e chitarristi, attraverso brani memorabili. "Note di Stile" si segue alla radio sulle frequenze di Radiofreccia o sul canale 258 del digitale terrestre e in HD sul canale 738 di SKY.
Steve Vai parlerà di INVIOLATE ma, soprattutto, ricorderà uno dei suoi dischi più spericolati: EAT'EM AND SMILE (1986) con David Lee Roth.


Steve Vai, la nemesi del chitarrista da cameretta

Inoltre, nel frattempo, vi consigliamo di non perdere la ricchissima intervista e recensione di INVIOLATE,
pubblicate questo mese sul numero 110 dei nostri amici di Classic Rock


Steve Vai, la nemesi del chitarrista da cameretta

Di questi giorni, l'annuncio di Barley Arts che comunica le date dell'Inviolate World Tour di Steve Vai che attraverseranno l'Italia questa estate:

Venerdì 1 Luglio – Udine, UdineVola / Castello di Udine
Sabato 2 Luglio – Macerata, Sferisterio
Domenica 3 Luglio – Bari, Teatro Petruzzelli
Lunedì 4 Luglio – Firenze, Ultravox Arena
Martedì 5 Luglio – Gardone Riviera (BS), Tener-a-mente / Anfiteatro del Vittoriale
inviolate steve vai
Link utili
Il sito di Steve Vai
Guarda tutte le puntate di "Note di Stile" su Radiofreccia
Le Date del Tour italiano di Steve Vai
Mostra commenti     5
Altro da leggere
Steve Vai, Guitar Extravaganza!
Pennata Alternata con Steve Morse
Quando il Dio della chitarra andava a lezione - Intervista a Steve Vai
Steve Vai e la chitarra che suona da sola
Paul Gilbert: "Ero una fabbrica di note perfette"
Steve Vai e Billy Sheehan raccontano "Eat 'em and Smile"
Paul Gilbert: famoso per cose di cui mi scuso
Paul Gilbert: non si suona con gli occhi
Intervista a Steve Vai: da Flex-Able a Passion And Warfare
Dolcetti: tour con Greg Howe e Stu Hamm per lanciare il disco
Vai, Morse, Petrucci, Luke e Albert Lee: “The Mutual Admiration Society”
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Paul Gilbert: usare la Scala Blues maggiore
Adrian Vandenberg: tecnica & istinto.
Tecnica VS Cuore
Paul Gilbert: "Ecco perché dovresti suonare la chitarra"
1987: un assolo su una ballad hard rock
Su Radiofreccia, a "Note di Stile" ospite Steve Vai
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964