VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
HyperSwitch: il wiring della chitarra si fa dallo smartphone
HyperSwitch: il wiring della chitarra si fa dallo smartphone
di [user #116] - pubblicato il

Seymour Duncan abbraccia le tecnologie smart per un selettore a cinque posizioni capace di realizzare qualsiasi combinazione di pickup solo col tocco su una app.
La sperimentazione sonora basata sulla miscelazione di pickup diversi è un aspetto eccitante per un chitarrista, ma non sempre alla portata di tutti. Bisogna smontare uno strumento, ritoccare le saldature, e ritornare alla condizione originale è tutt’altro che un batter d’occhio. Il Seymour Duncan HyperSwitch ora promette di mettere a disposizione dei chitarristi tutte le sonorità che la loro chitarra riserva, semplicemente programmando le funzioni del selettore dei pickup dallo smartphone, senza vincoli di wiring e con la praticità dei preset.



Lo HyperSwitch è un selettore per chitarra a cinque posizioni a controllo digitale e programmabile. Alla sua base vanno connessi i pickup della chitarra come accade con qualsiasi altro selettore, e come da tradizione il trattamento del segnale resta puramente analogico. Digitali invece sono gli impulsi che il chitarrista può inviare dal proprio smartphone al fine di riconfigurare il selettore e le funzioni delle singole posizioni, senza alcun vincolo fisico legato al collegamento meccanico ed elettrico tra i componenti.

HyperSwitch: il wiring della chitarra si fa dallo smartphone

Il sistema, grazie a un’interfaccia grafica immediata e dettagliata, si promette capace di coprire qualsiasi combinazione possibile con i comuni selettori a tre, quattro o cinque posizioni.

Dalla app è infatti programmare e salvare ognuna delle posizioni del selettore scegliendo i pickup selezionati, il modo in cui si sommano le bobine, l’eventuale split degli humbucker e l’assegnazione delle manopole che devono essere operative in quella posizione.
Il tutto può essere salvato in dei preset e caricato in seguito, così da avere una pletora di wiring sempre a portata di mano, senza mai smontare lo strumento.



Lo HyperSwitch è la novità Seymour Duncan per il Namm 2023, è compatibile con qualsiasi pickup “regolare” in commercio, ma massimizza la propria versatilità in particolare quando si abbina a una chitarra dotata di tre humbucker o minihumbucker splittabili.
Una soluzione del genere rende del tutto superflua la necessità di portare più chitarre con sé solo per coprire determinate sonorità non previste dal proprio strumento principale. Basta creare delle scene diverse per i brani che lo richiedono e, col tap su uno schermo, si rivoluziona la voce della sei-corde in pochi secondi.
Sul sito ufficiale, può essere visto più da vicino a questo link con spiegazioni dettagliate, altri video di approfondimento e prezzo per il pubblico statunitense.
altri accessori per chitarra elettronica hyperswitch namm show 2023 seymour duncan
Link utili
HyperSwitch sul sito Seymour Duncan
Mostra commenti     12
Altro da leggere
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Tracolle ad aria e corde lisce da Ernie Ball nel 2024
Brandon Ellis racconta il Dyad Parallel Axis: signature Seymour Duncan
L’overdrive trasparente è un malinteso: la teoria di Brian Wampler
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964