VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte
L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte
di [user #43500] - pubblicato il

Costruire una chitarra con le proprie mani è un'opportunità per creare qualcosa che non esiste in commercio, ma anche una sfida contro se stessi. Ecco l'esperienza del nostro lettore 9hours.
Ogni tanto torno con qualche mia nuova realizzazione, spero di non annoiare. A parte il manico, che è stato acquistato, sono partito da zero.
La Telecaster è uno dei miei body preferiti, della Tele però resta solo la forma.

L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte

Avevo queste tavole di noce nazionale, stagionate almeno 25 anni, con venature e “rovinature” che mi piacevano. Il problema è che una solid body in noce pesa come un’automobile. Quindi la scelta è stata di creare una semihollow.
Parto sempre dal presupposto di voler sperimentare qualcosa che non trovo in commercio, altrimenti è più semplice ed economico acquistare quel che già esiste. Per questo motivo il body non è un classico semihollow ma ha tre grosse camere tonali, una delle quali comprende anche l’elettronica, completamente schermata con fogli di rame.

L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte

Questa e un’altra camera hanno le “effe” (anche se non hanno la forma di effe...) sul top mentre quella vicino al manico ha il foro sul bordo del body.

L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte

Perché due camere nella parte superiore quando normalmente se ne fa una? Perché il belly cut le separa. Considerate poi che le camere sono ricavate da fresatura, non c’è un top incollato. Di incollato ci sono invece i tamponamenti posteriori.

L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte

Per i pickup ho installato dei P90 in formato humbucker provenienti nuovi nuovi da una Schecter semiacustica (non ho mai avuto chitarre con i P90). Non c’è un briciolo di ronzio.
Gli anelli dei pickup sono in alluminio, fatti a mano dal sottoscritto.
Per il selettore la scelta è caduta sul tipo Les Paul, lo trovo più comodo e immediato. L’ingresso per il jack è in posizione più orizzontale, per me più comodo quando suono seduto.

Il ponte è la parte più complessa. Può sembrare un semplice wrap-around con sellette regolabili, ma lì, sotto la piastra in alluminio avvitata, si nascondono due blocchi in ottone annegati nel body. Il ponte si avvita su questi blocchi (simile alla Yamaha SG).
Chiudono il tutto pot Alpha, meccaniche Kluson e capotasto in osso.

L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte

Come suona? Da spenta non sembra una semiacustica ma una solid body particolarmente risonante. È invece da elettrica che il suono ha una leggera caratteristica da acustica, pulita, brillante, quindi diversa da una classica Telecaster. Meno male, una Tele originale ce l’ho già e se avesse suonato nello stesso modo, dopo tutto questo lavoro...

Certo, durante il percorso ho incontrato delle difficoltà inaspettate, in particolare per il ponte, ma tutto questo mi è servito per trarne esperienza e, se dovessi adottare nuovamente qualche lavorazione di questa per un’altra chitarra, rifarei il tutto con un altro approccio consapevole e quindi più semplice e immediato. Questo comunque non vuol dire che il risultato finale non ci sia, solo che è costato più tempo del previsto.
L’ho chiamata l’Imperfetta.
chitarre semiacustiche fai da te gli articoli dei lettori
Nascondi commenti     15
Loggati per commentare

di redfive [user #41826]
commento del 22/12/2023 ore 11:41:12
Complimenti! La trovo bellissima!
Anche io, come te, non ho mai amato fare repliche fedeli alle originali, e non perché trovo la cosa sbagliata, ma perché credo che se una cosa esiste già tanto vale prenderla già fatta...
Inoltre essendo uno strumento personale, deve andare bene a me... Quindi benvenuto "belly cut" o altro di personale..
Ancora complimenti!!!
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 22/12/2023 ore 12:06:57
Ma che bella!
Ce la fai ascoltare?
Rispondi
di Ernestor [user #46937]
commento del 22/12/2023 ore 16:24:26
Splendida chitarra!👏
Rispondi
di 9hours [user #43500]
commento del 22/12/2023 ore 18:33:40
Grazie! Proverò a registrare qualcosa.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 22/12/2023 ore 19:04:00
Complimenti hai fatto un ottimo lavoro.
L’unica cosa che non mi fa impazzire sono le manopole.
E non ci hai detto con cosa l’hai verniciata…
Rispondi
di 9hours [user #43500]
commento del 22/12/2023 ore 20:55:31
Pensa che sulle mie spesso cambio le manopole con altre "non da chitarra", magari provenienti da radio o vecchi ampli :-) e l'ho verniciata con nitrocellulosa (ovviamente con compressore, le bombolette non sono contemplate)
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 22/12/2023 ore 21:01:54
Ci stanno anche quelle manopole comunque.
Bene la nitrocellulosa.
Non ti sei fatto mancare anche i solchi dei tarli.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 22/12/2023 ore 21:01:56
Ci stanno anche quelle manopole comunque.
Bene la nitrocellulosa.
Non ti sei fatto mancare anche i solchi dei tarli.
Rispondi
di THE_Luke [user #31235]
commento del 27/12/2023 ore 11:22:38
pensa te che che le manopole così invece a me piacciono un sacco!!
de gustibus...

per me sta chitarra è na figata, punto.
Bravoi!
Rispondi
di fearn59 [user #44094]
commento del 22/12/2023 ore 20:21:21
Bella bella😍👏👏👏
Rispondi
di redhaba [user #58877]
commento del 23/12/2023 ore 09:44:12
Molto bella, complimenti!! Soluzioni interessanti ed originali che ne fanno una chitarra speciale.
Rispondi
di spaccamaroni [user #7280]
commento del 24/12/2023 ore 22:29:50
Bella! Guardandola nelle foto mi fa venire voglia di suonarla.
Rispondi
di bizero [user #50677]
commento del 29/12/2023 ore 17:58:01
Bella, complimenti. Hai usato una dima?? Perchè i blocchi in ottone sotto al ponte?? Da seduto, è bilanciata?? Si potrebbe ammettere qualche replica se l'originale supera i 1500 € usata come Rickenbacker?? Infine bravo!!
Rispondi
di 9hours [user #43500]
commento del 29/12/2023 ore 23:25:37
Grazie. Come "dima" ho usato una Telecaster, in pratica niente dima. L'ottone dovrebbe aumentare il sustain. Non è un'intuizione mia, Yamaha l'ha fatto con le sue SG. Da seduto è bilanciata, anche se io non faccio molto testo perché, a meno che non siano particolarmente sbilanciate, non ho mai problemi di questo tipo con le chitarre. Non riesco a provatela ora perché sono via e rientro fra qualche giorno. Quando torno testo per benino e ti dico, così come proverò a registrare qualcosa. Non ho capito la replica...
Rispondi
di bizero [user #50677]
commento del 30/12/2023 ore 11:26:39
In merito alla replica....concordo che se devo imitare è meglio (visti i prezzi) comprare già fatto ma ci sono chitarre come Rickenbacker che costano un fottio e sono rare anche in negozio poi ci sono chitarre storiche ancora più introvabili poi ci sono quelle di fantasia e sono un capitolo a parte... Ciao auguri
Rispondi
Altro da leggere
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
La Gretsch Broadkaster di John Gourley in video
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Gibson ES-355: la storia dell’erede della 335
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964