CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Scarico l'album o compro il cd?

di [user #6089] - pubblicato il
Domanda diretta, si escludono LP, Download da peer to peer;...etc

...La domanda è molto semplice tralasciamo i vari metodi di ascolto youtube, streaming, facciamo l'ipotesi che gli album si possano acquistare  in due modi:  dagli store online o  prendere il cd nei negozi, cosa sceglie l'accordiano? Per quale motivo?

Dello stesso autore
Tentazioni di Novembre.
Amplificatore nuovo da registrazione.
Buon anno a tutti !!!!
Il sol cantino della discordia!
Addio Clarence...
Ibanez rg 1420f e Ibanez rg 1421f 10th anniversary
Da Ibanez rg 350 dx white ad Ibanez rg 1451 prestige japan!
The Black Crowes
Loggati per commentare

heh, bella domanda
di xstrings utente non più registrato
commento del 19/04/2011 ore 14:4
E' ovvio che tra acquistare un disco a 9,99 € su un sito ed a 18/20€ in un negozio l'acquirente sceglie sempre più spesso il primo caso. Il fatto è che il web ci permette di acquistare musica on-line a minor costo perché vengono scalate le spese della copertina, della masterizzazione dei dischi e della messa in commercio ( mediatori e quant'altro). Questo però va a scapito non solo dei negozianti ma anche di coloro che per mestiere si occupano della creazione dei cd nel senso fisico del termine quindi intendo ad esempio chi si occupa di grafica per le copertine piuttosto che le tipografie che stampano i libretti dei cd stessi. In un momento di crisi generale come questo, l'acquisto on-line è un'autentica mazzata per i commercianti! Nella mia città sta chiudendo un negozio di musica enorme e fornitissimo che per anni ha attirato tantissime persone, alcune di esse venivano da altre città perché sapevano di poter reperire di tutto ma gli store on-line ed ovviamente i siti non legali come Torrent ed E-Mule li hanno messi in ginocchio. Da che uscì Napster qualche anno fa, le vendite dei dischi diminuirono vertiginosamente a scapito sopratutto degli artisti che han fatto della loro passione un lavoro, infatti c'è chi si sta "attrezzando" per fare solo la vendita on-line con la speranza di poter commercializzare ad un prezzo più competitivo la propria musica per rallentare i free-download dei loro brani. Se non ricordo male, ho letto sul sito di Steve Lukather che il 50% di coloro che ascoltano i suoi dischi li hanno scaricati gratuitamente dai soliti siti! Morale della favola, si è cominciati con la scomparsa dei vinili a favore delle musicassette, poi sono arrivati i compaq disc che pian piano verranno spazzati via da Mp3, Mp4 ecc ecc. Mentirei se dicessi che preferisco comprare un cd in un negozio piuttosto che acquistarlo on line, sono sincero, la comodità ed il risparmio sono troppo vantaggiosi per rinunciarci anche se mi rendo conto che va a scapito di tutti coloro che lavorano per la commercializzazione dei dischi. ...scusate la prolissità ;-P ciauz!
Rispondi
Decisamente prediligo il disco fisico!
di 40piedi [user #738]
commento del 19/04/2011 ore 14:5
Decisamente prediligo il disco fisico!
Rispondi
Anche io sono a favore del disco fisico, però ...
di Stefend [user #28505]
commento del 19/04/2011 ore 16:0
Anche io sono a favore del disco fisico, però secondo me sarebbe mooolto carino se fosse possibile ascoltarli per qualche minuto prima di acquistarli, e purtroppo non è possibile in tutti i negozi....
Rispondi
Re: Anche io sono a favore del disco fisico, però ...
di T610 [user #6089]
commento del 19/04/2011 ore 22:1
Hai ragione a volte sarebbe meglio ascoltarli, ma se vai nei grandi Store in città si può fare...
Rispondi
Se si tratta di un CD da 12/15 euro rispetto a ...
di Joey K. [user #11987]
commento del 19/04/2011 ore 16:0
Se si tratta di un CD da 12/15 euro rispetto a una raccolta di mp3 a 10 euro io preferisco sempre e comunque il CD! Già sui 20 euro (ma raramente un disco che mi interessa costa tanto.. sarà che ascolto cose vecchie e/o poco mainstream) invece comincerei a ragionare se ne vale la pena, ma dipende molto dall'artista e da quanto mi interessa l'album in questione! C'è tutto il rapporto "feticista" dietro ad un album fisico che non si può tralasciare... la questione della "comodità" dell'mp3 invece non esiste, pur ammettendo che non esista il p2p un cd si può sempre convertire! Aggiungo il fatto che, checchè se ne dica, la copertina e il titolo di un album (e la stessa cosa vale per i libri) sono molto importanti nell'impatto generale dell'album sull'utente... sono rarissimi gli album che hanno fatto la storia ed hanno una copertina di cacca
Rispondi
Non escludo nessuno dei due
di gratta [user #13442]
commento del 19/04/2011 ore 16:1
ma certi dischi vanno comprati fisicamente!
Rispondi
Re: Non escludo nessuno dei due
di T610 [user #6089]
commento del 19/04/2011 ore 22:1
Concordo sono in piena sintonia con te, mi chiedo su che criterio però tu fai la scelta di comprare il disco o di scaricarlo, io di solito in base a quanto sono affezionato o a quanto mi piace il disco diciamo se il disco è da 8/9 allora lo compro...
Rispondi
Re: Non escludo nessuno dei due
di gratta [user #13442]
commento del 20/04/2011 ore 07:3
Diciamo che se un disco lo conosco, quando si rovina lo ricompro (ci sono dei CD che ho già ricomprato 3/4 volte), mentre alle volte se conosco l'artista o il gruppo mi fido e vado alla cieca. Alcune volte sono rimasto deluso, ma principalmente va piuttosto bene. Se è un nuovo gruppo, prima mi informo, vedo se riesco a recuperare qualche canzone e poi se ne vale la pena lo compro.
Rispondi
Non sopporto i prezzi spropositati, quindi ...
di MiRock [user #14375]
commento del 19/04/2011 ore 16:3
Non sopporto i prezzi spropositati, quindi fino a più o meno quindici euro per un cd penso possano essere spesi. Ci sono negozi online dai quali farsi spedire cd fisici (sono l'unico che fa così?) che hanno spesso dei prezzi invitanti. In digitale compro solo se non è proprio possibile reperire dischi, ma solo in flac: non sopporto l'mp3.
Rispondi
Re: Non sopporto i prezzi spropositati, quindi ...
di T610 [user #6089]
commento del 19/04/2011 ore 22:1
Certo anch'io compro online il cd fisico cerco di approfittare di promozioni anche se superi un tot di spesa non paghi le spese di spedizione... in alcuni casi compro anch'io l'mp3 se il disco è difficilmente reperibile.
Rispondi
ultimamente ricorro al cd comprato online
di cdbolo [user #23739]
commento del 19/04/2011 ore 17:1
ultimamente ricorro al cd comprato online
Rispondi
compro il disco sicuramente non spendo soldi ...
di donfun [user #17178]
commento del 19/04/2011 ore 21:0
compro il disco sicuramente non spendo soldi per un mp3..e poi sul web si trovano a prezzi piu' abbordabili che nei negozi
Rispondi
L'acquisto istantaneo di un disco virtuale a ...
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 19/04/2011 ore 21:1
L'acquisto istantaneo di un disco virtuale a basso costo è indubbiamente una gran comodità, soprattutto data la possibilità di comprare le singole tracce, ma il piacere di sfogliare un booklet durante l'ascolto e annusare la plastica appena stampata dei CD comprati in negozio è inarrivabile. Oserei dire che preferirei comprare online gli album che conosco già o che in qualche modo ho già ascoltato, e invece comprare in negozio i dischi di artisti sconosciuti accatastati nei cesti.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Registrare e rimandare il suono dell'ampli con un looper
Nux Solid Studio SS5: microfonare la chitarra... con un pedale
La storia dietro la Gretsch più desiderata del Custom Shop
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Capotasto: storia e utilizzo e in più la prova del nuovo G7th Perform...
Waves Audio Submarine
Ginevra Costantini Negri: quando i sacrifici non pesano
Nili Brosh: apriamo il suono della Pentatonica
Drone Tone MKIII: generatore di tappeti elettronici in formato stompbo...
Angel Vivaldi spiega la Charvel DK24-7 Nova
Svelate le Bevel Cut: Cort a cassa smussata
B-TWIG 12 Pro: nuovo e ancora più potente
Mic-No-Mo: cab sim Friedman ora stand alone
Piano City Milano, i concerti dei giovani talenti
ACFS580CE: Ibanez da fingerstyle

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964