HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Quanto investire su un ampli (combo) per pedaliera digitale
di [user #46825] - pubblicato il (Modificato) 

Carissimi,
a poco tempo ho iniziato a suonare la chitarra in un gruppo e, attualmente, la mia dotazione musicale consiste in una Ibanez RG370 e in una pedaliera Digitech RP255.
Fino a ieri ho sempre suonato (strimpellato?) collegando le cuffie direttamente nella RP255, sfruttando l'ingresso AUX per utilizzare basi e brani già pronti.
Da quando ho iniziato in sala prove si è presentato il problema di non riuscire ad riprodurre lo stesso suono che avevo nell'uscita cuffie della pedaliera, salvo poi scoprire che (almeno in quegli ampli) esiste il "loop effetti" che bene o male lascia quasi inalterato il suono originale.
Avendo in programma a breve un paio di serate in spazi medio-piccoli (a quanto mi dicono sarò "microfonato"), sto cominciando ad esplorare l'immenso mondo degli amplificatori combo con una semplice premessa: visto che i suoni che mi servono me li costruisco con la RP255 (non ho grosse esigenze) e l'ampli mi servirebbe 2/3 volte l'anno (mi seccherebbe mendicare sistematicamente), su che tipo di prodotto potrei orientarmi?
Visto che mediamente gli ampli con loop effetti costano un po' di più degli altri, potrebbe andare bene uno con canale clean ... molto clean?
Mi pare di aver capito che molti Fender e Roland sono in questa tipologia, immagino ne esisteranno altre migliaia di modelli molto validi anche se sconosciuti ai più.
Sicuramente mi butterò verso l'usato, come budget avevo in mente circa 200/250 euro.
Vi sarò grato se vorrete darmi i vostri prezioni consigli, non da ultimo anche su quello che riguarda la potenza ideale (leggendo i vari forum sembrerebbe opportuno non stare al di sotto dei 40W, meglio se con un cono da 12").
Antonello
Commenti
di stefano58 [user #23807] - commento del 18/05/2017 ore 09:56:45
Visto che dici tu stesso che ti servirà un ampli 2/3 volte l'anno , sfrutta l'uscita mixer della digitech e le sue simulazioni di ampli/cabinet e vai in diretta nel PA. Oltretutto scrivi anche che verrai microfonato , per cui un ampli , se non hai altre esigenze , è superfluo ( al momento ). Semmai puoi orientarti su questo che potresti usare come monitor sul palco vai al link ma anche a casa o in saletta
Rispondi
di xstrings [user #23053] - commento del 18/05/2017 ore 10:20:00
Il problema è che una volta collegato al PA i suoni che l'accordiano dito65 si è fatto a casa molto probabilmente saranno da rifare completamente e non è detto che riesca a tirarci fuori qualcosa di buono.
Lo dico per esperienza, circa 20 anni fa mi capitò la stessa cosa e avevo una Zoom Gfx-4 che è già un po' meglio del Digitec Rp255 quindi ...
Rispondi
di stefano58 [user #23807] - commento del 18/05/2017 ore 10:53:27
Caro mio , hai ragione , ma quando si vuole fare di necessità vitù a qualcosa si deve rinunciare. Io ho la RP500 , più potente e performante ma siamo li... eppure ci ho suonato su palchi anche grandi diretto nel mixer e in molti , alla fine , mi hanno domandato che ampli avevo (chitarristi , chiaro ). Semmai il problema è trovare buoni fonici che sappiano pensare oltre che al pubblico in sala , anche a quello che esce dai monitor. In più , se il nostro amico investe meno di 200 euro per il monitor che ho segnalato ( suona davvero bene ) potrà farsi a casa i suoni senza usare le cuffie . Poi , avanti con chi ne sa più di me , cioè quasi tutti eheheheh ciao :-)
Rispondi
di xstrings [user #23053] - commento del 18/05/2017 ore 11:25:08
Ehhh lo so, impianti e fonici sono un bel cruccio per chi sfrutta il digitale ;-)

Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 20/05/2017 ore 00:11:
Ciao,
Io suono live in digitale ( uso guitarrig 5/ amplitube o bias fx a seconda dei casi) e ti asicuro che il fonico non deve fare NULLA!( almeno per la chitarra)... io utilizzo già eq e comp oltre a tutto il resto nella mia catena.
su tutto il resto concordo al 100%... noi in una giornata dove si sono esibite 10 band abbiamo fatto cadere la mascella a tutti per i suoni....anche perché gli altri hanno trovato ampli ( non loro,ma del sevice) microfonati ,invece noi tutti in diretta nell' impianto.
Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 20/05/2017 ore 00:05:50
Ciao,
Ti dico per esperienza che i suoni che tiri fuori sono gli stessi,con un buon pa.
Rispondi
di xstrings [user #23053] - commento del 18/05/2017 ore 10:49:11
Ciao Dito,

io non mi sento di consigliarti un amplificatore, non se vuoi utilizzare una pedaliera cheap come l' RP.
Forse avrebbe più senso investire i tuoi soldi acquistando qualcosa di superiore come un Line6 Pod HD500 ( sui 250€ si trova usato) da collegare al mixer per i live e ampli o mixer in sala prova.
Rispondi
di Aquarius utente non più registrato - commento del 18/05/2017 ore 11:04:11
E perchè non considerare di affidarsi completamente al suono di un amplificatore combo digitale? Tipo questo: vai al link
Dalle demo mi sembra che abbia suoni più che rispettabili. Ha 6 canali richiamabili, 100W, coni 2x10", dimensioni e peso contenuti (12,5 Kg.). Puoi usarlo in casa a bassissimi volumi o in cuffia; puoi fare i suoni a volumi adeguati con il gruppo, durante le prove, (fondamentale). In questo caso, ovunque ti troverai avrai i tuoi suoni a differenza dell'uso della tua pedaliera direttamente nell'impianto (che trovi... ). L'ampli ha molte altre features USB, effetti, ingresso aux, ecc. Vendendo la pedaliera, dovresti rientrare nel budget e, secondo la mia opinione, faresti un salto di qualità a livello di suoni e nello stesso tempo una strumentazione completa tutto in uno, anche più immediata nelle regolazioni.
Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 20/05/2017 ore 00:16:42
Se usi pedaliere digitali,sempre per esperienza diretta,ti posso consigliare o delle case attive( 2 piccole) con cono da 10/12 oppure anche l' ibanez soundwave 65... io l' ho usato con pod HD,zoom G3, amplitube4, guitarrig5 e biasfx ( Con le simulazioni di ampli e cabinet accesi) e va benissimo...oltretutto si inclina anche.e costa usato una cavolata.
Rispondi
di olegario_santana [user #20033] - commento del 21/05/2017 ore 08:38:21
Se usi le simulazione ampli: casse attive
Se usi solo gli effetti di modulazione e ritardo un ampli qualunque con loop effetti
Se usi anche od e dist un ampli con un clean decente ma non troppo pulito.
Consiglio ampli: Peavey bandit
Eko v50
Rispondi
di dito65 [user #46825] - commento del 22/05/2017 ore 10:12:5
Grazie a tutti, ero sicuro che non avreste fatto mancare i vostri consigli carichi di esperienza!
Piccola post-premessa (?!?): nelle mie vene scorre rock-metal, nelle dita ... lasciamo stare!
Tornando al tema dell'articolo, come dice Gabryga76, ad intuito mi sembrava logico che entrare diretto nel PA fosse la soluzione migliore, prendo atto però che la sua strumentazione è decisamente più professionale della mia, poi in realtà non ho la più pallida idea di ciò che compete ai fonici per mettere noi "star" in condizioni ottimali ma presto lo scoprirò.
Dopo aver letto e riletto i vostri post e cercato info sui prodotti consigliati, ho fatto qualche riflessione: è vero che attualmente i suoni li preparo con la Digitech e, considerato che suoniamo cover di brani dei generi più disparati, la versatilità del digitale non ha pari; le pecche più evidenti sono nella riproduzione di suoni distorti (questo l'avevo ampiamente notato già con il Vox Amplug Metal e l'emulazione Digitech di un Dual Rectifier: il miniVox stravince alla grande!!!).
Pensa che ti ripensa, sarei orientato verso un ampli che abbia un loop effetti per i suoni più elaborati ed un buon canale distorto per ... la cattiveria pura!
Neanche a farlo apposta avevo già rivolto le mie lusinghe verso il Peavey Bandit (usato siamo nel range 150-200 euro), poi Olegario mi ha dato una conferma in tal senso; è proprio vero che, in tutti gli ambiti, i consigli "migliori" sono quelli che non ci smentiscono! (scherzo, ovviamente)
Vedrò quindi di testare il Bandito in esame, anche se con i suoi quasi 20 kg me lo figuro tipo il messicano Mezcal in "Lo chiamavano Trinità".
Grazie mille e buona musica a tutti!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Le vostre esibizioni
Happy 2017!!
Rockabye!!...anche se non molto rock... :)
I'm On Fire
Capriccio n. 20 con GKG R36
Breve impro su "How Insensitive"...
di luvi
I vostri articoli
Suhr Badger 35
di aleZ
Un ampli AS 18 watt artigianale trasformato
Koch Amps 63'OD Preamp
di elle
Cinque miti sulle Fender vintage sbugiardati
Una Esquire Custom da palude
I compleanni di oggi
Marco024
wdstck
markIIC+
chris220768
ImNotSure
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964