CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Zorglonde tra sinusoidi e onde quadre per un vintage versatile
Zorglonde tra sinusoidi e onde quadre per un vintage versatile
di [user #17844] - pubblicato il

Le modalità sinusoide e quadra dello Zorglonde ammiccano ai mondi dei tremolo valvolari e ottici. Offerto anche come kit DIY, cela una versatilità inattesa.
Zorg è un laboratorio francese di effetti a pedale con una palette di distorsori e modulazioni di ogni genere. La particolarità del catalogo è di essere disponibile anche sotto forma di kit di montaggio, ideali per chi si avvicina al mondo dell'elettronica o intende personalizzare dei progetti promettenti già in partenza, di cui il Zorglonde è l'ultimo in ordine di tempo.

Zorglonde tra sinusoidi e onde quadre per un vintage versatile

Il Zorglonde è un tremolo con due modalità di funzionamento e una dotazione di controlli essenziale ma capace di una certa flessibilità al tempo stesso.
Incise sul caratteristico pannello in legno, lo stesso già visto sul Love Philter testato di recente qui su Accordo, le indicazioni delle manopole possono disorientare, ma basta un'occhiata più attenta per rendersi conto che sono semplicemente scritte al contrario: LOV è il volume master del pedale, ETAR è il rate e regola la velocità delle oscillazioni, HTPED sta per depth e gestisce l'incisività del tremolo.
Lo switch in alto a sinistra consente di scegliere il tipo d'onda che dà vita all'effetto, tra una sinusoide e un'onda quadra. La prima si rifà ai tremolo valvolari di stampo vintage e offre un'escursione in volume più graduale e morbida, mentre l'onda quadra è tipica dei tremolo ottici e genera un effetto più percussivo e netto.
In basso, il LED di stato si illumina a tempo con la frequenza impostata.

Zorglonde tra sinusoidi e onde quadre per un vintage versatile

I riferimenti del Zorglonde vanno ricercati nella miglior tradizione dei tremolo d'annata. Non c'è programmazione MIDI e non ci sono preset, ma in compenso la velocità che può raggiungere l'LFO, responsabile dell'oscillazione, è davvero elevata. Raramente si porterà il potenziometro a fine corsa se non per ricercare risultati estremi, che a tratti possono quasi ricordare un leggero ring modulator. Inoltre, sulla sinistra si può notare una presa addizionale accanto al jack d'uscita. È destinata al collegamento di un pedale d'espressione con cui controllare il rate senza staccare le mani dallo strumento.
Apprezzabile è la scelta di montare un potenziometro per il livello del segnale: i tremolo portano spesso a un abbassamento del volume percepito nel mix, e avere un piccolo boost integrato torna utile in più occasioni. Il guadagno a disposizione è limitato, giusto il necessario per farsi sentire un po' più del normale quando la manopola va oltre i tre quarti. Comunque, sul fondo dello chassis, Zorg ha effettuato un foro per raggiungere due DIP switch all'interno con cui attivare due stadi di amplificazione extra, sufficienti a trasformare il Zorglonde in un vero booster capace di fare il verso a un leggero overdrive dall'output importante.

Zorglonde tra sinusoidi e onde quadre per un vintage versatile

Le timbriche offerte dalle modalità sinusoide e quadra sono diverse al punto da poter essere considerate complementari. La prima è soffice, culla quasi le note quando il depth non è estremo. La seconda invece sembra fatta a posta per giocare con la ritmica, spezzettando riff anche distorti per raggiungere sonorità che possono ricordare più un synth con step sequencer che una chitarra.
Anche la profondità dell'effetto garantisce una certa escursione, ed è possibile fare in modo che il segnale non venga quasi intaccato dall'oscillazione oppure sia tagliuzzato in maniera importante, azzerando del tutto il suono quando il livello del tremolo è nel punto più basso dell'onda. Tra i due risultati c'è un mare di sfumature, e sta solo al musicista trovare a ognuna la precisa collocazione nelle sue composizioni.



Il Zorglonde è caratterizzato da una buona silenziosità e dimostra di sapersi adattare a numerosi contesti musicali. La versatilità del pedale d'espressione è un punto a favore notevole, come anche la presenza di un volume master per compensare le perdite. Se siete alla ricerca di un tremolo vintage e non riuscite a decidere tra le dolci onde di un Fender o l'aggressivo elicottero di un Vox, o se avete una curiosità per i kit fai-da-te, un'occhiata al pedale Zorg è decisamente consigliata.
effetti e processori zorg effects zorglonde
Link utili
Love Philter recensito su Accordo
Zorglonde sul sito Zorg Effects
Mostra commenti     4
Altro da leggere
Rubber Soul: combo british in scatola
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush
Slö: riverbero Multi Texture
Anche Way Huge nella guerra dei Klon
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964