CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

La Trap è il nuovo punk

di [user #5855] - pubblicato il
Prendo spunto da questa affermazione di Dave Grohl che ho letto qualche tempo fa.
Riflettendoci non c'è andato molto lontano, anzi,da come vanno le cose nel rock e in generale nella musica suonata, non c'è da stupirsi se altri tipidi "musica" o mode prendano il sopravvento.
Ormai sono quasi 30 anni che nel rock non c'è stato nulla di interessante o rivoluzionario e che ha spazzato via in un soffio tutto quello che c'era prima facendolo sembrare vecchio e superato. L'ultima volta  stato il Grunge. Dopo c'è stato un appiattimento, solo qualche evoluzione ma nessuna rivoluzione. L'ultimo respiro agonizzante di musica suonata c'è stato negli anni 2000 con lo sdoganamento della musica Indie. Ma cosa ci si poteva aspettare da un genere e una moda che copiava negli atteggiamenti e nel suono quello che succedeva 30 o 40 anni prima?.
La moda del vintage per me era una figata, anche io sbavavo per tutto quello che era  point to point, valvole NOS e  tecnologia "anni 60". Ma tutto questo cosa ha portato? quali sono state le conseguenze?
Sono state che siamo rimasti indietro e senza accorgersene è passato il treno. gli ultimi gruppi influenti o chitarristi che guardiamo con ammirazione ormai viaggiano verso i 50-60 anni. Che rivoluzione ci  si poteva aspettare da loro?, da questa mania di gardare sempre indietro?
Magari noi chitarristi o appassionati tali, avremmo dovuto guardare con più fiducia e meno ribrezzo anche alle nuove tecnologie e non cercare e rifugiarci in tutto quello successo mezzo secolo prima.
La moda Vintage ci ha truffato e ha creato terra fertile per una nuova forse vera rivoluzione che, dispiace per noi, non viene dal rock o dalla musica suonata, ma da 4 giovanissimi sbarellati chiamati Trapper. Quetsa volenti o nolenti sarà la moda che farà sembrare vecchio tutto quello successo prima e detterà le regole per tutto quello che ci sarà.
La Trap è il  nuovo Punk
Dello stesso autore
Cover Seymour Duncan
bei tempi andati....che vecchio:P
Amplificatore non da segni di vita
Delay. Non si scappa dal Made in china?
Marshall 2555x
Il SOL della stratocaster soffia...
Loggati per commentare

di nanniatzeni [user #24809]
commento del 08/10/2018 ore 11:12:25
La Trap è la musica facile che uno può fare da solo,in camera,con un pc.
È chiaro che adesso spopola.
La rivoluzione è tutta qui,in mezza giornata di lavoro posso uscire su youtube con un pezzo pronto.
Trovare 4 musicisti e formare un gruppo rock è immensamente complicato.
Ma anche formare un gruppo punk.
Serve una saletta,ma occhio ai volumi,bisogna trovare il tempo per provare,compatibilmente con gli orari di lavoro.
Io la Trap la paragonerei più a tutti quei cantautori pallosissimi con l'acustica che sono usciti fuori negli anni 70 e per fortuna son spariti tutti.
Sapevano fare tre accordi e tre rime ,ma l'acustica era accessibile a tutti e quindi spopolavano.

Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 08/10/2018 ore 11:32:43
come difficoltà di creazione ed esecuzione la trap è più paragonabile alla difficolta di inserire la password per accendere il pc che ai cantautori italiani, perchè per imparare quei 3 accordi almeno 1 mesetto o 2 di studio ci voleva, questo nuovo "genere" (vedi nota sotto) prevede lo scaricarsi la base da yt o crearla sovrapponendo "ritmi" pre-esistenti in loop, in pratica è sempre il solito brano su cui poi vengono rappate banalità da medioman con l'aspirazione da star: per accalappiare più gente possibile si punta alla mediocrità (che per definizione abbraccia la più grande fetta di popolazione), tanto più un "cantante" è mediocre tanto più sarà alla portata di tutti.

questa non è rivoluzione musicale, perchè con la musica non ha niente a che spartire.


N.B. ho messo tra virgolette la parola genere perchè per essere definito musica gli mancano alcuni requisiti importanti: ritmo - un loop tutto uguale non è ritmo, altrimenti lo sarebbe anche il clik del metronomo - melodia e armonia, per non parlare di quella carattestica innata che hanno solo i grandi musicisti, il GROOVE, totalmente assente nelle basi preconfezionate al pc. il suono del caricamento dei floppy nel vecchio AMIGA 500 era più musicale di questa roba...
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 08/10/2018 ore 11:53:08
In realtà non ci vedo nulla di diverso da un Sid Vicious che senza saper suonare una nota di basso è diventato il simbolo di un era riconosciuto e scimmiottato in tutto il mondo.
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 08/10/2018 ore 12:06:42
Sid Vicious infatti non era un musicista, all'interno del gruppo faceva solo il ragazzo immagine, tant'è che non ha mai suonato una nota ne su disco ne dal vivo.

infatti è stato pure il primo ad "andarsene" divorato dal successo ottenuto senza merito alcuno, ma la musica dei Sex Pistols non era niente male.
Rispondi
di vicky [user #33863]
commento del 08/10/2018 ore 13:14:52
Ma chi fa trap si può chiamare trappista? Se è così quindi fa anche la birra! Mi ci fiondo.....
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 08/10/2018 ore 11:58:17
Sono sempre molto scettico quando si parla di rivoluzione, anche eprchè spesso vale la massima del gattopardo del "cambiare tutto per non cambiare niente". Se guardiamo alla storia della musica mi pare più corretto parlare di evoluzione. Il grunge, citato ad esempio, non fu una rivoluzione, come non lo fu il metal o il rap. I semi di un "nuovo genere" in realtà sono piantati nel passato, poi qualcuno suonerà più veloce o più pesante o mescolerà sottogeneri, ma nessuna di queste è una rivoluzione.
Non trovo corretto neppure l'incipit dell'articolo. Se guardo agli ultimi 30 anni del rock vedo parecchie cose interessanti, possono piacere o meno, ma che siamo ancora fermi a Livin' on a prayer o call me direi proprio di no, senza nulla togliere a questi due classiconi (presi puramente come esempio). D'altra parte, che la buona musica, sia morta a periodi arbitrari è un ritornello che sento da quando avevo 12 anni ed ogni volta la soglia è fissata ad anni diversi, a seconda del gusto personale, quindi mi pare un criterio assai poco oggettivo.
Ciao
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 08/10/2018 ore 12:09:03
Non sono del tutto daccordo. Certo se uno è appassionato e ama ricercare troverà sempre novità interessanti.
qui però parlo di qualcosa che va al di la del gusto soggettivo, parlo di "mode" nel senso positivo del termine, nel modo della massa di vivere e pensare la musica.
Il Grunge, non avrà portato musicalmente nulla di nuovo? ok ma è innegabile che abbia spazzato via tutto quello che esisteva negli anni 80. Dopo il 1991 si è più visto qualcuno andare in giro con pantaloni leopardati e capelli cotonati?.
La Trap non è musica ma magari le novità non devono arrivare per forza in una chitarra. possono arrivare da atteggiamenti, modi di vestire e atteggiarsi.
Non so ma io vedo molte similitudini con quello che è successo con il Punk negli anni 70. Non ridicolizzavano questi sbandati vestiti in modo assurdo che non sapevano neanche tenere in mano uno strumento?
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/10/2018 ore 09:32:21
Ciao, a mio parere stai generalizzando un po' troppo. Ogni espressione musicale ha avuto il suo momento di gloria (magari anche un ritorno di fiamma), ma poi è stato soppiantato da altro, non vedo nella storia della musica eventi che abbiano azzerato definitivamente il precedente (e per fortuna).
Dire che il grunge ha spazzato via tutto è, infatti, una clamorosa esagerazione. Non solo perchè il grunge ha lasciato esenti da "contagio" ampie fette di musicisti ed appassionati, ma soprattutto perchè non è vero. A me pare che, a tutt'oggi, i generi (ed in molti casi i musicisti) che c'erano negli anni '90 siano ancora d'interesse. Se mi guardo attorno vedo che (ad esempio) Bon Jovi è ancora sulla breccia, come lo sono i Metallica, gli Iron Maiden sono in tour, ma anche la po music gira a pieno regime. Giusto per rimanere nel tuo esempio, ti cito steel panther e sisters doll, ma ce ne sono molte altre: capelli cotonati, testi sessiti e tipici riff glam metal, vive, vegete e suonanti; mi pare che lo stesso non si possa dire di nirvana, soundgarden e compagnia.
Ciao
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 09/10/2018 ore 10:12:06
sinceramente...ormai non vedo proprio nei vari Metallica, Bon jovi, Guns...ecc...come la prova che questi genere siano ancora sulla cresta dell'onda.
Sono persone ormai di 60 anni che vanno in giro a suonare cose di 30 anni fa. A quanti fregherà degli ultimi dischi di tutti questi gruppi?
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 09/10/2018 ore 10:50:03
il tour dei Guns del 2017 è stato il più remunerativo dell'anno.

gli ultimi dischi di Metallica ed Iron Maiden sono andati benissimo, e a dire il vero il Black Album dei Metallica è ancora nella classifica annuale dei dischi più venduti nel mondo.

L'ultimo Judas Priest è entrato in classifica italiana e lo stesso succede sempre più di frequente per tanti gruppi Rock e Metal.

non saranno sulla cresta dell'onda ma stenno di gran lunga meglio rispetto al periodo 2000-2010
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 09/10/2018 ore 11:23:35
per me non guasterebbe un po di novità. Se come dici tu, vanno molto bene questi gruppi datati, significa che da anni non c'è nulla di nuovo.
E' triste che i gruppi principali nei vari festival siano gruppi che hanno avuto il loro momento di gloria decenni prima.
E' vero i Guns n roses hanno fatto un tour stellare, ma ripeto che mi fa riflettere il fatto che sono in giro a riproporre canzoni di 30 anni fa.
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 08/10/2018 ore 12:00:20
Secondo me inverti cause ed effetto.
Il ritorno del vintage non è la causa dello stato attuale del rock... è il contrario.
Un genere che ha perso propulsione creativa perché non è più l'avanguardia semplicemente è finito con guardasi indietro ai tempi d'oro...

Il parallelo trap / punk poi mi sembra un po' stiracchiato... ma ci può anche stare sotto alcuni aspetti più superficiali. Scavando un po' più a fondo si sa che il punk è stato un genere di rottura totale con la scena prog ed un certo rock barocco degli anni 70... il trap invece è solo un fenomeno figlio di youtube...condividono solo l'immediatezza e la scarsa padronanza tecnica della musica (vera o apparente).
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 08/10/2018 ore 12:03:14
Realtivamente al trap, condivido le obiezioni sopra esposte e direi che la stessa affermazione di Grohl le legittima: il punk nasceva come la musica di chi non sapeva suonare, celebri in tal senso le affermazioni dei sex pistols. Se, invece, vuol significare che si tratta di un movimento musicale di rottura con la tradizione, allora iniziamo pure a metterli in fila: da Mozart al Rap, dall'industrial a Joan Baez, direi che c'è solo l'imbarazzo della scelta.
Ciao
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 08/10/2018 ore 12:37:40
"Quetsa volenti o nolenti sarà la moda che farà sembrare vecchio tutto quello successo prima e detterà le regole per tutto quello che ci sarà.
La Trap è il nuovo Punk"

Non esageriamo.

Il punk non ha dettato alcunche' per cio' che e' seguito, e la trap neppure - passera' di moda, e ce li ricorderemo come dei simpatici bambocci che giocavano a fare i musicisti.

Aggiungo una nota meno catastrofista: da un lato il rock ha perso la sua carica rivoluzionaria, dall'altro questo trasformarsi un qualcosa di classico significa che ha lasciato un segno che in qualche modo restera'. Tutto, col passare del tempo, perde centralita' a favore di qualcos'altro di nuovo.
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 08/10/2018 ore 12:43:59
"Il punk non ha dettato alcunche'"
ne sei proprio convinto? e non parlo solo di musica.....
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 08/10/2018 ore 12:57:2
Abbastanza - e' rimasto un genere a se'; non ti dico di guardare l'Italia, dove il partecipante piu' punk del Festival di Sanremo di tutti i tempi e' stato probabilmente quel dandy di Enrico Ruggeri, ma anche altrove. Il punk ha rappresentato una rottura rispetto alle suite di 24 minuti seguite da 15 di improvvisazione, ma per il resto trovo poco nella scena anche solo anni '80 - anzi, un ritorno al classic hard rock e l'ascesa del hair metal sono proprio la rottura della rottura del punk. Malmsteen nasce proprio dopo il punk, e non credo sia un caso. E dopo?
Sul piano dello stile di vita qualcosa effettivamente e' rimasto, ma secondo me solo perche' ormai viviamo schiacciati nel tempo, nel senso che ormai tutti i generi vivono un revival continuo per nicchie piu' o meno grandi - non credo che nel 2019 ci siano molti di piu' che si rifanno al punk di quelli che si rifanno al rockabilly, o a qualsiasi altro genere.
In un certo modo, viviamo tutti nel passato - e il punk non mi pare spadroneggi.
Nella trap vedo, come hanno detto alcuni qui, molto piu' l'effetto della rivoluzione digitale, che l'influenza punk.
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 10/10/2018 ore 11:51:30
come movimento di massa il punk non e' durato 5 anni
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 08/10/2018 ore 15:52:37
Io non credo dobbiamo farne una questione settoriale, riferita al "tifo" di un genere rispetto all'altro.

Non me ne frega nulla se un pezzo è rock, jazz, punk, trap o sbam. E' un pezzo che funziona? Ha una sua identità? Insomma, l'idea è vincente?

Tutto qui è il problema.
Ultimamente passo da James Blake a Gil Scott Heron, da Nicolas Jaar a Bon Iver. Fanno roba che funziona, tanto basta.
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 08/10/2018 ore 16:13:45
Pienamente d'accordo, e se il mio intervento sembrava tifo non era quella l'intenzione. Dopodiche', anche il fatto di funzionare o meno e' cosa individuale, e con me la trap non funziona granche'...;-)
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 08/10/2018 ore 20:06:29
E neanche con me. :-)
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 08/10/2018 ore 16:46:33
Non si discute sulla qualità della musica, o sui gusti personali.
E' innegabile che ci sono dei fenomeni più o meno musicali che in un modo o nell'altro spazzano via tutto quello che c'è stato prima, che lo fanno sembrare vecchio. Dopo il punk negli anni 80' non sembravano ultradatati eventi di magari neanche 5 anni prima? e lo stesso dopo il grunge, ma dopo di questo non c'è stato più nulla di rilevante, tanto è vero che consideriamo "novità" musicisti o cose vecchie ormai di 20 anni.
La Trap è secondo me questo elemento di rottura. Indipendentemente dalla musica.
Rispondi
di The Hobby [user #48773]
commento del 08/10/2018 ore 17:02:24
Non capisco come la trap possa essere il nuovo punk; sono abituato ad ascoltare Dead boys, Heartbreakers, Stooges, Ramones,New bomb turks...etc...insomma in tanti casi r'n'r fatto in maniera rumorosa.
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 08/10/2018 ore 17:05:40
ma non è abbastanza chiaro che non si sta parlando di musica in senso stretto del termine? ma di atteggiamento? di reazioni che provocano tra la gente?
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/10/2018 ore 09:43:54
Boh, se è per questo anche i paninari o gli yuppies avevano un proprio "atteggiamento"; a mio parere occorre un po' di obiettività e capire che si passano dei periodi in cui alcuni "atteggiamenti" sono più visibili di altri, ma non c'è un monopolio: quando facevo le medie cvedevo i paninari, alle superiori i fighetti delle firme contrapposti a dark e metallari, durante l'università era pieno di punkabbestia, tutti sono passati e questo è solo il mio punto di vista. Probabilmente a mio padre queste categorie sono passate accanto senza che nemmeno se ne accorgesse, esattamente come oggi la trap non riveste per me alcun interesse particolare, ma mio figlio sa bene di cosa si tratta. Il mondo è andato avanti dopo il punk e perfino dopo due bombe atomiche, non penso che dobbiamo star qui ad accapigliarci perchè Dave Grohl (che non è esattamente il più noto degli antopologi) ha battezzato la trap (che, ripeto, non è neppure un fenomeno di massa) come nuovo punk. Poi se uno vuol fare il trappista, io bevo volentieri la birra.
Ciao
Rispondi
di The Hobby [user #48773]
commento del 09/10/2018 ore 23:20:54
Ok, forse ho frainteso il concetto del discorso, ma per quanto ne so all' epoca ( io non c' ero) il punk ha avuto, sia musicalmente che come attitudine, un impatto rivoluzionario che in confronto questo trap non e' propio nulla
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 08/10/2018 ore 18:33:38
Non sono d'accordo. L'unico punto in comune è il fastidio che provocano nei genitori dei ragazzini che lo ascoltano. Manca secondo me l'elemento piu importante, la necessità di staccarsi dalla società.
A parte l'aspetto estetico (che comunque non può essere assolutamente paragonato all'effetto che potevano avere creste e borkie nel 1980) non c'è nulla di tutto questo nella trap, questi sono assolutamente parte della nostra società, puntano e sfruttarla per fare soldi e bella vita, il punk (tralasciando McLaren ed il discorso sex pistols) era altra cosa.
Rispondi
di tormaks [user #26740]
commento del 08/10/2018 ore 23:43:30
In effetti il punk non voleva essere musica, voleva essere un messaggio diverso , di rottura con tutto.
Il trap cosa vuole rompere......i coglioni al massimo.
Sul saper suonare si potrebbe obiettare che anche i primi schiavi neri nel sud d gli states abbozzavano blues con flauti improbabili costruiti con mezzi di fortuna ed imparati assolutamente autodidatti. ( cosa ho scritto?)
E di nuovo il contesto del trap è totalmente differente quindi inutile il paragone.
Certo osannare i Greta van fleet perché sono la copia carbone dei led zeppelin , non deporrebbe proprio a loro favore.
Personalmente, L' ultima cosa che mi ha fatto drizzare le orecchie sono stati gli Animals as Leader, ma era dagli anni 90 che non sentivo niente di così Originale,
Sarà sempre più difficile produrre musica interessante e sta ritornando nettamente il confine tra musica "impegnata" e musica commerciale, forse è questo il merito del vintage.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/10/2018 ore 09:46:17
Beh, a me Greta Van Fleet piacciono parecchio. Poi concordo che assomigliano ai led zeppelin, ma gli va riconosciuta una certa freschezza ed originalità, appiattirli come copia carbone mi pare eccessivo.
Ciao
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 09/10/2018 ore 06:24:50
Sai cos'e' il problema? Che del punk hanno ripreso almeno in parte l'aria 'maledetta'...solo che quelli erano ai margini davvero, e ci sono stati morti veri. Questi invece sono finti come la Ferragni; un'operazione pensata a tavolino per riproporre quell'immagine e per farci su qualche soldino con una versione plastificata della 'disperazione' e della 'ribellione'. Tutto finto peggio del wrestling, e fatto talmente male che ci casca solo qualche adolescente.
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 09/10/2018 ore 07:20:21
E perchè nel Punk non ci sono stati studi a tavolino?? e nella Trap non ci sono stati dei morti?
Davvero, non si tratta di discutere su ci fosse più o meno bravo o ridicolo nel suonare,o sul tipo di messaggio che si volesse dare.
Sto riflettendo sui punti in comune ( ripeto non musicali ) che la Trap ha col punk.
Su un'ipotetica discussione di accordo del 1977 sono sicuro che si direbbe che i Punk non sanno suonare, non è musica, è solo un fenomeno studiato a tavolino e sono 4 rimbambiti vestiti da pagliacci....Davvero non vedo nulla di diverso dalle critiche che si fa alla Trap...
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 09/10/2018 ore 10:56:22
come ha detto MTB70 i veri appassionati di Punk erano e sono rimasti dei disadattati, ai margini della società, un gruppo comunque ristretto visto male da tutti.

oggi puoi dire tranquillamente che i giovani si vestono male, ma poi vai a guardare bene ed hanno tutti abiti costosi, di marca, sono tutti figli di papà, col loro bello smartphone da svariate centinaia di €.

negli anni 70 un amante del Punk si vestiva con roba che neanche i clochard avrebbero indossato, erano tutti tossici e se si trovavano tra le mani un oggetto del valore di centinaia di € lo vendevano per comprarsi droghe e alcol.

Johnny Rotten e Sid Vicious noostante il successo sono rimasti degli emarginati, mentre chi fa ed ascolta trap è un membro perfettamente integrato della società moderna.

non soltanto non sono fenomeni simili, non sono proprio neanche lontanamente paragonabili.
Rispondi
di coldshot [user #15902]
commento del 09/10/2018 ore 10:16:24
----- Questi invece sono finti come la Ferragni; un'operazione pensata a tavolino -----
Sono d'accordo, in molti casi è cosi, vorrei ricordarti però che i Sex Pistols sono stati tra i primi gruppi ad essere stati creati a tavolino più o meno.
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 09/10/2018 ore 09:46:26
Chi fa musica lo fa per vendere. Se siamo discostati dalla media possiamo lamentarci che tanto non verremo ascoltati e passeremo per sfigati, come i Nerd negli anni 80.
Se invece il mercato sta chiedendo qualcosa di diverso ma nessuno glielo dà basta mettersi d’impegno e suonare qualcosa di nuovo, siamo tutti più o meno musicisti e abbiamo oggi le medesime possibilità, grazie a YouTube, di farci notare tanto quanto un Trapper.
Se nessuno ci nota, vuol dire che non stiamo incontrando i gusti del mercato e finisce lì. Come erano sfigati i Nerd prima ora sono di moda, basta aspettare e tornerà di moda il rock.
Ora, vogliamo parlare di quanto caccia sia la Trap e bello il Rock o di quanto il mercato cerchi una novità, o meglio qualcuno che rispecchi i tempi, per noi quarantenni con l’animo giovane?
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 09/10/2018 ore 10:12:03
La trap non c'entra nulla col punk.
La vera tristezza di questa nuova generazione di rapper è che per la prima volta una sottocultura vuole essere spiccicata identica ai propri padri: macchinoni, telefonini di ultima generazione, cocaina.
Non si vogliono ribellare a nulla, non hanno niente da aggiungere.
Mi piange il cuore a vedere questi nuovi giovani.
Rispondi
di fa [user #4259]
commento del 09/10/2018 ore 19:48:20
Tralasciando il discorso musicale ed evitando di pragonare Young Signorino ai Ramones, a mio parere la grande differenza la fa proprio la ribellione e la rabbia contro la società e un certo modo di pensare. Il punk come altri movimenti hanno trovato terra fertile tra i giovani che non si volevano uniformare... oggi personalmente non ritrovo lo stesso spirito nel trap o rap. Ciao
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 10/10/2018 ore 08:57:54
anche perchè nella trap il concetto di base è l'esatto opposto: uniformarsi al branco il più possibile.
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 10/10/2018 ore 09:18:20
Sarà tutta una gran minchiata ma non so perchè, continuo ad avere il sospetto che questa Trap farà un po da miccia, da elemento di rottura che porterà a delle novità, che non faccia più sembrare la stessa cosa guardare un concerto o un festival del 1995 o uno del 2018.
Ho la sensazione che, anche se dovesse trattarsi di un fenomeno passeggero e ristretto a 4 cerebrolesi, lascerà maggiormente il segno rispetto ad altre mode (vedi la Emo)...
Se ci fate caso sono davvero anni che non cambia assolutamente niente in ambito musicale. Nei decenni passati le differenze mi sembravano molto più marcate. Provate a guardare qualche concerto degli anni 70 e confrontatelo con uno degli anni 80. Magari anche solo pochi anni sembravano distanti anni luce.
Rispondi
di Mero [user #48832]
commento del 10/10/2018 ore 11:26:12
Ciao ragazzi, secondo me il discorso andrebbe ampliato maggiormente rispetto a ciò che ha detto Grohl: la musica, di qualsiasi genere essa sia, è figlia del proprio tempo e ognuno si rispecchia nel genere musicale e sonorità che più rispecchiano il proprio essere. La trap è un po' figlia del consumismo e dell'ostentazione della ricchezza che ormai la fa da padrone in questi anni, esattamente come il grunge era la sonorità della cosiddetta generazione X, quella di cui per altro faccio parte, la generazione che era "persa" e doveva essere scossa da qualcosa, risvegliata dal torpore musicale e culturale che c'era in quegli anni. La trap alla fine non è molto dissimile: è un genere che piace a molti sia perchè facilmente fruibile (sia dal "produttore" che dal "consumatore") e soprattutto è un qualcosa di completamente diverso dal panorama indie-pop e rap che la faceva da padrone negli ultimi 10-15 anni del 2000. La musica rock e tutto ciò che vi gira intorno non è morta, semplicemente dal punto di vista commerciale non vende più così tanto, eppure ci sono comunque dei ragazzi che con le loro band continuano a suonare e a portare avanti il rock e la sua cultura. Il rock tornerà, perchè, come la storia ci insegna, "la storia si ripete", sempre. Questa evoluzione musicale, più che rivoluzione, passerà, come sono passate le mode punk, grunge, metal ecc... semplicemente in questo periodo è molto più semplice prendere un computer e fare una base che prendere una chitarra e mettersi a suonare qualcosa. Da un lato sono d'accordo con Grohl sulla risonanza culturale che sta avendo la trap: ormai tutti i ragazzini sono vestiti e si attegiano come i loro beniamini trap, ma ricordiamoci che non è tanto dissimile da quando ci si vestiva con Converse, camicie a quadrettoni e jeans strappati oppure, tornando al punk, con jeans attillati e capelli super incazzosi. Quindi, per concludere, certo, musicalmente il punk non ha grandi similitudini con la trap, però come risonanza culturale (e Grohl secondo me voleva andare a parare proprio lì), li vedo estremamente simili, anche se con dei differenti ideali.
La musica è la massima espressione del proprio essere e dei propri ideali, purtroppo, e sottolineo PURTROPPO, oggi gli ideali che sono più sentiti sono questi, domani saranno altri e dopo domani altri ancora, basta pazientare e seguire il proprio essere cercando quello che più musicalmente ci rispecchia e non demonizzare per forza generi che non ci piacciono o troviamo banali.

Buona giornata a tutti!

Rispondi
di adriphoenix [user #11414]
commento del 10/10/2018 ore 15:42:23
Dio Cantante....ditemi cosa cazzo ci trova di punk Grohl (che stimo come pochi altri musicisti al mondo) e altri amici accordiani nella trap!!!???

Testo Young Signorino Mhh Ha Ha Ha
Alfa-
Alfa-
Alfabeto ah uh
Ah uh
Ah uh ah
Alfa-
Alfa-
Alfabeto rappapappapappapà
Alfa-
Alfa-
Alfabeto hi ha
Hi ha
Hi ha
Alfa-
Alfa-
Alfabeto hi ha he hi
*versi vari*
Bu bu bu bu bu bu bu bu
SKRT

Fumo, fumo, fumo e rido
Mmh ha ha ha
Lei ride, ride, ride
Mmh ha ha ha
Alfa-
Alfa-
Alfabeto ah uh
Ah uh
Ah uh ah
Rari, rari, rari, rari
RAWR RAWR RAWR RAW
Scotta, scotta, scotta, scotta
*ansimare*
Sudo, bevo, passo e a letto
Mmh ha ha ha
Mia mamma mi crede pazzo
Mmh ha ha ha
Canto, canto, canto, canto
Ulalalalala
Sto indicando con il dito
Là là là là là là là
La schiaffeggio mentre ride
Mmh ha ha ha
Mangio, mangio caramelle
Gnam gnam gnam gnam
Africa, buon vino, passo(?)
Ku ku ku ku ku ku
Non mi piace questa tipa
Nah nah nah nah nah
Voglio la tipa del tipo
Uh uh uh uh uh uh uh
Sì, l’ho già lasciata incinta
Ahiahiahiahiahi
Parla, parla, parla. parla
Ba ba ba ba ba
Si si si si si-Signorino
Si si si si

RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
(piccola pausa)
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
RAWR RAWR RAWR RAW
*ansimare*
Rispondi
di Aktarus [user #5855]
commento del 10/10/2018 ore 16:20:53
Lou Reed Metal Machine Music.....................Ma questa è una genialata artistica
Rispondi
di adriphoenix [user #11414]
commento del 11/10/2018 ore 11:57:19
Giusto per sottolineare come il "fenomeno" trap sia tutta una farsa commerciale, che in realtà non ha nessun messaggio sociale da veicolare o spleen artistico genialode...vai al link
Rispondi
di Shorelinegold [user #48316]
commento del 13/10/2018 ore 16:18:3
Purtroppo credo che ti abbia ragione ! 🤣
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
News
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964