CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Ascolta la neonata serie Fender American Performer
Ascolta la neonata serie Fender American Performer
di [user #17844] - pubblicato il

Fender ha svelato l’inedita gamma American Performer solo poche ore fa: vi mostriamo in anteprima la Stratocaster con un video sul campo e foto originali.
I maggiori successi del catalogo Fender ricevono una nuova veste, pickup inediti e finiture distintive con la collezione American Performer.
Modelli Stratocaster, Telecaster, Jazzmaster, Mustang, Precision Bass, Jazz Bass e Mustang Bass sono accomunati da scelte funzionali come circuiti Greasebucket per i toni ed estetiche come le colorazioni satin su gran parte dei modelli. La serie, che prende il posto delle American Special, vede inoltre l’introduzione di pickup dedicati in Alnico IV per un sound più morbido, miscelando caratteristiche vintage e moderne in dei mix elaborati per lo studio e l’esercizio casalingo quanto per i palchi più impegnativi.

L’intera serie American Performer è visibile sul sito ufficiale a questo link. Noi, con la collaborazione del Centro Chitarre di Napoli, abbiamo avuto la fortuna di mettere le mani su uno dei nuovi arrivi in tempo per raccontarvelo in anteprima.

Ascolta la neonata serie Fender American Performer

Il modello in questione è la Stratocaster in configurazione HSS. Tra elementi vintage e trovate inedite per il 2019, dimostra da subito tutte le caratteristiche che Fender vuole infondere nella gamma American Performer: chitarre affidabili, consistenti, con un timbro classico e versatile che si adatti al pop quanto al rock con tutte le sfumature che ci sono di mezzo e con una certa simpatia per l’uso in overdrive.

Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 


La Strat sfoggia un tradizionale body in ontano e un imprescindibile manico in acero con profilo modern C e raggio da 9,5 pollici. I 22 fret di tipo jumbo sono posati sull’acero satinato, conferendo un feeling particolarmente indicato per chi apprezza estetica e sonorità del legno ma non ama la sensazione della vernice lucida sotto palmo e dita.
Satinata è anche la finitura del body, un Seafoam Green nello strumento in oggetto che dà un impatto vellutato e morbido al tatto quanto alla vista.

Singolare è la scelta di un voluminoso palettone in stile anni ’70 in abbinamento a un set di meccaniche vintage e alberelli abbassacorde di tipo roller, sintetizzando già nella paletta l’ampia tavolozza stilistica che lo strumento riconfermerà poi collegato all’amplificatore.

L’elettronica messa a punto per l’occasione vede due single coil Yosemite abbinati a un humbucker Performer DoubleTap, doppia-bobina splittabile con una risposta che stupisce per naturalezza e bilanciamento.
Sul battipenna, color crema come tutte le plastiche a bordo, sono posizionati i classici tre pomelli per dosare le uscite. Il primo è il canonico volume master, segue un tono che agisce sui due single coil e conclude la sfilata un secondo tono dedicato all’humbucker con potenziometro push-pull per lo split.
Grazie al circuito Greasebucket, la voce non si scurisce mai eccessivamente e le manopole risultano decisamente utilizzabili fino a fine corsa.

Avremo sicuramente occasione di approfondire la conoscenza della serie American Performer con dei test completi. Nell’attesa, abbiamo preparato per voi una breve panoramica del modello Stratocaster HSS.



Con prezzi accessibili e caratteristiche di tutto rispetto, Fender fa centro e regala al pubblico una collezione di veri e propri workhorse. Immaginiamo le American Performer sui palchi dei novelli gruppi indie, ma anche dei giovani bluesman, in generale tra le mani di chi ama la tradizione del marchio ma è alla ricerca di un sound più moderno rispetto ai canoni vintage, unendo al tutto una serie di piccoli accorgimenti estetici che spiccano sul folto catalogo con una certa decisione. Le American Performer non reinventano la ruota, ma le donano senza dubbio un certo fascino.
american performer chitarre elettriche fender stratocaster
Link utili
American Performer sul sito Fender
Sito Centro Chitarre
Nascondi commenti     35
Loggati per commentare

di VgS Master [user #48819]
commento del 04/12/2018 ore 11:26:50
Non sanno più che fare: se non è zuppa è panbagnato!
Rispondi
di Faus74 [user #41023]
commento del 04/12/2018 ore 20:14:23
Infatti, fagli vedere le tue.
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 05/12/2018 ore 01:29:21
Mi pedini, amore? Ma no, sai, io non vendo agli italiani, meglio che comprate roba cinese😉
PS
Quando prendi le iniziali esce "fap" parola onomatopeica per "masturbarsi" vedete voi...
Rispondi
di mciampa [user #33970]
commento del 04/12/2018 ore 13:07:57
Complice un mal di schiena che mi ha bloccato a casa, stavo vedendo un pò di demo.
Grazie per quest'altra.
A vedere bene i pickup Yosemite (non di produzione Fender?) sono l'unica cosa inedita. Come si possono inquadrare?
L'altra cosa, non inedita, ma di cui non ho capito l'impatto generale, è il circuito di controllo di toni Greasebuket, già presente in qualche serie passata.
Aspettiamo per capire qualità meccaniche e tremolo.
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 04/12/2018 ore 13:32:57
Dai dettagli tecnici sembra la versione depotenziata della SSS, visto che l'H è nato per esser splittato a S con questo circuito solo per non perdere alti e aggiungere bassi... Da quella vista a Napoli (centrochitarre) sembra che gli abbiano regalato un ponte decente, poi chissà...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 04/12/2018 ore 14:52:29
A mio parere la critica non è corretta: Fender non sta lanciando una nuova linea o un nuovo strumento, ha semplicemente modificato uno dei suoi strumenti classici. Dunque non è importante che sia zuppa o panbagnato, ma come suona la chitarra in questa versione.
Ciao
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 04/12/2018 ore 18:14:45
Te l'ho detto... Pagare 1.039, 00€ (prezzo centro chitarre)per modifiche come un paio di p.u. non è lecito... Poi se vuoi t fai quei p.u. in disparte e li saldi sulla tua strato
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 04/12/2018 ore 18:59:36
Ma che discorso è? Per 1.039 euro mica compri i p.u., compri una chitarra intera. Inoltre si legge che monta un circuito nuovo, qundi non è proprio solo un cambio pick up.
Ciao
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 04/12/2018 ore 19:33:30
Se leggi bene quel circuito non è nuovo, meglio già avere una strato o simil strato, metterci questi p.u. e quel circuito e risparmi 800€ sul listino prezzo poi fai tu
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 06/12/2018 ore 09:08:18
Lascia perdere il circuito: nemmeno i p.u. o il disegno sono nuovi. La sostanza è che non paghi 1.039 euro per un paio di p.u., ma per uno strumento. Banalmente, se compri un paio di microfoni è vero che risparmi 800 euro, poi te li attacchi al naso? Dovrai avere uno strumento in cui inserirli e anche se te lo sei costruito da solo non è costato zero. Quindi non risparmi nulla. Poi puoi dire che non ti piace e preferiresti altro, liberissimo, ma non diciamo che una chitarra nuova deve costare come un cambio p.u..
Ciao
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 07/12/2018 ore 06:45:57
Se non sai fare niente (come ovviamente te) ovvio è come dici tu, ma se sai fare molte cose e x quelle che non sai fare hai amicizie giuste, t converrebbe più esser me che esser te!
Rispondi
di kithara [user #24622]
commento del 07/12/2018 ore 08:09:35
...ma che rispostina presuntuosa, caro VgS, complimenti davvero...
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 07/12/2018 ore 09:46:04
Ovvio, sarcasticb***h...
Rispondi
di kithara [user #24622]
commento del 07/12/2018 ore 13:21:50
🤣🤣🤣...ovvio...
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 08/12/2018 ore 12:05:06
Muhahaha!
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 10/12/2018 ore 09:22:54
Come ho scritto sopra (ma evidentemente non capisci), uno strumento per montarci i p.u. ti serve e, anche se "sai fare molte cose" i soldi li spendi egualmente, per le materie prime. Ovviamente ci sta che tu nelle tue molteplici capacità caghi legno, acciao, ottone, rame e plastica (mi spiace per te), ma qualcosa dovrai pur mangiare, prima. Dunque vedi bene come hai scritto una grossa sciocchezza e, come si dice dalle mie parti, più la rimesti più puzza (non nel tuo caso, trattandosi di ebano ed acero).
Ciao
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 04/12/2018 ore 18:17:19
Il tentativo di essere "equilibrati" e di accontentare tutti, non farà niente di buono
Rispondi
di brigantello [user #21508]
commento del 05/12/2018 ore 07:28:1
Dunque questa sostituisce l'american special?
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 05/12/2018 ore 11:20:57
Sì, in teoria...
Il suono e i dati tecnici mi fan pensare ad un flop (si lamenteranno in molti, perché non è "abbastanza così", è " troppo pomì".... È come un dolce dietetico
Rispondi
di brigantello [user #21508]
commento del 05/12/2018 ore 16:29:1
Ho già una tele American Special con cui mi trovo benissimo. Da un po' pensavo ad una strato ed ero orientato proprio su una American Special. Mi piacciono molto i Texas Special, mentre questi Yosemite non li ho mai sentiti nominare......
Io preferisco suoni "classici"..... mi sa che prendo la "vecchia" American Special prima che sparisca dal mercato
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 05/12/2018 ore 16:45:19
Per la Tele: hai fatto bene
Per la Strato:trovatene un'altra, visto il volo di insulti, minacce ed altro in dialetto al centrochitarre fatte da dei clienti molto volgari ed estremamente adirati...
Se vuoi una strato, fattela da solo con pezzi da thestratosphere e prendi quel battipenna coi paf a singlecoil, non hanno bisogno di saldatura.
PS
Poi se volessi, te la potrei fare una strato headless sempre coi paf a singlecoil che mi trovo bene, detta da un liutaio indie
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 05/12/2018 ore 19:22:23
Purtroppo ho solo il video per poter capire qualcosa di questa chitarra, dovrei sentirla tra le mani per poter giudicare.
Detto ciò, sembra proprio la strato che stavo cercando: semplice, senza fronzoli, e se davvero è messa a listino intorno ai 1000 € è pure pensabile un acquisto.
Sarò di parte, mi sembra però una bella chitarra che risponde alla richiesta attuale del mercato.
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 05/12/2018 ore 20:02:18
Ad accontentare chiunque, non si va da nesduna parte!
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 05/12/2018 ore 20:44:55
È proprio vero. La storia della Fender lo insegna.
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 06/12/2018 ore 04:54:34
Perché non hai sentito le minacce che hanno subito a napoli certi negozianti da parte di certi "tizi" che si credevano che l'avessero fregati...
Rispondi
di Quick [user #26119]
commento del 06/12/2018 ore 08:36:15
I pick-up Yosemite sono appena stati immessi sul mercato da Fender. Queste le specifiche:

Neck pickup: Yosemite Strat single-coil (Alnico 4, 7.8K)
Middle pickup: Yosemite Strat RWRP single-coil (Alnico 4, 8.5K)
Bridge pickup: Yosemite Strat single-coil (Alnico 2, 8.9K)
Al netto del nome, preso dalla Yosemite Valley, in California, dove sorge il parco nazionale, specifiche alla mano sembrano moooolto simili ai single coil che venivano montati quasi 15 anni fa sulle serie Higway 1, che tra l'altro occupavano la stessa fascia di mercato, con caratteristiche costruttive simili, verniciatura a parte.
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 06/12/2018 ore 10:47:17
Ed erano ottimi strumenti, sia in rapporto al prezzo che in generale.
Ho avuto per le mani due tele e una strato Highway e suonavano benissimo. La verniciatura era sottile e molto delicata, ma probabilmente era un bene per quanto riguarda il suono.
Rispondi
di Quick [user #26119]
commento del 06/12/2018 ore 11:05:20
Concordo: le primissime serie di Higway 1 erano strumenti onesti per quel che costavano. Poco meno di 800 euro nei primi anni 2000. Erano la serie americana più economica ai tempi. A parte la verniciatura in lacca di nitrocellulosa che era delicatissima e qualche compromesso nella costruzione erano buoni strumenti.
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 06/12/2018 ore 11:27:57
E in seguito non ho capito perché venivano rivendute a 900, ma vabbé :-D
Invece queste nuove Performer (per tornare in topic) sembrano interessanti! Mi ricordano le American Standard di una quindicina di anni fa (per prezzo e posizionamento), ma con un look più vintage (vedi paletta e ponte). Sembrano suonare bene.. Vedremo!
Rispondi
di Quick [user #26119]
commento del 06/12/2018 ore 11:38:05
Queste nuove suonano in maniera abbastanza credibile ma non mi aspetto chissà cosa. Non mi piace il ponte che ha le sellette vintage su una platina grande e lunga quasi come nelle copie cinesi di bassissima gamma.
La serie "standard" che oramai non si sa più quale sia è sicuramente a un altro livello.
In questa fascia di prezzo il mercato è agguerrito. Staremo a vedere.
Rispondi
di Plakketta72 [user #48195]
commento del 08/12/2018 ore 11:40:2
Buongiorno a tutti,
Suono la chitarra da anni ma siccome sono mancino no n riesco mai a provarne una di decente,
Da circa 2 anni le costruisco con risultati ottimi , scelgo le essenze e curo il tutto .
La Fender in questo caso ha fatto un bel strumento con il manico palettone anni 70 , surf green come la Jeff Beck , mint green nel battipenna e manico in acero nella tastiera come preferisco.
Purtroppo e spero ne facciano una versione Lefty altrimenti la costruiro'.
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 08/12/2018 ore 12:06:20
Fai prima a fartela da solo...
Mai provato una headless mancina coi paf singlecoil?
Rispondi
di Plakketta72 [user #48195]
commento del 08/12/2018 ore 12:12:15
No non ho mai provato headless con single coil , sinceramente mai viste..., ho costruito una headless a 7 corde in wenge neckthrough con i Seymour Duncan sentient e invader ...non ne posso più di cinesate o simili.
Rispondi
di VgS Master [user #48819]
commento del 08/12/2018 ore 20:18:58
Non è cinesata, puoi controllare l'articolo qui da qualche parte
Rispondi
di Shorelinegold [user #48316]
commento del 09/12/2018 ore 05:50:53
Io odio il palettone anni settanta...però il resto è interessante per la fascia di prezzo in cui si colloca non trovi altre chitarre così nel Made in USA.
Rispondi
Altro da leggere
Ritrovata la Strat firmata dai big e scomparsa alle poste
Paul's Guitar: la PRS di PRS
Le chitarre di Phil Collen in tour
Billy Corgan: il colore cambia il suono di una chitarra
In fiamme la casa e il laboratorio di Wayne Charvel
LTD Snakebyte: la ESP baritona di James Hetfield
Seguici anche su:
News
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964