CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Schede audio per multitracking: help me if you can...

di [user #48378] - pubblicato il
Salve a tutti!
voglio registrarmi col mio gruppo e per questioni economico-pratiche vogliamo registrarci in presa diretta usando una scheda audio e un computer. La mia idea è la seguente: 16 segnali (8 mic batteria, 2 voci 2 acustiche 2 tastiera, mic ampli chitarra elettrica e linea diretta ampli basso) in ingresso su una scheda. Di questi solo tastiera, voci e acustiche (6 out) escono dalla scheda e vanno nel mixer e quindi ai diffusori. Abbiamo visto una tascam us 1608 che come prezzo sembra il giusto compromesso per avere sufficienti in/out (so che altre schede più costose sono di miglior qualità, ma per quei soldi un po' di qualità nelle registrazioni la sacrifichiamo volentieri). Cercando recensioni mi sono imbattuto in un bel dilemma: per gli strumenti che escono dalla scheda devo considerare la latenza del segnale? Qualcuno di voi ha mai provato un "sistema" come quello che vorrei provare io? E della Tascam US 1608 sapete dirmi qualcosa? Grazie a tutti quelli che vorranno consigliarmi,
blues&heart
J.
Dello stesso autore
Cambio canale ampli con looper: domandona!
Pedali custom: da chi?
The Epiphone dilemma: Korea vs China
Booster ed OD: questo è il dilemma
Mini testate & custodie
Boss Ac3 su 12 corde
tra 1 o 2 coni scelgo...il mixer?
2 coni is megl che 1
Loggati per commentare

di coprofilo [user #593]
commento del 31/12/2018 ore 00:03:22
Attento ad una cosa: la US1608 ha solo 8 ingressi microfonici, a voi ne servono 11: 8 batteria, 2 voci, 1 chitarra. Se volete fare tutto in diretta vi servono almeno 12 ingressi microfonici e almeno 6 ingressi di linea. La latenza nei monitor dovrebbe essere a livelli più che accettabili visto che se non ho capito male le uscite monitor sono gestite da un dsp interno.
Rispondi
di pg667 [user #40129]
commento del 31/12/2018 ore 01:27:03
Aggiungo che spesso nelle schede audio c'è la funzione di monitoring, ovvero la possibilità di sentire il segnale diretto senza latenza.
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 31/12/2018 ore 01:35:49
Ciao! in questa mi pare che il monitoring sia gestibile solo tramite un software della casa produttrice e dovrei vedere al momento se il mio PC regge contemporaneamente questo software e Cubase o Audition 3.0 che uso per registrare e mixare.
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 31/12/2018 ore 01:30:49
Ciao! si purtroppo avevo notato questa cosa mentre leggevo le specifiche della tascam. Facendo de conti (ma non so se sia una cavolata clamorosa) pensavo di cablare così: primi 6 ingressi mic batteria (con sicuramente tra questi i panoramici con la phantom); 7-8 in mic per le voci. Poi ci sono gli in 9/10 TRS bilanciati e là vorrei far entrare gli ultimi due microfoni della batteria. Tieni conto che in altre prove i panoramici beccavano bene tom e timpano e il nostro batterista è molto alla Charlie Watts quindi poche rullate e molto cassa-rullante-charlie. Negli ultimi 6 ingressi TRS bilanciati entrerebbero le 2 acustiche, la tastiera (anche in mono), microfono della chitarra (oppure una linea diretta dalla testata, sulla mia Peavey Classic 20 mh non suona niente male) e diretta dal basso.
Non essendo esperto di home recording non ci capisco molto e spero che mi perdonerete se qui sopra ho scritto delle fesserie clamorose!
Rispondi
di Alex95SG [user #30733]
commento del 31/12/2018 ore 11:34:43
ma perchè non prendi una scheda con meno ingressi e più semplice e poi registri uno strumento per volta? anche perchè se non disponi degli adeguati isolamenti avrai sicuramente dei rientri fastidiosi (es il suono che arriva dall'ampli dell'elettrica in qualche microfono per la batteria e così via). Secondo me esce un lavoro molto più pulito !
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 31/12/2018 ore 17:50:28
Ciao! Si non c'è dubbio che il risultato sarebbe di miglior qualità, ma andrebbe contro alla nostra voglia di suonare assieme, perdendo in qualità ma guadagnando enormemente in divertimento e passione.
Siamo un gruppo di amici che dopo 15 anni ci troviamo ancora a suonare un paio di volte all'anno pur vivendo a molti km di distanza. Se dopo sei mesi ci trovassimo e passassimo la sera a sovraincidere i vari strumenti uno alla volta sarebbe un po' noiosa come cosa. Per quanto riguarda i vari rientri nei microfoni è un problema che riusciamo a limitare in parte date le dimensioni (50 mq!) della sala che ci permette, orientando bene diffusori e ampli, di avere solo giusto un po' di ambiente nei panoramici della batteria.
Rispondi
di kelino [user #5]
commento del 02/01/2019 ore 13:52:19
Comprati un registratore digitale tipo zoom. Mettilo al centro della sala prove e vai...
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 03/01/2019 ore 01:39:2
Ciao! Non ne ho mai usato uno...però ho guardato e rivedendo un po' la microfonazione della batteria con soli 3 microfoni o al massimo 4 potrei cavarmela con uno zoom R16.
Hai mai registrato con un registratore digitale? Se sì come ti sei trovato?
Tra l'altro non saprei se voce e tastiera hanno due uscite indipendenti per mandarle in due canali separati dell'impianto.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Jackson rinnova per il Summer Namm
Moonlander: 18 corde per la chitarra lunare
Tre super-Strat da Charvel per il Summer Namm 2019
Timing, plettro e altre storie
Silverwood: torna “il meglio” del catalogo Supro
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964