CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Quando un chitarrista si può considerare: Principiante-Intermedio-Avanzato?

di [user #48943] - pubblicato il
Quali sono le qualità e le capacità che deve avere un chitarrista per essere classificato in una delle 3 categorie sopra elencate?
Voi come avete studiato lo strumento? Siete andati da maestri o siete stati autodidatti?
Grazie a tutti coloro che risponderanno!
 
Dello stesso autore
Assolo Studiato o Improvvisato?
Blues di Oggi e Blues di Ieri Tra Tecnica e Cuore
Eric Clapton Effettistica e Suono
Sunshine Of Your Love
Consigli per suonare il Blues
Loggati per commentare

di RobCali [user #48705]
commento del 04/03/2019 ore 08:02:25
Circa 40 anni fa, dopo qualche anno di studio mi consideravo un'intermedio.
da una decina di anni a oggi mi considero tra il principiante e l'intermedio. Credo che tra 20 anni (avrò 80 anni di età) sarò finalmente diventato un VERO principiante!
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 09:36:45
Grazie per aver risposto!
Rispondi
di RobCali [user #48705]
commento del 04/03/2019 ore 13:32:40
Grazie a te della domanda che nonostante sembri scontata, porta a meditare profondamente riguardo la propria posizione nel cammino chitarristico intrapreso.
Per essere meno ironico un consiglio: studia seriamente, specialmente l'armonia e la teoria (ma anche un pizzico di liuteria se vuoi essere un vero chitarrista) e cerca di suonare diversi stili anche limitandoti alle nozioni di base degli stili che ti interessano di più: blues, jazz, rock, metal o funky ect. senza preoccuparti del livello raggiunto in quel particolare momento.

P.S. Non esiste un vero livello ... è solo un modo per venderci i vari manuali di didattica chitarristica!
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 20:42:29
Hai perfettamente ragione, grazie ancora!
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 04/03/2019 ore 13:03:20
Risposta fantastica che cela (dietro una bella ironia) una profonda verità: all'inizio fai due cover di Steve Vai e ti senti arrivato, poi con gli anni capisci che sei ancora lontano dall'essere un musicista.
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 04/03/2019 ore 15:08:16
All'inizio fai due cover di Steve Vai? Mi sa che devo ancora passare dall'inizio...;-)
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 04/03/2019 ore 08:57:30
Facile! Un chitarrista che al massimo fa il chitarrista da spiaggia e raramente si lancia tentennante in qualche pezzo solistico è un chitarrista scarso, proprio come me. Tutto quello che viene dopo è meglio!
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 09:37:05
Ti ringrazio per l risposta
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 04/03/2019 ore 10:59:52
Battuta a parte, sono stato ieri alla mostra "Paganini Rockstar" a Palazzo Ducale a Genova, dove si dà una bella definizione dell'amateur. Paganini scriveva musica per "amatori", che non vuol per forza dire scarsoni, ma persone che amano la musica pur non essendo questa la loro fonte di sostentamento.
Tra gli amatori ve ne erano alcuni in possesso di competenze tecniche non da poco.
Un altro concetto molto importante dato dalla mostra (quasi ci scrivo un post) è stato che solo con l'esercizio si ottengono le competenze tecniche, non facendo "patti col diavolo".
Ecco, secondo me chi ama la musica sa a che livello di competenze tecniche si trova, e sa anche che potenzialmente può interpretare qualsiasi brano. Io stesso non credevo mai di essere in grado di interpretare alcuni brani in mezzo fingerpicking, e invece da "Blackbird" ad alcuni arrangiamenti dei Queen mi sono ricreduto... ma solo perché mi ci sono impegnato parecchio.
Per cui è difficile porre un'etichetta ad ogni musicista o amatore, così come non si può misurare l'amore che ognuno di noi ha per la musica. Si può solo amare, e questo amore verrà ricambiato in orecchio, capacità tecniche e capacità di trasformare le nostre emozioni in suoni.
Buona Musica!
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 11:32:36
Molto bello quello che hai scritto, grazie per averlo condiviso!
Rispondi
di bulgi81 [user #45146]
commento del 04/03/2019 ore 09:30:30
Credo che il livello si basi soprattutto sulle conoscenze di teoria e armonia (scale e accordi) e sulle tecniche con le quali si ha dimestichezza. Io ad esempio ho una buona conoscenza di armonia e accordi, meno di scale (ok maggiori, minori e pentatoniche, per le modali so solo che esistono...). Come tecnica ho buona dimestichezza con tecniche base come legato, vibrato, bending, hammer on, pull off, armonici naturali e artificiali, mentre non ho assolutamente padronanza di tecniche avanzate come plettrata alternata, sweep picking e cicken picking. Io sono totalmente autodidatta, in quanto ho preso solo lezioni di canto e teoria musicale (solfeggio) per 2 anni in età adolescenziale. Suono la chitarra da quasi 20 anni, ma per molti di questi solo ho fatto solo accompagnamento durante il canto. Da 4-5 anni ho iniziato a fare anche alcune parti soliste con chitarra elettrica in un duo acustico e da 1 anno sono chitarrista solista della mia nuova band. Non mi ritengo un principiante ma nemmeno di livello avanzato. Credo di essere ad un livello intermedio.
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 09:41:09
Secondo te non conoscere il fingerpicking ( cioè non saperlo suonare) ma conoscere teoria e armonia e avere buona tecnica può bastare a definirsi intermedio? Grazie per aver risposto!
Rispondi
di bulgi81 [user #45146]
commento del 04/03/2019 ore 12:12:03
Direi di sì. Dipende poi sempre da cosa suoni. Per essere un buon chitarrista hard rock o heavy metal non è indispensabile suonare in finger picking. Al contrario per suonare folk, funk, country e generi più tranquilli è molto più importante. Il mio finger picking si ferma a More Than Words degli Extreme ad esempio.
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 12:41:27
io principalmente faccio blues, comunque grazie!
Rispondi
di tittis [user #28285]
commento del 04/03/2019 ore 13:13:53
...qualcuno ha menzionato Blackbird. Io di musica non so niente ( mi fa venire l'orticaria). Perfino le belle pagine , semplicissime, di Paolo somigli ( a proposito, dove è finito?) su Chitarre le trovavo ostiche. Vediamo : Suono Blackbird, Horizon e facevo anche Mood for a day, che ho completamente dimenticato . Il fatto è che quando imparo un pezzo lo suono 10 volte al di, poi 10 alla settimana, poi 10 al mese, poi poi lo dimentico,comunque resto una schiappa...
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 19:07:39
Grazie per la condivisione!
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 04/03/2019 ore 15:39:11
Ho imparato la teoria musicale basica con solfeggio ecc. All'età di 10 anni sotto le sgridate di mio padre, diplomato al conservatorio. Poi con una chitarra, a 14anni, da autodidatta strimpellavo i rock classici e i guns negli anni 90, con altri amici musicanti, vino, hashish e ragazze... Ci sentivamo arrivati, ne senso che ci alteravamo cosí tanto che eravamo arrivati! Dai 20 ai 30 black out. Niente musica suonata, forsd per smaltire gli eccessi degli anni prima.
Ad un certo punto ho cominciato a sentire il bisogno di imbracciare di nuovo la chitarra e acquistai una strato. Andai in fissa per il jazz e ingaggiai un professionista che mi diede lezioni di armonia e improvvisazione sugli standard, per un paio di anni. Ma la mia parte blues fremeva dentro di me e quindi decisi di iscrivermi seriamente in una accademia e scelsi la lizard, anche per misurarmi. Sono stato misurato e inserito nel percorso ssm al secondo livello. Tuttavia decisi volontariamente di retrocedere al primo per fare tutto meglio e con calma, anche perchè non sarebbe stato fonte di sostentamento, ma una pura passione.
A che livello mi sento?
Ad un livello in cui so e so fare molte cose ma so di non saperne fare moltissime altre.
Ho seguito negli anni le strade che mi piacevano, tralasciandone altre.
Mi misuro con molti chitarristi che vedo suonare e penso tra me e me se sono piú bravo io o lui....ma poi mi prendo figurativamente a schiaffi per aver generato un pensiero cosí egoico.
In fondo i nostri strumenti sono utensili con cui esprimiamo la nostra arte e misurarsi con modelli serve a poco se prima non si cura il piacere di suonare e il piacere delle emozioni che si riescono a trasmettere suonando.
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 19:02:21
Grazie per aver risposto!
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 04/03/2019 ore 16:15:52
io personalmente, preferisco pensare alla musica più che a quale livello sono ora, amo la composizione ed ultimamente prendo in mano la chitarra solo se ho già qualche idea da mettere in musica.. non mi importa confrontarmi con i livelli di altri, come non mi importa cosa pensano gli altri chitarristi di me, mi importa solo che sono felice quando suono e faccio le mie cose.. fare cover non lo trovo più appagante, a meno che non stravolgo il brano di un altro , totalmente in un altra chiave per sentirla più mia.
penso inoltre, che lo studio, sia fondamentale, studiare fa sempre bene, in qualsiasi ramo e non solo nella musica, per cui se puoi, studia, studia, studia, e non pensare che si possa migliorare senza studiare, e senza lavorare sodo dedicando tempo su tempo alla chitarra, poi ai livelli farai sempre in tempo a pensarci, ciao:)
Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 19:03:33
Ti ringrazio! :)
Rispondi
di strimp [user #13472]
commento del 04/03/2019 ore 19:00:45
Nonostante suoni da molti anni di avanzato c'è solo il mio stato di demenza senile ;).
Io sono e sarò sempre un principiante, il che vuol dire che suonerò sempre come un cane ma avrò lo stesso 'entusiasmo di chi si approccia per la prima volta ad un mondo meraviglioso.
Vuoi mettere la soddisfazione di vedere e sentire i piccoli miglioramenti giornalieri?
Comunque non porti queste domande : suona e divertiti. Ci sono chitarristi tecnicamente non eccelsi che però comunicano, scaldano i cuori e fanno muovere le gambe.

Rispondi
di c.simone [user #48943]
commento del 04/03/2019 ore 19:04:21
Hai ragione , ti ringrazio molto!
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Framus: Idolmaker più accessibile con la serie D
Raf e Tozzi , il 30 aprile inizia il tour
Eko CS 10: una buona classica per tutte le tasche
Kleisma: piattaforma professionale per musicisti
Trasformare il nervoso in una melodia allo slide
Teoria, musica d'insieme e ascolti guidati per i batteristi
Frontiers Rock Festival VI , il 27 e 28 aprile al Live Music Club
Gli artisti devono essere inguaribili ottimisti
Millencolin due date live in Italia
Bose Professional, innovazione e tradizione a MIR 2019
Rubber Soul: combo british in scatola
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush
Nembrini Audio PSA1000 Analog Saturation Unit e PSA1000Jr

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964