CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

una ballad acustica pensando ad una es335

di [user #48998] - pubblicato il
.. mentre aspetto e medito se fare nuovi acquisti in strumentazione, ho registrato oggi questo piccolo  brano acustico  nel mio piccolo studio casalingo, con logic e la Martin Dxm.. il mio sogno sarebbe una ES335 Gibson, o una chitarra jazzy.. buona serata:)
 
Dello stesso autore
un brano e due dediche
un omaggio ad un compositore britannico
Spring In Bologna
Rebel Yell suonare il riff
The-Beatles da me rivisitati
The-Flintstones swing a modo mio
7 pentatoniche per un dominante
questo era un locale D.O.C.
Loggati per commentare

di zabu [user #2321]
commento del 17/03/2019 ore 22:11:13
Mi piace molto l'atmosfera un po' trasognata di questo pezzo. Mi fa pensare ad un pomeriggio un po' scazzato quando (magari di ritorno dal lavoro) te ne stai a casa a rilassarti e ti lasci prendere un po' dal flusso dei pensieri.

Proprio in questi giorni sto consigliando a distanza un amico che vive in Spagna nella scelta di un modello Gibson 335 o 355. Se vai sul nuovo verifica sempre il prezzo tra più rivenditori. I prezzi pubblicati online fanno poco testo e generalmente molti negozi poi sono disponibili ad applicare anche sconti molto sostanziosi.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 07:28:51
esatto, è quello che mi capita spesso, ovvero io suono quasi tutti i pomeriggi, perche stacco alle ore 13 30, abito a 100 metri dal lavoro da un anno a sta parte, e se arrivo a casa che non c'è qualcosa di urgente attacco subito la chitarra e suono!
comunque sto guardando il catalogo online di Tommassone, ce ne sono davvero tante e di diverse di Gibson es335, io non ci capisco nulla, ma mi chiedo vanno tutte bene per un suono jazzy?
anche perche non tutti i modelli hanno gli stessi pickups, poi ho visto solo un modello a 2070€, tutti gli altri sono oltre i 3000€ mi chiedo se è normale che la dot 2018 costi + di mille € in meno delle altre.
comunque grazie Zabu:)
Rispondi
di accademico [user #19611]
commento del 18/03/2019 ore 11:25:38
La cosa migliore è fare un salto da Tomassone e provarle (di solito ne ha tante). Io non sono un esperto ma credo che con i 57 classic andresti sul sicuro. Ovviamente sai anche tu che per il suono jazzy non c'è necessariamente bisogno di una 335, ma lì si apre una discussione infinita.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 13:50:05
tu sei la mia salvezza, dicendomi che per aver un suono jazzy non ci vuole per forza una ES335.. infatti è anche per questo che vado avanti da 10 anni senza comprare chitarre elettriche, sempre + convinto che posso fare con quello che già ho, non sono un tipo esigente.. ma le 335 mi attizzano.. ma andare da Tommassone e chiedere di farmi provare una sfilza di chitarre da €3000, mi imbarazza molto.. ma è anche l'unica cosa da fare.. non ho mai comprato una chitarra online o senza averla mai provata prima, e penso che non lo farò mai.. grazie delle info:)
Rispondi
di accademico [user #19611]
commento del 18/03/2019 ore 14:32:06
La 335 è la più versatile fra le chitarre ed è un investimento sicuro, non avrai mai problemi a rivenderla e se va come è sempre andata è come lasciare i soldi in banca e in più godersi un ottimo e prestigioso strumento.
Ovviamente ci sono tante altre chitarre che alla metà del prezzo o poco più ti offrono una qualità decisamente elevata. Io sono un estimatore dell'usato e guarderei pure a quelle.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 15:38:31
io con l'usato ci vado poco d'accordo, soprattutto per i tasti, io suono molto e li consumo parecchio, preferisco chitarre nuove anche per questo, ho già fatto fare dei refretting a diverse chitarre.. meno ne faccio e meglio è;)
comunque i modelli che ho visto da catalogo non montano 57 classic, la dot 2018 c'è scritto monta Burstbucker, altri 2 modelli che mi piacciono c'è scritto che montano dei mhs pickup che non so cosa siano..
Rispondi
di accademico [user #19611]
commento del 18/03/2019 ore 17:28:52
la dot 2019 dovrebbe montare 57 classic (non so quanto sia percepibile a volumi bassi e clean la differenza con i burstbucker). Gli mhs non li conosco.
vai al link
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 18/03/2019 ore 15:54:20
La 2018 era effettivamente un modello più economico, diciamo quasi uno strumento intermedio. Presenta dei dettagli estetici diversi rispetto alla dot "classica", come ad esempio il binding nero sulla cassa (invece che bianco) e credo non abbia proprio il binding sul manico. Secondo me dovevano trovare un altro nome per il modello del 2018, perché cosi' si crea appunto un sacco di confusione con i modelli dot precedenti (che erano invece strumenti più rifiniti) e anche con la nuova dot 2019.

I diversi modelli di pickups contribuiscono sicuramente a colorare il suono con sfumature diverse, ma penso con tutti sia ottenibile un buon suono jazz.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 17:22:5
grazie Zabu, ma i pickups siglati mhs, sarebbero i mini humbucker che tu sappia?
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 18/03/2019 ore 18:43:1
No sono humbuckers normali. La sigla mhs sta per "Memphis Historic Spec", sono humbuckers riedizione dei PAF anni '50. Negli ultimi modelli (2019) hanno installato pero' gli mhs II, che sono invece un rifacimento degli humbuckers di meta' anni '60, se capisco bene.
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 18/03/2019 ore 19:04:03
Ho visto che in un post sotto parli del manico. Su molti modelli recenti trovi manici con due profili diversi. C'è un profilo chiamato Rounded "C", un po' stile anni '50, ma modernizzato. C'è poi lo "slim-taper" stile anni '60 più sottile. Dovresti vedere quale ti aggrada di più. Secondo me, se suoni con la Ibanez, forse troverai il Rounded "C" un po' spiazzante.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 19:30:5
grazie mille Zabu per tutte le info, sui manici c'è poco da dire, bisogna provarle per rendersene conto, è chiaro che con una chitarra del genere, non avrei un approccio come quando suono la Ibanez, però non bisogna sottovalutare che fare dei brani jazz, si cambiano molti accordi, con diverse posizioni bastarde con voicing tuttaltro che semplici, per cui il manico ti deve essere di aiuto:)
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 20:45:33
quella che ho addocchiato io, e che mi piacerebbe prendere è questa vai al link
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 18/03/2019 ore 21:06:39
Bellissima! Vedo che ha appunto il manico con profilo a "C" (come la mia per altro) e i pickups MHS. Non ti resta che provarla e portartela a casa! ;)
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 18/03/2019 ore 08:53:47
Ciao Stefano,
molto blueseggiante direi questa ballad, e chi blues ferisce, di blues... NON perisce mai! Bravo come sempre. Forse un pò troppo riverbero nel mix ? Per la chitarra jazzy io ho una splendida Heritage H535 che come sai sono costruite nello stabilimento di Kalamazoo. E' una grande chitarra, però è quella che suono di meno, visto che la Strato e le belle acustiche mi monopolizzano l'attenzione. Ma quando attacco questa chitarrona a qualche profilo di amplificatore clean oppure Roland si apre un mondo veramente diverso e ricco di ispirazione. Buon lunedì !
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 13:57:15
ciao Marcello, grazie per i feedback.. sarei curioso di provare la tua Heritage, immagino che sia davvero emozionante.. io non ho mai provato una 335,, ho provato una 175 Gibson, ma non l'ho trovata comoda da suonare sia come manico sia come feeling in generale, poi ho provato una ES339 e rimasi stupito dal manico facile e docile da maneggiare e con un suono arrabbiato anche per il rock e blues.. però sono sempre una persona molto indecisa quando si tratta di acquisti in strumentazione.. e poi mi imbarazza molto andare di persona a provare in negozio.. vi terrò aggiornati.. intanto buon lunedì anche a te:)
Rispondi
di stefano58 [user #23807]
commento del 18/03/2019 ore 10:24:23
Caro omonimo, come sempre mi piacciono le tue esternazioni acustiche. Stavolta ci sento dentro parecchio un'altro stephen , il grande Stills, un grande. Come te :-)))))))
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 14:00:11
ciao Stefano, intanto doppio grazie, perchè non conoscevo il grande artista da te citato e grazie anche perchè come al solito sei sempre gentilissimo, mi fa inoltre molto piacere che tu apprezzi le mie piccole creazioni acustiche.
fai una buona giornata ciao alla prox:)
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 18/03/2019 ore 11:06:26
Bellissima!
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 14:02:12
ciao Gasto, grazie mille, se hai voglia chiedi pure la base se vuoi divertirti ad improvvisarci sopra.. qui sotto ho scritto pure gli accordi, buona giornata:)
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 19/03/2019 ore 10:54:50
Ma certo molto volentieri! L'email già la conosci!
P.s: ho riconosciuto subito i primi due accordi sospesi! Creano un bellissimo tappeto, ottima scelta.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 18/03/2019 ore 13:43:25
Scrivo anche gli accordi.. si sa mai che qualcuno volesse la base per divertirsi..

Prima parte: una misura di LA sus2, una misura di LA sus2 ♭5, una misura di DO6, un'altra misura con i primi 2 bit di SOL add9 e gli altri 2 bit con RE sus2.

Seconda parte: MI per una misura, FA♯m7 per un'altra misura, SOL add9, RE sus 2 per mezza misura e l’altra metà LA sus 2, l’ultima volta, per riagganciarsi alla prima parrte, nell’ultima misura al posto dei 2 accordi RE e LA, c’è una misura di MI/SOL♯
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 19/03/2019 ore 13:40:49
Ciao, ho sentito il pezzo, ti dico che mi piace molto l'intenzione con cui i suoni, la capacità di creare L'atmosfera e il Mood giusto.
Bello, bravo!
Non mi piace invece il suono, in quanto lo ritengo troppo processato e un po' distorto almeno nelle mie cuffie auricolari.
Mi sarebbe piaciuto ascoltare qualcosa di più crudo, definito e acustico.

Per la 335 ti dico quello che sai già, cioè che non è necessaria per suonare jazz, tuttavia devo dirti che è una delle chitarre migliori che io abbia mai suonato in vita mia.
Non farti infinocchiare della questione dei pick-up, la mia monta dei bb Pro che sulla carta sono quelli più incazzati e rock di tutto il catalogo, ebbene ci si può suonare tranquillamente qualunque cosa.
La versatilità e il sound stanno dentro la tua testa e hai dimostrato ampiamente di poterlo rendere musica tramite le tue mani.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 19/03/2019 ore 14:45:23
beh che dire, mi hai dato tanti feedback importanti, per il suon li va a gusti, per me + crudo di così nel senso chitarra e mic a condensatore, non saprei che togliere, forse è il delay che c'è nella solista che è molto accentuato nell'altra non c'è nulla di effetti ambiente neanche il reverb, se ti distorce forse ho esagerato nella traccia master il volume dell'esportazione, grazie di tutto terrò presente le tue considerazioni:)
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Quanto conta l'immagine di un musicista
David Gilmour racconta la Black Strat
Phil Demmel mostra le sue due Fury
Boomwhackers: la didattica innovativa
Cool Gear Monday: la SG Custom 1967 di Jimi Hendrix
"Asbury Park: Lotta, Redenzione, Rock and Roll" al cinema il 22-23-24 ...
Frank Gambale: un ottimo manuale per imparare a improvvisare
PRS: La S2 Vela diventa Semi-Hollow
Scale a tre note per corda: da Paul Gilbert a Andy Timmons
Registrare e rimandare il suono dell'ampli con un looper
Nux Solid Studio SS5: microfonare la chitarra... con un pedale
La storia dietro la Gretsch più desiderata del Custom Shop
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Capotasto: storia e utilizzo e in più la prova del nuovo G7th Perform...
Waves Audio Submarine

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964