Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi
Modtone Buzz Boy & Coliseum Reverb
Modtone Buzz Boy & Coliseum Reverb
di [user #16167] - pubblicato il

Sotto le mani di Michele Quaini abbiamo fatto passa due pedalini tanto colorati quanto economici, ma capaci di soddisfare quasi tutti con un sound che nel prezzo ridotto non ci si aspetterebbe. Buzz Boy, fuzz molto easy ed efficace e Coliseum Reverb tante regolazioni e una grafica accattivante!
Difficile che passino inosservate queste stompbox marcate Modtone nelle vetrine dei negozi.
Grafiche coloratissime e nomi buffi il tutto corredato da ampie possibilità di regolazioni e un sound che da un prezzo così ridotto certo non ci si aspetterebbe.
Tra tutti i pedali che compongono la vasta gamma abbiamo testato per voi i due che più ci sono sembrati interessanti: il Buzz Boy, un fuzz semplice senza molte pretese ma che bada decisamente al sodo e il Coliseum Reverb ideale per avvicinarsi all’uso di questo effetto essenziale nel setup di ogni chitarrista o perfetto per essere piazzato nel send return di una delle piccole testate che vanno decisamente per la maggiore, ma che per ragioni di spazio non incorporano il riverbero a molle.
Cominciamo dal più semplice dei due il Buzz Boy Power Fuzz.
Creare sonorità sporche, imballate, quasi delle vere e proprie onde quadre è da sempre uno degli obbiettivi dei fuzz. Il Buzz Boy accetta la sfida e la porta a termine con onore.
Premesso che non ci si può accostare a questo pedale sperando di ottenere il sound di un Pete Cornish, per il quale bisogna sborsare una cifra quasi dieci volte più grande (!) questo Modtone stupisce soprattutto per l’ottima risposta alla dinamica.
Riducendo il volume della chitarra si ottengono numerosissime sfumature passando da un suono estremamente contorto fino a un clean sporcato qua e là da un po’ di clip.
I tre controlli Fizz, Fuzz e Fluff agiscono rispettivamente su tono, gain e volume e sono molto sensibili alle regolazioni. Il Fizz agisce un po’ troppo violentemente sul suono, schiarendolo e scurendolo a volte eccessivamente, meglio giocare con il tono della chitarra per ottenere infinite sfaccettature.
In definitiva dalla torchiatura il Buzz Boy esce a testa alta forte di un rapporto qualità prezzo invitante (65 euro circa) con l’aggiunta di un look brillante.
Il tempo di cambiare due connessioni ed eccoci pronti a testare il Coliseum Reverb. I punti di forza coincidono ovviamente con il Buzz Boy.
Rapporto qualità prezzo davvero conveniente e ben tre modalità a disposizione.
Sicuramente realizzare un valido riverbero che si piazzi nella fascia di prezzo del Coliseum non è facile ma la Modtone non ha certo fatto un buco nell’acqua.
L’economicità si paga ovviamente nella non perfetta trasparenza dovuta alla conversione AD-DA. Una volta attivato il pedale, infatti, il suono si schiarisce in maniera molto decisa.
Questa in fondo, come sentirete nel video, è un’arma a doppio taglio che può risultare utile quanto devastante, in funzione della propria strumentazione.
Due potenziometri e uno switch a tre posizione permettono di controllare tono, level e la modalità.
I primi due non hanno bisogno di presentazioni, il level regola la quantità di effetto (attenzione non il livello di output) mentre il tone agisce sull’equalizzazione. Quest’ultimo risulta molto utile vista la tendenza a schiarire il suono di questo pedale. Spring, Room e Grand Hall sono le tre tipologie di riverbero tra le quali possiamo scegliere.
La prima ha sostituito la modalità Theater della prima versione assieme al led decisamente più luminoso, ora in tutto simile a quello del Buzz Boy.
Come si può facilmente intuire, in questa modalità il Coliseum emula la sonorità tipica dei riverberi a molle che si trovano nella stragrande maggioranza degli amplificatori sul mercato.
Room e Grand Hall invece simulano due ambienti diversi per dimensioni.
Come dice il nome ovviamente Room simula una stanza di piccole/medie dimensioni mentre Grand Hall offre un tempo di decay impegnativo da gestire ma ottimo per le sonorità più ambient.
Anche per questo effetto marcato Modtone le premesse erano ottime e il risultato non è stato da meno, paragonandolo ovviamente al ridotto prezzo di mercato intorno ai novanta euro.
Modtone è un marchio distribuito da Master Music.
buzz boy coliseum reverb effetti e processori modtone
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Zed Menhir: piccoli costruttori crescono...
Ambi Space: i riverberi professionali a...
Gli effetti digitali senza send return non...
Swamp Thang: Fender tremolo in a box...
Pubblicità
Commenti
per me... interessanti... ...
di yasodanandana [user #699] - commento del 18/04/2012 ore 08:07:06
per me... interessanti... GRAZIE!!!!
Rispondi
Bei pedali !!
di alberto90 [user #19267] - commento del 18/04/2012 ore 11:55:42
A sentirlo il fuzz mi ha veramente colpito, ma non sono sicuro della qualità costruttiva di questa marca. Li ho visti spesso e mi sembravano quasi fragili... Qualcuno che ne ha uno mi sa dire qualcosa al riguardo??
Rispondi
Anzi!
di Burats [user #16167] - commento del 18/04/2012 ore 13:17:47
Ho avuto il chorus e giocato con Fuzz e Riverb, la robustezza è la stessa di altri pedali con il case tipo MXR per intenderci. ;-)
Rispondi
mmmmh sicuramente valgono quel che ...
di tonycaster utente non più registrato - commento del 18/04/2012 ore 14:01:40
mmmmh sicuramente valgono quel che li paghi ,ma il fuzz mi sembra lontano dal vero suono fuzz,cioè fuzza ma non nel modo giusto,più da distorsore incazzoso,almeno questa è l'idea che mi sono fatto dalle varie demo ,non questa qui su accordo dove trovo che suoni un pò più morbido,stessa sensazione che mi dà il cool cat fuzz... perchè non postare una foto del pedale aperto e sezionato ,per curiosità ciao
Rispondi
Il Reverb mi piace molto ...
di Husbald utente non più registrato - commento del 18/04/2012 ore 15:17:27
Il Reverb mi piace molto ma il fuzz non mi sembra un granchè..... Cioè anche a me sembra più un Distorsore cazzotto che un fuzz... Dario.
Rispondi
dici fuzz e dici tutto! :-)
di Burats [user #16167] - commento del 18/04/2012 ore 17:07:5
Effettivamente è dura definire come deve suonare un fuzz. Un fuzz face non suona come un Cornish che non suona come un Big Muff che suona diverso da un FZ5... Questo Modtone perde un po' di fuzzosità quando si abbassa il gain, ma quando lo si imballa per bene il timbro è da vero e proprio fuzz!
Rispondi
semplice ! per me che ...
di tonycaster utente non più registrato - commento del 18/04/2012 ore 17:37:05
semplice ! per me che sono un 'fondamentalista' del fuzz,deve suonare come un fuzz face ;)
Rispondi
Ehhh... germanio, silicio, edizioni vintage ...
di RozzoAristocratico [user #17844] - commento del 18/04/2012 ore 21:37:36
Ehhh... germanio, silicio, edizioni vintage e moderne... ormai è troppo vago anche parlare di Fuzz Face :P
Rispondi
beh assolutamente lo schema originale ...
di tonycaster utente non più registrato - commento del 18/04/2012 ore 22:20:45
beh assolutamente lo schema originale è alla base per me,sia al silicio che al germanio,due transistor e stop.anche se si cambiano due o tre valori di condensatori o resistenze a seconda dei modelli(come dici tu ovviamente ci sono tante versioni),il suono vero è quello! niente op amp.... ;))
Rispondi
SH
di edgar587 [user #15315] - commento del 09/10/2012 ore 10:00:0
La chiusura del primo video, che omaggia un illustre utilizzatore di quella chitarra, mi ha definitivamente convinto a considerare questo pedale come un buon acquisto..! ;)
p.s.: sto cercando di orecchiare quel lick con devozione!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Sguardo dentro le chitarre di Federico Poggipollini
Orientarsi nella famiglia Fender Hot Rod e Blues tra Deluxe e Deville
Frank Gambale: come si paga l'affitto da musicisti
Gibson nel 2017 con un nuovo weight relief e DIP switch a cinque posizioni
Gli effetti digitali senza send return non fanno scaldare le valvole?
I più commentati
Nirvana: 25 anni di Nevermind
Bonamassa: "B.B. King mi diceva, occhio alla grana!"
Orientarsi nella famiglia Fender Hot Rod e Blues tra Deluxe e Deville
Gibson Les Paul Jimmy Page Signature
Ma quale anima: è soltanto la terza minore
I vostri articoli
Gibson Les Paul Jimmy Page Signature
La Volkswagen delle chitarre, anzi, il contrario!
L'attacco dei cloni
Hagstrom Metropolis S: Les Paul per fenderisti squattrinati
Folgorato sulla via di Damasco: Ibanez RG 550
Hot licks
Un'idea per studiare il modo dorico
Come estendere il fraseggio pentatonico
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964