HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
scrapgtr
utente #12444 - registrato il 16/04/2007
Musicante dilettante con passato semipro, nato biologicamente nei primi anni sessanta e musicalmente nei tardi settanta. Dal 77 all'89 chitarrista in una band post punk/new wave (riunitasi da poco), poi mandolinista e lap steeler in gruppi folk rock o di musica etnica. Ascoltatore onnivoro, attualmente suono lap steel, chitarra e mandolino. Papà. Libero professionista.
Città: Como
Genere: Blues, Folk, Pop, Reggae, Rock.
Sono interessato a: Altro, Chitarra acustica, Chitarra elettrica.
I miei social:

Le sue attività

Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
di scrapgtr | 23 aprile 2018 ore 07:30 da (Chitarra)
Made in Italy è artigianato, ma anche realtà industriali di qualità. La mini-testata Raw Dawg è il frutto della collaborazione tra DV Mark ed Eric Gales.
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
di scrapgtr | 17 aprile 2018 ore 11:00 da (Chitarra)
Le piccole testate a transistor guadagnano terreno e affiancano con maggior convinzione i grossi valvolari. È la storia del The Stalker, ampli italiano DOC.
Steppin' out
di scrapgtr | 30 ottobre 2013 ore 12:13 da (People)
Spes so su Accordo capita di leggere articoli, interventi e pagine di diario che trattano, quasi sempre in maniera critica, dei rapporti tra musicisti (professionisti o dilettanti, poco importa) e gestori di locali dove si fa musica dal vivo. Anch'io, come tutti, avrei le...
Les Paul Future Tribute: è arrivata!
di scrapgtr | 13 giugno 2013 ore 13:30 da (Chitarra)
La Les Paul Future Tribute, traguardo del Premio Giornalistico Accordo Gibson 2013, è giunta a destinazione. Meccaniche robot e finiture spartane, ma con tutto quello che serve a fare una Les Paul di razza, sono gli ingredienti della Future Tribute.
Hamer: ascesa e caduta del primo custom shop
di scrapgtr | 12 maggio 2013 ore 08:00 da (Chitarra)
La chiusura di Hamer da parte di Fender, che l'aveva acquisita come branca di Kaman da qualche anno, ha segnato la fine di uno dei costruttori di strumenti elettrici più innovativi e originali. Fender non è nuova all'acquisto a scopo dismissione di marchi gloriosi ma non più in auge come Sunn e De Armond. Nel caso di Hamer, tuttavia, si tratta di un marchio giovane e legato a strumenti di altissimo profilo, e di un pezzo rilevante della storia più recente della chitarra elettrica.
Godin Session Custom: originalità e tradizione
di scrapgtr | 08 aprile 2013 ore 07:30 da (Chitarra)
Le forme della Session Custom possono ricordare quelle della solid body californiana più famosa del mondo, ma lo studiato contouring che smussa il body e il taglio della tastiera Ergocut catapultano la sei-corde Godin dritta nel nuovo millennio, complice anche un'elettronica versatile con tanto di sistema attivo HDR appaiato ai pickup passivi.
Alden BL Abalone Top: una perla non così rara
di scrapgtr | 12 aprile 2012 ore 11:00 da (Chitarra)
Le chitarre costruite da Tony Zemaitis, liutaio inglese deceduto qualche anno fa, sono un po’ come il sacro graal. Rarissime, realizzate originariamente per il Gotha del rock (George Harrison e Ron Wood erano tra i clienti più affezionati), si sono viste nelle mani dei Pretenders, dei Black Crowes e di altri personaggi che certamente possono permettersi pezzi unici e rarità assolute.
Le chitarre da viaggio Ministar
di scrapgtr | 01 dicembre 2011 ore 13:30 da (Chitarra)
Una delle più recenti trovate dell'industria degli strumenti musicali per attentare al portafogli dei chitarristi è l'invenzione delle chitarre da viaggio. Il mondo delle travel guitar è vario, e molti sono i modi nei quali la fantasia dei progettisti si è sbizzarrita per tentare l'impossibile o quasi, ovvero riprodurre il più possibile il suono e la suonabilità della chitarra riducendone le dimensioni.
Alden A775
di scrapgtr | 29 settembre 2011 ore 08:00 da (Chitarra)
Quando un nuovo marchio di strumenti orientale appare sul mercato, i siti come Accordo si riempiono di richieste circa la loro qualità con risposte del tutto inattendebili tipo: "È fantastica! L'ho comprata ieri ed è la miglior chitarra che abbia mai avuto. Suono da sei mesi e, nel mio 10 watt a transistor, ha un suono eccezionale" oppure "Non l'ho mai provata, ma fa schifo lo stesso perché è una cinesata. L'unica vera chitarra è la mia Custom Shop Masterbuilt Lup Mann con pickup avvolti con le orecchie da Consuelo Ramirez, domestica in casa Fender dal '55 al '58".
Como, Hawaii 2: quattro lap steel in prova
di scrapgtr | 29 maggio 2009 ore 19:40 da (Chitarra)
Dopo il mio primo articolo su Roberto Reani e le sue lap steel artigianali mi ero riproposto di far visita a Roberto nel laboratorio che stava allestendo, per pubblicare una sorta di reportage con intervista. Proprio l’allestimento del laboratorio, combinandosi con altri impegni di entrambi (ultima in ordine di tempo l’intenzione di Roberto di preparare alcuni strumenti da esporre a Sarzana) ha fatto sì che la visita che sembrava imminente sia stata più volte differita. Oggi finalmente mi è stato possibile incontrare Roberto, reduce da Sarzana, e soprattutto provare quattro dei suoi strumenti.
Como, Hawaii, uno steel guitar maker dietro l’angolo
di scrapgtr | 17 febbraio 2009 ore 13:05 da (Chitarra)
Tre settembre duemilaotto. Arrivo in studio alle otto e mezza come sempre. Dopo aver controllato la posta elettronica inizio la mia rapida “rassegna web” giornaliera: sguardo veloce ai siti dei quotidiani e sbirciata ai miei siti preferiti. Arrivo a www.steelguitarforum.com, sezione “steel without pedals”, ed un post attira la mia attenzione: si intitola “Italian steel guitar” o qualcosa di simile ed è inviato da un tale Bob Reani di Como (la mia città), che invia la foto di una lap steel semi hollow costruita da lui. Lo strumento, almeno in foto (quella allegata anche qui), è interessante: le proporzioni sembrano quelle delle favolose (e costosissime) Asher usate da Ben Harper, dalle quali differisce per la linea è più aggraziata e meno spigolosa, che ricorda le vecchie Weissenborn e Kona, e per la presenza di buche a f.
Mediaset, le chitarre e la macchina del tempo
di scrapgtr | 01 settembre 2008 ore 20:46 da (ONSTAGE)
Cosa direste se in una fiction televisiva ambientata in un recente passato, diciamo anni '50/'60, si vedessero Golf e Punto per le strade, il protagonista guardasse Carosello o la diretta dello sbarco sulla luna su un televisore a schermo piatto e indossasse una maglietta Dolce e Gabbana? E se, poniamo il caso, il protagonista fosse, che so, Fausto Coppi, e lo si vedesse in gara con una bicicletta in carbonio e il cambio Shimano? Nel corso del mese di agosto, mentre scanalavo nelle pause dei notiziari olimpici, la mia attenzione è stata catturata da due sceneggiati in onda sui canali Mediaset: ciò che mi ha colpito non è stato il valore artistico o narrativo dei programmi in questione (scarso in un caso e inverecondo nell'altro), ma la presenza costante di strumenti musicali, chitarre soprattutto, che non potevano esistere all'epoca in cui l'azione si svolgeva. Ciò era aggravato dal fatto che si trattava di storie in cui la musica rivestiva un'importanza non trascurabile: "Dalida", biografia della cantante, e "Piper", storiella trash ambientata il giorno dell'inaugurazione dell'omonimo storico locale romano. Naturalmente in entrambe gli strumenti musicali erano in scena con una certa frequenza ed evidenza.
Gli articoli più commentati
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
Solar aggiorna il catalogo per destrorsi e mancini
Sincero e scatenato
Quando la rettifica non risolve i buzz
Bogner in video: Goldfinger diventa Super Lead
Plugin Tutorial - Oeksound Soothe
Essere se stessi è l'unica vera ricchezza
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
Strymon Riverside: semplice ed efficace
Hoverguitar: supporti per chitarra invisibili
Alvarez Delta: una 00 come si deve
Moon Canyon: la macchina per ambienti Dr. No
Ricky Portera e l'assolo de "L'Ultima Luna" di Dalla
I più letti
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
Ralph Salati: pennata alternata medicina per il ritmo
Marshall Origin 20H: prime impressioni
RedSeven: sbirciamo dietro la griglia del nuovo hi-gain italiano
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
I vostri articoli
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Zoom Guitar Lab 3.0: arriva l'editor
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
Customizzazione di un VHT Special 6 Ultra
Cosa determina davvero il suono di un pickup
I compleanni di oggi
occhimagici
TLCSTR
linchetto
GiuliaMoore





Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964