VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
C'è frassino e frassino
C'è frassino e frassino
di [user #39871] - pubblicato il

Legni apparentemente simili possono fornire risultati molto diversi in una chitarra. La chiave, racconta un nostro lettore, è nell'alchimia di tutti i componenti.
Ho deciso di condividere con voi delle impressioni riguardo un esperimento fatto dal sottoscritto, tra quarantena, lockdown e problemi vari. Spero che lo possiate trovare interessante.
Ebbene, che se ne dica, il legno fa differenza!

Sono un felice possessore di una Stratocaster costruitami da un amico, quindi non originale.
Il tutto è partito da una tavola di frassino jugoslavo in suo possesso. Sì, esatto: Jugoslavo. Infatti questa tavolozza di legno ha la bellezza di 20 e passa anni di stagionatura naturale tra umidità, caldo e freddo.
Proprio per questo motivo decido di farmi fare una replica di una Fender Stratocaster a partire da questa tavola di frassino da cui è uscito un bel body in pezzo unico.
La chitarra suona da dio, sustain infinito con un attacco e una grinta che regala pacche micidiali a ogni nota. Unica nota negativa: il peso. Infatti, essendo un frassino europeo e "nordico", cresciuto in zone fredde, ha una importante densità e di conseguena un importante peso.
Dovendo fare tanti concerti con questa chitarra, ne patisco un po' il peso (ragionamento fatto prima del COVID-19).
Decido quindi di comprare un secondo body, sempre in pezzo unico, questa volta in frassino di palude (swamp ash): stessa specie, ma diversa struttura. Difatti lo swamp ash è molto più leggero della sua controparte nordica.
Una volta finito di verniciare, decido di montarlo al posto dell'altro. Lo provo un attimo e decido di ri-registrare dei pezzi precedentemente registrati col frassino pesante, in modo da poterli confrontare.
Ebbene, essendo entrambi i body in frassino, entrambi pezzi unici, usando le stesse regolazioni, il suono finale cambia eccome.

C'è frassino e frassino

I risultati sono stati sorprendenti. Mi aspettavo differenze, ma non così tante.
Per mio giudizio, non c'è mai un legno che suona meglio di un altro, ci sono solo legni che risuonano diversamente. Semplicemente alcune combinazioni funzionano meglio di altre.
In questo particolare caso, il frassino pesante (northern ash) a mio parere suona meglio. Ha un suono più cattivo e diretto, particolarmente incentrato sulle medio-alte.
Al contrario il frassino di palude (swamp ash) ha un suono sempre incentrato sulle medie, ma molto più dolce, morbido e complessivamente bilanciato come suono rispetto alla variante pesante.

I legni di una chitarra fanno tanta differenza sul suono. Se c'è differenza tra due varianti della stessa specie di legno, non oso immaginare tra legni diversi come può essere ontano, mogano, acero o palissandro.
In conclusione, non ce n'è uno migliore di altri, ma solo adatti a usi diversi. Non a caso Gibson preferisce legni scuri come il mogano e tastiere in palissandro, mentre Fender usa legni più brillanti come l'ontano o il frassino.
Quindi in generale non fasciamoci la testa con "questo legno è meglio di altri". Ho sentito chitarre con body in tre pezzi di legni economici suonare meglio di Custom Shop da migliaia di euro. Tutto fa differenza in una chitarra, ma semplicemente una chitarra suona bene se tutte le sue componenti funzionano bene tra di loro, costose o economiche che siano.
chitarre elettriche gli articoli dei lettori liuteria
Mostra commenti     50
Altro da leggere
Vintage Visions from the World - Paolo Lippi e la Stratocaster Sunburst del 1955 #09759 [IT-EN]
La Epiphone Coronet diventa americana
Gibson Les Paul R0 BOTB
Malmsteen racconta la storia della Strat per le telecamere Fender
Acero, palissandro e versatilità a tutto tondo: Yamaha Pacifica Standard Plus in video
Dal thrash al funk in uno switch: Ibanez RGT1221PB in prova
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964