VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Il Power Fuzz Wah di Cliff Burton è tornato
Il Power Fuzz Wah di Cliff Burton è tornato
di [user #116] - pubblicato il

Un’edizione fedele per circuito e sound, ma aggiornata sul piano tecnico, dedica un tributo al distorsore con wah incorporato che ha reso Morley un oggetto del desiderio per i bassisti più aggressivi degli anni ’80.
Cliff Burton occupa senza dubbio le posizioni più alte nelle classifiche dei bassisti più significativi e amati della scena metal. Il suo ruolo nei Metallica è stato cruciale per il decollo della band e il suo approccio sanguigno e presente è un riferimento per chiunque approcci il genere sulle quattro corde.
Il suo suono signature non è da meno e il pedale con cui costruiva i suoi passaggi distorti più distintivi è oggi uno dei più rappresentativi nel catalogo Morley.
La casa del Bad Horsie celebra ora la storia del compianto bassista con una riedizione del Power Fuzz Wah che Burton usava tenere ai suoi piedi, rivisto secondo le necessità tecniche più moderne ma con tutto il DNA dell’originale al suo posto.



La natura di doppio effetto del Power Fuzz Wah abbina un fuzz violento, slabbrato e graffiante a un wah profondo e incisivo. Il circuito nasce negli anni ’70 con in testa il pubblico dei chitarristi e dei tastieristi, ma trova la sua fortuna con il basso di Cliff.

Già nel 2015 Morley ne proponeva una versione aggiornata, modificata e ampliata sotto aspetti tecnici ed espressivi. Quello presentato quasi dieci anni più tardi è invece un tributo all’originale e all’uso che Burton ne ha fatto durante gli anni d’esordio dei Metallica.

Il Power Fuzz Wah di Cliff Burton è tornato

La scocca del wah è lucida contro il grigio satinato dell’aggiornamento presentato ormai dieci anni fa.
Rispetto a questo, il tributo del 2024 perde il selettore per le modalità Modern e Vintage, ma abbraccia la praticità dell’attivazione “switch-less” che ha reso celebri i wah Morley.

Al di là degli aggiornamenti strettamente tecnici e funzionali, tutto è rivolto a replicare in maniera fedele l’impronta del Power Wah Fuzz usato da Cliff, ed è reso evidente dalla firma dell’artista nella parte alta dello chassis accanto all’indicazione della Tribute Series a cui appartiene.

Il wah, profondo e presente nel timbro, risulta ottimale per uscire negli assolo grazie a un controllo di Level capace di offrire fino a 15dB di guadagno.
Le manopole Level e Intensity sulla sinistra dello chassis, invece, dosano presenza e gain del distorsore.

All’interno, un buffer promette di preservare il segnale durante il bypass.

Al di là del suo legame con le basse frequenze, il pedale conserva tutte le caratteristiche che rendono il primo Power Fuzz Wah un prodotto ideale per la chitarra e i synth, e si rivolge in particolar modo ai musicisti amanti del live con un frontalino e una cornice del pedale d’espressione fluorescenti per spiccare sui palchi più bui.

Il tributo del 2024 nasce come un pedale in edizione limitata e, per il momento, è un’esclusiva Guitar Center e Musiciansfriend. Se l’acquisto oltre-oceano potrebbe scoraggiare i più, l’esclusività del modello e la storia che si porta dietro valgono senz’altro la pena di dare un’occhiata in catalogo.
cliff burton effetti singoli per chitarra morley morley cliff burton tribute power fuzz wah ultime dal mercato
Link utili
Il Power Fuzz Wah del 2015 su Accordo
Power Fuzz Wah sul sito Morley
Nascondi commenti     0
Loggati per commentare

Al momento non è presente nessun commento
Altro da leggere
Seymour Duncan Noumenon: la svolta passiva di Jeff Loomis
L’impianto hi-fi Orange è una piramide
Walrus Canvas ora è un alimentatore modulare
IR-D: preamp valvolare a due canali con IR loader da Friedman
PRS DGT 15: valvolare "per l'uomo comune" firmato David Grissom
La Epiphone Coronet diventa americana
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964