CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Super Rock Guitar. Fare 13 con il fraseggio Blues! A lezione con Paul Gilbert
Super Rock Guitar. Fare 13 con il fraseggio Blues! A lezione con Paul Gilbert
di [user #17404] - pubblicato il

Con un approccio moderno e originale, Paul Gilbert trasforma uno degli accordi più utilizzati nel blues, quello di tredicesima, in uno strepitoso strumento solista ripensandolo in una diteggiatura molto vicina a quella della pentatonica minore. Studiamone, diteggiature, pattern e fraseggi nella più immediata delle applicazioni, il blues!
Continua la serie di appuntamenti didattici in compagnia di Paul Gilbert.
Dallo shred più tradizionale a inaspettate contaminazioni, Paul propone un viaggio attraverso la chitarra solista nelle sue variegate sfaccettature.
La singolare visione di Gilbert sull'accordo di tredicesima, uno degli accordi più utilizzati nel blues, porta ad applicazioni del tutto nuove.
Con un approccio moderno e originale, Paul Gilbert trasforma l'accordo di tredicesima in uno strepitoso strumento solista.
Lo fa ripensandolo in una diteggiatura molto vicina a quella della pentatonica minore.
Studiamone, diteggiature, pattern e fraseggi nella più immediata delle applicazioni, il blues!
Pur essendo tu un chitarrista di chiara estrazione rock - e prima ancora metal - il blues è un elemento presente da sempre nel tuo fraseggio, sin dai tempi dei Mr. Big. Ora, sentendo i tuoi ultimi lavori e soprattutto ascoltandoti dal vivo, trovo anche richiami a fraseggi più elaborati e jazzistici. Ci suggerisci qualche idea per suonare sul blues frasi o arpeggi di estrazione jazz senza rinunciare però all’impostazione più rock e pentatonica? 
Un’idea è prendere un accordo molto comune nel blues, quello di tredicesima, e servirsene per provare a formare una diteggiatura di scala o arpeggio con tutte le note da cui è composto. E' lo stesso approccio che ho proposto consigliando di utilizzare un C#m7/b5 sopra il A7.
Es. 0)
Penso, per esempio, a un A13: in questa diteggiatura l’accordo compare formato da A, G, C#, F#, B che sono tonica, settima minore, terza maggiore, tredicesima e nona. A questo punto ne escludo la tonica - che se vogliamo è la nota più scontata - e lo considero esclusivamente dalla corda di D in poi.
ES. 1) & 2)
Ora le note in gioco sono: G, C#, F#, B rispettivamente settima minore, terza, sesta e nona del A13, quindi i colori più interessanti e intensi dell’accordo di partenza. Con un po’ di fantasia, cerco di diteggiarli in maniera che mi permettano di creare una diteggiatura davvero pratica e comoda da utilizzare per il fraseggio. Alzi la mano, chi non è d’accordo nel dire che per un chitarrista non esiste al mondo diteggiatura più pratica per fraseggiare che quella della scala pentatonica! Bene, e allora integriamo alle quattro note selezionate (G#, C#, F#, B) anche la quinta dell’accordo, il E. La quinta non sarebbe, in effetti, presente nel voicing da cui siamo partiti, ma potrebbe essere aggiunta con una diteggiatura tipo: 
Es. 3)
…e poi la teoria musicale ci conferma che un arpeggio di tredicesima contiene la quinta! Con l’aggiunta di questa nota otteniamo una scala che a ben guardare è davvero simile a una scala pentatonica. Partiamo al nono tasto sulla corda di E basso, dal C# terza maggiore del nostro A13 e suoniamo questa forma: 
Es. 4)
Se ne confrontiamo la diteggiatura con quella di una pentatonica di C#m/E major vedremo che sarà differente per una sola nota e per un solo semitono, il G al posto del G#!
ES. 5)
Amo davvero questa diteggiatura perché è incredibilmente simile a quella della pentatonica che chiunque conosce. E' facile quindi applicarci i tradizionali e più comuni pattern di fraseggio! 
FRASEGGI A) & B)
Proviamo questa idea su un classico blues in E. 
ES. 6) 
Del Blues abbiamo riportato esclusivamente le prime quattro misure invitandovi a cercare di seguire la logica con la quale Paul assegna a ogni accordo il relativo arpeggio. Trascriviamo invece il finale assolutamente delizioso e sfacciatamente jazzy. Davvero raffinato l’arpeggio di F13 che Gilbert sgranocchia nel finale al posto del B7 attuando un’efficace sostituzione al tritono. (Seguite Accordo nei prossimi giorni per un interessante approfondimento sulla sostituzione al tritono.)
Es. 7)
Ho applicato l’arpeggio su due punti. Sul A, quarto grado del blues in E, ho suonato la posizione appena spiegata nel dettaglio e che parte dal C# al nono tasto. Sul E, il primo grado, ho applicato quella che parte dalla sua terza, il G# al sedicesimo tasto. Questa scala funziona ovviamente bene su tutti gli accordi, ma la sua applicazione migliore credo proprio sia sul quarto grado.
IL SUONO

Paul Gilbert ha realizzato questa intervista/lezione, suonando in un microscopico combo della Orange che abitualmente si porta in tour per esercitarsi nel backstage, prima del concerto. L’ampli era praticamente settato al massimo, ottenendo una distorsione ruspante e generosa ma senz’altro sguaiata. 

Grazie a un controllo totale e pressoché perfetto di tocco, dinamica e controlli della chitarra, Paul è riuscito a modellarla gestendo il suono al meglio e riuscendo a plasmarlo in maniera pertinente, passando dai crunch leggeri di questi fraseggi blues a distorsioni metal definite e cristalline per i fraseggi shred e neoclassici che affronteremo a breve. Suggeriamo pertanto di partire da un normale suono solista e di assottigliarlo a crunch semplicemente abbassando il volume della chitarra. Per avere ancora più attacco e scansione ritmica, utilizziamo una posizione di pick up intermedia verso il manico o, nel caso di chitarre con soli humbucker, se possibile splittiamoli. Confrontarsi con la pulizia esecutiva e l’articolazione ritmica di Paul Gilbert è uno dei banchi di prova più coraggiosi in cui un chitarrista si può cimentare. Raccogliamo la sfida e cerchiamo di suonare questi esempi - anche se a velocità ridotte rispetto a quelle di Paul - con la sua stessa precisione, dinamica e pronuncia. Per questo proviamo a evitare, almeno nella fase iniziale di studio, modulazioni e delay che renderebbero meno intelligibile ciò che suoniamo. Non guasterà invece un leggero riverbero.

ASCOLTI CONSIGLIATI

Paul Gilbert: Intense Rock II (Reh) Nonostante uno degli aspetti tecnicamente più spettacolari del playing di Paul Gilbert sia lo sviluppo a tre note per corda di scale diatoniche, pentatoniche e triadi, è assolutamente degno di studio e analisi anche l’approccio con il quale ha strutturato in pattern e lick  travolgenti i normali box pentatonici a due note per corda, simili a quelli affrontati in questa lezione. Intense Rock II è il secondo video didattico di Paul Gilbert dove ci sono ottimi esempi di pentatoniche suonate in pattern molto ritmici che, grazie a un’impostazione incredibilmente organizzata della pennata, permettono di raggiungere esecuzioni davvero fluide. Per gestire al meglio l’esecuzione dei fraseggi proposti in questa lezione ne suggerisco assolutamente la visione. 


La sezione del video didattico Intense Rock II in cui Paul Gilbert spiega il suo approccio all'esecuzione di velocissimi pattern pentatonici.
Mostra commenti     8
Altro da leggere
Lavorare con la musica all'estero
Galaxy: versatilità Supro a valvole
Il suono del sud in un combo: Club 40 MkII Kentucky Special
Chase Bliss Mood trasforma il suono con micro-loop e ambienti eterei
G290: la super-Strat Cort fa la voce grossa
Una performance di Levante apre da Malpensa il viaggio verso la Milano Music Week
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964