VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Audiobus: registrare con gli Apple Device
Audiobus: registrare con gli Apple Device
di [user #15617] - pubblicato il

iOS si avvicina sempre di più a una vera piattaforma per l'home recording e la musica dal vivo. Grazie ad Audiobus, gli utenti iPad e iPhone scavalcano quello che finora era un grosso limite dei dispositivi portatili Apple: ora iOS è in grado di processare il suono in ingresso gestendo la catena di applicativi ed effetti in multitask.
iOS si avvicina sempre di più a una vera piattaforma per l'home recording e la musica dal vivo. Grazie ad Audiobus, gli utenti iPad e iPhone scavalcano quello che finora era un grosso limite dei dispositivi portatili Apple: ora iOS è in grado di processare il suono in ingresso gestendo la catena di applicativi ed effetti in multitask.

Audiobus è una interessante App musicale che va a colmare una lacuna importantissima nei nostri amati dispositivi Apple, ossia collegare più applicazioni musicali e poterle utilizzare contemporaneamente per i nostri scopi.

È da tempo ormai che i famosissimi iPhone/iPad sono riusciti a scavarsi con forza un'importante posizione nel campo dell'audio e della musica. Le app in questione crescono di giorno in giorno rendendo l'App Store sempre più colmo e dando a tutti la possibilità di riuscire a produrre qualcosa di carino, ma soprattutto di divertirsi senza dover possedere per forza chissà quali conoscenze. Inoltre è possibile notare come ogni giorno siano sempre più numerose le uscite sul mercato di nuovi accessori dedicati a questo tipo di applicazioni.

L'App su cui vale la pena puntare i riflettori è "Audiobus" sviluppata dalla software house A Tasty Pixel.
Come anticipato poco fa, l'idea di fondo è quella di collegare più App musicali tra loro. Sicuramente i musicisti, in particolare i chitarristi che possiedono un iPhone o un iPad, saranno senza dubbio a conoscenza delle App che ormai sono diventate un must per tutti. Ci riferiamo ad Amplitube, Ampkit e il famoso GarageBand per iOS della stessa Apple, giusto per citarne qualcuna.

Cosa importante è che la lista di App compatibili con Audiobus è alquanto nutrita e cresce di giorno in giorno. La stessa Apple ha reso da poco disponibile un aggiornamento per il suo GarageBand (v1.4) che ne implementa appunto la compatibilità.

Analizzeremo adesso questa semplice ma potente applicazione che permette di ottenere dei bei risultati mettendo sotto esame Ampkit, Amplitube e Garageband.

Cominciamo col dire che, aprendo AudioBus, possiamo subito osservare un'interfaccia abbastanza semplice, con sole tre caselle.

Audiobus: registrare con gli Apple Device

Molto semplicemente: nella prima casella possiamo inserire le applicazioni da cui trarre i suoni, nella seconda casella possiamo inserire un'ulteriore App per effettare o equalizzare la prima casella, mentre nella terza ci inseriamo la nostra applicazione di Output, ossia quell'applicazione nella quale verranno indirizzate le App posizionate precedentemente, come per esempio Apple Garageband. In questo modo potremmo utilizzare i suoni combinati di Ampkit e Amplitube o anche prendendoli singolarmenete, e suonare direttamente in Garageband sfruttando questa buona app per registrare, studiare e divertirci.
Dopo questa rapida descrizione, diamo un occhiata più da vicino.

Apertura di Audiobus
Dopo aver aperto l'app, scegliere quali applicazioni inserire in input-effects-output. Una volta che le app sono state selezionate, attendere qualche secondo affinché vengano poi eseguite in background. Tale operazione sarà completata nel momento in cui è possibile vedere illuminarsi le freccette che collegano le caselle che "sfociano" nell'app di output (GarageBand) ottenendo un risultato del genere.

Audiobus: registrare con gli Apple Device

Prima di cominciare a registrare, passiamo alla scelta dei suoni delle nostre app chitarristiche aperte in background. Qui ovviamente subentra il gusto personale, è possibile davvero sbizzarrirsi visto le numerosissime combinazioni fattibili tra queste due applicazioni o anche sfruttarne solamente una. Personalmente ho utilizzato le versioni Free, ma è possibile effettuare acquisti in-app davvero molto interessanti e alzare notevolmente le possibilità di scelta e le combinazioni di suono ottenibili.

Apertura di GarageBand
Aperto GarageBand, notiamo subito qualcosa di strano sulla destra del display, infatti è possibile vedere l'interfaccia di Audiobus che lavora in background. Tramite quest'ultima, è possibile entrare rapidamente in ogni singola App preimpostata affinché si possa modificare a nostro piacimento ogni parametro prima di registrare, tutto ciò in maniera davvero molto rapida.

Audiobus: registrare con gli Apple Device

Adesso, per non spendere ulteriori parole, vorrei farvi ascoltare direttamente in video qualche sample ottenuto smanettando un po'.


L'App funziona davvero in maniera egregia, senza rallentamenti o crash improvvisi. Ci tengo a precisare che ho utilizzato un iPhone 5 e che ovviamente il suo processore A6 si fa sentire. Funziona tutto in maniera fluida.

Tra l'altro i programmatori dell'App consigliano l'utilizzo di iPad 2 e successivi o iPhone 4S e successivi.

Audiobus è in lingua inglese, presente nell'App Store al prezzo di 4,50 euro (qualche settimana fa in offerta, normalmente viene a costare anche il doppio).
Tutto sommato il prezzo non è eccessivo considerando la rimozione di un limite che fino a poco tempo fa impediva agli iDevice di valicare un confine davvero importante.
Ne vedremo sicuramente delle belle.

Nota della Redazione: Accordo è un luogo che dà spazio alle idee di tutti, ma questo non implica la condivisione di ciò che viene scritto. Mettere a disposizione dei musicisti lo spazio per esprimersi può generare un confronto virtuoso di idee ed esperienza diverse, dando a tutti l'occasione per valutare meglio i temi trattati e costruirsi un'opinione autonoma.
a tasty pixel audiobus premio accordo-gibson 2013 software
Link utili
Audiobus
Mostra commenti     21
Altro da leggere
Vintage: il synth VST Behringer è gratuito per una buona causa
I cori di Jacob Collier in un plugin gratuito
Transpanner: audio a 360 gradi in plugin gratuito
Cory Wong in un Pack gratuito per le DAW Apple
Tutti i suoni HeadRush in ReValver 5: la versione base è gratis
Ampli, effetti e un nuovo sistema cabinet negli ultimi firmware per Helix e POD Go
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964