VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Danelectro Pro: legno al vapore
Danelectro Pro: legno al vapore
di [user #16167] - pubblicato il

Tra le leggende delle sei corde, la Danelectro Pro è uno di quegli strumenti che o si ama o si odia, un agglomerato di masonite con due lipstick e qualche tocco di modernità. L'abbiamo provata con un Super Reverb poco più giovane del progetto Danelectro ed ecco il risultato.
Tra le leggende delle sei corde, la Danelectro Pro è uno di quegli strumenti che o si ama o si odia, un agglomerato di masonite con due lipstick e qualche tocco di modernità. L'abbiamo provata con un Super Reverb poco più giovane del progetto Danelectro ed ecco il risultato.

Sotto la vernice brillante batte un cuore di masonite. Già, perché la Danelectro Pro non è realizzata in legno, o meglio, non è realizzata in legno tradizionale.
Per chi non lo sapesse, la masonite è un materiale inventato da William Mason. Sostanzialmente si tratta di trucioli di legno disintegrati con il vapore e ri-assemblati mediante presse. Il body della Pro in prova è realizzato con un multistrato di masonite. A questo è avvitato, con quattro viti, un manico con scala da 25" e 19 tasti. Questo non è realizzato in nessuna miscela particolare, solo due tradizionalissimi pezzi di acero e palissandro.
Il blue metallizzato ricopre abbondantemente anche tutta la lunghezza del manico fino alla paletta coke bottle. La Danelectro Pro è di fatto una reissue, ma con alcune modifiche fatte per rendere la chitarra più moderna e suonabile. In origine la Dano Pro, chiamata anche Flintstone Guitar, era una 3/4 con un solo lipstick e ponte fisso non regolabile. La versione moderna invece ha un buon bridge in ottone con sei sellette regolabili, una scala da 25" e due lipstick. L'intonazione è garantita dalle sellette e la solidità del manico è data da un truss rod doppia azione con regolazione alla paletta. Una riproduzione quindi, ma con un occhio buttato al presente.
Inutile nascondere che la sua antenata era uno strumento realizzato ben più che in economia e Flintstone Guitar non era un soprannome proprio buttato lì. Completano la dotazione di bordo di questo splendido esempio di gusto anni ’50 un grosso battipenna monostrato, un selettore a tre posizioni e due pot color crema perfettamente intonati. Il primo è un master volume il secondo un controllo di tono.

Danelectro Pro: legno al vapore

I chitarristi sono sempre scettici quando si ha tra le mani una chitarra come la Pro. Prima di aprire le orecchie si pensa sempre ai materiali, alle geometrie e all’hardware, quando in realtà bisognerebbe semplicemente mettere un jack nell’amplificatore e suonare.
Accendiamo il Super Reverb del ’67, eq flat e volume sostenuto. La Dano suona subito bene, inaspettatamente bene. Si nota una differenza sostanziale tra i due lipstick.
Quello al manico restituisce un suono caldo, rotondo, quasi da humbucker. Quasi. Abbiamo sempre tra le mani un single coil su un corpo in masonite.
Quello al ponte invece è brillante, spaccone. Sarà anche dovuto alla vicinanza del ponte, ma il suono è quasi twangy. Questa doppia faccia è un’ottima arma a disposizione del trapezio di masonite. Le regala due anime differenti, che differenti restano anche quando si spinge sul gain spostandoci dal clean al crunch e poi alla distorsione.

Danelectro Pro: legno al vapore

Accendiamo un overdrive leggero. Restando sul pickup al ponte, che sembra avere anche un volume minore rispetto a quello al manico, ci si riesce a esibire in ritmiche funk un po’ sporche, stile Red Hot Chili Peppers. Passando a quello al manico, invece, si diventa per magia più bluesy e languidi. Aumentiamo il gain per passare a una distorsione un po’ più sostenuta. Ovvio, questo non è il mondo di questa Dano. Le distorsioni vere e proprio non sono pane per i suoi denti. La leggera chitarra blu però si difende bene, soprattutto con il pickup posto al centro del body. Le ritmiche sono sufficientemente grosse, ma insomma, se avessimo avuto bisogno di una LP non avremmo comprato una Danelectro Pro.


Come da premessa, la Danelectro Pro è uno strumento che si ama o si odia. L’estetica particolare va digerita, così come il suono. Le due facce possono piacere, le regalano personalità, se già il look non fosse sufficiente. Il prezzo non aiuta a trasformarla in una chitarra per tutti. Per portarla a casa occorrono circa 300 euro. Una cifra non esagerata per lo strumento, ma che probabilmente non invoglierà gli indecisi ad acquistarla a scatola chiusa. Se vogliamo darle una collocazione, la Pro è sicuramente un ottimo strumento per il blues. Negli anni, molti hanno scelto proprio la coloratissima Dano per le loro svisate pentatoniche, ed è proprio in questo ambito che la Pro si esprime al meglio.

Danelectro è distribuita da Stefy Line.

Danelectro Pro: legno al vapore
chitarre elettriche danelectro pro1
Link utili
Danelectro è distribuita da Stefy Line
Nascondi commenti     29
Loggati per commentare

Go Danelectro!!!
di GMBRUNO [user #27898]
commento del 01/10/2014 ore 10:53:22
..ho avuto in passato una DC 3 e mi pento di averla venduta...
Una chitarra con suoni particolari ma molto interessanti.
Ne rivoglio una.
Rispondi
TUTTE le Danelectro sono chitarre ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 01/10/2014 ore 11:08:53
TUTTE le Danelectro sono chitarre sulle quali QUALUNQUE liutaio non metterebbe un centesimo. Eppure suonano, suonano bene, hanno la loro personalità e possono essere delle ottime armi per trovare un suono fuori dagli schemi. Hanno arrangiamenti pazzeschi e unici... ma, sinceramente, una la comprerei volentieri... peccato per il prezzo appena troppo alto. Ecco... non sono chitarre eccezionali, non sono chitarre essenziali ma se costassero appena un poco di meno avrebbero almeno un posto in tutte le rastrelliere di tutti i chitarristi del mondo. Perchè quando vuoi qualcosa di totalmente diverso ed assurdo... questi sono gli strumenti che fanno per te! :)
Rispondi
Re: TUTTE le Danelectro sono chitarre ...
di Jaguar25 [user #20667]
commento del 01/10/2014 ore 11:40:3
Figliuolo! ma na ripetizione di italiano non farebbe male sai.

Comunque, non è vero che "QUALUNQUE liutaio non metterebbe un centesimo". Un vero liutaio che si rispetti non si fa influenzare dal fatto che una chitarra sia fatta di un materiale "poco pregiato", un liutaio bada al suono che ne esce.

Rispondi
Re: TUTTE le Danelectro sono chitarre ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 01/10/2014 ore 12:01:44
guarda... a parte i materiali "lignei" anche l'hardware è fatto di un lamierino molto economico, leggero e fragile. La progettazione delle parti mobili dei vibrato è veramente assurda, poco funzionale e certamente poco stabile, le meccaniche sono economiche come l'hardware in genere e così anche l'elettronica. Sono molto evidentemente più economici delle controparti della stessa fascia di prezzo. Inoltre le decorazioni bicolore che trovi sulle "fasce" di molto modelli non sono nient'altro che fasce di plastica adesive. In ogni caso l'equilibrio di tutte queste componenti danno un effetto ed una sensazione particolare di una chitarra che sembra tirata fuori da un grezzo ed ancestrale passato remoto piuttosto che da una mediocre fabbrichetta cinese. Questo intendevo...
Rispondi
SUONA molto BENE .. ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 01/10/2014 ore 11:09:3
SUONA molto BENE ..
Rispondi
Re: SUONA molto BENE .. ...
di animalshelter [user #42765]
commento del 26/01/2015 ore 16:24:17
ma per davvero... l' ho avuta per case, in cambio di una Cort KX100 con due umb Seymur D.
beh, non c'è paragone, grossa quando serve, e con un sus non indifferente ! non è una LP epperò !!! tlanga quanto deve e anche più di quanto costa... !!!
Rispondi
A me piace... ...
di sdl [user #5004]
commento del 01/10/2014 ore 11:57:43
A me piace...
Rispondi
Non la terrei nemmeno se ...
di SixStrings2000 utente non più registrato
commento del 01/10/2014 ore 14:15:27
Non la terrei nemmeno se me la regalassero!!!
Rispondi
Danelectro elimina i pregiudizi
di summerandsun [user #22475]
commento del 01/10/2014 ore 15:19:44
Se uno ha l'occasione di sentirne una dal vivo, comprende il livello di pregiudizio che abbiamo noi chitarristi.
Frase pesante lo so, ma parlo per esperienza diretta. Stentavo a credere alle mie orecchie
Rispondi
Ha un suono particolare....
di distorto [user #28299]
commento del 01/10/2014 ore 16:29:12
però è una delle chitarre brutte della storia
Rispondi
concordo in pieno....
di giuseppefuz [user #39881]
commento del 01/10/2014 ore 18:11:35
specie sul suono che ne esce....e aggiungo che con un bottleneck e un leggero crunch valvolare ci si tolgono molte soddisfazioni, e, ricordiamolo, senza spendere cifre astronomiche!!!....direi che ne vale assolutamente la pena farci un pensiero
Rispondi
Belle chitarre
di lullo [user #9871]
commento del 01/10/2014 ore 19:30:00
Provata una dano 63 a shg napoli in uno stand di un espositore torinese ( credo alvermann): suonava veramente bene, simile a una tele ma meno carica di alte,grande dinamica .Secondo me le dano valgono i soldi spesi, anzi forse di più . Due piccoli ot: finalmente state togliendo le sigle di inizio dai video, ottima scelta !
Quaini ( ma anche Ciro manna nonostante gli facciate provare robetta) se la mangiano quella porcheria, il confronto é impietoso. E non parliamo di luca colombo, poi.
E poi il secondo: ma perché mazzolate sempre il povero,purplehaze, appena scrive qualcosa? A me sembra un ragazzetto che cerca di farsi goffamente della pubblicità ( ricordate mehari o altri che fecero altrettanto?).
Insomma appare solo
fessacchiotto( sorry purple) ma innocuo.
Mah, misteri accordiani........
Rispondi
il suono è particolare, a ...
di dantrooper [user #24557]
commento del 01/10/2014 ore 19:34:41
il suono è particolare, a me piace per via di Mr Page, altrimenti non rientrerebbe nei miei possibili acquisti; esteticamente è proprio brutta.
Rispondi
I love Dano
di TV_Eye [user #8844]
commento del 01/10/2014 ore 19:48:27
Apprezzamento incondizionato per le Dano, e una domanda agli Autori:
spesso queste chitarre hanno la posizione centrale con i pickup collegati in serie anziché in parallelo, su questa com'è?
a me sembra una buona idea per avere un po' di gain extra piuttosto che un suono nè carne nè pesce...
Rispondi
Tiene bene l'accordatura? L'elettronica fa ...
di Braize [user #609]
commento del 01/10/2014 ore 20:01:08
Tiene bene l'accordatura? L'elettronica fa giudizio?
Rispondi
Il suono sarà pure carino, ...
di fabiojay [user #20826]
commento del 01/10/2014 ore 23:06:08
Il suono sarà pure carino, ma è brutta per essere brutta!!
Rispondi
Sarà fatta anche di cartone, ...
di irby [user #32243]
commento del 02/10/2014 ore 00:23:03
Sarà fatta anche di cartone, ma suona molto più bilanciata delle mie 2 american std.
Grrr!!!
Rispondi
Re: Sarà fatta anche di cartone, ...
di animalshelter [user #42765]
commento del 26/01/2015 ore 16:27:54
esatto... sono rimasto a bocca aperta... ampli Peawey Wiggie flat .... solo poi ho visto i video dove la suona Page... è vero, siamo pieni di pregiudizi... in fondo siamo chitarristi non fonici, vai col jack e plettro... e ti ritrovi tra le mani una locomotiva !!!
Rispondi
sembrano cheap, e lo sono, ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 02/10/2014 ore 02:12:14
sembrano cheap, e lo sono, ma io suono Danelectro da prima del 2000, buona tenuta dell'accordatura e nessun problema strutturale o elettrico.. strumenti affidabilissimi, ci sono andato a suonare in India, Peru', Germania, Spagna, Budapest...

... certo quella del video non la sceglierei, non mi dispiacerebbe l'estetica, ma i tasti accessibili sono un po' pochi...
Rispondi
Re: sembrano cheap, e lo sono, ...
di Braize [user #609]
commento del 02/10/2014 ore 11:36:29
Yaso, ne approfitto per chiederti che modelli usi. Mi fa impazzire questa del video, sono molto tentato, però è vero, 14 tasti accessibili son davvero pochi..
Rispondi
Re: sembrano cheap, e lo sono, ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 02/10/2014 ore 11:58:02
vai al link

esattamente questa ... comunque, in linea di massima, a meno che non trovi configurazioni di pick ups differenti, suonano tutte allo stesso modo e, a parte il modello in prova, hanno tutte un normale accesso alle posizioni acute ....
Rispondi
Ecco cosa apprezzo di questa ...
di MarcoV [user #30371]
commento del 02/10/2014 ore 08:57:10
Ecco cosa apprezzo di questa marca:
1) la qualità pressoché standard dei suoi modelli, cosa che assolutamente non si può dire per i modelli di altre marche (squier, fender, gibson ecc). Insomma, mi da l'idea di una marca "di cui ci si può fidare". Magari mi sbaglio, perché ne ho provate poche e non se ne vedono tante in giro, ma questa rimane al momento la mia impressione
2) quel bellissimo sapore vintage..
3) Il prezzo. Forse qualcuno lo può trovare alto per i materiali utilizzati e per altre caratteristiche. Per me è onesto. E' una chitarra cheap fatta in oriente, ma che suona!


Naturalmente il suo limite è la scarsa versatilità. Se suoni musica col distorsore a palla consiglio altro anche su quella fascia di prezzo.

Ps quoto con yasodanandana: la chitarra nel video ha davvero pochi tasti accessibili. Prenderei un altro modello.

Rispondi
Re: Ecco cosa apprezzo di questa ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 02/10/2014 ore 13:24:01
non ci fai il metal, ma le cose distorte che uno farebbe con telecaster, jazzmaster, mustang e compagnia bella, ce le fai .. anzi, essendo piu' rotonda, urla un po' di piu'...
Rispondi
Re: Ecco cosa apprezzo di questa ...
di animalshelter [user #42765]
commento del 26/01/2015 ore 16:30:38
esatto, ho una Jazz ed una LP ... beh per quello che costa... azz se suona !!!!! semplice ed efficace !!! (e poi leggera, per uno che si fa due ore in piedi smanettando, vuol dire qualcosa!!!! sappiatelo !!!)
Rispondi
Esteticamente per me è inguardabile ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 02/10/2014 ore 12:53:59
Esteticamente per me è inguardabile ma questo è solo il mio gusto, il suono lo trovo davvero bello, originale ed anche piuttosto versatile.
Senza un ponte tremolo penso sia una chitarra incompiuta
Rispondi
E io ce l'ho!!! Pappapero!!!
di kithara [user #24622]
commento del 05/11/2014 ore 16:50:29
La mia è stata salvata via Internet da uno dei tanti imbecilli musicali che affollano (e personalmente direi "ammorbano") la Rete e che la voleva gettare non so dove. Per poco più di 100 euri, belli de casa mai tanto santi e benedetti!
Droppata in Do#, corde 0.11, lo slide va via che è un piacere! E non vi dico come ci esce Kashmir degli Zep...molto peculiare ma affascinante. La adoro!!!!
Rispondi
Re: E io ce l'ho!!! Pappapero!!!
di kithara [user #24622]
commento del 05/11/2014 ore 16:53:03
...chiedo scusa, dimenticai: il MI basso della mia scalatura è uno 0.50...
Rispondi
Re: E io ce l'ho!!! Pappapero!!!
di animalshelter [user #42765]
commento del 26/01/2015 ore 16:31:56
wow !!!!
Rispondi
Punk & Garage Band
di CCDK49 [user #41591]
commento del 05/11/2014 ore 19:10:50
Con una Dano + sound orrendo siete a posto. Design / look è da galleria d'arte.
Rispondi
Altro da leggere
Malmsteen racconta la storia della Strat per le telecamere Fender
Acero, palissandro e versatilità a tutto tondo: Yamaha Pacifica Standard Plus in video
Dal thrash al funk in uno switch: Ibanez RGT1221PB in prova
La Doubleneck accessibile di Danelectro
Perché la ASAT non è un semplice clone Telecaster
PRS mostra in video le S2 del 2024 con pickup Core americani
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964