VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Fractal si fa pedaliera con FX8
Fractal si fa pedaliera con FX8
di [user #116] - pubblicato il

Fractal Audio, conosciuta universalmente per la sua serie di simulatori Axe-Fx, racchiude ora tutta la sua esperienza in una pedalboard concentrata sugli effetti. La FX8 gestisce una catena di otto suoni in 128 memorie gestibili anche via PC con il software incluso.
Fractal Audio, conosciuta universalmente per la sua serie di simulatori Axe-Fx, racchiude ora tutta la sua esperienza in una pedalboard concentrata sugli effetti. La FX8 gestisce una catena di otto suoni in 128 memorie gestibili anche via PC con il software incluso.

La filosofia costruttiva dietro i prodotti Fractal Audio è quella di concentrarsi sulla qualità del prodotto finale senza badare a spese. Se da un lato questo approccio ha reso i vari Axe-Fx un'esclusiva per pochi, ha contribuito a portare le tecnologie digitali e le simulazioni virtuali anche negli studi professionali e sui grandi palchi. Non sono pochi i musicisti che hanno deciso di affidarsi a Fractal per modellare i propri amplificatori, e ora i progettisti intendono ampliare l'audience portando ai piedi dei chitarristi l'FX8, pedaliera multieffetto costruita secondo i ben noti canoni di casa.

Con un prezzo al pubblico comunque importante, ma quasi dimezzato rispetto a quello dell'Axe-Fx, la FX8 è in grado di gestire fino a otto effetti in contemporanea, programmabili liberamente e memorizzabili in 128 scene differenti. Grazie agli switch dedicati e la possibilità di controllare gli effetti anche individualmente, tale configurazione si traduce nella possibilità di ricreare fino a 128 pedalboard diverse.

Gli algoritmi su cui si basano gli effetti sono gli stessi implementati per l'Axe-Fx II. Totalmente differente, invece, è l'interfaccia utente, qui ottimizzata per un uso dal vivo e maggiormente plug and play.
Il processore è racchiuso in un contenitore interamente in metallo, con undici switch classici da stompbox, particolarmente silenziosi nel cambio. 27 LED a due colori e un display grafico centrale permettono di orientarsi con facilità attraverso i menu e le funzioni offerte dall'FX8. Il compito di controllare valori degli effetti e navigare attraverso i menu è affidato a sei pulsanti e cinque manopole protette da una barretta metallica, per prevenire spiacevoli incontri con le suole delle scarpe.
Le connessioni comprendono doppi relè TRS per commutare tra più amplificatori, due jack per switch esterni o pedali d'espressione, USB e MIDI. Inoltre, la possibilità di usare cavi con tecnologia Humbuster permette di eliminare eventuali rumori causati da ground loop. Un elevato rapporto segnale rumore, infine, garantisce una silenziosità e una purezza sonora anche con le catene effetti più complesse.

Fractal si fa pedaliera con FX8

Ogni memoria può gestire effetti sia in serie verso l'amplificatore sia nel send return, usando il sistema a quattro cavi. La modalità Stompbox permette poi di agire individualmente su ognuno degli effetti attivi in una scena. Molti effetti prevedono inoltre la modalità XY, ovvero due modelli sonori totalmente differenti switchabili a piacimento e in qualunque momento, raddoppiando virtualmente la tavolozza sonora disponibile.
Integrati nella FX8, Fractal offre anche un accordatore, due equalizzatori globali e un looper stereofonico con quattro minuti di registrazione disponibili.

Per chi ama lavorare in studio o preparare i propri suoni con maggior comodità e libertà d'azione, il software incluso FX8-Edit permette di creare nuovi preset dal PC, scambiarli con altri musicisti e aggiornare il firmware per nuove funzioni.

Il Fractal FX8 è atteso negli USA entro fine anno e, sul sito ufficiale, è già aperta la waitlist per ordinare il multieffetto direttamente oltreoceano.

Fractal si fa pedaliera con FX8
effetti e processori fractal fx8
Link utili
Fractal FX8
Mostra commenti     91
Altro da leggere
Ho comprato il TS9 a causa dei multieffetto, e l’ho odiato
Ampli, effetti e un nuovo sistema cabinet negli ultimi firmware per Helix e POD Go
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
NUX Mighty Plug Pro: uno studio in tasca
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964