HOME | CHITARRA | DIDATTICA | LIFESTYLE | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
di [user #16140] - pubblicato il

Nel team scelto da Paul Gilbert per il suo tour in giro per l'Europa, alla batteria siede Thomas Lang che per quest'occasione, ha scelto un set piuttosto minimale (naturalmente se paragonato al suo set usuale). Grazie al supporto di Enrico "Kikko" Sesselego (FOH nel tour) Thomas ci racconta il suo setup.
Vista la presenza di Enrico e grazie anche al suo ruolo all'interno del tour, abbiamo colto l'occasione per farci svelare qualche curiosità e raccogliere qualche informazione interessante.

Eccomi di nuovo on the road con Paul Gilbert come "Front of the House" (FOH) engineer nel tour Europeo/medio oriente in promozione del suo nuovo album di studio "I Can Destroy". E di nuovo mi ritrovo l' onnipresente Thomas Lang, alla cui sapienti mani (e piedi!) è affidata la batteria di un non facile show.
Difatti questa volta Paul si presenta in trio, con Pete Griffin al basso, per un set di quasi due ore dai ritmi entusiasmanti, che alternano impennate rock/shred e qualche momento più bluesy: basti pensare che la performance inizia con una medley di 37 minuti nella quale Paul ripropone 30 anni di riff, temi e soli... senza soluzione di continuità!

E come sempre Thomas fa la sua gran figura, accentuata anche da un momento tutto suo solistico all'interno del set. Insomma, chi viene a vedere il pirotecnico Gilbert si gode anche il polipeggiante Thomas. Non male, direi!
Per Accordo lo intervisto in uno dei nostri momenti di soundcheck (in questo caso a Reading, UK). Ormai gli orari sono scanditi, il ritmo del tour è preso e davanti a noi ancora parecchie date. L' atmosfera quindi è (necessariamente) di grande relax.

Dal punto di vista audio, Thomas è notoriamente un endorser di microfoni Audix ma in questo tour si adegua - come io stesso per quanto riguarda il "banco"-  a quello che  la venue locale propone. Niente di problematico in realtà, avevo già imparato la lezione lo scorso tour e so esattamente cosa piace a Thomas: le due casse dal suono "clicky", ovvero svuotate dai 500 Hz e con un attacco pronunciato, indispensabile per rendere intellegibili i passaggi di doppio pedale dalle più svariate dinamiche e pattern irregolari. Rullante principale esaltato nel suo timbro metallico ma corposo, dare risalto ai charlie, un occhio ai toms, al secondo rullante e il gioco è fatto. Il tutto seguito in real-time durante lo show.

Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert


Ecco quindi il setup di Thomas Lang
Thomas è da tempo endorser Drum Workshop (meglio nota come DW Drums). Per questo tour sta utilizzando un set (a noleggio se pur della serie da lui attualmente utilizzata) con fusti in acero della Collector Series con finitura Broken Glass e hardware cromato. I cerchi sono il modello True Hoop. Il rullante è il modello Black Ti con fusto in titanio dallo spessore di 1 mm. La tensione della pelle battente è media. Il secondo rullante è sempre della Collector Series, ma con fusto in acero e delle dimensioni di 14"x5". La tensione della pelle battente in questo caso è bassa. Stesso discorso per tom e floor tom. I pedali per le due casse e l'asta dello hi-hat, sono della serie 9000 (DW Drums). Tutti i piatti sono Meinl.

Cassa
  • 24"x20"
  • 24"x20"
Tom
  •  12"x9"
Floor tom
  • 16"x14"
  • 18"x16"
Rullante
  • 14"x6,5" (principale)
  • 14"x5,5" (secondario)
Piatti
  • Hi-hat - Byzance Traditional - 15"
  • Hi-hat - Ralf Gustke signature - 16"
  • Crash - Byzance Traditional - 18"
  • Crash - Byzance Traditional - 19"
  • Crash - Byzance Traditional - 20"
  • China - Byzance - 18"
  • Ride - Un prototipo del quale al momento non ci è dato di conoscere nome e misura
A questi si aggungono due stack e un piatto signature chiamato Super Stack che verrà rilasciato nel dicembre 2016



 
enrico sesselego thomas lang top set
Link utili
Thomas Lang
Enrico "Kikko" Sesselego
Paul Gilbert
DW Drums
Meinl Cymbals
Altro da leggere
Pubblicità
Tre occasioni imperdibili per incontrare...
Custom Shop Milano 2017: lezioni e workshop...
Il setup di Damien Schmitt...
Dolcetti: tour con Greg Howe e Stu Hamm per...
Pubblicità
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





Visto a Custom Shop Milano 2017
L'onorevole Vignali a CustomShopMilano: fare sistema a vantaggio comune
Custom Shop Milano e la qualità
Il solo motivo per non venire a Custom Shop 2017
Echo, rockabilly & telecaster: sale in cattedra Don Diego
Come entrare a Custom Shop e uscirne con un AMPLIFi
A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso
Ellade Bandini: lo swing di Euro
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Ellade Bandini - Le origini e la formazione
Top Set
Il setup di Damien Schmitt
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
9 giorni a Natale: il drumkit mostruoso che vorrei
L'epidemia dei setup clone
Il Setup di Aaron Spears
Il setup di Tony Royster Jr.
Il Setup di Charlie Benante
Interviste
Quale legno scegliere per i fusti della batteria?
Intervista a Damien Schmitt
Tieni il tempo
Dixon Revolution Cajón Rack: intervista a Claudio Canzano
Racer Café: Intervista a Erik Tulissio
Intervista a Dave Lombardo
Aspettando RitmiShow Napoli 2014: Naga Distribution
Intervista a Michael Baker
Vadrum vs V-Drums - Qualche domanda ad Andrea "Vadrum" Vadrucci
Intervista a Dave Weckl
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964