CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
EBS Black Haze: basse e balance a tutto spiano
EBS Black Haze: basse e balance a tutto spiano
di [user #46209] - pubblicato il

La distorsione potente e profonda del Black Haze è l'ideale per i bassisti che intendono ingrossare le proprie linee per fornire ciccia e ricchezza anche alle formazioni più scarne. Bello con le dita, superbo col plettro, si siede sul fondo del mix senza infastidire i solisti.
La linea di stompbox Blue Label rappresenta l'escursione dei progetti EBS verso il radar dei chitarristi, ma la lunga esperienza del marchio svedese nel campo delle basse frequenze lascia una forte impronta anche sui nuovi effetti, che abbiamo scoperto rendere alla grande anche sul basso. Profondo e versatile, grazie a tre modalità di funzionamento e due stadi di gain, il Black Haze è l'overdrive-distorsore dedicato a chi non richiede presenza a tutti i costi, ma cerca una saturazione capace di "stare al suo posto".

EBS Black Haze: basse e balance a tutto spiano

Non appena estraggo il Black Haze dalla scatola, un dubbio linguistico mi attanaglia. La voglia di collegaro all'amplificatore è tanta, ma mi trattengo per un minuto e prima consulto il caro “wordreference” per verificare l’esatta traduzione del nome che gli è stato dato. I nomi di certi stompbox, solitamente, non vengono dati a caso, così comincio già a figurarmi che il nostro “foschia nera” sia un pedale con un discreto carico di basse. Con questa premessa in mente, mi armo di cavi e mi appresto a provarlo.

Dal punto di vista dell'interfaccia si presenta esattamente come il Drive Me Crazy, quindi con le regolazioni di Drive, Tone e Volume più lo switch a tre vie per le modalità Thin-Normal-Deep. A differenziarlo è solo il colore nero dello chassis.
Timbricamente troviamo di nuovo una distorsione aggressiva, ma più incentrata su un range medio-basso. Questa sua caratteristica, quando abbinata a carichi di drive elevati, tende a far risultare l’esecuzione con le dita leggermente più confusa favorendo però l’esecuzione col plettro, con la quale si raggiunge un perfetto bilanciamento: le basse sono ben presenti, l’attacco del plettro è nitido ma non invasivo sulle alte frequenze.

EBS Black Haze: basse e balance a tutto spiano

Equilibrato e potente, il Black Haze risulta più adatto alle situazioni in cui c’è bisogno di sostenere il mix con una linea poderosa, piuttosto che quelle in cui si richiede molta presenza per bucarlo.
Nel video ho suonato esattamente gli stessi riff già eseguiti per la recensione del Drive Me Crazy e ho mantenuto le medesime regolazioni, così che risultino chiare le differenze timbriche e di spettro sonoro tra i due pedali e sia quindi più facile fare un confronto tra i modelli.



Maggiori dettagli tecnici sul Black Haze possono essere reperiti sul sito ufficiale a questo link. Per provarlo con le vostre mani, vi consigliamo di fare un giro nei negozi serviti dalla distribuzione di Gold Music.
black haze ebs effetti e processori
Link utili
La recensione del Drive Me Crazy
Black Haze sul sito EBS Sweden
Sito del distributore Gold Music
Mostra commenti     0
Altro da leggere
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
JHS presenta l’ennesimo Tubescreamer, e spiega perché
BOSS Waza tra loadbox e IR: abbiamo solo scalfito la superficie?
Walrus Canvas: la DI/LI box del chitarrista moderno
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964