HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
UpShot: un woofer tondo come personal monitor
UpShot: un woofer tondo come personal monitor
di [user #116] - pubblicato il

Acoustic Image ribalta il progetto della cassa per basso e contrabbasso e la trasforma in un cilindro a faccia in su per diffondere meglio le frequenze.
Acoustic Image è un laboratorio statunitense specializzato nella creazione di amplificatori e diffusori per basso. In catalogo ha molteplici woofer con una classica configurazione di altoparlante rivolto verso il pavimento al fine di diffondere le vibrazioni più gravi in maniera vigorosa e presente. Con l'UpShot, capovolge letteralmente il progetto e sforna un piccolo cabinet rotondo al cui centro c'è un solo cono rivolto verso il soffitto.

L'UpShot racchiude un altoparlante da 10 pollici in un contenitore cilindrico dallo spessore di 6 pollici. Le dimensioni sono simili a quelle di un rullante per batteria e il peso è di soli cinque chilogrammi circa.

UpShot: un woofer tondo come personal monitor

La singolare progettazione ha lo scopo di offrire al bassista un suono più diretto e intelligibile verso il suo orecchio. Al contempo, l'omnidirezionalità delle basse frequenze fa sì che lo strumento arrivi in maniera uniforme a tutta la sala.

La cassa gestisce un massimo di 300 watt su 8 ohm, regge senza problemi un piccolo live ed è l'ideale come monitor personale quando il suono diretto al pubblico passa dal PA.
Pensata per basso elettrico e contrabbasso, è particolarmente utile con quest'ultimo quando si ha bisogno di un riscontro chiaro e immediato per migliorare la propria intonazione sul palco.

UpShot: un woofer tondo come personal monitor

Maggiori informazioni tecniche, utilizzi consigliati e disponibilità, sul sito della divisione europea di Acoustic Image a questo link.
acoustic image casse e altoparlanti upshot
Link utili
UpShot sul sito Acoustic Image
Altro da leggere
Pubblicità
Marshall si ascolta in casa col Multi-Room...
Amplifcatori: più potenza non serve quanto...
Le casse HyDrive si rinnovano per il decimo...
La serie Turbosound iQ spiegata...
Pubblicità
Commenti
di fabrimix1 [user #43172] - commento del 07/11/2017 ore 10:04:17
Sarei curioso di vedere come fa a non "saltare" da terra a volumi sostenuti...proprio per questo motivo sono dubbioso sulla sua effettiva utilità.
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026] - commento del 07/11/2017 ore 15:47:48
quattro tasselli e la inchiodi al pavimento :-)))
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso
Ellade Bandini: lo swing di Euro
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Ellade Bandini - Le origini e la formazione
Top Set
Il setup di Damien Schmitt
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
9 giorni a Natale: il drumkit mostruoso che vorrei
L'epidemia dei setup clone
Il Setup di Aaron Spears
Il setup di Tony Royster Jr.
Il Setup di Charlie Benante
Interviste
Quale legno scegliere per i fusti della batteria?
Intervista a Damien Schmitt
Tieni il tempo
Dixon Revolution Cajón Rack: intervista a Claudio Canzano
Racer Café: Intervista a Erik Tulissio
Intervista a Dave Lombardo
Aspettando RitmiShow Napoli 2014: Naga Distribution
Intervista a Michael Baker
Vadrum vs V-Drums - Qualche domanda ad Andrea "Vadrum" Vadrucci
Intervista a Dave Weckl
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964