CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Derek Day: come spaccare live in sette mosse
Derek Day: come spaccare live in sette mosse
di [user #17404] - pubblicato il

Si chiama Derek Day e ha 25 anni. Inizia suonando per strada a Venice Beah dove se la cava bene, si fa notare tanto e - in un lampo - si trova a dividere il palco in giro per il mondo con Slash, Steel Panther, Steve Vai, Ted Nugent. Ha scritto a quattro mani con Vernon Reid dei Living Colour il singolo “Click On Me”. Una delle voci e chitarre più cool e ricercate dell'area di Los Angeles, Derek sarà con noi per condividere qualche esperienza sulla sua smagliante attività musicale.

"Credo che la cosa più importante sia portare sul palco uno show che resti memorabile per il pubblico. Io ho fatto un elenco, sette punti imprescindibili, le mie regole da rispettare per dare il massimo in ogni spettacolo." (Derek Day)

Derek Day: come spaccare live in sette mosse

1 - VIVI!

Appena ti svegli la mattina, fai un bel respiro, guarda le tue mani, ammirati. Ed esci appena puoi a prendere una bella boccata d’aria fresca: respira! Gustati la tua colazione, boccone dopo boccone. Fai tutto con calma. Insomma, renditi conto che sei una meravigliosa cosa vivente che respira e cammina. Perché, ricordati, che quello che devi portare sul palco si chiama spettacolo dal vivo…ed è così importante che tu per primo sia consapevole della tua vitalità.



2 - LOOK

Pensa al tema del tuo spettacolo, al genere musicale. E sali sul palco un look che gli sia coerente, che ti rappresenti ma che sia il più vicino possibile alla musica che suoni.
Questo davvero agevolerà il tuo pubblico ad entrare nello show, a cogliere immediatamente la tua proposta. Se il tuo abbigliamento aiuta il pubblico a decifrarti, toglie a te una responsabilità lasciandoti maggiore spazio, almeno nelle prime canzoni, per stare concentrato sul resto: quello che suoni, il tono, ciò che avviene sul palco, la tua performance…

3 - PROVARE

Ovviamente tutti proviamo tanto perché vogliamo portare sul palco uno show che sia il più curato possibile. Per questo, durante le prove dovremo provare tutto quello che faremo sul palco, non solo la parte musicale: anche le parti nelle quali si interagisce con la band, quelle nelle quali si parla con il pubblico, quel singolo gesto particolare che si fa in quella parte di canzone…so che può sembrare bizzarro. Ma tutto va provato dettagliatamente. E andiamo al punto quattro..

Derek Day: come spaccare live in sette mosse

4  - SII PUNTIGLIOSO

Davvero devi curare tutto durante le prove: la mimica che fai cantando un tale testo, quando indichi qualcuno del pubblico in un tale momento della canzone…qualcuno è contrario a questo approccio: lo trova eccessivo e pensa ammazzi la spontaneità del live.
Io invece, credo che solo avendo pronto ogni dettaglio, si crei dell’autentico spazio e delle autentiche possibilità per una sana improvvisazione. 

5 - IMPROVVISAZIONE

È l’altra faccia della medaglia del provare in maniera così scrupolosa. L’improvvisazione è il momento del gioco, del divertimento, del “qui e adesso”. Attento a non esagerare però! Cospargi il tuo spettacolo di piccoli momenti improvvisativi che aiuteranno Il pubblico a sentirsi più presente, lo spiazzeranno e l’energia di questi cose nuove e inattese accenderà l’audience.



6 - OSSERVA

Osserva le band dei più grandi e capisci cosa le ha rese così popolari. Ma guarda anche la band sconosciuta che si esibisce per strada, per vedere cosa ha di buono e cosa invece non ti piace. E poi osservati, anche se per me a volte è davvero dura; solo riguardandoti scoprirai cose che fai e non funzionano e non ti piacciono. E poi devi alzare lo sguardo, osservare a un livello più alto: devi guardare il pubblico, vedere che stia entrando nel tuo mondo. Quando suoni, stai raccontando delle storie e tu vuoi che chi ti ascolta sia partecipe!

7 - MUOVITI!

Ok, se ti muovi come un indemoniato mentre sei al supermercato sembrerai un folle ma quando sei sotto i riflettori, sul palco o in mezzo a una strada con delle grosse casse a tutto volume, allora puoi fare di tutto: agitarti, correre! Devi fare qualcosa per trasmettere al pubblico la voglia di non starsene lì, imbalsamati con il loro drink in mano! C’è un’energia magica per la quale se tu ti muovi al tuo pubblico viene voglia di muoversi. Devi creare il tipo di mood per il quale un tizio deve dire “Ehi io me ne sto seduto tutta la settimana otto ore al giorno in ufficio: voglio ritornare allo show di quel ragazzo che mi ha fatto muovere il culo!
 
 
derek day lezione
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
Il sito di Derek Day
In vendita su Shop
 
Ibanez S 421 BBS,corpo in Mogano,BLACKBERRY SUNBURST + Astuccio. Spedita gratis
di Dream Music Studio
 € 465,00 
 
Tama Speed Cobra HP310L
di Banana Music Store
 € 85,00 
 
Paiste Alpha Brillant Thin Crash 17" Spedizione Inclusa
di Dream Music Studio
 € 175,00 
 
QUIKLOK 30.02113 MCR615K-1BK Cavo cannon maschio jack trs 1 mt
di Borsari Strumenti Musicali
 € 6,00 
 
rhodes 73 MK2
di Scolopendra
 € 1.450,00 
 
KORG WDT-1
di Banana Music Store
 € 93,00 
 
Fender CD-60 Dread V3 DS Blk WN
di Centro della Musica
 € 135,00 
 
FLORET JBSL701 TROMBONE A TIRO CON COULISSE DA STUDIO IN SIB
di Borsari Strumenti Musicali
 € 199,00 
Mostra commenti     18
Altro da leggere
Steve Vai, Guitar Extravaganza!
Steve Vai e Billy Sheehan raccontano "Eat 'em and Smile"
Supersonic Blues Machine
Marty Friedman: un piccolo fraseggio in frigio maggiore
Vai: chi suona ciò che non ama, finirà per sentirsi un miserabile
In studio con i Super Sonic Blues Machine
Albert Lee: "Chi è un virtuoso?"
Albert Lee: "Chitarristi, imparate gli Accordi"
Kris Barras, una chitarra che picchia
Kris Barras: unire i box della scala pentatonica
Daniele Gottardo: Misolidio & Cromatismi.
Steve Vai presenta Pia
Paul Gilbert: usare la Scala Blues maggiore
Esercizi e abitudini di warm up: da Steve Vai a Slash
Vandenberg: "Il Prog non è sexy. Keith Richards sì"
Kris Barras: usare i cromatismi e mettere pepe nel fraseggio blues
Soul Garage Experience: "Right Down Below"
1987: un assolo su una ballad hard rock
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Ovation Adamas 1681-9 anno 1983
Visualizza l'annuncio
Multieffetto Zoom Ac-3
Visualizza l'annuncio
vox ac15c1
Seguici anche su:
Altro da leggere
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?
I sosia dei Måneskin su un cartellone in Lettonia? Significa più di ...
Fender Stratocaster #0018 del 1954: il restauro ToneTeam
E se il ritorno al rock passasse dalla realtà virtuale?
Che cos’è il blues? Il video
Un plotone di star per il vaccino con la chitarra dei Tenacious D
Il fenomeno Maneskin




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964