VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Luca Mantovanelli alla sua prima signature: Ibanez LM1
Luca Mantovanelli alla sua prima signature: Ibanez LM1
di [user #116] - pubblicato il

Ibanez e il talentuoso Luca Mantovanelli disegnano una Prestige inedita tra Italia e Giappone, con pickup Seymour Duncan, hardware Gotoh e l’anima di una AZ.

Sotto i riflettori delle novità chitarristiche, il nuovo anno si apre con il colpaccio di Luca Mantovanelli che si guadagna un posto nell'Olimpo della chitarra elettrica mondiale. Tra le chitarre signature di Steve Vai, Paul Gilbert, Joe Satriani, Pat Metheny, Polyphia ora, nel catalogo Ibanez, ci sarà anche un modello dedicato al giovane chitarrista di Caserta: un onore che, ad oggi, era spettato solo a Marco Sfogli (PFM, James LaBrie, Icefish) guarda caso compaesano ed ex insegnante, proprio di Mantovanelli.
Che Luca fosse in odore di santità in casa Ibanez, però, era nell'aria; negli ultimi anni Mantovanelli non ha sbagliato una mossa: prima è diventato un riferimento mondiale per abilità tecnica di fraseggio e modernità di linguaggio, imponendosi come il classico "chitarrista per chitarristi", punto d'arrivo vivente a cui rivolgersi per esplorare le nuove frontiere del vocabolario shred, progressive, fusion. Status che Luca si guadagna tanto come didatta tra i più seguiti di Jam Track Central, tanto conquistando attenzioni e attestati di stima da giganti come Steve Vai e Greg Howe. Mantovanelli però, non si siede in questo ruolo di iper tecnico votato all'insegnamento e, nel 2020, confezione un album solista MULTIVERSUM che conquista per songwriting, cura negli arrangiamenti e nella produzione.



Un disco che rimarca con decisione il suo spessore di autentico musicista con una precisa vocazione artistica, prima ancora che meraviglioso funambolo a sei corde. Ma nemmeno in questa nuova declinazione chitarristica - versione riveduta e corretta di virtuoso alla Greg Howe, Brett Garsed e Frank Gambale - Luca Mantovanelli si ferma; nel 2021 arriva, totalmente inattesa, la convocazione come chitarrista per il tour mondiale di Eros Ramazzotti, ingaggio che svela anche la natura più versatile e pop di questo chitarrista eccezionale.

Luca Mantovanelli alla sua prima signature: Ibanez LM1

Così, in comcomitanza del lancio dei nuovi modelli Ibanez per il 2023, è stato publicato un nuovo video ufficiale in cui  Luca Mantovanelli sfoggia la LM1 sulle note di “Insomnia”.



Prodotta in Giappone per la serie Prestige, la LM1 trae forte ispirazione dai canoni stilistici introdotti con la fortunata serie AZ. A questa si rifà per lo stile del body, con profondi contour per avvolgere il corpo del musicista con naturalezza. Grande attenzione è rivolta alla suonabilità, con accorgimenti come il tacco smussato Super All Access Neck Joint per l’avvitamento del manico su quattro boccole, ideale per agevolare il playing sui registri più acuti.
Il profilo è ovale a C, anche questo su stile delle chitarre AZ, realizzato in acero trattato ad alte temperature e abbinato a una tastiera in palissandro. 22 fret di tipo jumbo in acciaio ricevono un trattamento Prestige per bordi smussati e una suonabilità più agevole. Il raggio compound da 9 a 12 pollici evidenzia un focus speciale sulla flessibilità per muoversi con agevolezza tra accompagnamenti in primo manico ed escursioni soliste nei range più avanzati senza però sfociare nelle tastiere più piatte tipiche degli strumenti da shred propriamente detti. Lo stile di Luca trova infatti un punto di contatto tra linguaggio all’avanguardia e di gran tecnica ma con un approccio classico, che la scheda tecnica della LM1 riassume con fedeltà.
Si nota anche in accorgimenti come gli eleganti segnatasti dot in abalone, a cui si contrappongono dei pratici Luminlay lungo il bordo superiore. Del tutto rivolta alla performance è la scelta dell’hardware, con un capotasto in osso trattato a olio per una tenuta d’accordatura eccellente, complici anche le meccaniche bloccanti e il ponte mobile a due viti modello T1702B, tutto a marchio Gotoh.

A Seymour Duncan è invece affidata l’elettronica, con tre single coil modello Fortuna, apprezzati per uno spiccato bilanciamento sonoro e una propensione a valorizzare l’abbinamento con effetti disparati.
Il tutto è immerso in un wiring tradizionale solo all’apparenza.
La configurazione è quella tipica di un selettore a cinque posizioni e tre potenziometri, ma il loro ruolo non è quello che ci si aspetterebbe a una prima occhiata. Il primo controllo gestisce il volume e il secondo il tono, mentre la terza manopola lavora come un blend per introdurre gradualmente i pickup anche nelle posizioni del selettore in cui non sarebbero coinvolti. Così facendo è possibile ottenere la combinazione dei pickup di ponte e manico insieme o azionare tutti e tre i pickup in contemporanea, dosando sfumature sempre diverse a seconda della posizione scelta sul selettore.

Luca Mantovanelli alla sua prima signature: Ibanez LM1

La serie AZ dà prova ancora una volta di poter rappresentare un’arma versatile e stimolante tra le mani di una generazione di chitarristi con tanto da dire, musicalmente parlando. Così la LM1 di Luca Mantovanelli aggiunge al catalogo una sfumatura originale, promettente, che meriterà senza dubbio di tenere gli occhi puntati in direzione di Ibanez nel prossimo periodo.
Sul sito ufficiale, la scheda tecnica completa dello strumento è disponibile a questo link.
chitarre elettriche ibanez lm1 luca mantovanelli
Link utili
La LM1 di Luca Mantovanelli sul sito Ibanez
Nascondi commenti     9
Loggati per commentare

di dariothery [user #12896]
commento del 03/01/2023 ore 15:42:28
Chitarra bellissima, musicista fantastico!
Rispondi
di sonicnoize [user #36973]
commento del 03/01/2023 ore 16:01:23
chitarrista completo, sicuramente uno dei migliori in Italia.
Le AZ mai provate sembrano davvero chitarre notevoli
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 03/01/2023 ore 16:32:07
Mantovanelli è un chitarrista magnifico.
Molto interessante anche la chitarra.
Rispondi
Loggati per commentare

di Tubes [user #15838]
commento del 03/01/2023 ore 17:22:52
Che chitarrista talentuoso, non lo conoscevo confesso, ma mi ha acchiappato subito. Fraseggio tecnicissimo quando serve, quindi a dosaggio limitato come piace a me, e poi gran suono e stile da vendere. Azzeccata l'accoppiata con Ibanez che si conferma veramente un brand di chitarre moderne, grintose, che si fanno suonare per bene. Prima o poi una me la devo portare a casa.
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 03/01/2023 ore 18:14:44
Gran bella chitarra, praticamente identica alla AZ2203, che costa uguale (brava Ibanez).
Valida alternativa (meno costosa) della Suhr Classic S.
Non credo ne venderanno tantissime, Mantovanelli è un fenomeno ma al momento non è conosciutissimo, in ogni caso, specifiche alla mano, è una gran bella chitarra.
Rispondi
di Axilot [user #52908]
commento del 03/01/2023 ore 20:48:22
Bella!
Comunque c'è stato almeno un altro italiano con una signature Ibanez , Cesareo degli Elio e le storie tese con la sua RG H57.
Rispondi
di saverio21 [user #20612]
commento del 05/01/2023 ore 16:20:47
Anche Marco Sfogli l'ha avuta
Rispondi
di Axilot [user #52908]
commento del 05/01/2023 ore 16:25:08
Si giusto Marco Sfogli nel testo dell' articolo è riportato volevo solo notare che c'era anche una signature di Cesareo.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 04/01/2023 ore 10:47:44
Comunque, gira che ti rigira, si va sempre a finire lì.... ;-)
Rispondi
Altro da leggere
Harley Benton DC Custom II: Il sogno rock a sei e dodici corde diventa accessibile
Chitarre da sogno, chitarre da record
Finiture vintage, pickup inediti e il ritorno del palissandro con le Fender Player II
QX52: headless ibanez con tasti “storti” in video
SC-Custom III è la single-cut versatile di Harley Benton
The Aston Martin Project: verniciatura fai-da-te
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
The Aston Martin Project: verniciatura fai-da-te
Perché ti serve un pedale preamp e come puoi utilizzarlo
Vedere la chitarra oggi: io la penso così
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964