VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità
I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità
di [user #62015] - pubblicato il

Tra i tanti bisogni condivisi da professionisti e principianti nel mondo della chitarra, poter contare su un buon amplificatore con cui studiare in casa senza disturbare nessuno, né essere disturbati, rappresenta uno dei più importanti.
Oggi, il mercato di riferimento si rivela tanto ricco di possibilità da generare il cosiddetto imbarazzo della scelta. Anche nell’ambito dei practice amp, però, esistono degli stand-out. Si parla di best buy che vengono apprezzati per la loro versatilità e per la resa sonora che offrono sin dalla loro introduzione sul mercato. Alcuni di questi focalizzano la propria filosofia sulla connettività e sull’editing, mentre altri puntano tutto sulla portabilità. A conti fatti, si può affermare senza remore alcuna che esista un amplificatore da camera per ogni esigenza, con alcuni modelli utili anche per piccoli contesti live o per suonare in strada divertendosi senza troppe pretese. Sebbene negli amplificatori da studio la prerogativa non sia mai stata un suono cristallino e sfaccettato, gli standard attuali in questi termini sono notevolmente aumentati rispetto al passato, soprattutto grazie agli effetti on-board e all’elevata personalizzazione a cui è possibile sottoporre determinati esemplari.  

I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità

Yamaha THR10II
Da molti considerato il best buy assoluto tra gli amplificatori da camera, il THR10II ha dato prova negli anni di essere molto più di un semplice practice amp. Precursore di un’intera corrente stilistica per quanto concerne la struttura e le funzionalità che presenta, questo amplificatore con un output da 20W e ben cinque canali, offre all’utilizzatore dieci effetti e un buon catalogo modeling. Con soli 3.2 kg di peso e uno chassis decisamente compatto in rapporto alla moltitudine di funzioni che lo caratterizzano, il THR10II è uno dei migliori prodotti all’interno di questo panorama. Modulazioni fedeli, delay, riverberi e l’output USB con cui poter tranquillamente registrare completano il pacchetto offerto da Yamaha in un prodotto wireless compatto e dall’estetica piacevole.

I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità

Fender Mustang LT25
La linea Mustang proposta da Fender rappresenta un altro caposaldo nel mondo degli amplificatori da studio. 25W e 25 effetti preimpostati caratterizzano questo prodotto, nonostante l’assenza di connettività Bluetooth lo penalizzi rispetto ai competitor. In ogni caso, anche il Mustang LT25 offre effetti di buona qualità in preset e un’interfaccia utente semplificata grazie agli switch rotativi e allo schermo dalle grafiche chiare e minimali. Inoltre, la possibilità di connettere l’amplificatore attraverso l’app Fender Ton Desktop permette di effettuare i settaggi richiesti in maniera veloce e intuitiva.

I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità

Laney Cub Super-12
Il sogno dei puristi: un valvolare dall’estetica e dalla resa sonora di alto livello, dal rapporto qualità/prezzo capace di indurre facilmente in tentazione. L’attenuatore di potenza lo rende perfetto per fare pratica, abbassando l’output a 1 Watt. La voce è pulita, calda e in grado di spaziare in territori differenti: dal country all’hard rock. La funzione boost, invece, permette di sporcare il suono leggermente. In ogni caso, l’amplificatore non è indicato per l’high-gain.

I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità

Positive Grid Spark MINI
10W in output e 43 effetti integrati caratterizzano la proposta estremamente compatta di Positive Grid. Lo Spark MINI rappresenta la risposta smart alle necessità del chitarrista moderno, desideroso di sperimentare, esercitarsi e suonare libero da barriere senza dover compiere sforzi immani per portare con sé un amplificatore ingombrante solo per esercitarsi in giro. 30 model diversi: da ampli clean a hi-gain moderni, il tutto accompagnato dalla Spark app con cui poter sfruttare a pieno il potenziale di questo performante amplificatore da camera.

I migliori amplificatori da camera per esercitarsi in tranquillità

BOSS Katana AIR
Con 30 Watt in output, cinque amp model e oltre 50 effetti in uno chassis di dimensioni e peso ridotti al minimo, il Katana Air è, insieme al THRII di Yamaha, uno dei prodotti di punta nel campo degli amplificatori da camera e, soprattutto, dei modelli wireless. L’autonomia a piena carica del Katana AIR è di ben 12 ore, mentre usando otto batterie AA è possibile avere 20 Watt in output per sette ore di autonomia.
amplificatori per chitarra boss cub super 12 fender katana air laney mustang lt25 positive grid spark mini thr10 yamaha
Link utili
Yamaha THR Wireless in prova su Accordo
BOSS Katana Air in prova su Accordo
Yamaha THR10II
Fender Mustang LT25
Nascondi commenti     17
Loggati per commentare

di claude77 [user #35724]
commento del 04/09/2023 ore 11:03:35
Ho il THR10 V2. Una bestia incredibile. Bello, semplice, efficace con un suono reale (dopo piccolo smanettamento), completo e mangia pedali. Best buy assoluto.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 04/09/2023 ore 13:21:4
Io ho Roland Cube Mini GX, se usato per fare pratica in casa è più che sufficiente.
I suoi 3W sul piccolo cono da 5" su 4 ohm si sentono molto bene.
Suoni convincenti, specialmente i puliti e i crunch.
Discreti gli effetti, il delay e i riverberi.
Promosso
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 04/09/2023 ore 14:19:1
Lo Spark mini ha il vantaggio di poter essere alimentato con una batteria interna, a discapito di una potenza inferiore rispetto allo Spark da 40W alimentato solo a rete.
Non l'ho mai provato, ma il fratello maggiore in mio possesso è un ampli davvero ben fatto e ben suonante, corredato di un'app che è molto interessante per esercitarsi ed imparare nuovi brani.
Rispondi
di pelgas [user #50313]
commento del 04/09/2023 ore 14:51:57
Un tempo c'era il cube o micro cube della Roland. Ce n'era uno con 4 speaker da tre pollici che faceva il verso a uno stack Marshall carino carino.
Cmq anche Black Star aveva bei combo da cameretta. Devi vedere sui negozi online e su YouTube gli audio test
Rispondi
di fibo [user #47404]
commento del 04/09/2023 ore 15:03:16
Mi piace buttare un occhio sulle novità ma per ora fra tutti i piccoletti che ho provato stravince sempre il mio fidato Fender Chanp che a volte ho usato con soddisfazione anche live (ovviamente microfonato.
Rispondi
di matteo56 [user #9455]
commento del 04/09/2023 ore 17:07:01
Io mi sto divertendo con un Nux mighty space e suona veramente bene. Lo sto suonando con una archtop Heritage ed un preset che ho fatto io con Fender de luxe e cassa Fender bassman 4x10 e mi piace molto.
Rispondi
di Jumpy [user #1050]
commento del 04/09/2023 ore 20:38:51
Ho un Peavey studio pro 110 dal 1996, indistruttibile, pulito neutro e cristallino (ci si potrebbe ascoltare la musica, lo usavo col pod 2 e ora con la Firehawk FX), canale distorto accettabile se voglio usarlo da solo.
In casa mi basta tenerlo al di sotto di 1/4 di volume.
Rispondi
di hellequin [user #42701]
commento del 04/09/2023 ore 21:55:44
Io ho il primo Thr10, rimane ancora oggi un ampli imbattibile per l'uso in casa con una qualità del suono sorprendente. Ne ho provati molti, rivenduti, lui rimane sempre al suo posto. Forse il thr30 sarebbe un degno sostituto, ma costa troppo.
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 04/09/2023 ore 23:02:20
Idem... Il mio l'ho modificato per avere le 5 memorie esterne a pedale ( basta tirare fuori dei fili dai contatti sotto i microswitch).
Successivamente ne ho acquistati altri di giocattolini di vari prezzi, sempre rivenduti dopo poco... Il THR rimane ...
Rispondi
di hellequin [user #42701]
commento del 04/09/2023 ore 23:10:35
Modifica molto interessante, l'avevo vista in rete ma non ho mai avuto la pazienza di farla, ora però mi hai messo la pulce :-).
Riguardo al THR10 ti dirò di più, ha un chorus bellissimo, molto più bello di alcuni pedali analogici che ho provato.
Un ampli che si può acquistare usato a poco, credo sia da prendere in considerazione anche adesso.
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 05/09/2023 ore 17:43:50
È una modifica abbastanza semplice, saldi dal lato opposto della scheda rispetto i pulsanti e fai in modo di tirare fuori i fili..
Io nel mio ho messo una vecchia presa stampante recuperata da un pc dismesso, ho preferito non avere cavi volanti attaccati, 6 pulsanti ( momentanei) come switch e il case costruito...
Rispondi
di hellequin [user #42701]
commento del 06/09/2023 ore 11:20:24
Ciao e grazie, tu hai per caso seguito qualche tutorial o hai qualche immagine che possa aiutarmi? Scusate l'OT. Grazie buona giornata.
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 06/09/2023 ore 17:58:30
Dunque....
Si, avevo trovato qualcosa in rete anni fa, ho provato prima ma ricerco meglio più tardi.
Airstep fa una sua versione dedicata, con una piccola scheda memoria interna sulla quale puoi memorizzare una serie di preset e salire e scendere di numero come se fossi collegato al computer, ma ovviamente il prezzo supera i 100 euro..
La parte più delicata è aprire lo chassis e rimuovere la cassa degli speaker, che è una scatola nera di plastica chiusa e a memoria i connettori sono un po' scomodi da raggiungere... Poi devi rimuovere le schede una ad una finché arrivi a quella dei bottoni... Lì è facile, ti basta saldare dei fili elettrici da sotto i pulsanti della scheda e porti fuori il tutto....
Se hai pazienza una di queste sere cerco qualcosa...
Rispondi
di hellequin [user #42701]
commento del 06/09/2023 ore 23:20:45
Va bene ti ringrazio per la disponibilità, vorrei provarci. Avevo visto l'Airstep ma funziona solo con il THR10II non la prima versione, almeno così c'è scritto sul loro sito. Non ho indagato oltre.
Grazie ancora, ciao.
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 13/09/2023 ore 00:17:06
Ho preparato un articolo con foto spero chiare... Aspettiamo venga pubblicato qui sul forum...
Rispondi
di LuigiN963 [user #63367]
commento del 05/09/2023 ore 11:28:29
Buongiorno a tutti , ho riniziato da poco a suonare dopo tanti anni di inattività. Attualmente uso un Mustang Micro ed il Boss Dual Cube LX. Il Boss ha un buon margine di personalizzazione , forse anche troppo per il sottoscritto . :-)
Un saluto.
Rispondi
di teppaz [user #39756]
commento del 07/09/2023 ore 00:09:14
Anche io ho lo Spark mini, per utilizzo casalingo è fantastico.
Batteria interna, piccolo ma suona bene e il volume che si raggiunge è rispettabilissimo.
I suoni sono credibili, tramite l'app sul telefono si possono scegliere ampli, effetti, ecc.
Inoltre sono disponibili un numero enorme di preset per cui si può trovare praticamente qualsiasi suono possa servire.

Sono ipersoddisfatto dell'acquisto
Rispondi
Altro da leggere
BOSS Katana alla terza generazione
Malmsteen racconta la storia della Strat per le telecamere Fender
Acero, palissandro e versatilità a tutto tondo: Yamaha Pacifica Standard Plus in video
Le Fender AM Pro II diventano Thinline in serie limitata
La BOSS ME-90B è la pedalboard per basso per chi non ama i multieffetto
La Starcaster incontra il punk rock con Tom DeLonge
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964