CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

The Van Halen Saga
The Van Halen Saga

di [user #33493] - pubblicato il
Nel corso dell’ultimo ventennio Van Halen & co. ci hanno abituati a liti furiose, stravolgimenti di lineup, promesse di reunion con annessi tour mondiali e conseguenti cancellazioni. Ultima in ordine di tempo, la notizia che nel maggio dell’anno scorso ha spezzato il cuore di migliaia di fans: dopo l’atteso ritorno di David Lee Roth, l'uscita di un nuovo disco e la programmazione di un tour americano al quale avrebbero dovuto far seguito numerosi show in tutto il mondo, Van Halen ne annunciò la cancellazione definitiva per motivi mai pienamente chiariti. Pare, insomma, che al momento i Van Halen non riescano a fare più di qualche data negli USA.
Nel corso dell’ultimo ventennio Van Halen & co. ci hanno abituati a liti furiose, stravolgimenti di lineup, promesse di reunion con annessi tour mondiali e conseguenti cancellazioni. Ultima in ordine di tempo, la notizia che nel maggio dell’anno scorso ha spezzato il cuore di migliaia di fans: dopo l’atteso ritorno di David Lee Roth, l'uscita di un nuovo disco e la programmazione di un tour americano al quale avrebbero dovuto far seguito numerosi show in tutto il mondo, Van Halen ne annunciò la cancellazione definitiva per motivi mai pienamente chiariti. Pare, insomma, che al momento i Van Halen non riescano a fare più di qualche data negli USA.

In perfetto stile vanhaleniano, lunedì mattina Lee Roth ha spezzato il silenzio con un’intervista all’Opie and Anthony Show sul canale radiofonico SiriusXM, sganciando un’autentica bomba. Oltre a confermare un concerto nel Wysconsin il prossimo luglio, Diamond Dave avrebbe detto che non ci sono altri show negli USA per quest’anno, ma che sarebbero già state fissate 50/60 date nel resto del mondo a partire dalla fine del 2013. Al termine di queste date i VH potrebbero tornare e completare il tour in America.


Che le intenzioni siano buone lo dimostrano gli impegni confermati in Australia il 20 aprile prossimo e in Giappone a giugno, ma purtroppo, a un giorno di distanza dalle dichiarazioni di David Lee Roth, è arrivata la secca smentita del manager della band, Irving Azoff, che non sarebbe al corrente di alcuna data successiva a quella nel Wysconsin.
Viene da chiedersi cosa stia accadendo realmente nel mondo dei Van Halen e quali dinamiche regolino i bizzarri rapporti tra i membri della band, e tra questi e il loro management.

Resta una domanda: riusciranno i nostri eroi a portare a termine il primo tour mondiale dagli anni ’90 a oggi?

Vietato smettere di sperare.
Dello stesso autore
"The Doors: The Band You Love to Hate" su Contatto Radio
Il concerto dei Tears for Fears al Forum di Milano
TeachRock: la buona scuola di Little Steven
Ringo Starr & His All-Starr Band live a Lucca
Chris Cornell: un ricordo su Contatto Radio
Intervista a Daniele Tedeschi: "Non siamo mica gli americani"
Rolling Stones live a Lucca: il reportage
Chris Cornell, 1374 Alki Ave. S.W. Seattle
Loggati per commentare

...
di heavydavid [user #29372]
commento del 14/03/2013 ore 08:07:07
finke' wolfang gira per il mondo con mark tremonti la vedo dura.....
Rispondi
Re: ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 11:42:50
La cosa succulenta è che David Lee Roth si sarebbe lasciato scappare anche un "Sarebbe bello se Michael ci raggiungesse!"...
Rispondi
Re: ...
di heavydavid [user #29372]
commento del 14/03/2013 ore 13:32:15
sarebbe penoso e indecoroso....
alla fine michael e sammy hanno dimostrato di essere in grado di scrivere canzoni e soprattutto suonarle live senza sbandierare il loro glorioso passato...
di suo eddie, parlando ai tempi della nuova line up con suo figlio al basso appena maggiorenne, si e' lasciato andare a proclami abbastanza sopra le righe del tipo "3 dello stesso sangue, uno inevitabile" per poi ritrovarsi in un punto morto....
mr van halen chitarrista non si discute ma queste scelte dettate dai postumi delle sue crisi esistenziali mi avanzano...logicamente il mio punto di vista verra' smentito da me stesso perche' e' scontato che eddie lo rivedrei volentieri dal vivo, ed insieme a me chiunque... pero' inizio ad averne piene le tasche di sti tour tanto annunciati e mai fatti.....
Rispondi
Re: ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 18:28:34
Sinceramente sarei molto felice di un ritorno di Michael Anthony nella lineup, e se venissero in Italia correrei a vederli ancora più volentieri.
Sarà anche vero che i due hanno dimostrato di essere in grado di scrivere e suonare, ma senza Van Halen la loro carriera sarebbe stata ben diversa. Non mi giunge notizia, comunque, di trionfi dei due nell'era post-vanhalen, il che mi fa pensare che tutto sommato quello che dovevano dare lo hanno dato prevalentemente durante quella parentesi.
Condivido sul resto: Van Halen è vittima delle sue stesse crisi e probabilmente del suo ego. Però...
;)
Rispondi
Re: ...
di heavydavid [user #29372]
commento del 15/03/2013 ore 07:55:52
beh i chickenfoot non mi sembrano proprio un gruppo di sprovveduti, da satrianico che sono non mi son dispiaciuti sia live che nei 2 dischi, addirittura a leggere la carta stampa li hanno addirittura indicati come i nuovi led zeppelin (le solite troXXXXXate per pompare l'ennesimo super gruppo)
concordi con me che i van halen senza hagar magari si sarebbero affossati nei soliti power boogie che contraddistinguono l i loro primi album a cui poi tra l'altro son tornati con il nuovo disco????
Rispondi
... se la speranza ...
di agnocaster [user #10508]
commento del 14/03/2013 ore 10:13:0
"... se la speranza è l'ultima a morire.. chi visse sperando morì.. non si può dire!" (Litfiba)
P.S. Io ci spero sempre.. Eddie è uno dei miei guitar-hero e quindi se prima di morire riuscissi a sentirlo live sarebbe cosa buona e giusta :-)
Rispondi
Re: ... se la speranza ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 11:43:33
Ahahahah!!!
Purtroppo nemmeno io l'ho mai visto dal vivo e la cosa mi pesa moltissimo...
Rispondi
Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 11:30:32
Mi sono sostanzialmente indifferenti, a livello di gruppo.

Certo che più che una band ogni tanto sembrano un circo.
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di JollyRoger [user #2158]
commento del 14/03/2013 ore 11:51:27
Fortuna che ce l'hai detto, si sentiva la mancanza di un commento così profondo.
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 12:32:12
Anche la tua replica non è da meno, soprattutto perchè io almeno ho esposto una mia idea, tu semplicemente fai la zitella inacidita.
Potrei anche spiegare perchè mi sono indifferenti ma credo che riuscirò ad occupare il tempo in maniera migliore piuttosto che dirlo a te.

Immagino che se avessi scritto "Mitici, spero riescano a concludere e fare un tour!" non ci sarebbero stati problemi.

Rilassati, che è meglio.
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 18:35:29
A me invece interessa perché ti sono indifferenti (sempre che ti vada di dirmelo, s'intende).

Mi interessano molto le critiche negative ai gruppi che adoro, se costruttive!
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 19:15:35
Credo che molto riguardi la musica del gruppo nel suo complesso: Van Halen è sicuramente un chitarrista di valore ma secondo me occorre altro per fare delle buone canzoni e non sempre con i VH questo è successo. Molti dei brani, soprattutto quelli dell'era Roth, non hanno un gran valore dal punto vista melodico o compositivo (secondo me) e semplicemente perchè il fatto che Eddie può tirar fuori riff interessanti, non basta per sostenere il tutto. Ci sono belle canzoni ma una marea di inconsistenza.
Poi c'è una questione personale riguardante quella vibrazione molto "eighties" che non mi è mai piaciuta: per metterla chiara non mi appassiona per niente lo stile e il tipo di musica "leggera" (se mi passi il termine) così intesa, se non ha un minimo di autoironia.
Riguardo ad Eddie VH: è sicuramente uno che ha allargato certi orizzonti riguardo allo strumento, secondo me molto meno nel campo musicale in genere; è stato inventivo ma non lo vedo come un chitarrista che possa stare a livello di molti altri. Eppure è considerato da molti una specie di punto di svolta sul modello di Hendrix.
Ecco questo per me è un mistero.
Non inizio neanche a parlare del famigerato solo di eruption, perchè non lo considero una particolare prova dal punto di vista prettamente musicale (forse tecnico, ma anche lì ci sarebbe da disquisire).
Sempre IMHO naturalmente
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/03/2013 ore 23:18:50
ovviamente trovo che tu abbia il diritto di criticare van halen quanto ti pare e non solo... ci mancherebbe altro..

detto questo, come succede spesso, le spiegazioni sul perche' non ci piace qualcosa le trovo, piu' che spiegazioni, ulteriori espressioni di (dis)gusto..
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 23:48:31
Le spiegazioni del perchè ci piace o non ci piace qualcosa sono evidentemente espressioni del nostro gusto.
Se mi chiedi di dire perchè qualcosa mi lascia indifferente, e te lo spiego, utilizzo ovviamente il metro personale.
Mi pare una tautologia.

Se invece intendi con "ulteriori espressioni di (dis)gusto" delle frasi prive di informazioni (del tipo: mi sono indifferenti perchè fanno schifo) non mi pare sia questo il caso.
Qualche motivazione, personale, mi pare di averla data.
Rispondi
Re: Mi sono sostanzialmente indifferenti, a ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/03/2013 ore 00:55:14
molto semplicemente qualcuno puo' dirti che la tale ragazza e' bella perche' e' alta e bionda e un altro dirti che e' brutta perche' e' alta e bionda... ognuno cerca di motivare, ma evidentemente il motivo e' il gusto, dato che tali caratteristiche, di per se, non sono ne' oggettivamente positive ne' oggettivamente negative..
Rispondi
Se fanno pace col cervello ...
di angeletto [user #21395]
commento del 14/03/2013 ore 11:57:48
Se fanno pace col cervello forse, dico forse, questo benedetto tour riescono a finirlo...
Ciao
Angelo
Rispondi
Re: Se fanno pace col cervello ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 18:37:37
Temo proprio che il problema potrebbe essere che non riescono a tollerarsi a vicenda per più di un paio d'ore al dì!
Rispondi
Re: Se fanno pace col cervello ...
di angeletto [user #21395]
commento del 15/03/2013 ore 08:55:46
Grande professionalità insomma... Penso che il loro sia un lavoro. Ognuno di noi a volte incontra difficoltà sul posto di lavoro nell'interagire con i propri colleghi, spesso verrebbe voglia di mandarli in un determinato posto o addirittura di usare loro violenza, tuttavia non lo facciamo, perchè? Forse perchè alla fine fa parte proprio della vita di tutti i giorni? Forse perchè ci va bene e ci piace il lavoro che facciamo?
Penso che anche ai Van Halen vada bene il lavoro che fanno, visto che si divertono e che non guadagnino poco. Allora, penso proprio che dovrebbero fare pace col cervello.
Ciao
Angelo
Rispondi
Re: Se fanno pace col cervello ...
di heavydavid [user #29372]
commento del 15/03/2013 ore 07:58:34
concordo con te, so che si parla di problemi non banali e non e' bello scherzarci sopra, ma si facevano meno paranoie quando bevevano.....
Rispondi
Vorrei davvero poterli vedere in ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 14/03/2013 ore 13:20:59
Vorrei davvero poterli vedere in Italia anche se ammetto di essere più fan dei Vanhalen in epoca Sammy Hagar piuttosto che Mr. Roth ma si tratta solo di gusto personale.
Il tour "Right Here Right Now" fu meraviglioso, peccato che nel '93 avevo solo 12 anni ;P
Rispondi
Re: Vorrei davvero poterli vedere in ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 18:39:37
Mi piacciono sia Lee Roth che Sammy Hagar (il "dopo" onestamente avrebbe forse potuto anche non esserci e non avrebbe tolto nulla alla loro produzione e alla loro storia, qualitativamente parlando), ma ammetto che una bella reunion della formazione originale mi fa una gola tremenda...
Rispondi
Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di Strato2006 [user #13781]
commento del 14/03/2013 ore 15:26:35
Sono d'accordo, vietato smettere di sperare, assolutamente. Peccato che dei grandissimi come loro si incasinino così.

@Davo: non per flammare, te lo scrivo da rilassato, il discorso è un altro.

Come ho già scritto da un'altra parte, se vado ad un convegno di vegetariani a dire che l'insalata mi è indifferente, trovo normale che mi chiedano cosa io faccia lì. Esattamente come dici tu: hai senz'altro modi migliori di impiegare il tuo tempo ;)

Concordo in parte sul "circo", anche per la loro "spettacolarità" sul palco (almeno nei tempi d'oro), ma che a te siano indifferenti... ci è altrettanto indifferente.
Rispondi
Re: Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 16:42:34
Non pensavo che la cosa dovesse ridursi a ciò, soprattutto considerando che questo è un sito intero fatto per parlare di musica. Quindi non mi pare di essere fuori tema dando un mio personale giudizio sulla band. Che poi debba necessariamente essere positivo per non incorrere in certe reazioni mi pare preoccupante.

Infatti io solo scritto che occupo volentieri il mio tempo in altro modo se l'atteggiamento di chi risponde è quello di cui sopra.

Sull'analogia con il convegno, che dire: non mi pare molto azzeccata, a meno che non si voglia ridurre il tutto (cioè Accordo) ad una serie di articoli in cui per commentare devi necessariamente essere dello stesso parere.
Tra l'altro non capisco le reazioni: mi pare di essere stato cortese e di non aver insultato nessuno, nè scritto che mi fanno schifo o altro. Mi pare che semplicemente ci sia scarsa educazione verso le opinioni altrui.
Di utenti che magari lasciano un post veloce per contribuire al discorso o solo far sapere la loro opinione ce ne sono a bizzeffe: di solito se non sono d'accordo e mi interessa sapere di più, chiedo. Se no prendo la cosa come una aggiunta ai vari commenti, anche se non sono della mia idea.

Certo che se si deve necessariamente ragionare da fan e chiudersi a riccio hai ragione: non è il posto per me. Dubito che anche articolando il pensiero ne sarebbe venuta fuori una discussione pacata, a questo punto.
Ti faccio poi notare che è ben strano che tu debba usare il "noi" ("ci è altrettanto indifferente"), come se parlassi per mandato di un gruppo di persone.
Lo dico da rilassato pure io; del resto lo ero anche prima.
Comunque grazie per la spiegazione.
Rispondi
Re: Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 14/03/2013 ore 18:06:50
Se posso permettermi credo che la contestazione non riguardi la tua opinione, per altro legittima, più che altro riguarda la sterilità del commento in quanto privo di una motivazione.
Ti faccio un esempio concreto, mesi fa ci fu una discussione su Vasco e Maurizio Solieri dove io dissi che a mio parere lui non è un buon chitarrista ma motivai le mie ragioni spiegando il perché della mia affermazione.
Se mi fossi fermato a dire che non mi piace e che ascoltarlo è tempo perso probabilmente parecchi mi avrebbero detto " e chi se ne frega!" perché chiudendo la frase così non avrei dato la possibilità agli altri di capire per quale ragione io avessi fatto quell'affermazione.
Accordo è un bel sito perché in una discussione possono nascere ragionamenti che fino ad un momento prima non avevamo mai fatto e che a volte possono aprirci gli occhi su certe cose, se tutti dovessero limitarsi a dire "questo mi piace e quello no" cosa diventerebbe? una classifica di dischi e strumenti?
Questa è la mia impressione, poi ognuno la legge alla propria maniera ... heh heh ..

ciao e buona serata.
Rispondi
Re: Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 18:27:12
E' una ipotesi.
Sai il problema con i post è che scrivere lunghe dissertazioni a volte non aiuta, perchè ingolfa inutilmente e alla fine molto spesso preferisco lasciare una impressione che poi può essere sviluppata su richiesta. Il problema è che in realtà molto spesso ci si limita ad un commento di approvazione che, benchè possa sembrare più "educato" è anche più sterile perchè in realtà non crea confronto.
Normalmente, esposta la mia opinione, se a qualcuno interessa sapere perchè, spiego, certo non a chi si limita a reagire male.
Può sembrare sbrigativo ma credo che faccia filare di più il discorso e alla fine eviti a chi legge di sorbirsi una intera opinione approfondita. Come ho scritto, ci sono altri utenti che lasciano commenti lapidari: se mi interessa chiedo lumi, ma non mi agito per così poco.
Infatti io non ho scritto che non mi piacciono, ma che mi sono indifferenti: non è un giudizio di merito ma una posizione relativa.
Posso comunque capire il senso della tua spiegazione, magari approfondirò in altri interventi su altri argomenti (questo credo non sia il caso)
;-)
Rispondi
Re: Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/03/2013 ore 23:23:07
io ridimensionerei il tutto.. si parla di un gruppo musicale e lui ha detto, con educazione, che non gli piace.. se da cio' non nasce alcuna proposta di disamina o ragionamento, va bene lo stesso.. :-)
Rispondi
Re: Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di davo [user #31664]
commento del 14/03/2013 ore 23:53:38
In effetti il senso era quello.

:-)
Rispondi
Re: Sono d'accordo, vietato smettere di ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 18:44:33
"Sono d'accordo, vietato smettere di sperare, assolutamente. Peccato che dei grandissimi come loro si incasinino così. "

Bravo, è quello che sto pensando ininterrottamente da anni ormai... Mi addolora che non riescano a portare a termine un tour per motivi extra-musicali, indipendentemente dalla serietà delle motivazioni. Mi sembra di capire che abbiano ormai perso il controllo della situazione...
Rispondi
Ma perchè continui a scrivere Wysconsin con la y?
di Dave Electric [user #56]
commento del 14/03/2013 ore 15:53:29
Rispondi
Re: Ma perchè continui a scrivere Wysconsin con la y?
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 18:20:08
Chiedo scusa, me ne sono accorta anche io ma non posso modificare il testo!

Rispondi
Il giovane bassista purtroppo ha ...
di sfleznaa [user #19125]
commento del 14/03/2013 ore 20:02:25
Il giovane bassista purtroppo ha provocato il fallimento della nuova reunion.Dopo ogni concerto egli ingurgitava talmente tanto cibo da far "pesare" la nota spese in modo eccessivo.Gli altri storici componenti della band si sono accorti che l'intero incasso non bastava più per pagare il conto al ristorante,così hanno deciso di annullare la il tour.Questa è l'unica vera causa del fallimento.
Rispondi
Re: Il giovane bassista purtroppo ha ...
di fbf [user #36393]
commento del 14/03/2013 ore 22:42:52
hehehehehe...ma come sei maligno!!!!!

Però mi sa che ci sei andato vicino!
Rispondi
Re: Il giovane bassista purtroppo ha ...
di LaPudva [user #33493]
commento del 14/03/2013 ore 22:49:56
No! Che immagine agghiacciante!
Rispondi
Fidatevi,avendo una certa età li ...
di sfleznaa [user #19125]
commento del 15/03/2013 ore 00:04:02
Fidatevi,avendo una certa età li ho visti nascere e crescere ed essendo in confidenza con Eddy posso assicurarvi che ciò è assolutissimamente vero. :)
Rispondi
No non sei cicccione,sei solo ...
di sfleznaa [user #19125]
commento del 15/03/2013 ore 00:10:19
No non sei ciccione,sei solo tornito.
vai al link
Rispondi
ma quanto vi ci vuoleeeeee a venire in europaaa!
di vanhandren [user #25556]
commento del 15/03/2013 ore 07:33:1
..Sono nato e cresciuto con i Van Halen, ma senza averli mai visti..sob..l' unica cosa è sperare, sperare, sperare sempre!!!
Poi onestamente non capisco chi deve per forza scrivere di un artista senza esserne soddisfatto. Questo articolo poneva l 'attenzione sui futuri dubbiosi progetti dei Van Halen, non se Eddie sia o meno bravino. Chiunque abbia provato nella sua vita a suonare un suo solo, sa benissimo che nel suo stile rientrano una serie di sfumature quasi impossibili da riprodurre, e non parlo di scale o sweep, ma di giochi di leva, armoci e fraseggi ultraveloci. NESSUNO a fine anni '70 poteva immaginare di prendere la chitarra e cambiarne le regole, pick up, floyd, manici, estetica irriverente..e lavorare di puro istinto e creatività. NESSUNO a parte Lui.
Grazie ancora Eddie...mmmm...però adesso basta litigare e tornate in tour cavolooooo!
Rispondi
Secondo me
di magheggio [user #10968]
commento del 21/03/2013 ore 14:16:55
Secondo me qualcuno li ha spinti di nuovo insieme sperando di farci soldi, loro magari ci hanno pensaro un po' (anche ai soldi, direi) ma ora tutti i problemi di alcuni anni fa sono tornati a galla e nessuno vuol ancora ammettere che è stata una cattiva idea. Nemici come prima!
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Nux Monterey vibe: piccolo formato e grande suono
Dave Rude ed Epiphone per una Flying V total white
Ligabue da oggi disponibile il nuovo singolo "Polvere di Stelle"
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Nashville Number System: regola base per sopravvivere al music biz
Keeley DDR: Drive, Delay e Reverb in un pedale
Lo stile di Matt Garstka
Connessioni, il mondo modulare a Milano
Cos’è un loop: quello che c'è da sapere su, looper, loop station e...
Eric Gales due live in Italia a giugno
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
Mi Ami Festival la programmazione completa
A day with the Mixing-Lord!
Lost Highway: Fender testa il phaser super-versatile

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964