CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Un consiglio su Peavey Classic 30

di [user #30504] - pubblicato il
Ciao a tutti, vi chiedo un consiglio su un acquisto.
Dopo una lunga ricerca, principalmente per questioni di budget limitato, sono riuscito a trovare in maniera fortunasa un Peaey Classic30 usato ad un prezzo accettabile per il mio attuale portafoglio, € 270.
Se lo toglie un amico di un mio amico, quindi diciamo, che a sua detta il prezzo è un pò di favore rispetto a quello attuale di mercato. L'ampli ha 10 anni, ed è la prima versione, per intenderci quella con il marchio e la scritta Classic30 in alto, rivalvolato un anno fà ed in condizioni estetiche buone, però questa persona mi ha detto che ha un problemino sul potenziometro del post sul canale distorto, in pratica non si abbassa del tutto il volume su questo canale. Ora vi chiedo, considerato che ancora non l'ho provato, perchè attualmente si trova a Modena e prossimamente scenderà dalle mie parti, cosa ne pensate?
Il prezzo è buono? secondo voi una eventuale riparazione del potenziometro quanto mi verrebbe a costare? anche perchè, non avendo una sala prove o un posto isolato dove suonare, lo dovrei usare anche a casa e quindi ad un volume ragionevole che non mi comporti lo sfratto da casa da parte di consorte e vicini.

p.s.
in realtà a casa lo userei, principalmente, per la ricerca del suono e per provare i pezzi da portare live, mentre per lo studio ho e continuerei ad usare il combetto Blackstar Ht1, qundi diciamo che comunque sarebbe un uso saltuario e non giornaliero.

Ciao e grazie delle eventuali risposte.


Dello stesso autore
Marshall valvestate 8008 collegamento a scheda audio
Dubbi traccia master in Garage band
Dubbio pedale espressione e volume
Giri standard nel blues e generi affini
un aiuto per Natale
Rumore di fondo pedalboard
Accordi e scale
AAA Cercasi Pedalboard
Loggati per commentare

Si tratta di un buon ...
di Oskar77 [user #17983]
commento del 27/09/2013 ore 11:54:33
Si tratta di un buon prodotto ad un buon prezzo. Di solito le valutazioni si aggirano tra le 300/400 euro. Se poi hai la possibilita' della consegna a mano e acquisto previa prova se a posto. Per quanto riguarda il pot, se il problema e' solo quello non dovrebbe trattarsi di un inconveniente determinante, potrebbe essere anche utilizzabile senza alcun intervento. Eventualmente sostituire un pot non dovrebbe essere una grande spesa. Anch'io sto cercando un combo valvolare con le caratteristiche dell'ampli in questione e, al momento, sono abbastanza documentato...;)
Rispondi
Concordo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 27/09/2013 ore 13:23:45
....con il commento qui sopra.
Rispondi
Mmm
di herrdoctor [user #18849]
commento del 27/09/2013 ore 14:15:2
Guarda la spesa non dovrebbere essere gran che, anche se ricordo che un mio collega per smontarlo non ci ha messo poco poco.
In ogni caso puoi provare uno dei soliti pulisci contatti spray, prima di valutare la riparazione.
270 euro è un buon prezzo cmq.

ciao
Rispondi
Il lavoro per metterlo a ...
di alexus77 [user #3871]
commento del 27/09/2013 ore 19:54:04
Il lavoro per metterlo a posto, se necessario, lo fai tu? O lo porteresti da qualcuno? Se lo devi portare da qualcuno che poi ti chiede 50-100€, allora includi questa considerazione nel prezzo.
Rispondi
Ciao! Possiedo l'ampli in questione, ...
di Frank72 utente non più registrato
commento del 29/09/2013 ore 20:10:49
Ciao! Possiedo l'ampli in questione, quello prima serie "made in USA". Posso dirti la mia impressione. E' un ampli abbastanza versatile, onesto e ben gestibile per i volumi. I suoni non sono proprio di stampo moderno e regolato a dovere ci tiri fuori un bel suond 60- 70 style. Ha un bel clean ma è il crunch a farla da padrone, dove ha buona riserva di gain ed esprime la sua vera natura. Suonato con la band, o dove è possibile spararlo, consiglio di attivare il suo boost... diventa una bomba, pieno, caldo e dinamico al tatto delle dita sulle corde. Senza boost la sua voce è più frizzante e sottile ma è solo così che lo puoi utilizzare in casa. Due punti dolenti voglio evidenziare. Uno è forse quello che ti riguarda; se devi metter mano a pot e pulsanti, l'ampli è parecchio brigoso da smontare e richiede parecchio tempo. Rischi di spendere più in manodopera che nel costo del singolo componente. Secondo, è l'esposizione poco protetta delle valvole sul lato posteriore, soprattutto per le EL84. Cercando in rete e ingegnandosi si può comunque applicare una griglia di protezione. Per quello che faccio io adoro questo ampli. Negli anni gli ho affiancato svariati combi e testate che poi ho sempre rivenduto. L'unica alternativa che mi soddisfa fin'ora è un Laney Lionheart, Ciao.
Rispondi
ciao, io sono interessato all'ampli ...
di Gas [user #39401]
commento del 15/12/2013 ore 21:32:4
ciao,
io sono interessato all'ampli in questione, lo provo a giorni. Potete dirmi se ci sono differenze fra la prima serie e le altre? quanto sono usuali i problemi di vibrazioni alle valvole di cui si parla spesso?
cerco un suono blues-funky ma anche con una dist bella calda...che potete dirmi a riguardo?
grazie
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush
Nembrini Audio PSA1000 Analog Saturation Unit e PSA1000Jr
Slö: riverbero Multi Texture
Anche Way Huge nella guerra dei Klon
L'ottava edizione di Piano Milano City
Game Of Thrones suona Fender
Carbon Copy aggiornato e in miniatura
Brian Johnson tornerà in tour con gli AC/DC
Batteristi al centro dell'attenzione
MOD 5: patch bay e IR loader in pedaliera
Gibson: conto alla rovescia per il nuovo catalogo
Schertler in Italia con Aramini
Godin fa ascoltare le sue prime acustiche

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964