HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Raffinatezze varie su shred ignorante
Raffinatezze varie su shred ignorante
di [user #116] - pubblicato il

Shred. Nudo, crudo e ignorantissimo. Michael Angelo ci suona una delle sue proverbiali deflagrazioni in pennata alternata. L'abbiamo trascritta e analizzata scoprendo che la difficoltà va ben oltre la velocità disarmante. Piccole ma efficaci raffinatezze ritmiche e armoniche che esaminiamo in questa lezione.
Shred. Nudo, crudo e ignorantissimo. Michael Angelo ci suona una delle sue proverbiali deflagrazioni in pennata alternata. L'abbiamo trascritta e analizzata scoprendo che la difficoltà va ben oltre la velocità disarmante. Piccole ma efficaci raffinatezze ritmiche e armoniche che esaminiamo in questa lezione.

Questo fraseggio impressiona per velocità e pulizia. Ma, analizzandolo al microscopio, svela diverse insidie esecutive ben più articolate e interessanti della semplice, esagerata, velocità. 
Per prima cosa è necessario dare ordine e struttura a questa esplosione di note. Senza un criterio preciso di studio e visualizzazione, la trascrizione sul pentagramma sembrerebbe un ginepraio impossibile da memorizzare.
Impegniamoci, invece, a cercare dividere in pattern il flusso dei trentaduesimi; pattern sulla cui ripetizione e successione, organizzeremo lo studio della frase. Ne abbiamo individuati tre e li abbiamo incastonati in piccoli esercizi in due quarti con un disegno ritmico che ne agevoli lo studio in loop.

Raffinatezze varie su shred ignorante

Nel primo,  osserviamo una piccola affascinante modifica armonica che incide moltissimo sulla sonorità della frase.
Siamo su frammento a tre note per corda di Dm dorico sviluppato sulle corde di B e E cantino. Su un pattern di sei note Angelo sostituisce la sesta maggiore B con la b7 C, ottenendo questa sequenza di note: D, E, F, G, A, C. Pensiamola come una sorta di pentatonica di Dm (D, F, G, A, C) integrata con la nona E.


Raffinatezze varie su shred ignorante

Raffinatezze varie su shred ignorante

Pratichiamo i tre pattern separatamente, concentrandoci sulla pulizia, incisività e – soprattutto – velocità.
Ora disponiamoli nella sequenza del lick completo, di cui riportiamo la trascrizione con evidenziati in partitura i pattern.
Isolati, i pattern avevano una fisionomia ritmica che favoriva l’accento sul battere nel primo movimento. Ora invece, nell’esecuzione del lick completo, vanno ripensati come  spalmati in maniera omogenea e uniforme in un flusso velocissimo e inarrestabile di trentaduesimi. 

Raffinatezze varie su shred ignorante

L’orecchio percepirà il disegno e la ripetizione del pattern ma gli accenti finiranno per spostarsi in continuazione generando una divertente instabilità ritmica.
Attenzione a un B, prima nota del terzo movimento nella seconda misura,  suonato al 19° tasto sul E cantino. Non rientra in alcun pattern ed è usato come nota di transizione tra il Pattern 2) e il Pattern 3).
Buon divertimento.

lezioni michael angelo batio
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Carl Verheyen: parte il tour clinic italiano...
Migliora i tuoi accompagnamenti: Mamma Mia...
I migliori assolo di Corrado Rustici con...
La canzone che avrei voluto scrivere io...
Pubblicità
Commenti
Certo che...
di wrugg25 [user #31282] - commento del 20/12/2014 ore 09:01:22
Certo che sentire la sigla - dolcissima e molto melodica - di Accordo e subito dopo sentire quella scarica insensata di note fa un certo effetto... e fa riflettere: ma se uno deve suonare così, che suona a fare?
Rispondi
L'insensatezza o meno di una ...
di GianniJanaRojatti [user #17404] - commento del 20/12/2014 ore 14:23:06
L'insensatezza o meno di una frase dipenda dal contesto in cui la si colloca e applica.

Il lick di Angelo qui è proposto come uno studio da affrontare per l'articolazione tecnica, metrica e per alcune altre trovate interessanti.

Starà a chi è interessato un certo tipo di solismo trovargli un'adeguata applicazione.
Per tutti gli altri sarà comunque un utilissimo esercizio per la plettrata e la conoscenza delle scale da eseguire magari anche a suono pulito.
Rispondi
Re: L'insensatezza o meno di una ...
di wrugg25 [user #31282] - commento del 24/12/2014 ore 21:05:50
L'hai definito al meglio, direi: "un utilissimo esercizio". Onestamente, non vedo per un lick del genere (sarà un mio limite?) altra applicazione se non quella didattica: melodia non ce n'è, ritmicamente parlando il lick è (nonostante l'accentazione piuttosto interessante) tutt'altro che attraente...

Ma ciò non toglie, ribadisco, che sia un esercizio utilissimo. Tant'è che (speravo fosse chiaro) la mia critica non era riferita alla proposta didattica (che apprezzo molto) e al suo autore (i cui articoli su Accordo leggo sempre con grandissimo interesse), bensì a Batio e a quelli come lui, i cui brani (tutti, nessuno escluso) sono infinite serie di "esercizi" come quello in analisi: interessanti didatticamente e (in certi casi) armonicamente, ma musicalmente (a mio avviso) pessimi.
Rispondi
ho fatto anche io la ...
di George S.L.A [user #10210] - commento del 23/12/2014 ore 15:03:04
ho fatto anche io la stessa considerazione di wrugg, incredibilmente,..... ma poi ho rivisto il lick tre volte!!!!!
Rock on!!!
Rispondi
Utilità e musicalità a parte...
di calioster [user #34275] - commento del 02/01/2015 ore 10:26:10
Utilità e musicalità a parte, credo che a tutti noi farebbe piacere riuscire "a muoversi" come lui.
Quindi io prendo l'articolo per quello che è e per come mi è stato dato: esercizio.
Per cui, grazie!
Rispondi
credo che...
di adsl36 utente non più registrato - commento del 02/01/2015 ore 11:18:18
...di volpi che non arrivano all'uva ce ne sono molte. personalmente penso che a tutti farebbe piacere essere superveloce e preciso. penso anche che B.B.King, tanto per citare un esempio di chitarrista molto più lento, sicuramente ha un suo stile ma non è uno shredder, tantomeno può esserlo altrimenti lo sarebbe diventato da un pezzo e sarebbe stato in grado di suonare pezzi di Michael Batio Angelo o di chitarristi simili. viceversa, uno shredder può suonare molto più piano, come B.B.King, cioè è sicuramente più "versatile" in questo senso. Ora, sul mio discorso, si tirerà in ballo il genere musicale diverso, il tocco personale e bla bla bla. siamo d'accordo, però queste differenze sarebbero comunque rimaste tali anche nel caso in cui questi due estremi di chitarristi fossero stati entrambi shredder, non so se mi spiego...quindi tanto di cappello a chi, come Angelo, riesce in quello che altri possono soltanto sognare. l'esercizio del video? ok, è un "esercizio" ma come tutti gli "esercizi", la fantasia, per chi ce l'ha, lo può tranquillamente collocare in un pezzo dove avrà un suo senso logico, un po' come i vocaboli che, inseriti nella giusta maniera, permettono di ottenere frasi linguistiche di senso compiuto...un saluto a tutti e buon anno.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Luigi Schiavone a SHG MusicShow: nuovo disco e nuova chitarra
SHG Music Show: niente preliminari!
Essere musicista oggi
Linear Fill: il metodo di batteria
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964