CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS BIBLIOTECA
Shin-Juku Drive: MXR scomoda un guru per replicare un mito
Shin-Juku Drive: MXR scomoda un guru per replicare un mito
di [user #116] - pubblicato il

MXR accoglie uno dei tecnici più rinomati del Giappone nel suo Custom Shop per racchiudere in un overdrive la magia del valvolare boutique più imitato di sempre. Lo Shin-Juku Drive è progettato a quattro mani con Shin Suzuki e spicca per una sensibilità dinamica fuori dal comune.
Il Custom Shop di MXR si continua a confermare una fucina di talenti e sorprese gradite. L'ultima riguarda il mondo degli overdrive ispirati all'amplificazione boutique e, ben lungi da essere il solito adattamento di una sonorità tipica fine a se stessa, tira in ballo uno dei maggiori esperti giapponesi del campo per racchiudere in uno stompbox il comportamento organico e flessibile di una delle testate valvolari più ricercate di tutti i tempi.
MXR non fa nomi espliciti, e anche il titolo dell'overdrive non ammicca ad alcun amplificatore in particolare. Shinjuku è in realtà un quartiere di Tokyo, e ci si è arrivati attraverso un gioco di parole con il nome del guru che ha contribuito alla creazione del pedale.
Shin Suzuki, l'ultimo ospite del Custom Shop, è un tecnico specializzato nella manutenzione di amplificatori Dumble e considerato tra i maggiori esperti nel settore, con alle spalle la progettazione di alcuni stompbox considerati tra le più accurate trasposizioni a pedale del mitico Overdrive Special.
Se si conosce la sua storia, non è difficile immaginare quale amplificatore miri a replicare lo Shin-Juku Drive.

Shin-Juku Drive: MXR scomoda un guru per replicare un mito

Non sono stati ancora diffusi video o clip audio che testimonino le sonorità dello Shin-Juku, ma MXR promette un overdrive ricco di sustain e con il punto di forza di essere particolarmente sensibile al tocco del musicista. Organico e facile da plasmare sotto le dita, lo Shin-Juku si dice capace di lavorare come un boost reattivo e ricco nel sound o come un overdrive con una buona dose di gain a disposizione. A livelli più bassi di saturazione, il pedale colora in maniera caratteristica il suono pulito della chitarra, e MXR consiglia di provarlo anche così, da tenere sempre attivo in pedaliera su una base clean.
Oltre ai classici controlli di Output, Gain e Tone, il pedale conta anche su un pulsante chiamato Dark, che attenua leggermente le frequenze più acute al fine di rendere il suono più caldo e pieno, ideale se si usano dei single coil o se l'overdrive spinto a dovere porta l'amplificatore a sprigionare troppe armoniche superiori.

L'arrivo dello Shin-Juku Drive è atteso per questo novembre, anche in Italia grazie alla distribuzione esclusiva di Eko Music Group. Nell'attesa, è possibile trovare maggiori informazioni a riguardo sul sito ufficiale a questo link.
effetti e processori mxr shin-juku drive
ABBIAMO BISOGNO DI TE!
Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Per produrli occorrono competenze e lavoro, con costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo di difficoltà per l'economia.
Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere gli standard di qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
Shin-Juku sul sito MXR
Sito del distributore Eko
Nascondi commenti     13
Loggati per commentare

di Pearly Gates [user #12346]
commento del 07/09/2016 ore 09:43:34
DEMO non ufficiale del pedale Shin-Juku Drive
vai al link
Rispondi
di LandShark [user #44835]
commento del 07/09/2016 ore 10:37:10
Da quello che ho sentito nei video non sembra miracoloso. Dipende poi dalla chitarra, dai pickup, dai coni... Ad orecchio nulla che non si possa ottenere con altri od ma data la provenienza forse vale la pena di provarlo. Ad ogni modo questa ostinazione a voler ottenere il suono valvolare con uno stompbox non mi pare ragionevole. Sarò io...
Rispondi
di luvi [user #3191]
commento del 07/09/2016 ore 11:05:20
Praticamente "tutti" gli overdrive che si sono affermati negli anni utilizzano tecnologie simil-valvolari, cioè transistor di tipo JFET (a cominciare dal 4558 del vecchio Tube Screamer, per seguire con una fila infinita di altre marche e modelli) e questo è uno dei motivi per i quali la loro distorsione è credibile e ben utilizzabile, spesso perfino più di quella degli stessi ampli, grazie alla possibilità di ottenerla a volumi bassi!
Quando si prende un amplificatore come riferimento per un pedale l'obiettivo non è tanto il suo carattere valvolare (dato sostanzialmente per scontato, in buona sostanza...), ma centrare il comportamento del "tone-stack" e simulare la risposta timbrica e dinamica dell'intero preamp. :-)
Rispondi
di LandShark [user #44835]
commento del 07/09/2016 ore 11:29:49
Giusto giusto saggia risposta :-) , ma il mio commento era più incentrato sull'aspetto pubblicitario e commerciale. Sia chiaro non ce l'ho con MXR di cui ho diversi ottimi pedali. Il discorso è più generale. Voglio dire, io e te, come probabilmente tutti su Accordo, sappiamo che il comportamento, la risposta e la dinamica delle valvole, piaccia o no, si può emulare (anzi simulare) ma non si può ottenere senza valvole. Lo stesso discorso vale anche (se non di più) per i pickup :-) . Anche io ho TS, RAT, etc., etc. e pesso per praticità suono senza ampli senza rimpianti, ma non mi piace che mi si voglia vendere una scatoletta lasciandomi intendere che suoni come un Dumble. Colorerà un po' il mio suono e magari lo renderà migliore se collegato ad un buon valvolare, ma se vale la pena di acquistarlo lo puoi capire solo provandolo con la tua strumentazione. Quando uscirà vedremo che cosa c'è dentro.
Rispondi
di luvi [user #3191]
commento del 07/09/2016 ore 11:44:41
Certo, che un pedale suoni in tutto e per tutto come un vero Dumble è da vedere ed è difficile (che poi... oltre al fatto che erano spesso diversi uno dall'altro, in quanti avranno sentito davvero un ODS originale per poter fare paragoni a ragion veduta?).
Ricreare un preamp credibile e dinamico in formato stomp box non è però affatto impossibile, specie quando l'amplificatore di riferimento suona (come nel caso del Dumble) prettamente "di pre" e poco "di finale"... ;-)
Rispondi
di LeleOne1957 [user #33434]
commento del 07/09/2016 ore 12:52:16
Ho trovato questi video dove si può ascoltare vai al link vai al link
Rispondi
di LandShark [user #44835]
commento del 07/09/2016 ore 13:10:17
Per dei confronti darei un'occhiata a questo video: vai al link
Rispondi
di RedRaven [user #20706]
commento del 07/09/2016 ore 13:27:17
Certo che con una SG Junior '61...
Rispondi
di lospilung [user #18940]
commento del 08/09/2016 ore 09:50:40
sara' interessante vedere il circuito..se poi fanno come con il loro overdrive a cui basta spostare uno slide interno et... voila' Zakk Wild Overdrive che costa un bel po' di piu..
a mio modesto parere l unico che propone un timbro interessante e' quello realizzato in collaborazione con Bonamassa e anche qua c'e da aprire un mutuo...
Rispondi
di Iconoclast76 [user #43596]
commento del 08/09/2016 ore 14:33:05
saro un blasfemo ma ho ascoltato incuriosito e m'è sembrata na merda di suono, rifaccio il blasfemo ammettendo anche che io amo quella microcompressione all'attacco della nota tipica dei digitali e quando sento questi suoni dall'attacco cosi stitico mi passa la voglia di suonare, la compressione non mi serve per coprire gli errori oggi come oggi riesco asuonare su un clean le stesse cose che suono su un distorto , è proprio una questione di suono mi piace ascoltarlo e mi piace sentire ciccia sotto le dita, quando ascolto questi pedalini che vantano una dinamica pazzesca beh se per dinamica intendono un attacco stitico se li possono tenere tutti quanti ahahahahah
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 08/09/2016 ore 18:20:23
Ma c'era realmente bisogno di quest'altro overdrive? Dalle demo non ufficiali mi sembra suonare ne' più ne' meno come 100 altri overdrive già in commercio. A proposito, fanno un po' specie le demo suonate con strumenti da milioni di dollari (la prima suggerita da leleone fa ridere: il tipo avrà 6.000 euro tra chitarra ed ampli) per un pedalino che costerà 120/140 euro se sono "onesti".
Ciao
Rispondi
di Fungo [user #45208]
commento del 10/09/2016 ore 00:01:49
La MXR deve smetterla con gli overdrive verdi.
Rispondi
di Grossoman [user #42524]
commento del 10/09/2016 ore 17:38:04
Sì vendica dei tanti concorrenti che fanno i phaser arancioni ::))
Rispondi
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
PEAVEY VALVEKING 112 AMPLIFICATORE VALVOLARE 50 W RIVALVOLATO TRATTABILE FOOTSWITCH
Visualizza l'annuncio
Visualizza l'annuncio
Zoom Q3 HD
Altro da leggere
Fuzz Talk: non solo rock alternative
GT-1000 Core: multi-fx Boss più compatto e potente che mai
VHT D-Boost: trattamento Dumble in scatola
Epoch Boost: il cuore dell’Echoplex in scatola
NightSky: fabbrica del riverbero definitiva da Strymon
MXR FOD: doppio ampli in un overdrive
Seguici anche su:
Altro da leggere
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone
Accordo Box in partenza!
Fender licenzia John Cruz per un post violento [aggiornato]




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964