CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Gli effetti digitali senza send return non fanno scaldare le valvole?
Gli effetti digitali senza send return non fanno scaldare le valvole?
di [user #40513] - pubblicato il

Il calore della valvola può essere smorzato dall'uso di effetti digitali? Se non si ha un loop effetti in cui posizionarli, modulazioni e ambienti digitali rischiano di limitare il carattere di un amplificatore valvolare?
La semplice catena di effetti può essere messa in discussione dall'utlizzo di pedali digitali mandati a un amplificatore valvolare senza Send e Return, come per esempio un Fender Bassman. Il segnale che passa per questi effetti arriva all'amplificatore incapace di scaldare le valvole (almeno è ciò che credo). C'è un modo per utilizzare il digitale senza gravare sul suono?
Potrebbe essere una soluzione studiare un send-return all'interno della pedaliera che aggiunga le modulazioni digitali in post?

Gli effetti digitali senza send return non fanno scaldare le valvole?

Risponde Pietro Paolo Falco: Un effetto collegato in send-return, cioè nel loop effetti, è inserito fisicamente in un certo punto della catena del suono che si trova dopo il preamplificatore e prima del finale dell'amplificatore. Se questo non è provvisto di prese apposite, non c'è modo di posizionare elementi in quel punto. L'amplificatore può essere modificato da un tecnico competente, ma non è detto che il risultato sia soddisfacente. Puoi trovare una spiegazione illuminante a riguardo in questo articolo a cura di Sebastiano Barbirato di BRBS Amplification.
Detto questo, però, eviterei di cadere nell'errore di considerare il suono digitale "freddo" a prescindere e quello valvolare come qualcosa che lo scalda.
Ormai sembra una frase fatta, ma "il digitale di oggi non è come quello di cinque anni fa", e si può sfidare qualunque orecchio a riconoscere la differenza tra un apparecchio digitale - purché sia di qualità - e uno analogico. I convertitori analogico-digitale e digitale-analogico che rappresentano l'ingresso e l'uscita di un dispositivo digitale trattano il segnale in un modo estremamente dettagliato e restituiscono sempre e comunque in uscita un segnale analogico, non dei bit, che puoi "scaldare" quanto ti pare con una valvola.
Quanto al calore della valvola, il problema può porsi solo se usi la saturazione dell'amplificatore. Alcuni effetti, come modulazioni e ambienti, danno il meglio se posizionati dopo lo stadio di distorsione e, se nella tua catena del suono questo non è un pedale bensì l'amplificatore stesso, il loop effetti serve a piazzarli dopo la distorsione generata dalle valvole. In questo caso sì, ti serve per forza un loop effetti, un amplificatore che lo preveda o una modifica invasiva che lo aggiunga a un amplificatore che non lo offre di fabbrica. Se invece i tuoi suoni distorti provengono dai pedali e usi l'amplificatore con un suono perfettamente pulito, puoi anche farne a meno, e non saranno degli effetti digitali a "raffreddare" il risultato.
amplificatori effetti e processori
Link utili
BRBS spiega il Send e Return
Mostra commenti     17
Altro da leggere
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
Blackstar St. James: 50w non sono mai stati così leggeri
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
JHS presenta l’ennesimo Tubescreamer, e spiega perché
BOSS Waza tra loadbox e IR: abbiamo solo scalfito la superficie?
Walrus Canvas: la DI/LI box del chitarrista moderno
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964