HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Complotto anti shreedd
di [user #43596] - pubblicato il (Modificato) 

Stavo notando l'andazzo le mode del momento, che vedono sulla bocca di tutti parole come dinamica suono compresso ma nessuno parla di tiro
Gli apparecchi digitali anche quelli di fascia alta axe kemper helix, danno solo la forma d'onda di un ampli valvolare vecchio stile tirato per il collo, ma non il tiro, per tiro parlo di quando a volte sento qualche vecchio shredder con un semplice ampli e facendo un soffice legato senti il suono sparato picchiettare come non lo ottieni sull'axe manco picchiando col plettro.
Ieri mi son visto alcuni video sull'helix perche stavo pensando se non costa molto di comprare anche la versione vst che mi farebbe comodo e sono incappato in un bravissimo chitarrista molto veloce che shreddava sui suoni piu cattivi senza pero riuscire ad avere minimamente il suono che si dovrebbe avere in questi casi, con un suoni duro e secco che appena non pesti come un dannato non sis ente piu niente è logico che plettrando a forti velocita il suono diventa cosi esile che non capisci nemmeno piu se sia un crunch o un lead
Mi chiedo perche gli apparecchi digitali non riescono ad emulare il tiro di un valvolare tirato per il collo? limiti del digitale? NO
Io ricordo il primo guitar rig che aveva un bel tiro e il controllo di master funzionava cosi bene, s elo mettevi al minimo avevi un suojno simile a quelli odierni s elo mettevi al massimo i legati uscivano fuori che era una bellezza senza esserci pero compressione cioe se sbagliavi a plettrare si sentiva ma quando plettravi il suono scoppiettava quando legavi il suono scopeittava.
Dal primo guitar rig al guitarrig 5 di oggi siamo andati indietro  e nel guitarig di adesso manca l'emulazione del finale il tiro è scomparso, come setti e setti il master il suono rimane piccolo duro esile secco
E' EVIDENTE QUINDI CHE NON CI TROVIAMO DI FRONTE  AUN LIMITE MA AD UNA PRECISA SCELTA E MI CHIEDO PERCHE CHI PUO BENEFICIARE DI CHITARRISTI CHE SONO INCAPACI DI SHREDDARE O CHE SE SANNO SHREDDARE SI RITROVANO UN SUONO RIDICOLO? Certo è che la cosa ho la sensazione colpisca anche i valvolari di oggi, io quando sento i giovani che si microfonano sento un suono cosi spompo spento che appena fanno un tammping insomma si sente che il suono se ne va a puttane, poi sento qualche professionista con una bella vecchia jcm800 e lo senti che ti fa uns emplice legato che sembra far resuscitare i morti
Non voglio accusare nessuno mi chiedo semplicemente perche? sopratutto perche i giovani o chi per loro amam la velocità non si accorge di questo complotto? a cosa è dovuto questo complotto chi si cerca di proteggere? a voi la parola e non mi linciate plz
Dello stesso autore
Dear Joe...
La via del bassreflex...
E adesso un po di pop...
Prova microfonaggio...
Cosa sta diventando l'uomo?...
Una impro antica...
Commenti
di chikensteven [user #45729] - commento del 08/04/2017 ore 14:22:31
ciao, stai sereno non credo ci sia nessun complotto, anch'io sono un virtuoso ma non ho trovato nulla di simile a quello che dici tu:) l'unico e vero complotto che ci deve spaventare seriamente, è quello che sta accadendo tra attentati e bombe che piovono sulla gente purtroppo, questa è l'unica realta che deve far riflettere l'essere umano. ciao suona e buon week end
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 08/04/2017 ore 15:37:2
vai al link
Rispondi
di Aquarius utente non più registrato - commento del 08/04/2017 ore 18:07:12
Bisogna alzare il volume :))) E’ la tendenza, (in generale), di suonare in casa a 0,005 Watt piuttosto che in sala prove a volumi ”da amplificatore e batteria”. E quando capita di suonare a volume adeguato, si settano parametri con sonorità e orecchio rivolto ai i tanto cari volumi da cameretta (non in senso dispregiativo, ci mancherebbe).
Sarebbe buona cosa suonare e fare i suoni con una vera band, ed anche Helix, Fractal e compagnia bella, suoneranno scoppiettanti e con il tiro giusto, (preventivando una buona dose di smanettamento ed apprendimento della macchina che si ha in uso).
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 08/04/2017 ore 19:45:42
Per "tiro" intendi l'attacco o meglio la "presenza", giusto?
Rispondi
di Iconoclast76 [user #43596] - commento del 09/04/2017 ore 01:05:09
si anche
Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 08/04/2017 ore 20:30:22
A parte che i suoni vanno sempre fatti in un mix ( anche se non è' così scontato per molti)...stiamo parlando di simulazioni digitali,che hanno il medesimo suono sia a volume 1 che 10...quindi non è' una questione di volumi.
Parlando di guitarrig,che conosco bene,sinceramente non riesco a capire di cosa stai parlando..ho avuto tutte le versioni,dalla prima e ho trovato solo miglioramenti ed il lead800,sinceramente,mi sembra che abbia sempre lo stesso tiro.
Se posso darti un consiglio,se già non lo fai,e' di utilizzarlo a 48k,ma in modalità high( passa a 96k) e di provare degli altri IR cabinet con reflektor( ad esempio i Rosen)e sentirai delle differenze abissali.

Rispondi
di Aquarius utente non più registrato - commento del 09/04/2017 ore 11:56:24
Completamente d'accordo che i suoni vanno fatti all'interno del mix. Per quanto riguarda il volume, a mio parere, non concordo, . Trovo che la percezione e la risposta, cambino drasticamente specialmente se confrontiamo volumi da sala prove a volumi da appartamento. Per quanto riguarda il digitale, si è vero che sostanzialmente i suoni da 1 a 10 rimangono inalterati, però impostazioni, frequenze non corrette, ecc., vengono maggiormente alla luce a determinati volumi, invece quando si suona bassissimi tutto è mascherato e meno problematico. E' come paragonare un albero ad un bonsai: quest'ultimo può essere bello, perfetto, ma rimane una miniatura rispetto l'originale. Dinamica, risposta al tocco e compagnia bella sono caratteristiche che si apprezzano e vengono fuori solo a determinati volumi, più ti abbassi e meno vengono percepite. Che poi sia un'ottima soluzione per registrare, magari, è un altro discorso.
Rispondi
di Farloppo [user #27319] - commento del 09/04/2017 ore 08:31:47
Boh, io il suono più shreddoso che abbia mai avuto lo tiravo fuori da una Digitech GNX2 diretto nel mixer. Mangiava talmente tante note e sbavature tra delay e noise gate che sembrava sapessi shreddare per davvero... Suonava fintissimo (presente Everlasting Gaze degli Smashing Pumpkins?) però dovessi mettere su un progetto Industrial lo riprenderei sicuramente in mano.

Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 09/04/2017 ore 14:04:58
Usare il digitale dal vivo e' un ottima soluzione per chi, come me, ha gia pc e rigkontrol che usa a casa ( dal punto di vista economico).
Per quanto riguarda la questione volume( prettamente di volume) non mi trovi d' accordo, ma se come dici te, parliamo di frequenze si.
In internet sento un sacco di suoni fighissimi, pieni di bassi e di alti...ma poi in un mix( anche dal vivo) si perdono incasinando il tutto.
Cmq, sempre parlando di digitale, mi ripeto: gli IR cabinet fanno delle differenze ENORMI su tocco, dinamica, presenza, suono nel mix....si passa da un suono nasale/ gracchioso/ brutto ad un bel suono ' solo' cambiando questo componente.
Guarda, io ho amplitube, bias fx, guitarrig....bias fx suona meglio di tutti principalmente per gli IR di serie.
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 09/04/2017 ore 22:33:21
Io non sono un virtuoso nè ho sti aggeggi.
Per cui potete non considerare questo commento.
Ciao.
Rispondi
di xstrings [user #23053] - commento del 10/04/2017 ore 10:09:57
Nell'uso personale ho poca confidenza con il digitale però ho sentito Neil Zaza usare live il Fractal AX8 ... una botta di suono da non crederci.
Lui però lo conosco bene ed è ( per mio modestissimo parere) il numero uno tra gli shredder di oggi.
Se parliamo invece di suoni valvolari, ricordo il Malmsteen del live in Leningrado.
Che piaccia oppure no, quello è il suono che ti fa tremare le ossa :D
..altro che digitale IMHO
Rispondi
di Aquarius utente non più registrato - commento del 10/04/2017 ore 12:43:31
Suoni che comunque io, comune mortale, in ogni caso non riuscirei mai a concretizzare :)))) La mano lasciamo perdere, sarebbe una bestemmia il solo accostamento anche casuale... Rimane il fatto, a mio modesto parere, che per sfruttare appieno le potenzialità di apparecchiature digitali, occorra un impegno ed una preparazione ben diversa rispetto una strumentazione tradizionale e questo è il vero limite (sempre secondo il mio parere), della tecnologia digitale allo stato attuale. Comunque l'essenza del post non verte sulla differenza tra valvolare e digitale, si tratta più di una peronospora che sta colpendo, a quanto pare, anche gli ultimi modelli di amplificazione valvolare...
Rispondi
di xstrings [user #23053] - commento del 10/04/2017 ore 16:01:36
Assolutamente d'accordo su tutto ma non credo si tratti di una peronospora che sta colpendo anche gli ultimi modelli di valvolare e digitale.
Semplicemente generi musicali e suoni stanno cercando nel bene o nel male di evolversi ma questo non va in contro ai gusti di tutti ;D
Guarda, io in tutta franchezza ti confesso che a me non frega nulla di cosa sia meglio e cosa peggio.
Penso semplicemente che ci siano pro e contro in entrambe le direzioni ma penso anche che ci siano situazioni in cui è meglio l'uno piuttosto che l'altro e come giustamente dici tu ci vada una preparazione molto accurata e meticolosa se si vogliono usare macchine come Helix, Fractal o anche un ben più economico Eleven Rack che tra l'altro ha attirato la mia attenzione da quando ho visto questo video vai al link
Io però non ho voglia di impazzire tutto il giorno tra centinaia di regolazioni, già ho poco tempo per suonare e se mi porto a casa uno di questi giocattoli sarebbe come appendere la chitarra al chiodo :(



Rispondi
di Aquarius utente non più registrato - commento del 10/04/2017 ore 18:36:31
Condivido il pensiero. Per quanto riguarda la peronospera, era d'obbligo: faceva pendant con il complotto, ma in versione più enologica :))))
Poi con calma mi guardo il video dell' Eleven...
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 10/04/2017 ore 12:51:26
premesse

- primo pensiero che ho avuto: "ma posso perdere tempo a rispondergli?"

- secondo pensiero: "ma poi che gli scrivo a fare, lancia il sasso ma poi sparisce e non risponde ai commenti..."

- terzo pensiero: "si però un minimo di lucidità di pensiero va riportata!"

fine premesse.
il tutto si commenta con peche parole: ma quale GOMBLOTTO!!111!1,sono i tempi ed i gusti che cambiano!
i nuovi generi come il Metalcore, il Djent, e le varie contaminazioni di questi 2 col resto della produzione musicale prevedono un suono che faccia onomatopeicamente "CIUGA-CIUGA" (vedi utilizzo di chitarre a 7, 8, 9, 500 corde, accordate 20 ottave sotto...), lo "shreddare", che per definizione comporta il semplice suonare veloce, è solo una conseguenza del voler far vedere a tutti i costi che uno ce l'ha più lungo di tutti...

pure i pickup di oggi che vengono usati sugli strumenti adatti a questi generi sono tutti sovra-avvolti con livelli di uscita altissimi.

prendi un Evolution, un Super Distortion o altri pickup più tradizionali e vedi come si shredda anche oggi.

io sto problema ce l'ho solo con lo Spider 15 della Line 6 che ha appunto il suono classico che al giorno d'oggi vuole il pischello che suona ciuga-ciuga...
Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 11/04/2017 ore 21:59:49
Non ti offendere,ma non ho capito molto la tua risposta.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 12/04/2017 ore 08:55:16
lo immagino, quando l'ho scritta mi sono fatto prendere dal nervoso...

il fatto è che l'utente in questione non è nuovo a simili uscite: scrive un post polemico basato sul GOMBLOTTO ma poi sparisce (se hai notato ha risposto una sola volta), lancia il sasso e nasconde la mano.

comunque quello che intendevo dire è questo: gli amanti dello "shredding" sono prettamente rockettari o metallari, al giorno d'oggi questi 2 gruppi di musicisti sono prevalentemente orientati a sonorità nu-metal/djent con suoni iper saturi di distorsione ed ovviamente il mercato va incontro a queste esigenze.

se iconoclast si aspetta che il metallaro moderno abbia il suono che avevano Malmsteen o Gilbert più di 30 anni fa è un ingenuo: i tempi cambiano ed i gusti pure.

non ci sono complotti, c'è il fatto che oggi anche il ragazzetto squattrinato può acquistare un ampli a 100€ con una distorsione esagerata mentre quando ho iniziato io (24 anni fa) il mio ampli da 10w aveva una distorsione alla Hendrix e già ci sembrava una bomba.

per quanto riguarda i pickups vale il solito discorso: i pickups high gain moderni sono molto più spinti dei loro omologhi di 20 anni fa, quindi il suono che producono è conseguentemente più saturo e meno definito.

se metti insieme le 2 cose il suono che ne deriva è carico sui bassi ma privo di attacco, che è esattamente quello che vogliono i metallari di oggi
Rispondi
di Gabryga76 [user #44944] - commento del 12/04/2017 ore 13:13:23
Concordo...carico sui bassi finche' non suonano in un gruppo va bene...se no bisognerebbe fargli capire che i bassi,a meno che di suonare una 7 corde,escludendo dal gruppo un bassista,non servono a nulla se no a confondere il mix.
Comunque anche 24 anni fa c'erano dei bei pickup spinti e anche dei pedali di tutto rispetto....forse erano i soldini che mancavano( parlo per me,ovviamente....).
Comunque a parte le persone che lanciano e poi non rispondono,mi sembra che il livello su accordo si sia abbassato,ultimamente....e inoltre trovo un sacco di articoli che sono dei mega doppioni di altri...sara' che si è' già detto tutto?
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Le vostre esibizioni
Happy 2017!!
Rockabye!!...anche se non molto rock... :)
I'm On Fire
Capriccio n. 20 con GKG R36
Breve impro su "How Insensitive"...
di luvi
I vostri articoli
Les Paul sì, ma Ibanez
Una Stratocaster entrata nel mito e il suo inseparabile compagno
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
Valeton Dapper Mini: come suonare leggeri
Beatles: gli insospettabili Stratocaster Hero
I compleanni di oggi
team72filo
davide8929
pierblues65
ziopaolo81
Paolo Iori
DelilahSambora
desimone
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964