HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Gregg Allman è morto
Gregg Allman è morto
di [user #116] - pubblicato il

Cuore degli Allman Brothers Band, Gregg Allman è morto all'età di 69 anni nella sua casa in Georgia. Da tempo Gregg soffriva di epatite C e problemi di salute lo avevano costretto ad annullare alcuni show e a cancellare tutti gli impegni per il 2017.
Se ne va anche Gregg Allman, leggenda del rock, storico tastierista della Allman Brothers Band assieme al fratello Duane, morto a soli 25 anni in seguito a uno schianto con la sua Harley. Band storica, dal sound inimitabile, che può essere definita il punto di partenza di quel rock sudista che divenne il più importante fenomeno rock americano negli anni '70.

Gregg Allman è morto

Band come gli Allman Brothers, Molly Hatchet, Lynyrd Skynyrd, Marshall Tucker Band, 38 Special e tanti altri creavano un sound solido, poderoso, che mescolava il blues rock del decennio precedente con influenze country, blues classico per scivolare occasionalmente nelle atmosfere rhythm and blues e perfino gospel.

Quasi estinto nei decenni successivi, il rock sudista è tornato oggi prepotentemente alla ribalta grazie a Susan Tedeschi e Derek Trucks, quest'ultimo pesantemente ispirato dalle sonorità e dallo slide di Duane Allman e dalla voce di Gregg, tanto inconfondibile da essere definita da Rolling Stone la ventesima miglior voce di tutti i tempi.

Negli Allman Brothers cantava e suonava la tastiera, ma dopo la tragica morte del fratello si dedicò anche ad altri strumenti, in particolare la chitarra, che suonò per tutti gli anni a venire in una serie di revival degli Allman Brothers fino all'ultimo.
curiosità gregg allman the allman brothers band
Link utili
La bio di Gregg Allman su Wikipedia
Il sito di Gregg Allman
Altro da leggere
Pubblicità
Beatles: gli insospettabili Stratocaster Hero...
Chris Cornell, 1374 Alki Ave. S.W. Seattle...
Dietro le quinte di Sgt. Pepper's: 50 anni...
Esperimento microtonale: quale accordatura...
Pubblicità
Commenti
di LuigiFalconio85 [user #42411] - commento del 28/05/2017 ore 02:52:09
Grazie Gregg per averci ispirato R.I.P.
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 28/05/2017 ore 09:48:29
Questa mi colpisce da vicino. Uno dei miei grandi...
Rispondi
di poseidon [user #30697] - commento del 28/05/2017 ore 10:21:54
dispiace molto. At Fillmore East è uno degli album che più ho ascoltato in vita mia, ricordo che passai un'intera estate a suonarci sopra con la chitarra, senza avere spartiti e niente, cercando i imparare a orecchio nota per nota, quando ancora non c'era internet e te la dovevi cavare alla meglio...

Certo le parti di chitarra lì erano del fratello e di Dickey Betts, ma senza la sua voce e soprattutto le sue parti di tastiera il disco avrebbe comunque perso gran parte del suo fascino, perchè poi alla fine era uno di quei casi in cui l'insieme, l'amalgama, l'alchimia fra i diversi componenti creava un mix unico e irripetibile, una magia di gran lunga superiore alla somma delle singole parti.

Anche Eat a Peach, altro discone spettacolare...
Rispondi
di Aquarius utente non più registrato - commento del 28/05/2017 ore 10:27:20
Che brutta notizia... Se ne va un grandissimo. Una delle mie band preferite non solo per quello che rappresentavano musicalmente ma anche per il loro stile.
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 28/05/2017 ore 13:22:23
R.I.P. tutta la musica americana in una sola band !!! Sta poco a poco per cancellarsi un dipinto che non potra mai piu' essere restaurato ... :(
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 28/05/2017 ore 13:50:15
Una delle più grandi band in assoluto..RIP
Rispondi
di Claudio80 [user #27043] - commento del 28/05/2017 ore 17:05:54
Peccato un'altro grandissimo che se ne va!!Adoro gli ABB!!!!
Rispondi
di mdg [user #41663] - commento del 28/05/2017 ore 19:25:20
Grandissimo! R.I.P.
Rispondi
di tittis [user #28285] - commento del 29/05/2017 ore 10:26:1
...acc, proprio in questi giorni mi ero imparato la sua versione acustica di "Come and go blues" : una di quelle ballad che piacciono a me, relativamente facili e piacevoli da suonare . Ma la sua voce è inarrivabile. R.I.P Gregg
Rispondi
di teppaz [user #39756] - commento del 29/05/2017 ore 14:26:39
Ciao Gregg, grazie per quello che ci hai dato.
Vado ad ascoltare il live at Fillmore, capolavoro assoluto e secondo me uno dei più bei dischi live di sempre.
R.I.P.
Rispondi
di fla72 [user #29005] - commento del 29/05/2017 ore 20:44:42
R.I.P.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Curiosità
Beatles: gli insospettabili Stratocaster Hero
Esperimento microtonale: quale accordatura suona meglio?
Roberto Pistolesi: il liutaio non liutaio
John Mayer e PRS al lavoro su una Strat-style?
Dischi e recensioni
Angolo DIY
Una Les Paul travestita da Duo Jet
Stratocheap: il primo amore non si scorda mai
Benvenuta Pinecaster!
Interviste
Le novità Boss 2017 spiegate da Alex Hutchings
Il "Duo del male" in tour con Ibanez
La magia della chitarra
Non basta suonare bene
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964