HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Valeton Dapper Mini: come suonare leggeri
Valeton Dapper Mini: come suonare leggeri
di [user #36973] - pubblicato il

Un doppio overdrive, una buona modulazione e un delay con tap tempo possono essere tutto ciò di cui un chitarrista senza pretese estreme può avere bisogno. Il Valeton Dapper Mini impacchetta tutto in un formato pratico e portatile all'estremo per placare la GAS con un prezzo accessibile.
Lo sport preferito dal chitarrista è probabilmente passare dal digitale all’analogico e viceversa a intervalli di tempo irregolari e in modi repentini, vendere pedali per comprare rack, vendere rack per comprare stompbox e via dicendo. Le esigenze di vita e di praticità hanno un ruolo importante, e a questa olimpiade del compra/vendi ho deciso di (ri)vendere tutti i miei pedali incluso il case per approdare a quanto di minimo in termini di peso/costo/ingombro sia presente sul mercato.
Arrivo al Valeton Dapper Mini, uno stompbox dalle dimensioni contenute che al suo interno dispone di un accordatore a LED con Mute della chitarra, un delay tap tempo, un chorus, un overdrive classico e un distorsore hi-gain. Il Valeton è fabbricato in Cina ed acquistato su internet da un noto distributore tedesco per un costo abbordabilissimo.

Valeton Dapper Mini: come suonare leggeri

Quando arriva a casa, è più piccolo di quanto mi aspettassi. Con un classico alimentatore esterno, la costruzione mi sembra solida e le manopole, per quanto piccole, hanno un loro perché.
Il tuner dà la possibilità di accordare qualsiasi nota ma non è cromatico, quindi ottimo per accordatura standard ma anche open, senza però accidenti (nel senso musicale), utile al suo scopo primario con LED molto luminosi. Ottimo per situazioni live.
A una prima impressione, il delay somiglia a un digital delay, ma smanettandoci un po' assume connotati più analogici. Il tap tempo fa il suo dovere calibrando la cadenza al ritmo giusto.
Il chorus è ottimo, io personalmente lo uso sempre a un determinato decay anche perché trovo che il chorus alla fine abbia un ruolo di colorazione e non tanto di modeling, quindi mi va benissimo.
L’overdrive è ottimo, con la Stratocaster restituisce i timbri tipici del TS9 caricandolo di poco gain, ottimi per il blues/rock. Il distorsore è molto più cattivo, e anche se lo uso meno è comunque utilissimo trovarlo lì a disposizione anche, se a differenza degli altri effetti, l’overdrive switcha a distorsore non a pedale ma con un interruttore.

Inoltre c’è una piccola uscita per suonare in cuffia con simulatore di ampli. Utilissima in situazioni casalinghe ma anche di viaggio, restituisce un timbro accettabile per gli usi consentiti.



L'obiettivo della praticità è stato raggiunto col minimo sforzo economico e mi permette di andare in sala solo con una custodia morbida, due cavi e il Valeton.
Detto questo, è bene specificare per i chitarristi in fase di ricerca del suono specifico che questo oggetto non è paragonabile a quattro pedali boutique o a un Carl Martin Quattro che costa cinque volte tanto, ma è destinato a mio avviso a ricavarsi una fetta di mercato consistente per chi come me ha deciso di alleggerirsi senza dover necessariamente infilarsi nel tunnel delle pedaliere digitali, che alla fine sono ancora un altro universo con diverse peculiarità.
Ultima osservazione: se proprio vogliamo integrarlo di tutto, basterebbe aggiungere un compressore e un wha, ma ora ovviamente non ci penso, altrimenti - modello Inception - fra sei mesi mi ritrovo con altri 48 pedali e ricomincio da capo.
dapper mini effetti e processori gli articoli dei lettori valeton
Altro da leggere
Pubblicità
Il Carl Martin Surf Trem cambia pelle...
Source Audio espande il riverbero Ventris...
Moon Canyon: la macchina per ambienti Dr. No...
Marshall Origin 20H: prime impressioni...
Pubblicità
Commenti
di Claes [user #29011] - commento del 09/06/2017 ore 18:55:20
Da regalare ai figli :)
Rispondi
di MojoKingBee [user #39456] - commento del 16/06/2017 ore 08:34:35
l'immagine dice blu=natural, green=sharp, riferito sicuramente all'accordatore, quindi anche gli accidenti puoi accordarli.

c'è un vecchio video di rabea massaad che illustra bene questo coso, lo avevo puntato come clone del FlyRig, che l'11.11 su aliexpress si trovava con uno sconto importante
Rispondi
di MojoKingBee [user #39456] - commento del 16/06/2017 ore 08:39:56
mi correggo, mi riferivo alla versione non mini
Rispondi
di sonicnoize [user #36973] - commento del 16/06/2017 ore 12:28:24
Comunque dopo qualche giorno di prova confermo che l'overdrive con un filo di gain è buono ma il distorsore è moooooolto zanzaroso.

Altro piccolo limite è che l'uscita cuffia è molto bassa di volume.

In fondo per meno di 100 euro non si potrebbe ambire a una stomp multipla boutique.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Marshall Origin 20H: prime impressioni
RedSeven: sbirciamo dietro la griglia del nuovo hi-gain italiano
Alvarez Delta: una 00 come si deve
Bogner in video: Goldfinger diventa Super Lead
Zoom Guitar Lab 3.0: arriva l'editor
I più commentati
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
Solar aggiorna il catalogo per destrorsi e mancini
Bogner in video: Goldfinger diventa Super Lead
I vostri articoli
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Zoom Guitar Lab 3.0: arriva l'editor
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
Customizzazione di un VHT Special 6 Ultra
Cosa determina davvero il suono di un pickup
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964