HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Suhr Badger 35
Suhr Badger 35
di [user #3113] - pubblicato il

Compatto, semplice nei controlli ma capace di una versatilità elevata, lo Suhr Badger è un valvolare mangia-pedali ideale per affrontare i palchi ma anche per l'appartamento, grazie al riduttore di potenza. Eccolo analizzato a fondo.
Il badger è il tasso, simpatico animale che poco ha a che fare con il mondo della musica. Ci ha dovuto pensare la Suhr a fargli apprezzare le note, in particolare quelle della chitarra, facendo uscire una serie di ampli chiamati appunto Suhr Badger.

Son presenti tre versioni che si differenziano per configurazione di valvole finali e wattaggi: la 30w ha le EL34, più Marshall style, mentre la 18w e la 35w condividono le EL84, ma in numero differente di modo da raddoppiare il wattaggio nel secondo.

Suhr Badger 35

L'ampli è un monocanale, si parte dai clean e si finisce in territori pienamente hi-gain. È straordinario come sia sempre a suo agio, a prescindere dalla quantità di distorsione che gli viene richiesta. È ottimo per lavorarci con i pedali.

Suhr Badger 35

Vera chicca è la presenza del controllo Power che permette, ruotandolo in senso antiorario, di limitare il wattaggio conservando però il suono di quando il volume ti spettina i capelli.

Bando alle ciance, e vi lascio alla demo video che parla meno, ma spiega di più.

amplificatori badger 35 gli articoli dei lettori suhr
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni...
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto...
La storia del PAF: l'etichetta da migliaia...
Rickenbacker M11: un amplificatore vintage e...
Pubblicità
Commenti
di tormaks [user #26740] - commento del 08/07/2017 ore 09:43:41
bellllaaaaa, ma costa sicuro come una escort.....
famosa automobile degli anni '70.....
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 09:54:39
Ahah! No in realtà costa assai, ma non così tanto: sull' usato siamo sui 1400, sicuramente non un prezzo popolare, ma nemmeno da ultra boutique :)
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 10:09:39
1400? vai al link
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 10:10:47
In che senso? Io l'ho pagato quella cifra sull'usato...
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 10:58:05
AH 1400 pure usato? vai al link
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 11:01:59
Sì, sono molto contento del mio acquisto, considerato il prezzo che aveva sul nuovo.
Non ho capito se stai trollando o dove tu voglia arrivare, se ti va di esprimere un concetto son felice di scambiare due parole e due opinioni, altrimenti buona giornata :)
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:05:31
Ma scusa eh... non era meglio che andavi da un vero e buon artigiano e ti facevi fare un amplificatore veramente artigianale, serio, artistico e prezioso?
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 11:08:51
Posseggo un ampli artigianale, sostanzialmente una replica di un Marshall 4 ingressi da 50w, davvero bello, ma nella fattispecie volevo quel suono e sapevo di poterlo trovare dentro quell' ampli, per cui ho acquistato direttamente lui.
Stando sull' artigianale ho provato per bene diversi Dangelo e mi son piaciuti molto, mi piacerebbe prenderne uno, sicuramente in futuro ci penserò. :)
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:15:57
Eh, secondo me... è la cosa migliore affidarsi ad un coscienzioso artigiano. Suhr veramente non l'ho mai sopportato. Facevo un pedale che è stato sempre molto apprezzato da chiunque, con qualunque strumento e qualunque amplificatore. L'unica volta che l'ho sentito suonare una schifezza è stato attaccato ad una chitarra e ad un amplificatore Suhr.
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 11:17:13
I suoni che hai sentito nel video come ti sembrano? Io, davvero, ne sono molto soddisfatto e lo sto usando in molte situazioni diverse, ma in ogni caso non ho la pretesa che debba piacere a tutti :D
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:26:58
Ma i suoni non sono nemmeno male... solo che le stesse cose si fanno con amp che paghi molto meno. Questo è un amplificatore molto semplice che praticamente fa chiunque. Vedi... un artigiano pagando sensibilmente meno ti avrebbe fatto un JTM45 che, a livello di funzioni, è più o meno la stessa cosa. Diverso è il discorso per esempio per un amp Blackface dove hai un riverbero e un tremolo belli da sbrodolare. Qua non hai molto... è una cosa molto molto semplice che secondo me costa veramente troppo per quello che è. Cioè artigianalmente si fa ampiamente una testa tutta point to point clone 1:1 di un vintage con componenti di ottima qualità. Non so se mi sono spiegato... Però figurati... non suona assolutamente male. E ci mancherebbe... con quello che costa!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 11:32:22
Ma il jtm45 non ha le 5881 come finali?
In ogni caso a me interessava un ampli con le el84 come finali e un riduttore di potenza integrato (e qua va benissimo).
Secondo me non è vero che non c'è molto su questo ampli per giustificarne il prezzo :)
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:39:50
Si, ha le 5881 (veramente in origine aveva le KT66). Ti facevo un esempio a livello di funzioni. Non ha un bel riverbero, non ha un bel tremolo, non ha una bella cassa di legno buono, non ha degli altoparlanti sbrodolosi e certamente non è fatto point to point a mano (anzi... internamente ha pure i componenti incollati con la colla a caldo sulla PCB tanto per rendere più complicata la riparazione se col tempo dovesse guastarsi). Leggi il mio commento più sotto. Oh ovviamente tutto ciò rappresenta il mio pensiero eh... condivisibile o meno. Per me non ci sono i presupposti per far costare 1400 euro (usata) questa testata. Cioè... per 1400 erbi posso avere molto di più se non c'è scritto Suhr sopra.
Rispondi
di Inglese [user #31999] - commento del 08/07/2017 ore 13:13:2
Perdona ma non posso condividere.
E poi sono sinceramente contrario a questo luogo comune per cui artigianale uguale fatto bene, qualità, eccetera e prodotto industrialmente uguale sbilanciato sul piano qualità-prezzo.
Tutti quelli che costruiscono "come una volta" si rendono conto che Fender lavorava per il profitto? Che molte soluzioni derivano da considerazioni economiche? Che, per dirne una, si usavano resistenze impasto di carbone solo perché non c'era molto altro?
E la colla a caldo è da prescrizioni IPC (provata vedere quante direttive regolano i PCB su scala industriale) di qualità che impone di fissare alla scheda tutti i componenti con massa superiore a certi limiti tabellati per evitare sollecitazioni meccaniche ai pin dei componenti.
E poi, alla fine fine, con gli stessi soldi compri tante cose diverse da questa ma non per forza "migliori" (ammesso che il termine abbia un qualche senso in questa discussione)
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 13:31:08
D'accordo con te. Resta il fatto che il giusto artigiano ti crea un capolavoro per molto meno. Ma anche di fabbrica trovi roba che ti da di più per lo stesso prezzo. Ma qua si entra nel fattore "gusti". Sta cosa della normativa della colla a caldo veramente non la sapevo. Però ci sta. Stupido ed inutile. Ma ci sta.
Rispondi
di esseneto [user #12492] - commento del 12/07/2017 ore 16:25:05
Il JTM 45 ha la valvola rettificatrice GZ 34 e due KT66 che fanno la differenza , inoltre il badger in più ha il send/return . Condividono alcuni controlli tranne l'attenuatore che fa da master volume e il pot drive che il Marshall non ha mentre ha 4 ingressi ponticellabili che offrono varie combinazioni timbriche .
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 12/07/2017 ore 16:30:0
Magari avesse ancora le KT66... :) Comunque lo conosco bene il JTM45. Era solo un esempio come un'altro.
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 08/07/2017 ore 11:22:43
Beh magari il tuo pedale non si trova bene con quell'ampli, può succedere, io non ho mai avuto niente della Suhr ma considerato i nomi dei chitarristi che usano i loro prodotti non credo che sia una marca cosa scarsa.
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 11:25:50
In effetti è un ampli che solitamente li mangia bene i pedali (l'ho preso apposta per quello), per questo chiedevo se gli piacciono i suoni che sente, magari abbiamo solo gusti differenti :)
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:28:04
Non è scarsa. Costa troppo.
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 08/07/2017 ore 11:30:54
Tutto costa troppo, anche una pinta di Guinness 6,50 euro e probabilmente anche un ampli artigianale che poi se vuoi rivendere sarà quasi impossibile, il discorso non era sul prezzo.
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:34:26
No, no. Il discorso era proprio sul prezzo. Tu considera che l'amico aleZ ha pagato questa testa usata 1400 euro. Con 1500 euro si può fare un Bassman. Ma non un Bassman come lo fa la Fender adesso. Un Bassman VERO e PURO come era fatto una volta. Un Bassman che è un combo con una cassa in pino massello e 4 altoparlanti da 10" Jensen all'interno. Che non si può rivendere è una sciocchezza se si cerca l'amp definitivo veramente. Se pensi a rivenderlo significa che stai cercando solamente un giocattolino per perdere tempo perchè ti assicuro che da un amp fatto veramente con la A maiuscola non ti separeresti mai. Ammesso che sia ciò che stai cercando.
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 11:39:49
Sinceramente il discorso di rivendibilitá è importante, magari non basilare, infatti ho degli strumenti artigianali, ma importante.

Nella vita per campare suono (e insegno :) per cui ogni acquisto deve essere pesato con attenzione; inoltre la rivendibilitá mi permette di mantenere il capitale più o meno immobilizzato e poterne usufruire in futuro :)
In ogni caso capisco il tuo discorso e cosa vuoi dire riguardo la qualità che ti può regalare un artigiano.
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:41:0
Maledetti! Mi avete fatto venire voglia di costruire un amplificatore o un pedale! :'(
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 08/07/2017 ore 11:47:25
Io non conosco i prezzi dei liutai, poi suono ampli a transistor, per me le valvole potrebbero rimanere tutte in Russia o in Cina o dove le fanno, il fattore rivendibilità per me è molto importante invece e si sa che la roba di liuteria è difficile rivenderla nonostante la qualità, detto questo non è scontato che il bassman di cui parli tu sia suoni meglio di questo Shur, il suono è molto soggettivo e come ho detto prima questa è una signora marca altimenti Scott Henderson non la userebbe credo.
Poi un bassman di pino massello che peserà 40 chili per suonare sostanzialmente nei localini minuscoli dove a più di due di volume parte l'arresto sinceramente non saprei che farmene, bisogna sempre considerare il luoghi dove uno suona prima di comprarsi un ampli.
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 08/07/2017 ore 11:50:13
Si, dicevo per fare un esempio rapportato col prezzo di questa testa. Se con 1500 erbi ti fai il Bassman con 1000 riesci a farti, che ti devo dire, una testa tipo Marshall... Era solo un esempio.
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 08/07/2017 ore 12:09:03
FANTASTICO!!! Io provai il 18 watts,e nonostante non sia un fan delle EL84 rimasi a bocca aperta,grandi amplificatori senza ombra di dubbio,complimenti e goditelo. ;-)
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 08/07/2017 ore 12:10:53
Grazie! Ho preferito il 35 al 18 perché ha più headroom, anche se i puliti sono comunque quasi impossibili da tirare fuori, ma diciamo che non è un ampli che si compra per i clean fantastici, quanto più per il breakup che è stupendo :)
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 08/07/2017 ore 12:14:47
Hai fatto un acquisto "per la vita" credimi,la roba di Suhr è sempre e comunque sinonimo di qualità a tutti i livelli,da sempre ;-)
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 08/07/2017 ore 12:37:40
Ho avuto la 30 w in Italia e me la sono ricomprata qui in Usa. Una bomba!!! Un ampli fantastico, suona bene a qualsiasi volume e con aualsiasi cassa. Gli si puó mettere davanti qualsiasi pedale (buono) e suona splendidamente. Monta valvole Ars, selezionate. Al cambio valvole mi son lasciato tentare da valvole più costose (Tad) ma son tornato alle Ars. Il controllo power lavora benissimo ma io solitamente lo lascio tutto aperto e lavoro su gain e volume con gli sltri controlli flat. Insomma attacchi e suoni e suona sempre bene.
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:04:50
Il controllo power è utilissimo, ma fa un effetto strano: lavora sui "forte", se suoni piano non si nota alcuna differenza, picchiando sulle corde entra una specie di "limiter" che fa alzare il gain, ma non il volume. È un po' strano le prime volte, poi ci si fa l' abitudine, per alcuni potrebbe essere un limite, io lo trovo un buon compromesso :)
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617] - commento del 08/07/2017 ore 13:41:10
Io non capisco perche' un ampli che suona cosi bene sia clean che distorto ed a quel prezzo non venga prodotto a due canali
Rispondi
di wahale [user #44966] - commento del 08/07/2017 ore 14:27:35
Mi stavo chiedendo esattamente la stessa cosa.. Secondo me avere un canale solo è una grande limitazione. Non ti permette di sfruttare al massimo l'amplificatore durante una canzone dato che da lui puoi ottenere solo "un suono per volta"
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 09/07/2017 ore 02:27:40
Beh in realtà con una monocanale si usano i pedali, per cui hai una vastità di suoni direttamente proporzionale a quanti pedali hai. Io ad esempio in pedaliera ho due overdrive e un distorsore, quindi sfrutto il pulito della testata, due livelli di overdrive e uno di distorsione. Ognuno con i loro controlli di tono, per cui è come avessi 4 canali...
Rispondi
di wahale [user #44966] - commento del 09/07/2017 ore 10:04:31
Esattamente.. Quello che volevo intendere e che di solito la distorsione di un mono canale non può essere utilizzata a meno che tu non rinunci al clean
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 09/07/2017 ore 16:05:26
Ah certo, se vuoi usare la distorsione della testata devi per forza rinunciare al suo clean, oppure si puó usare l'accorgimento di impostarla sulla soglia del distorto e di pulirla col volume della chitarra, ma non sempre è possibile e conveniente farlo
Rispondi
di Dinamite bla [user #35249] - commento del 08/07/2017 ore 16:33:25
Ho due chitarre Suhr (classic pro hss e una classic t antique) più un paio di pedali. Lo trovo un marchio eccellente, che ha saputo ritagliarsi la sua fetta di mercato nonostante la concorrenza spietata di mezzo mondo. È un'azienda che sa lavorare, hanno una precisione da ingegneria aerospaziale, e i prezzi sono giusti per quello che ti offrono. Fanno strumenti che bisogna saper suonare, le chitarre sono intonate e precise, e per questo motivo non perdonano molto nell'esecuzione. Non sono strumenti da suonatori della domenica o roba da esporre per farsi grandi davanti agli amici, ma sono strumenti di lavoro, per chi con la musica ci lavora. Quindi se si ha un parere negativo su questi strumenti, il problema è forse nelle mani di chi sta suonando.

L'ampli suona benissimo. Ogni polemica su prezzo, fattura, qualità etc. è soltanto occasione per alzare polvere di cui non c'è molta necessità
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:05:42
Ho provato diverse Suhr ed effettivamente sono chitarre pazzesche! Mi piacerebbe molto provare la Pete Thorn Signature :D
Rispondi
di maxventu [user #4785] - commento del 10/07/2017 ore 10:04:39
questo è un commento perfetto e pertinente. Io non ho (ancora) avuto chitarre Suhr , ne ho provate diverse, tutte mi hanno fatto lo stesso effetto che hai descritto. Precise affidabili e professionali, stabili, non perdonano una mano incerta (come la mia). Ne ho provate varie tutte ottime e assolutamente simili tra loro a parità di modello - segno di controlli di qualità efficaci - una sola in realtà svettava su tutte le altre ma era un modello inarrivabile per il mio budget ed infatti dopo due giorni era venduta. Ho montato pickup Suhr su varie mie chitarre ottenendone miglioramenti semplicemente non descrivibili a parole rispetto ai pickup montati di serie dalla più nota casa di Corona. Ho un pedale della Suhr che è il miglior overdrive che io abbia mai provato (per i miei gusti). Degli ampli non posso dire ma è chiaro che col marchio che portano, difficile che non suonino bene. La polemica artigianale / industriale mi lascia un po' il tempo che trova.
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 08/07/2017 ore 17:14:39
Badger: mi sembra un nome divertente e umoristico :) Badge è "logo", marchio, quello che ti promuove o fa promuovere (vedi Marshall). Quello che subito mi ha interessato è il riduttore di volume settabile e dov'è posizionato nella catena. Conosco quello Marshall e si mette tra output e cassa. Per i DIY metteteci una spina USB. Che sia possibile avere in cattedra sia EL84 che EL34 - A, B e i due sistemi insieme a scelta di switch su pedaliera?
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:07:03
Qui il riduttore è integrato e funziona molto bene. Quello che dici riguardo le valvole non so se sia possibile, ma sarebbe interessante :D
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 09/07/2017 ore 11:11:28
Claes,"Badger" è il tasso simpatico animaletto col muso a strisce bianco e nero, nulla a che vedere con Badge (logo,etichetta) ;-)
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 09/07/2017 ore 11:25:31
Tasso? Molto poco darsi IMHO. Per me l'intento è di darti un "badge" come a tutti quelli che sono in palco coi Marshall (primo in classifica).
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 09/07/2017 ore 11:31:27
No Badger è il tasso,non ha nulla a che vedere con badge,che poi che ci entrerebbe con l'amplificatore in questione? E' solo un nome simpatico per un amplificatore di taglia piccola.
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 09/07/2017 ore 15:56:08
Ho chiesto in diretta - sarebbe divertente cosa dicono loro... se passa il mail. È tramite la funzione HP "contact" ma non me la manda o registra di averlo mandato. Messaggio:

Is it inspired by the animal of that name or a sort of "Badger gives you the badge of the best sound"? Your solution for an on-board master volume control is really smart! Where is it positioned... the old way (amp out to cab in) or did you find a different signal chain for it all?
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 09/07/2017 ore 16:01:42
Vediamo se ti rispondono :-)
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 09/07/2017 ore 16:36:31
Sono curioso!!! Per adesso non mi riesce a mandare quel messaggio. Provato 2 volte ripartendo dal testo a zero. Il resto del sito funziona e non sembra fuso dall'ondata di caldo in California proprio adesso...
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 09/07/2017 ore 21:48:1
Rapporto: tramite Facebook viene tutto bene vai al link e il sito funziona meglio di quello "vintage" di stamattina. Terrò informato di cosa mi succede via FB.
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 08/07/2017 ore 19:07:58
L'ampli è molto bello, anch'io lo avrei voluto con due canali ma se l'hanno fatto monocanale sicuramente un perché ci sarà.
Del resto anche Gwynnett (è tanto che non scrive, qualcuno sa come stia?) preferisce i monocanali.
Sul rezzo il discorso mi pare capzioso perché dipende dall'uso che se ne fa e dal valore che ciscuno dà shlla base di mille variabili all'oggetto.
L'artigianato è a mio modo di vedere un'ottima alternativa ma ha i suoi pro e i suoi contro.
Da un lato se hai un problema o necessità di modifiche ce l'hai qui e non dall'altra parte del mondo.
Dall'altro rischi, a parità di prodotto, di spendere di più perché l'artigiano non può fare le stesse economie di scala
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:08:22
Il prodotto artigianale porta con sè il fascino del "vestito su misura", se si ha bisogno di qualcosa di particolare o di suono al top va benissimo sentire un bravo costruttore di ampli e parlarne direttamente con lui. Sicuramente, come dici tu, è una scelta con molti pro e molti contro che vanno pesati attentamente :)
Rispondi
di distorto [user #28299] - commento del 08/07/2017 ore 20:18:29
Complimenti, bell'acquisto. Cosa hai usato per la ripresa del suono? Cassa con quali coni? O speaker simulator? Grazie
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:09:42
Ciao, utilizzo una load box: la Two Notes Torpedo e simulo la cassa utilizzando delle IR.

Puoi trovare maggiori informazioni qui, in ogni caso scriverò un articolo a riguardo in questi giorni :)
vai al link
Rispondi
di luvi [user #3191] - commento del 08/07/2017 ore 20:24:20
Al di là di quanto suoni bene l'ampli (e suona evidentemente bene) la demo è molto bella e ben fatta. Complimenti! :-)
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:11:02
Ciao Luvi, grazie mille.
Non so se ti ricordi, ma sono aleZ del gruppo Iamsc e Iamscjazz, mi avevi anche riparato dei pick up anni fa, dei mini humbucker di una Les Paul Deluxe anni 70 :)
Grazie ancora e a presto!
Rispondi
di luvi [user #3191] - commento del 09/07/2017 ore 11:48:22
Ma certo!
Bentrovato... e rinnovo i complimenti... :-)
Rispondi
di lbaccarini [user #14303] - commento del 09/07/2017 ore 00:01:46
anche io pensavo che suoni benissimo, il video è fatto da dio poi
vedo mille demo di gear questo è il più figo che ho visto recentemente
suoni per me piuttosto belli ma quando uno suona bene è sempre più difficile giudicare! che paradosso
bravo!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 02:11:29
Grazie di cuore, in questi giorni ne metto altri visto che li sto facendo in questo periodo :)
Rispondi
di sidale [user #29948] - commento del 09/07/2017 ore 04:57:33
Complimenti per il video fatto molto bene e suonato altrettanto bene,ampli notevole.
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 11:54:42
Grazie mille :)
Rispondi
di sambo78 [user #36684] - commento del 09/07/2017 ore 15:56:
Complimenti da un felice possessore di un Badger 18!!!!!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 16:20:45
Grande!! Grazie mille!! :D
Rispondi
di dantrooper [user #24557] - commento del 09/07/2017 ore 16:00:10
complimenti per il video!
la testa è molto bella e suona davvero bene; la qualità si paga e si paga anche il marchio (com'è giusto che sia), essendo lo stesso una forma di "garanzia" per il consumatore. qualsiasi polemica al riguardo la vedo asettica ed inutile.
da amante, appassionato e possessore di les paul (non mi son lasciato scappare il fatto che tu sia possessore di una deluxe), che modello di les paul è quello nel video? di che anno?
grazie
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 16:19:55
Ciao, grazie mille per i complimenti :)
Purtroppo la deluxe l'ho venduta anni fa, mannaggia. Errori di gioventù!
Quella nel video è una Les Paul Standard del 2003, davvero bella secondo me.
Ha i burstbucker e un top molto bello e fiammato, forse all' epoca facevano una serie denominata "plus" con top più belli, ma non so dirti se la mia ne faccia effettivamente parte, ma in ogni caso mi piace molto :)
Grazie e a presto, a giorni faccio un altro articolo su un altro dei pedali di cui ho già fatto la prova su YouTube :)
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 09/07/2017 ore 16:47:52
Quando sento sti discorsi (con quei soldi te lo facevi fare da un artigiano) faccio un salto di 10 anni indietro...quando andavano di moda le frudua e le bruno traverso.
Amico mio....come la mettiamo con la volubilità dei chitarristi?
A chi lo diamo 1500 euro di ampli artigianale e a quanto?
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 17:27:24
Infatti quel discorso, oggettivamente, c'è. A me piace l'idea dello strumento su misura, ho anche un ampli artigianale per verità, però questo non esclude l' acquisto di un ampli di un marchio blasonato se suona comunque bene
Rispondi
Loggati per commentare

di Tubes [user #15838] - commento del 09/07/2017 ore 20:37:15
Bravo m'è piaciuto tutto : ampli,chitarra,suoni,stile e pure il salotto !
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 09/07/2017 ore 21:51:27
AHAHAHAH!! Grazie mille!! Beh, il salotto devo ammettere che piace molto anche ammè :D
Tra l' altro, se ti interessa, ho dovuto rifare il canale per motivi un po' lunghi da spiegare e assistenza inesistente, se ti interessa iscriverti il link corretto è : vai al link

a presto! :)
Rispondi
di zef65 [user #18431] - commento del 09/07/2017 ore 22:58:36
ciao, l'ho recentemente registrato in studio da me e concordo che suona veramente bene, comportandosi egregiamente con i pedali che aveva il chitarrista aveva.
Ho poi avuto modo di sentirlo con settaggi diversi (una volta finito il disco), sempre interessante, tanto che me lo sono profilato col Kemper :D
Complimenti per l'acquisto
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 10/07/2017 ore 10:51:42
Hai fatto benissimo, col Kemper ne hai "rubato" un pezzetto al legittimo proprietario! ahah! :D
Rispondi
di bettow [user #30179] - commento del 09/07/2017 ore 23:52:36
Un buon ampli come tanti altri in commercio; il "cuore" è formato dalle solite valvole di quarant'anni fa. Interessante il riduttore di potenza, mi sarebbe piaciuto ascoltare le differenze nel demo (senza basi).
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 10/07/2017 ore 10:52:20
Hai ragione, forse avrei dovuto mettere una parte in cui si sentissero le sole chitarre in ogni canzone e non solo in Killing in the Name :)
Rispondi
di Floyd [user #143] - commento del 10/07/2017 ore 10:04:15
La demo è molto ben fatta, però.... per un ampli dedicato all'uso con pedali, l'avrei voluto sentire perlomeno con un overdrive, distorsore, fuzz classici, per capire la risposta. Le modulazioni sono meno schizzinose delle distorsioni, quindi a mio avviso non necessitano di demo particolari, magari anche il delay, perchè se il suono dell'ampli non è davvero pulito, suona male.
Mi piacerebbe sentire una recensione del Wampler Bravado, dichiaratamente piattaforma per uso con pedali effetto, un ampli che ha stuzzicato la mia GAS...
ciao
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 10/07/2017 ore 10:54:3
Ciao! in questo video non l'ho provato con i pedali perchè il mio canale (che trovi qui: vai al link) è proprio dedicato alle prove dei pedali, per cui avrai sicuramente modo di sentirlo con molti effetti differenti :)
Il Wampler non ce l'ho, ma in questi giorni faccio uscire un fuzz probabilmente, il 70's della Fulltone, tieni d' occhio il canale, lo troverai lì! :)
Rispondi
di Floyd [user #143] - commento del 10/07/2017 ore 11:18:04
grazie, andrò ad approfondire. ciao!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 10/07/2017 ore 11:25:46
Grazie a te! :D
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 10/07/2017 ore 16:58:39
Suhr è un ottimo marchio e le loro cose suonano davvero bene. Certo un mono canale per me ha dei limiti. È vero che con tanti pedali puoi fare diversi gradi di distorsione, ma puoi farlo anche con una due canali, io almeno lo faccio (ho un Rivera molto vecchio a 2/3 canali). Sul discorso tecnico penso sia una scelta progettuale per contenere dimensioni e "prezzo". Le virgolette sono d'obbligo, perché parlo di prezzo in linea coi loro prodotti. Con 1400 euro altro che usato, ci prendi davvero il mondo e nuovo. Se può interessarti un mio amico ha preso una Egnater Tourmaster a 1900 nuova. Magari usata la trovi a meno, ma parliamo di 4 canali, devattazione distinta per canale, da 100 watt in giù, reverbero, loop effetti seriale o parallelo assegnabile distintamente ai canali, master generale, footswitch per controllo totale... Non so cosa gli manchi, certo deve piacere 😉
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 10/07/2017 ore 19:29:02
Considera che la travagliata vita con gli ampli è iniziata con un ENGL combo, è passata per Mesa, Orange, Bogner, Marshall, Fender, Kemper e sicuramente qualcosa me lo sto dimenticando. :D
Certamente le opzioni con 1400 euro sono tantissime, ma al momento son felice di questa testatina e con i pedali mi diverto, sicuramente ci sono molti prodotti più versatili alla stessa cifra, ma questa è proprio quella che cercavo :D
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 11/07/2017 ore 15:37:50
Allora se ti ritieni soddisfatto e ne sono felice, dovresti provarlo col mio nuovo pedale overdrive due canali. Una vera bestia 😉
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 13/07/2017 ore 02:41:22
Mi piacerebbe, ti ho scritto in mail :)
Rispondi
di dariorepen [user #15510] - commento del 21/07/2017 ore 11:30:01
Conosco bene i Suhr Badger, ho suonato sia il 30 che il 35 (attualmente possiedo il 18 Head). Dico semplicemente che sono ampli eccellenti, per qualità sonora, costruzione e componenti utilizzate. Il 18 suona praticamente identico al 35, tridimensionale ma ovviamente con meno headroom, comunque offre sia un ottimo clean, che un bellissimo timbro overdrive, molto ampio, cioè appena percettibile sino a livelli Heavy. Alcuni dicono che è in pratica un Vox, ma più raffinato e di concetto più moderno; a me per reciproco rispetto, non sembra corretto paragonarlo ai vecchi gloriosi Vox i quali possiedono una loro timbrica inconfondibile. Il Badger 35 e 18 godono di personalità propria, cioè suonano esclusivamente da Suhr Badger, semmai e la versione Badger 30 ad essere differente, con una timbrica maggiormente lineare e piatta rispetto alle altre due versioni; alcuni lo paragonano al sound dei vecchi Marshall e nemmeno qui mi trovo d'accordo, i vecchi Plexi suonavano diversamente, decisamente più grezzi e duri (ma con un bellissimo Clean).
Il grande punto di forza dei Badger è il Power Scaling che funziona veramente bene (meglio dei classici attenuatori). Tutti e tre i Badger, da eccellenti monocanale quali sono, gestiscono perfettamente i pedalini o anche i sistemi a rack. Nel mio oramai stagionato percorso strumentale ho avuto modo di suonare con molti ampli famosi, dei quali conosco i notevoli pregi e qualche raro difetto, ma il Suhr Badger lo ritengo particolare, forse per la facilità di utilizzo, la semplicità dell'equalizzazione (molto sensibile) e infine le dimensioni e il peso contenuti, che ne facilitano il trasporto; quando mi reco in sala prove, metto il Badger in un zainetto e me lo carico sulle spalle, la chitarra nella mano destra e un borsino porta pedalini in quella sinistra, ossia quello che mi basta; meglio di così e con pochissima fatica (gli anni passano, purtroppo). saluti Dariorepen
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 21/07/2017 ore 11:34:34
Ciao Dario, sottoscrivo OGNI PAROLA!! :)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
di aleZ
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto
Labyrinth: spiegato il super-controller CostaLab
TV-Tele: la chitarra TV Jones con bobina asimmetrica
I più commentati
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
di aleZ
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
Esercizi per chitarra acustica
Arturia V Collection 6
Wally+: da Hotone la loop station più piccola al mondo
I vostri articoli
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto
La storia del PAF: l'etichetta da migliaia di dollari
Segna-posizione fashion con poca spesa
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964