HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Wheely Guitars: alta liuteria in sedia a rotelle
Wheely Guitars: alta liuteria in sedia a rotelle
di [user #116] - pubblicato il

Un liutaio californiano brevetta una chitarra pensata per chi è in sedia a rotelle. Wheely coniuga necessità speciali con una costruzione da Custom Shop.
Il bello della chitarra elettrica, per chi ne costruisce, è potersi sbizzarrire con forme di ogni tipo, garantendo ottimi suoni senza lasciarsi frenare dai limiti strutturali della liuteria acustica. Le forme di una Explorer o di una Fyling V, però, non sono affatto comode quando si è costretti a suonare seduti in una sedia a rotelle. Suonare qualunque chitarra elettrica, anche tradizionale, è di fatto un problema per molte persone diversamente abili. Allo scopo di offrire anche a loro l'esperienza completa di imbracciare uno strumento di alta qualità e suonarlo con soddisfazione, un laboratorio di liuteria in California ha deciso di specializzarsi nella produzione di chitarre elettriche modificate per essere usate comodamente anche da chi è in sedia a rotelle.

Wheely Guitars: alta liuteria in sedia a rotelle

Il progetto si chiama Wheely, ed è un'idea di Mel Bergman. Il liutaio ha disegnato la sagoma Wheely, attualmente in attesa di brevetto, basandosi sulle curve della Stratocaster, modificato in modo da posizionarsi agevolmente sulle gambe del musicista e rimuovendo tutte le parti che normalmente urterebbero contro i bordi della sedia, col rischio di rovinare la chitarra o costringere il musicista ad assumere posizioni scomode per salvaguardare lo strumento.
La posizione del jack è spostata più in alto, per evitare che il cavo intralci i movimenti, e anche il retro della cassa vede un contour modificato per una maggior aderenza al corpo.
Anche il manico è studiato per un'ergonomia superiore. Comodo per chiunque nella sua forma a C, è pensato per favorire in particolare il suonato da seduti.

Wheely Guitars: alta liuteria in sedia a rotelle

Quelle costruite da Mel Bergman non sono giocattoli, ma chitarre di alta qualità, con la cura della liuteria e tutti gli ingredienti al posto giusto per calcare lo stile di un grande classico americano.
Le Wheely si basano su un body in ontano avvitato a un manico in acero con tastiera in palissandro da 21 fret. Posati su un raggio compound per offrire una suonabilità moderna su tutta l'escursione, si snodano attaverso un diapason da 25,5 pollici.

La paletta, inclinata all'indietro di 11 gradi, ottimizza la trasmissione delle vibrazioni e riduce al contempo gli ingombri, con tre meccaniche per lato. È abbinata a uno zero fret, per un'intonazione precisa, e garantisce una buona tenuta d'accordatura grazie alle meccaniche Hipshot e alla scelta di adottare un ponte fisso Hipshot in stile hardtail con corde passanti sul modello standard.

Il progetto è ancora agli esordi, ma non possiamo che augurare il meglio a Wheely Guitars e contare di avere presto altre notizie e nuovo materiale in arrivo dalla liuteria californiana. Per il momento non esistono demo ufficiali dello strumento, ma testimonial d'eccezione è stata Abby Dunkin, campionessa paralimpica di pallacanestro che si è prestata per un rapido test dello strumento. Il suo sorriso a fine video dice tutto su quanto possa contare un'iniziativa come quella delle chitarre Wheely.

chitarre elettriche wheely guitars
Link utili
Sito Wheely Guitars
Altro da leggere
Pubblicità
La Premium dell'RG Tour va a......
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky...
PRS rinnova le SE per il 2018...
Gretsch rinnova tra hardware dorato e parlor...
Pubblicità
Commenti
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 16/08/2017 ore 10:15:10
Figata!
Io modificherei i corni ancora in stile Strato e diventerebbe una chitarra per tutti e non solo per chi è in carrozzina.
Perché non c'è simmetria tra le curve nel retro con quelle davanti e sembra solo una strato modificata, basterebbe cambiare i raggi di curvatura e diventerebbe proprio bella e originale.
Rispondi
di chikensteven [user #45729] - commento del 16/08/2017 ore 10:57:29
una bellissima iniziativa, inoltre grande stima a chi cerca di agevolare la vita dei disabili. in Italia abbiamo "I LADRI DI CARROZZELLE!, mi chiedo se anche a loro è stato fatto un progetto simile da qualche artigiano italiano
Rispondi
di RespiroAcustico [user #41901] - commento del 16/08/2017 ore 15:33:40
Che iniziativa carina!
Rispondi
di SysOper [user #10963] - commento del 16/08/2017 ore 18:43:36
Complimenti per il progetto, comunque è curioso che si possa riprodurre quasi per intero body e pickguard disegnati da altri e brevettarne la presenza di un paio di concavità
Rispondi
di fenderpassion61 [user #13902] - commento del 16/08/2017 ore 21:04:00
Mi sembra un ottima idea, soprattutto per quelli che hanno carrozzine più avvolgenti che reggono il tronco. Spero che non costi un botto, altrimenti fanno prima a farsene ritagliare una dallo zio col seghetto alternativo.
Rispondi
di rockit [user #11557] - commento del 17/08/2017 ore 10:40:01
Avendo un amico che suona in carrozzina mi sono interessato un po' al tema già da tempo.
La soluzione trovata è discreta, spero che non gli concedano il brevetto visto che è tutto di una banalità atroce.
Curiosa la scelta di fare lo scasso per posizionare il manico inclinato appoggiato alla coscia destra. Il mio amico è abituato a suonare con chitarre normali (la sua LTD come prima scelta, e qualsiasi cosa di ispirazione Fender. Les Paul e similari invece sono troppo piccole, le corde troppo vicine al ginocchio e diventano difficili da suonare) tenute orizzontali e credo che avrebbe bisogno ad esempio di una forma di scasso ben diversa per poter "schivare" il bracciolo e la ruota.
Credo che il top in realtà sia un'ergonomia tipo quella delle vecchie Klein, del resto studiate apposta per suonare seduti.
Esperimento interessante, comunque il grosso dell'innovazione per chi è in sedia a rotelle sta nel dare possibilità di controllo delle pedaliere con le mani, più che nelle chitarre per cui in fondo basta qualche colpo di sega in più per ricavare lo spazio che serve.
Rispondi
di Denim74 [user #47171] - commento del 18/08/2017 ore 17:27:04
Che bellissima idea, bravi!!!
Rispondi
di gerlop [user #44005] - commento del 22/08/2017 ore 11:10:16
tanti pollici in su! gli amici diversamente abili hanno anche loro, finalmente, il modo per poter esprimere la loro musica per mezzo di uno strumento ben adattato!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky ne regala una
RV500: testato il super riverbero programmabile Boss
Il gran finale dell'Ibanez RG Tour
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con Aramini
I più commentati
Guida all’acquisto: la scheda audio
PRS rinnova le SE per il 2018
Plugin Tutorial - Soundtoys Little Plate
Acoustic Experience: Collings e Lowden da MusicShow Milano a casa tua
Un'esplosione di musica ed eventi sul palco di SHG, Music Show Milano
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964