HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Il riscaldamento per il musicista
Il riscaldamento per il musicista
di [user #116] - pubblicato il

Il riscaldamento costituisce la parte iniziale e fondamentale di ogni allenamento o di una competizione; per quanto riguarda i musicisti è essenziale non solo prima dei concerti ma anche per le prove e le sedute di lavoro personali. Approfondiamo l’importanza del riscaldamento, partendo dalla sua definizione, dagli effetti che produce sull’organismo e concludendo con qualche semplice esempio di esercizi da eseguire in maniera costante.
Prosegue la rubrica della  Dott.ssa Marina Faccio chirurga della mano e dell’arto superiore. In questo spazio si analizzeranno le categorie dei disturbi più frequenti in cui possono incorrere i musicisti, sottolineando  l' importanza della prevenzione e della conoscenza dei primi sintomi.
I lettori avranno anche la possibilità di inviare i loro quesiti a domande@accordo.it.  e i temi di maggiore interesse saranno trattati all'interno della rubrica.

Il riscaldamento per il musicista

IL RISCALDAMENTO
Il riscaldamento costituisce la parte iniziale e fondamentale di ogni allenamento o di una competizione; per quanto riguarda i musicisti è essenziale non solo prima dei concerti, ma anche per le prove e le sedute di lavoro personali.
Un corretto riscaldamento eseguito con esercizi mirati alla tipologia della prestazione prepara il musicista dal punto di vista fisiologico, dal punto di vista tecnico e dal punto di vista psicologico in maniera graduale e sistematica. Lo aiuta, infatti, nel prevenire infortuni legati alla prolungata prestazione motoria e lo predispone nella condizione migliore per affrontare l'esecuzione, questo grazie al miglioramento dell’elasticità muscolare, tendinea e legamentosa, all’aumento della mobilità delle articolazioni ed all’aumento della capacità e della disponibilità a reagire.
Per impostare al meglio un riscaldamento è necessario capire gli effetti ed i benefici che questo apporta.

Il riscaldamento per il musicista

EFFETTI SULL’ORGANISMO
Le risposte fisiologiche che gli esercizi di riscaldamento provocano nel corpo sono molte:
  • aumento della temperatura muscolare
  • miglior approvvigionamento di sostanze nutritizie e incremento della rimozione dei prodotti di scarto dal muscolo
  • aumento della rapidità di risposta agli stimoli nervosi
  • miglioramento dell’efficienza cardiocircolatoria e respiratoria
  • maggior scambio di ossigeno nei tessuti
  • incremento dell’efficienza metabolica in tutto il corpo
  • aumento della ventilazione polmonare
  • miglioramento dell’irrorazione e dell’elasticità dei tessuti osseo e connettivo
  • miglioramento della mobilità e dell’elasticità muscolari
Ciò si traduce da un punto muscolare con un incremento della velocità e dell’efficacia di contrazione e, quindi, da un punto di vista pratico e tecnico della pratica musicale, come un incremento della coordinazione e della capacità di reazione
A livello cerebrale crea uno stato di ottimale eccitazione nervosa, che predispone alla prestazione, soprattutto in previsione del concerto, permettendo la concentrazione sul compito principale, in quanto promuove la coscienza corporea nello spazio. Il risultato finale è un’espressione musicale migliore.

Il riscaldamento per il musicista

ESERCIZI DI RISCALDAMENTO
La programmazione degli esercizi deve tenere conto dell'età del musicista, del tipo di prestazione e del tempo di esecuzione da affrontare, dello stato psico-fisico e del tipo di strumento da suonare. Ogni strumento presenta infatti caratteristiche specifiche che necessitano un approccio corporeo differente, mettendo più sotto sforzo alcuni gruppi muscolari piuttosto che altri. 
Vediamo alcuni esempi. Per i chitarristi è importante focalizzare l’attenzione sull’erronea tendenza ad “avvolgere” la chitarra, soprattutto nella posizione seduta, e sulla posizione troppo flessa dei polsi. La fase di preparazione dovrà dunque dedicare una parte all’attenzione della postura delle spalle e dei gomiti, per evitare il sovraccarico dei tendini flessori. Per i batteristi saranno mandatori esercizi di rilassamento di tutta la muscolatura per evitare tensioni, in particolare alla colonna vertebrale, e di rinforzo del cingolo scapolare per sostenere gli arti superiori. Per i tastieristi fondamentali sono gli esercizi di elasticità delle anche, per scaricare la colonna vertebrale, spesso sede di dolore.
Il musicista deve essere in grado di effettuare una sequenza di riscaldamento, costruita in base alle proprie esigenze, che lo porti ad essere pronto dal punto di vista psico-fisico alla prestazione da eseguire. 
Indichiamo di seguito una sequenza ideale e generale di riscaldamento e di risveglio corporeo:
(scorri l'immagine per seguire gli esercizi nel dettaglio)



Gli esercizi sono da eseguire per 15 secondi circa per ciascun lato; è importante riscontrare una certa tensione muscolare durante l’esercizio, senza mai arrivare al dolore. Gli esercizi possono essere svolti prima, durante o dopo lo studio quotidiano sullo strumento.

Il riscaldamento per il musicista

L’articolo è stato scritto in collaborazione con la Dott.ssa Erica Semplici, coordinatrice fisioterapisti del gruppo Symcro.
Torneremo preso a parlare di riscaldamento concentrandoci sulla mano. La mano è la parte fondamentale per il musicista, espressione di coordinazione, velocità e precisione del suono.

Il riscaldamento per il musicista
lezioni riscaldamento salute del musicista
Link utili
La pagina della Dr.ssa Marina Faccio - Chirurga della mano
Il sito di Symcro - Centro Ricerche Arto Superiore
Altro da leggere
Pubblicità
Cesareo: quanto studiare...
Lezioni di chitarra da Capitan Fede...
Doug Aldrich: pentatonica, corde a vuoto e pennata alternata...
Doug Aldrich: come ottenere un gran suono di chitarra...
Pubblicità
Warm up on tour con Stef Burns...
Warm up con Luca Colombo...
Basso Blues: tecnica, riscaldamento & slap...
Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show...
La salute del musicista: patologie, sintomi e prevenzione...
Tendiniti del musicista: come evitarle?...
Nili Brosh, una ventata di aria fresca e grande chitarrismo...
Ralph Salati: pennata alternata medicina per il ritmo...
Alternata: Paul Gilbert Vs John Petrucci...
Commenti
di DottorZero [user #44787] - commento del 11/06/2018 ore 15:05:45
Molto utile ed interessante, grazie.
Rispondi
di Capra_Poliuretanica [user #30609] - commento del 11/06/2018 ore 22:09:5
Grazie mille, molto interessante.
Le posizioni 2, 3 e 4 sembrano quelle che eseguo in uno dei riscaldamenti che faccio prima della pratica del Tai Chi.
Il 5 e l'ultimo, però mi sono poco chiari.
Il 5 lo intuisco, ma l'ultimo proprio no.
Rispondi
di Mimmo66 [user #26026] - commento del 11/06/2018 ore 22:34:51
Vado ad intuito, il 5 dovresti tirare su le spalle (come dire "chi se ne frega" o "non lo so" 😁) l'ultimo esattamente il contrario, cioè spingere le spalle in giù, entrambi tenendo ben dritta la colonna vertebrale...
Rispondi
di Capra_Poliuretanica [user #30609] - commento del 13/06/2018 ore 21:45:13
Grazie mille.
Tenere basse le spalle è una delle cose più difficili di questo mondo.
Alla minima tensione si alzano, magari impercettibilmente, ma il corpo si contrae tutto.
Pochi se ne rendono conto se non glielo si fa notare.
Dopo è una lotta per reprimere quell'impulso. :-)
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 17/06/2018 ore 16:47:17
Ogni tanto mi colgo nel fatto di non tenere le spalle basse - anzi, OGNI volta mi colgo. È da poco che mi sono messo a queste cose, forse migliorerò anche a tenere la colonna vertebrale sotto controllo... !!!
Rispondi
di Capra_Poliuretanica [user #30609] - commento del 17/06/2018 ore 21:09:46
Eh! A chi lo dici!
Però rendersene conto è già un grande passo avanti.
Rispondi
di drmarinafaccio [user #48208] - commento del 17/06/2018 ore 12:11:52
Numero 5: alzare e abbassare le spalle,controllando la posizione della colonna vertebrale
Numero 12: scuotere i polsi e le mani,mantenendo gli arti superiori estesi lungo il torace
Rispondi
di Capra_Poliuretanica [user #30609] - commento del 17/06/2018 ore 21:07:39
Grazie mille, ora mi è tutto chiaro.
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 12/06/2018 ore 10:58:59
Brava Dottoressa! Sono pure esercizi utili per la tastiera... del computer. Parecchi si possono fare stando seduti. Ce ne sono anche per i piedi.
Rispondi
di drmarinafaccio [user #48208] - commento del 17/06/2018 ore 12:22:04
Grazie Claes! Effettivamente si tratta di un circuito di esercizi, applicabile per posture mantenute per lungo tempo, come quella davanti al PC
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Agostino Marangolo: come suonare "A me me piace o Blues"
'O Sole Mio
Fratture della mano e del polso del Musicista
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964