VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta
La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta
di [user #116] - pubblicato il

Quasi un decennio senza BB King, re del blues di Chicago, fonte di ispirazione di una schiera infinita di chitarristi. Non ha suonato un accordo in tutta la sua vita, ma il suo vibrato magico e il suo inconfondibile fraseggio riuscivano sempre a toccare l'immaginario anche dell'ascoltatore più smaliziato.
Tra innumerevoli riconoscimenti, uno dei più significativi è la sua performance al concerto di Natale in Vaticano, con l'invito a incontrare il papa Giovanni Paolo II prima dell'esibizione.
In varie interviste il re del blues ha ricordato come una delle più grandi emozioni della sua vita il momento in cui ha donato una "Lucille" al pontefice

Ma chi è Lucille?
Twist, Arkansas, 1949. Scoppia una rissa nel bar in cui Riley King, giovane musicista di 24 anni, suona il blues accompagnandosi con la sua vecchia chitarra. Due uomini si azzuffano, rotolano a terra e urtano una lampada a kerosene. Scoppia un incendio, in un attimo le fiamme sono altissime e il locale minaccia di crollare. Tutti corrono all'aperto, ma Riley si accorge che la sua chitarra è rimasta dentro. È una Gibson L-30 di poco valore, ma non può perderla, non ha i soldi per comprarne un'altra. Rientra nel locale a rischi della sua vita e quando riesce a portarla fuori scopre che i due uomini si stavano azzuffando per una ragazza di nome Lucille.  Da quel giorno Riley, nome d'arte Beale Street Boy, poi diventato celebre in tutto il mondo come BB King, decide di chiamare Lucille la sua chitarra.

La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta

Dopo quella prima L-30, con i primi guadagni, può comprare la sua nuova Lucille, una Gibson 335 thinline. Questa chitarra, in diverse varianti, diventa il suo strumento di elezione, tanto che nel 1980 Gibson ne produce una secondo le sue specifiche. È una 355 nera, con circuito stereo Varitone, humbucker Gibson 490, senza buche a F, con attaccacorde TP-6. Il nome Lucille è intarsiato in madreperla sulla paletta.

La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta

Karol Wojtyla amava la musica e proprio durante il suo Pontificato, nel 1993, è iniziata la tradizione di accogliere concerti, anche con l’esibizione di artisti pop, nell’aula Paolo VI della Città del Vaticano, fino ad allora riservata a ospitare le udienze generali del Papa. Non è dato sapere se alla sera, nel segreto delle sue stanze, abbia suonato "The thrill is gone", ma ci piace pensare che almeno qualche nota abbia provato a suonarla.

La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta

Come accade alla maggior parte dei doni ricevuti dal pontefice, dopo vari anni di soggiorno nei magazzini vaticani la Lucille passata dalle mani di BB King a quelle di papa Giovanni Paolo è stata usata come premio in occasione di una delle iniziative di raccolta dei fondi per opere caritatevoli.

La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta

Oggi quella chitarra va all'asta su Catawiki e lo sarà fino alle ore 20:00 del 12 maggio 2024, insieme a una ricca selezione di strumenti musicali. Chi avrà la possibilità e la fortuna per aggiudicarselo diventerà custode di uno strumento di eccellenza, portatore di uno straordinario contenuto storico e culturale aggiunto. Un oggetto di enorme fascino e valore inestimabile.

La Lucille che BB King regalò al Papa è all'asta
bb king catawiki chitarre semiacustiche curiosità gibson lucille
Link utili
Il tweet Gibson
Asta di chitarre esclusive
Asta strumenti musicali esclusivi
Nascondi commenti     18
Loggati per commentare

di Zoso1974 [user #42646]
commento del 03/05/2024 ore 12:48:27
Alla tombolata aziendale una volta ho vinto uno zainetto da circa 20 euro, e pensavo di aver avuto culo.
Rispondi
di Papone [user #64152]
commento del 03/05/2024 ore 13:01:05
ahahahahahahahahahahahah Grandissimo :):)
Rispondi
di Nun_So_Capace [user #24540]
commento del 03/05/2024 ore 15:00:18
L’unica cosa che ho vinto in vita mia ad una riffa è stato un Rosario in occasione del viaggio a Roma per il giubileo del 2000. … e io mi chiamo Rosario.

Magari mi fossi chiamato Lucille avrei avuto un destino differente.
Rispondi
di onlyfender [user #5881]
commento del 03/05/2024 ore 14:35:02
Prossima estrazione...antica pergamena con terzo segreto di Fatima
Rispondi
di Guycho [user #2802]
commento del 03/05/2024 ore 14:59:00
Come sarebbe "Non ha suonato un accordo in tutta la sua vita"?

Proprio in foto prende un La maggiore.
Rispondi
di DAME54 [user #53104]
commento del 03/05/2024 ore 16:40:08
...già arrivata a 10k
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 05/05/2024 ore 13:32:46
ed è ancora niente
Rispondi
di fab-for [user #62742]
commento del 03/05/2024 ore 18:04:36
Sovrastante con sovra-culo si può scrivere? Va beh.. lo scrivo lo stesso!
Rispondi
di lupin81 [user #3206]
commento del 05/05/2024 ore 00:57:4
Mi chiedo cosa sia successo al battipenna, al telino copri chitarra della custodia che appare corroso, così come alla doratura dei copri pickup e del ponte. Mi viene il sospetto che per proteggere scritta e autografo abbiano spruzzato un protettivo spray che abbia fatto reazione con i materiali. Quello che non mi torna è che BB King abbia scritto con pennarello nero su battipenna scuro.
Rispondi
di giambibolla [user #5757]
commento del 07/05/2024 ore 17:25:21
forse è un tarocco oppure, molto più probabile, un effetto divino, tipo sacra sindone o mani buche di padrepio...
Rispondi
di Lorenzostrat87 [user #8417]
commento del 28/05/2024 ore 19:56:41
Nulla di quanto ipotizzato: semplicemente, la celluloide del battipenna ha prodotto una reazione chiamata "off-gassing": tale materiale, se la chitarra viene conservata in custodia per anni senza prendere aria, rilascia dei gas che vanno anche a corrodere le parti metalliche nelle vicinanze, la tonalità di colore del tartarugato si schiarisce, e in molti casi il battipenna si sgretola.
Se quella chitarra rimane chiusa in custodia per altro tempo, si rischia di perdere l'autografo di BB King per sempre.
Rispondi
di giambibolla [user #5757]
commento del 07/05/2024 ore 17:15:22
Blues Boy doveva tenersela, perle ai porci...
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 10/05/2024 ore 17:48:38
piove sempre sul bagnato anche per l anima del cazzo..
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 11/05/2024 ore 07:32:52
In che senso? Non ho capito il senso del tuo fine commento.
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 11/05/2024 ore 16:36:39
I poverissimi magazzini vaticani avevano bisogno di una chitarra del genere in regalo...invece di fare beneficenza con gli incassi di aste sarebbe sufficiente che pagassero le tasse sugli immobili e le proprietà come tutti i poveri che lavorano
Rispondi
di alberto biraghi [user #3]
commento del 11/05/2024 ore 19:00:57
Considerazione personale: quella chitarra è stata suonata, e tanto (si capisce da usura e ossidazione), da BB King, quindi ha un valore inestimabile al di là delle vicende successive, anche perché Blues Boy non è che ne abbia avute molte (insomma, non è come le Stratocaster suonate da Clapton o Jimi che ce n'è a bizzeffe). È una delle pochissime. Fossi ricco rilancerei alla morte pur di portarmela a casa.
Rispondi
di Lorenzostrat87 [user #8417]
commento del 28/05/2024 ore 20:00:54
L'ossidazione non ha nulla a che vedere con quanto sia stata suonata: è stata chiusa ermeticamente in una custodia da quando è stata donata al Papa, e lo si capisce dal fatto che il battipenna è andato in off-gassing, ossia la reazione chimica data dalla mancanza di ossigeno.
L'ossidazione delle parti metalliche è un effetto collaterale dei gas rilasciati dal battipenna in celluloide, e se il suo destino è rimanere chiusa in una custodia per altri decenni, il battipenna può sgretolarsi, le parti metalliche diventare tutte verdi, e possiamo dire addio anche all'autografo di BB.
Rispondi
di fab-for [user #62742]
commento del 12/05/2024 ore 20:35:33
Chiusa a 45000, parecchio sotto la valutazione fatta dalla casa d'aste.... boh... 4 pezzi di legno in un soffitta se sono degli anni '60 anche se suonati 3 giorni da un pinco pallino qualunque e poi buttatti a prendere polvere e umidità valgono una fortuna. Questa è la chitarra di forse il più famoso chitarrista di blues, suonata da lui, autografata e con una storia importante alle spalle e se avessi litigato abbastanza con mia moglie me la sarei potuta permettere pure io?!
Rispondi
Altro da leggere
EXL-1: ascolta l’ammiraglia D’Angelico in un classico Disney
Industria musicale contro le AI: è guerra aperta
Gibson Les Paul R0 BOTB
Apple ritira lo spot che fa imbestialire i musicisti
Le Fender AM Pro II diventano Thinline in serie limitata
Per Guitar Center il futuro è nella fascia alta
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964